Storia del violoncello di ghiaccio e dell’uomo che lo suonò

Musica, N-ICE CELLO: Giovanni Sollima suona un violoncello di ghiaccio al Teatro Politeama (FOTO) | BlogSicilia - Ultime notizie dalla Sicilia

La storia del violoncello di ghiaccio e dell’uomo che lo suonò, è raccontata nel documentario N-Ice Cello del regista Corrado Bungaro; malgrado le premesse non si tratta di una favola, ma dell’avventura musicale del violoncellista Giovanni Sollima che ha portato in tour il violoncello di ghiaccio costruito dall’artista americano Tim Linhart.

Come ricorda Sollima:

“Il mio incontro con Linhart precede di una decina d’anni il film, è allora che ho suonato per la prima volta il violoncello di ghiaccio. Un’esperienza fortissima, quasi mistica. Lo strumento produce a ogni esecuzione un suono nuovo, ancestrale che, pur nella perfezione della realizzazione di Tim, chiede di modularsi su un ritmo mobile, cangiante. Ricordo un piccolo incidente on the road: una delle schede elettroniche della cella-frigo si guastò, quindi non fu possibile montare la bolla trasparente (al cui interno la temperatura varia tra 5 e 8 gradi centigradi sotto lo zero) dentro cui suonavo. Durante la mia esecuzione, almeno cinque persone shakeravano del ghiaccio secco a meno 70 gradi per mantenere vivo lo strumento, come in un rito in cui ognuno aveva un proprio ruolo”.

N-Ice Cello potrebbe entrare di diritto nel novero degli spettacoli più poetici mai concepiti da mente umana, e magari è proprio così che andrà. Per intanto, godiamoci lo spettacolo.

Storia del violoncello di ghiaccio e dell’uomo che lo suonòultima modifica: 2021-04-22T09:27:49+02:00da VIOLA_DIMARZO

Lascia un commento