Il campanile di Oroset I (episodio 98°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!

<Comunque venendo a noi….. devi cucinare come solamente un italiano vero….. sa fare!!! Perché altrimenti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<D’accordo!!!!! Mio bel cuoco italiano….. cucina pure i tuoi spaghetti…!!>

Una mezzoretta scarsa eeee…….

 

<Tutto prontooooooo! Si mangiaaaaaaa……!!>

Una terrina con

mezzo chilo di spaghetti al pomodoro,

rigorosamente al dente e spolverati di formaggio grana, fu “amorevolmente adagiata” sulla tavola appena apparecchiata da una Isabel più affamata che mai…..

<Adesso stappiamo una bottiglia di prosecco. Eh Alex….. ci vuole?>

<Certo….. ci penso io…!!>

I tappi, anche se di plastica, possedevano una caratteristica rigidità elastica che portavano all’aderenza perfetta e andavano molto bene per le bottiglie di vino sia frizzante che non…!!

Poooooooooooooooppppppppppppp…..!!!!!

 

<Questa sì che è musica!!>

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

E dopo aver mangiato e bevuto si adagiarono sul grande divano, sazi e appagati, con quella vaga intenzione di ripercorrere i bei momenti vissuti in mattinata.

Troppo astratta quell’intenzione e…….

l’addormentamento fu istantaneo…!!

  

“nono”

 

Verso le diciassette e trenta Aleandro, in clamorosa smentita, chiamò Isabel per invitarli a cena!

Una sveglia improvvisa che comunque non provocò disagio alcuno a quella giovane coppia che, già baciata dalla fortuna, accettò di buon grado quell’invito

comunque:

certamente “inaspettato”…!!

<Buondì, ah che bella dormita!> Esclamò Alex.

<Buongiorno a te tesoro…!! Ohhhhhhhh….. scusami,  pensavo fosse già trascorsa la notte! Ahahahah…!! E invece siamo ancora in pieno pomeriggio, un po’ inoltrato ma sempre di pomeriggio si tratta! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Però devo dirti che ho dormito bene anch’io, ma di un bene come forse non mi era mai capitato prima…..

Due ore e mezza di sonno da sogno…!!

 

Ma dimmi…. cosa ti piacerebbe fare adesso?>

<Nulla…!! Nulla di nulla…!! Continuiamo a sognare…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!  Ahahahah…!! Uahahah…!! 

Alex confidò a Isabel le sue perplessità circa la teoria di Aleandro nel merito dei flash in galleria!

<Già ricordo benissimo che mi avevi sussurrato qualcosa sull’argomento..??..!!..??  Ma forse non devo aver dato molto peso all’accaduto…… a quelle tue visoni….?? Ahahahah…!! Mi sono comportata come una grande mascalzona! Ahahahah…!!>

<Già esattamente, proprio una grande mascalzona…!!  Uahahah…!!  Uahahah…!! Ma comunque non ci sarebbe stato nulla di particolarmente rimarchevole se Aleandro alla mia richiesta di chiarimenti non avesse avuto quella reazione così imprevedibile, per certi versi anche un po’ misteriosa, negando nella maniera più assoluta la possibilità di una presenza all’interno di quella galleria…??

Perché..? Che significato ha negare l’evidenza di un fatto realmente accaduto, dove io sono stato l’unico vero testimone…!!

Questo mi fa pensare che stia nascondendo qualcosa di suo proposito, ma non riesco ad immaginare cosa mai potrebbe essere….??  Uhmm….. ho una voglia matta di ritornare da quelle parti per un giretto esplorativo nella “misteriosa” galleria…??  Uahahah…!!


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 97°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

 

Alla fine, verso le quattordici, riuscirono a rientrare tutti nelle proprie abitazioni.

<Finalmente>, esclamò Isabel, <sono stanchissima ma felice. Felice nel vederti così entusiasta di vivere questi momenti particolarmente emozionanti che solamente un terrestre, e questo è fuori discussione, può vantarsi di provare! Ahahahah…!! Non ti sembra…?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Non è cosa di poco conto vedere,

direttamente con i tuoi stessi occhi,

posti incantevoli che mai ti saresti immaginato potessero esistere.

Ma per davvero…!!>

<Verissimo…!!

Parole giustissime…..

Che donna….. stupenda, meravigliosa,

unica e…… Uahahah…!!>

 

<Ahahahah…!! Ahahahah…!!  Pensa che sei solamente all’inizio di un’avventura che ti porterà a vivere altri momenti d’incredibile piacere.

 

Almeno finché non avrai visitato tutto quello che ancora ti manca:   

le serre, le industrie, le miniere,

 la sala della pioggia, il giardino, eccetera eccetera eccetera!

E allora…..?

Ti puoi ritenere un uomo fortunato…… oppure no…??>

<Ostrega, che culo che ho…!

Ma tutto questo me lo merito….??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! Eheheh…!!

Adesso non fare il finto modesto…??

Nehhhh…… Ahahahah…!!

Senti caro, bando alle ciance, dobbiamo mangiare perché ho una fame pazzesca e…….>

<Io avrei un’idea: potrei mettermi a fare il cuoco…??…??

Ti preparo un bel piatto di spaghetti al pomodoro, olio di oliva e basilico.

Cucinati come solamente un italiano sa fare…!!

Però che forza la vostra….. siete riusciti a procurarvi perfino l’olio di oliva!

Incredibile….. ma è tutto vero…!!>

 

<Noi siamo quelli delle imprese impossibili….. Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Perché nelle nostre serre siamo riusciti ad ottenere un risultato semplicemente stupefacente

 

che, andando oltre l’ostacolo dell’ambiente ostile, ci ha consentito di realizzare una struttura adeguata alle nostre esigenze. Ma il capolavoro si è concretizzato inserendo coltivazioni in ogni angolo disponibile sia in altezza che in larghezza. Creando delle piante nane rampicanti con lunghe ramificazioni dotate di robusti viticci sia per le olive che per la maggior parte dei prodotti, frutta compresa!>

<Certo che l’intelligenza sviluppata in ogni sua forma porta a risultati grandiosi, alcune volte anche inaspettati…!!>

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 98°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!

 

<Comunque venendo a noi….. devi cucinare come solamente un italiano vero….. sa fare!!! Perché altrimenti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<D’accordo!!!!! Mio bel cuoco italiano….. cucina pure i tuoi spaghetti…!!>

 

Una mezzoretta scarsa eeee…….

 

<Tutto prontooooooo! Si mangiaaaaaaa……!!>

 

Una terrina con

 

mezzo chilo di spaghetti al pomodoro,

 

rigorosamente al dente e spolverati di formaggio grana, fu “amorevolmente adagiata” sulla tavola appena apparecchiata da una Isabel più affamata che mai…..

 

<Adesso stappiamo una bottiglia di prosecco. Eh Alex….. ci vuole?>

<Certo….. ci penso io…!!>

 

I tappi, anche se di plastica, possedevano una caratteristica rigidità elastica che portavano all’aderenza perfetta e andavano molto bene per le bottiglie di vino sia frizzante che non…!!

 

Poooooooooooooooppppppppppppp…..!!!!!

 

<Questa sì che è musica!!>

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

 

E dopo aver mangiato e bevuto si adagiarono sul grande divano, sazi e appagati, con quella vaga intenzione di ripercorrere i bei momenti vissuti in mattinata.

 

Troppo astratta quell’intenzione e…….

l’addormentamento fu istantaneo…!!

  

“nono”

 

Verso le diciassette e trenta Aleandro, in clamorosa smentita, chiamò Isabel per invitarli a cena!

 

Una sveglia improvvisa che comunque non provocò disagio alcuno a quella giovane coppia che, già baciata dalla fortuna, accettò di buon grado quell’invito

comunque:

certamente “inaspettato”…!!

 

<Buondì, ah che bella dormita!> Esclamò Alex.

<Buongiorno a te tesoro…!! Ohhhhhhhh….. scusami,  pensavo fosse già trascorsa la notte! Ahahahah…!! E invece siamo ancora in pieno pomeriggio, un po’ inoltrato ma sempre di pomeriggio si tratta! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Però devo dirti che ho dormito bene anch’io, ma di un bene come forse non mi era mai capitato prima…..

 

Due ore e mezza di sonno da sogno…!!

 

Ma dimmi…. cosa ti piacerebbe fare adesso?>

<Nulla…!! Nulla di nulla…!! Continuiamo a sognare…!! Uahahah…!!>

 

Ahahahah…!! Uahahah…!!  Ahahahah…!! Uahahah…!! 

 

Alex confidò a Isabel le sue perplessità circa la teoria di Aleandro nel merito dei flash in galleria!

 

<Già ricordo benissimo che mi avevi sussurrato qualcosa sull’argomento..??..!!..??  Ma forse non devo aver dato molto peso all’accaduto…… a quelle tue visoni….?? Ahahahah…!! Mi sono comportata come una grande mascalzona! Ahahahah…!!>

<Già esattamente, proprio una grande mascalzona…!!  Uahahah…!!  Uahahah…!! Ma comunque non ci sarebbe stato nulla di particolarmente rimarchevole se Aleandro alla mia richiesta di chiarimenti non avesse avuto quella reazione così imprevedibile, per certi versi anche un po’ misteriosa, negando nella maniera più assoluta la possibilità di una presenza all’interno di quella galleria…??

 

Perché..? Che significato ha negare l’evidenza di un fatto realmente accaduto, dove io sono stato l’unico vero testimone…!!

 

Questo mi fa pensare che stia nascondendo qualcosa di suo proposito, ma non riesco ad immaginare cosa mai potrebbe essere….??  Uhmm….. ho una voglia matta di ritornare da quelle parti per un giretto esplorativo nella “misteriosa” galleria…??  Uahahah…!!


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 97°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

 

Alla fine, verso le quattordici, riuscirono a rientrare tutti nelle proprie abitazioni.

<Finalmente>, esclamò Isabel, <sono stanchissima ma felice. Felice nel vederti così entusiasta di vivere questi momenti particolarmente emozionanti che solamente un terrestre, e questo è fuori discussione, può vantarsi di provare! Ahahahah…!! Non ti sembra…?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Non è cosa di poco conto vedere,

direttamente con i tuoi stessi occhi,

posti incantevoli che mai ti saresti immaginato potessero esistere.

Ma per davvero…!!>

<Verissimo…!!

Parole giustissime…..

Che donna….. stupenda, meravigliosa,

unica e…… Uahahah…!!>

 

<Ahahahah…!! Ahahahah…!!  Pensa che sei solamente all’inizio di un’avventura che ti porterà a vivere altri momenti d’incredibile piacere.

 

Almeno finché non avrai visitato tutto quello che ancora ti manca:   

le serre, le industrie, le miniere,

 la sala della pioggia, il giardino, eccetera eccetera eccetera!

E allora…..?

Ti puoi ritenere un uomo fortunato…… oppure no…??>

<Ostrega, che culo che ho…!

Ma tutto questo me lo merito….??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! Eheheh…!!

Adesso non fare il finto modesto…??

Nehhhh…… Ahahahah…!!

Senti caro, bando alle ciance, dobbiamo mangiare perché ho una fame pazzesca e…….>

<Io avrei un’idea: potrei mettermi a fare il cuoco…??…??

Ti preparo un bel piatto di spaghetti al pomodoro, olio di oliva e basilico.

Cucinati come solamente un italiano sa fare…!!

Però che forza la vostra….. siete riusciti a procurarvi perfino l’olio di oliva!

Incredibile….. ma è tutto vero…!!>

 

<Noi siamo quelli delle imprese impossibili….. Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Perché nelle nostre serre siamo riusciti ad ottenere un risultato semplicemente stupefacente

 

che, andando oltre l’ostacolo dell’ambiente ostile, ci ha consentito di realizzare una struttura adeguata alle nostre esigenze. Ma il capolavoro si è concretizzato inserendo coltivazioni in ogni angolo disponibile sia in altezza che in larghezza. Creando delle piante nane rampicanti con lunghe ramificazioni dotate di robusti viticci sia per le olive che per la maggior parte dei prodotti, frutta compresa!>

<Certo che l’intelligenza sviluppata in ogni sua forma porta a risultati grandiosi, alcune volte anche inaspettati…!!>

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 96°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

<Cambiando discorso, qui la temperatura sarà di 2 o 3 gradi sotto lo zero. In città fa decisamente meno freddo,

come mai questa differenza?>

<Cambiando discorso, qui la temperatura sarà di 2 o 3 gradi sotto lo zero. In città fa decisamente meno freddo,

come mai questa differenza?>

<A dire il vero anche in città si trovano certe zone con temperature basse. Sono posti abbastanza singolari dove l’incoveniente viene risolto con l’aria calda dei depuratori.>

<Mi sembra giusto dove fa freddo si riscalda…!!>

<Certo, anche a casa ognuno si regola la temperatura a proprio piacimento!

Riprendo la tua domanda per dirti che sotto il suolo lunare la temperatura cambia. Si va in profondità e la temperatura aumenta. Però in alcuni sporadici casi si verifica esattamente l’opposto. Precisamente nel momento in cui l’ambiente viene raffreddato dalle infiltrazioni di temperatura gelida provenienti dall’esterno, considerato che l’aria non esiste. In questo modo le pareti della grotta si raffreddano lasciando inalterate le strutture di unione fondamentali per la tenuta stagna dell’habitat.>

<Fantastico, mi sembra tutto così surreale…..>

<Chi ha freddo si scalda con l’aria calda dei depuratori, comunque si può lavorare bene anche indossando degli indumenti un po’ più pesanti!>

<Certo che sì!  

Io sono innamorata dell’abbigliamento tirolese.

Giacca in lana cotta stile tirolese, maglia in lana cotta in pura lana vergine…… uaoooooo mi piace un casino…!!> urlò Isabel.

<Allora ragazzi….. voi cosa dite..?

Io sarei un po’ infreddolita e anche leggermente affamata!!>

 

<Hai ragione sono già le tredici,

quando ci si trova in buona compagnia non ti accorgi della velocità del tempo che scorre!

Allora volendo, “piano piano”, possiamo anche rientrare.>

Alex prima di salire sul trenino si rivolse ad Aleandro per un chiarimento circa le luci flash intraviste nel viaggio di andata all’interno di una galleria tutt’altro che virtuale??

<Ma quella è una galleria che noi non frequentiamo più da molto tempo…!!> rispose Aleandro.

<E’ pericolosa perché manca di manutenzione e frequentarla sarebbe da incoscienti.

Lì dentro i crolli non rispettano più nessuno…!!>

<Ma Aleandro………?? Guarda che io non avevo le traveggole perché quelle luci….. le ho viste veramente…!!

E’ stato tutto così veloce da sembrare irreale,

comunque la mia non è stata una vaga sensazione

ma una vera certezza!

Inoltre, anche se solamente per un attimo,

accanto a quelle luci ho intravisto delle sagome in movimento…??

Però…. tu mi smentisci clamorosamente e allora….?

Vuol dire che avevo per davvero le traveggole…..

pazienza…!!>

 

<Ma sicuramente….. hai preso un’abbaglio….. Mi dispiace per te…!!>

A quel punto Alex sorpreso dall’atteggiamento ostruzionistico di Aleandro preferì zittirsi evitando così ulteriori affermazioni discordanti.

Giusto il tempo per fare l’occhiolino a Isabel e chiudere la parentesi con un suo personalissimo pensiero…..

<“Mi piacerebbe tanto conoscere il motivo che ha portato Aleandro a mentirmi così spudoratamente?”>

Con la macchina per ritrovarsi nuovamente di fronte all’abitazione di Aleandro dove i magnifici tre si fermarono per un veloce e cordiale saluto.

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 97°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??

 

Alla fine, verso le quattordici, riuscirono a rientrare tutti nelle proprie abitazioni.

 

<Finalmente>, esclamò Isabel, <sono stanchissima ma felice. Felice nel vederti così entusiasta di vivere questi momenti particolarmente emozionanti che solamente un terrestre, e questo è fuori discussione, può vantarsi di provare! Ahahahah…!! Non ti sembra…?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

 

<Non è cosa di poco conto vedere,

direttamente con i tuoi stessi occhi,

posti incantevoli che mai ti saresti immaginato potessero esistere.

Ma per davvero…!!>

<Verissimo…!!

Parole giustissime…..

Che donna….. stupenda, meravigliosa,

unica e…… Uahahah…!!>

 

<Ahahahah…!! Ahahahah…!!  Pensa che sei solamente all’inizio di un’avventura che ti porterà a vivere altri momenti d’incredibile piacere.

 

Almeno finché non avrai visitato tutto quello che ancora ti manca:   

le serre, le industrie, le miniere,

 la sala della pioggia, il giardino, eccetera eccetera eccetera!

E allora…..?

Ti puoi ritenere un uomo fortunato…… oppure no…??>

<Ostrega, che culo che ho…!

Ma tutto questo me lo merito….??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! Eheheh…!!

Adesso non fare il finto modesto…??

Nehhhh…… Ahahahah…!!

 

Senti caro, bando alle ciance, dobbiamo mangiare perché ho una fame pazzesca e…….>

<Io avrei un’idea: potrei mettermi a fare il cuoco…??…??

 

Ti preparo un bel piatto di spaghetti al pomodoro, olio di oliva e basilico.

Cucinati come solamente un italiano sa fare…!!

Però che forza la vostra….. siete riusciti a procurarvi perfino l’olio di oliva!

Incredibile….. ma è tutto vero…!!>

 

<Noi siamo quelli delle imprese impossibili….. Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

 

<Perché nelle nostre serre siamo riusciti ad ottenere un risultato semplicemente stupefacente

 

che, andando oltre l’ostacolo dell’ambiente ostile, ci ha consentito di realizzare una struttura adeguata alle nostre esigenze. Ma il capolavoro si è concretizzato inserendo coltivazioni in ogni angolo disponibile sia in altezza che in larghezza. Creando delle piante nane rampicanti con lunghe ramificazioni dotate di robusti viticci sia per le olive che per la maggior parte dei prodotti, frutta compresa!>

<Certo che l’intelligenza sviluppata in ogni sua forma porta a risultati grandiosi, alcune volte anche inaspettati…!!>

 

Esistevano altri studi per nuove formule riproduttive le cui scoperte si sarebbero susseguite all’infinito…!!


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 96°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

<Cambiando discorso, qui la temperatura sarà di 2 o 3 gradi sotto lo zero. In città fa decisamente meno freddo,

come mai questa differenza?>

<Cambiando discorso, qui la temperatura sarà di 2 o 3 gradi sotto lo zero. In città fa decisamente meno freddo,

come mai questa differenza?>

<A dire il vero anche in città si trovano certe zone con temperature basse. Sono posti abbastanza singolari dove l’incoveniente viene risolto con l’aria calda dei depuratori.>

<Mi sembra giusto dove fa freddo si riscalda…!!>

<Certo, anche a casa ognuno si regola la temperatura a proprio piacimento!

Riprendo la tua domanda per dirti che sotto il suolo lunare la temperatura cambia. Si va in profondità e la temperatura aumenta. Però in alcuni sporadici casi si verifica esattamente l’opposto. Precisamente nel momento in cui l’ambiente viene raffreddato dalle infiltrazioni di temperatura gelida provenienti dall’esterno, considerato che l’aria non esiste. In questo modo le pareti della grotta si raffreddano lasciando inalterate le strutture di unione fondamentali per la tenuta stagna dell’habitat.>

<Fantastico, mi sembra tutto così surreale…..>

<Chi ha freddo si scalda con l’aria calda dei depuratori, comunque si può lavorare bene anche indossando degli indumenti un po’ più pesanti!>

<Certo che sì!  

Io sono innamorata dell’abbigliamento tirolese.

Giacca in lana cotta stile tirolese, maglia in lana cotta in pura lana vergine…… uaoooooo mi piace un casino…!!> urlò Isabel.

<Allora ragazzi….. voi cosa dite..?

Io sarei un po’ infreddolita e anche leggermente affamata!!>

 

<Hai ragione sono già le tredici,

quando ci si trova in buona compagnia non ti accorgi della velocità del tempo che scorre!

Allora volendo, “piano piano”, possiamo anche rientrare.>

Alex prima di salire sul trenino si rivolse ad Aleandro per un chiarimento circa le luci flash intraviste nel viaggio di andata all’interno di una galleria tutt’altro che virtuale??

<Ma quella è una galleria che noi non frequentiamo più da molto tempo…!!> rispose Aleandro.

<E’ pericolosa perché manca di manutenzione e frequentarla sarebbe da incoscienti.

Lì dentro i crolli non rispettano più nessuno…!!>

<Ma Aleandro………?? Guarda che io non avevo le traveggole perché quelle luci….. le ho viste veramente…!!

E’ stato tutto così veloce da sembrare irreale,

comunque la mia non è stata una vaga sensazione

ma una vera certezza!

Inoltre, anche se solamente per un attimo,

accanto a quelle luci ho intravisto delle sagome in movimento…??

Però…. tu mi smentisci clamorosamente e allora….?

Vuol dire che avevo per davvero le traveggole…..

pazienza…!!>

 

<Ma sicuramente….. hai preso un’abbaglio….. Mi dispiace per te…!!>

A quel punto Alex sorpreso dall’atteggiamento ostruzionistico di Aleandro preferì zittirsi evitando così ulteriori affermazioni discordanti.

Giusto il tempo per fare l’occhiolino a Isabel e chiudere la parentesi con un suo personalissimo pensiero…..

<“Mi piacerebbe tanto conoscere il motivo che ha portato Aleandro a mentirmi così spudoratamente?”>

Con la macchina per ritrovarsi nuovamente di fronte all’abitazione di Aleandro dove i magnifici tre si fermarono per un veloce e cordiale saluto.

Aleandro non esitò un solo istante nel ringraziare Isabel e Alex per la piacevole mattinata trascorsa in così gradevole compagnia. Oltretutto, vedendoli piuttosto sfiniti, diede grande dimostrazione della sua bontà d’animo

lasciandoli liberi con la solenne promessa di non disturbarli più…..!!

Almeno fino al giorno successivo…??


segue…..

Il campanile di Oroset I (episodio 95°)


felice

Felice Tolfo

 

seguito: 

Una sola vasca ad uso esclusivo della centrale elettrica, mentre le rimanenti andavano a soddisfare l’intero apparato di zona riguardante la preparazione industriale dell’ossigeno.

Una sola vasca ad uso esclusivo della centrale elettrica, mentre le rimanenti andavano a soddisfare l’intero apparato di zona riguardante la preparazione industriale dell’ossigeno.

L’acqua trattata con dei composti ottenuti esclusivamente dalla polverizzazione di una roccia lunare meteoritica risalente a circa cento milioni di anni prima,

chiamata la nostra aria,

 produceva attraverso la specificità di certi macchinari quantità incredibili di ossigeno!

Una garanzia in termini di risorsa più che confortante per l’intera popolazione…!!

Mentre un’altra vasca veniva riempita d’acqua con l’intento di farla scorrere in un circuito chiuso appositamente creato per generare l’energia elettrica.

Allo scopo fu realizzato un procedimento che ne consentiva l’uso per un tempo non indifferente.

Una tubatura faceva scorrere l’acqua, attraverso una spessa parete di roccia, dalla vasca ad una grotta adiacente per riempire un’altra vasca identica nelle dimensioni.  

Dalla stessa partiva un ulteriore tubo dotato di testata ad imbuto che permetteva all’acqua di andare giù in picchiata per cinque metri.

L’inclinazione del tubo, frutto di un semplice ma efficace calcolo specifico, consentiva l’introduzione dell’acqua direttamente nella turbina ad una velocità più che ragguardevole.

La turbina, sistemata nella parte piana della grotta, accoppiata ad un alternatore generava l’energia elettrica.

Il completamento della centrale elettrica predisponeva l’energia per una sua facile distribuzione.

La stessa acqua raccolta nella vasca sottostante la turbina veniva reimmessa, attraverso l’ausilio di una seconda pompa elettrica,

nella vasca di superficie.

Alla fine del percorso di risalita una serie di filtri provvedevano a mantenere l’acqua perfettamente pulita.

Ciò consentiva alla stessa di essere riutilizzata nel tempo senza interruzioni di sorta.

 

Ogni spreco idrico andava evitato!

 

<E così, come per l’acqua e l’ossigeno, anche quest’energia elettrica è destinata al settore di zona!

In totale ci sono dieci centrali elettriche, sparse all’interno del secondo anello, di cui otto in piena attività per una completa copertura degli otto settori in cui è suddivisa la città. Le altre due sono invece di rinforzo per coprire eventuali situazioni di emergenza.

Ben diverso il numero di impianti utilizzati per gli acquedotti e la produzione dell’ossigeno.

Quarantotto: trentadue per l’ossigeno e sedici per l’acqua!>

Quel metodo settoriale di suddivisione seguiva una strategia logistica territoriale.

Fondamentale per garantire la massima efficienza,

identificata nella copertura dell’intera rete selenese con il minimo sforzo!

 

<”Magico magico”! E’ tutto così fantastico che mi sembra sempre di sognare…..!!> intervenne Alex.

<E pensare che a Kallox avevate l’energia solare…..>

<Già però anche questa è energia pulita.

Di antica data, con metodi tradizionali, ma pulita…!!>

<Cambiando discorso, qui la temperatura sarà di 2 o 3 gradi sotto lo zero. In città fa decisamente meno freddo,

come mai questa differenza?>


segue…..