Paura per Giovanni Conversano: “Potevo morire nell’attentato di Istanbul”

2199129_giovaanni_conversano_giadaUn contrattempo avrebbe salvato la vita a Giovanni Conversano e della sua compagna Giada Pezzaioli. L’ex tronista di ‘Uomini e Donne‘ avrebbe dovuto trovarsi il 31 dicembre scorso al Reina, il locale di Istanbul dove sono morte 39 persone in un attentato terroristico. Per ‘colpa’ di un imprevisto, Conversano è rimasto in Italia e non ha potuto partecipare alla serata, successivamente finita in un tragico bagno di sangue.  “Avevamo scelto per il cenone di fine anno proprio il locale dove è avvenuto il terribile attentato – ha raccontato Giovanni ConversanoTop – Una serie di imprevisti, tra cui lo slittamento di un programma tv a cui ha partecipato Giada, che è stato rinviato di una settimana, ci hanno costretto a cambiare i nostri programmi e alla fine siamo rimasti a casa”.  “Mai come nel nostro caso posso dire che alcune coincidenze possono salvare la vita e quello che mi è accaduto lo trovo del tutto inspiegabile – ha aggiunto Conversano – L’unica cosa che posso pensare è che una forza sovrannaturale abbia voluto proteggere noi e il nostro amore, tenendoci lontano dal luogo del massacro”.

Paura per Giovanni Conversano: “Potevo morire nell’attentato di Istanbul”ultima modifica: 2017-01-16T17:28:44+01:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.