Dayane Mello: “Appena posso mi tolgo i vestiti”

indexAncora sca. ndali, ancora Venezia. Barbara D’Urso, a Domenica Live, torna a parlare dell’abito iper-se. xy indossato da Dayane Mello per il red carpet della festa del Cinema. E la modella racconta:
“Il mio amico mi ha detto, la sera prima di andare, se volevo fare il red carpet a Venezia, ho risposto di sì. Mi ha fatto vedere i suoi abiti, poi ha detto: scegli quelli che vuoi, ma io vorrei che tu usassi questo. L’ho messo. È il mio lavoro, la mutanda c’era, era piccola ma c’era. A me piace stare nuda, io a casa appena posso togliermi i vestiti sono contenta. Sono brasiliana. L’altro giorno è successo in un negozio, vicino al Duomo, mi sono tolta gli abiti e la ragazza mi ha invitata ad andare in camerino. Io sono così. A Venezia ho sbagliato un movimento per sistemare l’abito e tutti click click click”.
Dayane imita il gesto dei paparazzi allo scatto, sorridendo di quello scandalo che l’ha fatta contattare da testate di tutto il mondo.
“È il mio lavoro, sono una modella, tu puoi capirmi – dice rivolta alla D’Urso – ho visto le tue foto per un calendario, a 18 anni, eri nuda sulla spiaggia, si vedeva tutto. Ho le foto nel telefono, poi te le faccio vedere”.
Barbara D’Urso specifica: “Non si vedeva proprio tutto”, e la questione si chiude tra risate e complimenti reciproci.
Lo spacco se. xy viene dimenticato con l’esperimento di Serena Garitta che con un abito rifatto su modello di quello di Dayane ha “sfilato” in città e al mercato. L’effetto? Nessuno scandalo, ma sorrisi e battute sul freddo.
Dal carpet alla vita quotidiana, con un videomessaggio della sorella appena ritrovata che l’ha chiamata poche settimane fa e ora vive con lei da qualche giorno. E poi dal salotto alla pista, con una mini-performance di ballo. In camicia e leggings.

Dayane Mello: “Appena posso mi tolgo i vestiti”ultima modifica: 2016-10-09T20:05:06+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.