Museo in DanzaMUSEO IN DANZA e TEMPO di POSA al centro del  ricco week end di HANGART FEST al Teatro Maddalena di PESARO.

In scena Marta Bevilacqua  per creare nuove sinergie tra le arti performative e il patrimonio museale con la performance site specific “Museo in Danza” e il coreografo marchigiano Andrea Baldassarri con “TEMPO DI POSA”, fotografia di una danza dell’abbandono.

Gradite contaminazioni, quella di Bevilacqua segno di una ricerca incessante sulle arti performative e la danza che vedono nella sinergia il modus operandi per interpretare il tempo contemporaneo, accrescere la formazione artistica eppiù  avvicinare nuove tipologie di pubblico; che indagano la convivenza tra una vita ferma e una che si muove: come nel lavoro di Baldassarri. In questo, il contenitore di Danza contemporanea Hangart Fest di Pesaro di Antonio Cioffi si pone come una matassa luminosa di ingegno creativo nel panorama italiano.

venerdì 24 settembre MUSEO IN DANZA, ideato dalla Compagnia Arearea si svolgerà nei Musei civici di Pesaro. La performance site specific si svolgerà alle 10.00 e alle 11.30 e il pomeriggio alle 16.00 e alle 17.30 . Marta Bevilacqua, Valentina Saggin e Anna Savanelli accompagneranno il pubblico in un’escursione negli spazi suggestivi del Museo tra le opere e i tableau vivant incarnati nella danza. La Compagnia abiterà la struttura museale per due giorni durante i quali Marta Bevilacqua comporrà partiture coreografiche, al fine di attivare sensi e prospettive nuove per l’occhio del visitatore. Tra i punti cardine del progetto ci sarà l’invito rivolto al pubblico di partecipare all’azione e di contribuire, con un dettaglio sensoriale, ad assumere forme plastiche. Al termine di ogni performance sarà inoltre previsto uno scambio con gli spettatori. Il progetto, che rientra nella poetica della coreografa di esaltare il dettaglio, è realizzato con il sostegno del MiC e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

domenica 26 settembre h 21.00 al Teatro Maddalena con lo spettacolo TEMPO DI POSA.
Il tempo di posa è un tempo sospeso. In fotografia è il lasso di tempo durante il quale l’otturatore della macchina fotografica rimane aperto per permettere alla luce di imprimere l’immagine. Un passaggio necessario al sorgere della figura, che in questo periodo storico di surreale sospensione può essere metafora della percezione di sfasamento del normale decorrere del tempo.
René Baldoni, Emily Manica e Andrea Baldassarri portano in scena una danza dell’abbandono che indaga la convivenza tra una vita ferma e una che si muove: l’una rivolta in avanti, l’altra indietro, una che ricorda ed una che dimentica, una che trattiene ed una leggera, indifferente, sfuggente. Entrambe lontane nel presente. Lo spettacolo, realizzato con il sostegno della Compagnia Abbondanza / Bertoni, è abbinato all’omonimo film realizzato per Marche Palcoscenico Aperto, progetto promosso da AMAT e Regione Marche.

Tempo di posa

Per maggiori informazioni consultare il sito del Festival: www.hangartfest.it

Il filo conduttore del festival è una overview che indaga gli aspetti più contemporanei del vivere caotico e frammentato, alienante, pur sempre in viaggio verso la bellezza del mondo; del bisogno del consumo come dei dialoghi dell'anima, di un genere di appartenenza libero, di corpi nuovi, dalla danza di comunità e nei Musei a progetti di confine, alla cura e la relazione tra curante e curato; pezzi fragili condivisi, tra tensioni spirituali, materiali e tecnologiche, tempi di posa, pixel, sospensioni chimiche e lo scadere del tempo: tutto indica l'apertura di un attentissimo interpretativo, sensibile occhio danzante .

RAB EXPRESS INAUGURA LA XVIII EDIZIONE DI HANGARTFEST

SitNewsFeel

cover

Marta Bevilacqua Museo in Danza

MUSEO in DANZA HANGART FEST il Tableau vivant della Bevilacquaultima modifica: 2021-09-23T11:08:42+02:00da Dizzly