Non solo Malta: lʼEuropol indaga sul mercato dei passaporti in Ue

C_2_articolo_3026796_upiImageppNon c’è solo Malta tra i Paesi europei finiti nell’inchiesta dell’Europol per la vendita di passaporti ai migranti che cercano di raggiungere l’Ue. La polizia comunitaria sta infatti indagando anche su altre concessioni sospette di documenti, soprattutto perché il timore è che, a fronte di un generoso versamento, qualche Paese possa concedere il passaporto a grandi evasori fiscali. O, inavvertitamente, ai terroristi dell’Isis.

Secondo La Stampa, i Paesi coinvolti nell’inchiesta sono diversi: oltre a Malta, anche la Gran Bretagna (che al momento è ancora, a tutti gli effetti, un membro dell’Unione), Irlanda, Portogallo, Spagna, Belgio, lettonia, Bulgaria, Ungheria, Grecia, Austria e Cipro. Insomma, nella gran parte dei Paesi d’Europa la cittadinanza si può comprare.

In Gran Bretagna basta un investimento da 240mila euro in un’azienda per ottenere, dopo 5 anni, la residenza permanente e la possibilità di chiedere il passaporto; mentre se si sborsano almeno 5 milioni la residenza permanente si ottiene in 2-3 anni. In Irlanda, con 500mila euro investiti in un’azienda, oppure con una donazione dello stesso importo a un progetto filantropico, si ottiene immediatamente la residenza, e dopo 5 anni si può chiedere il passaporto. In Portogallo basta acquistare beni immobili per mezzo milione, oppure depositare un milione in una banca del Paese per ottenere la residenza in 45 giorni e il passaporto dopo 6 anni. Leggermente più restrittiva la procedura in Spagna: con 500mila euro investiti in immobili, o con un milione in aziende, si ottiene subito la residenza ma per il passaporto ci vogliono 10 anni.

In Belgio, investendo 350mila euro in aziende si ha la residenza in 2 mesi e il passaporto in 5 anni; il Lettonia è sufficiente avere 286mila euro in banca (o 150mila euro in immobili) per ottenere la residenza subito e il passaporto in 10 anni. In Ungheria per avere residenza immediata e passaporto in 10 anni basta comprare 300mila euro in titoli di Stato e versare 50mila euro a fondo perduto. In Bulgaria ci sono diverse scelte: investire 125mila euro in regioni economicamente sottosviluppate, oppure 250mila euro in una nuova azienda, oppure comprare bond del governo senza interessi per 511mila euro, e con ulteriori 511mila euro si ottiene la cittadinanza in 2 anni invece che in 5. In Grecia, con immobili per 250mila euro, si ha la residenza in 40 giorni e il passaporto in 5-7 anni.

Infine, l’Austria e Cipro, dove il costo è maggiore ma le procedure decisamente più veloci: a Vienna basta investire 3 milioni in aziende pubbliche o private, e si ottiene il passaporto in un lasso di tempo che va da uno a tre anni; a Cipri con investimenti di 3 milioni in immobili o nel settore pubblico bastano 3 mesi per avere il documento.

Non solo Malta: lʼEuropol indaga sul mercato dei passaporti in Ueultima modifica: 2016-08-21T21:10:26+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.