Quanta invidia, ragazze! ma fregatevene, che agli idioti ci pensiamo noi

Francesca Pascale, dopo Silvio Berlusconi, e inseparabile da Paola Turci – SPYit

Cari haters,

per favore, almeno in questa occasione, non fatene una questione di omofobia. Cercate in voi stessi un barlume di discernimento e quando l’avrete fatto provate a sostituire, nell’ammonimento di Anassagora, il verbo “ridi” con “ami” e il sostantivo “allegria” con “amore”. Difficile? E va bene, vi diamo di seguito la soluzione. Solo non fateci la domanda: e mo’ che c’entra? Piuttosto chiamate a raccolta i pochi neuroni fiaccati dal caldo, e vedrete che c’entra. Eccome se c’entra. Perché il concetto sotteso, in entrambe le versioni, è l’invidia.

L’originale di Anassagora è:

Non far vedere che ridi:

ti invidieranno l’allegria

più del potere.

Che parafrasato diventa:

Non far vedere che ami:

ti invidieranno l’amore

più del potere.

Quanta invidia, ragazze! ma fregatevene, che agli idioti ci pensiamo noiultima modifica: 2022-07-01T17:24:09+02:00da VIOLA_DIMARZO

16 pensieri riguardo “Quanta invidia, ragazze! ma fregatevene, che agli idioti ci pensiamo noi”

  1. Anche dar ragione a Freud, per coincidenza :
    Il problema del distacco della libido nella paranoia:
    sottrarre alle persone e al mondo esterno in generale l’investimento libidico
    fino allora ad essi rivolto;
    la fine del mondo è la proiezione di questa catastrofe interiore;
    il mondo soggettivo giunge alla fine dal momento
    in cui si sottrae ad esso il suo amore. ოᎥլլꂅ

    1. Possiamo scomodare filosofi, psicanalisti e tutte le menti eccelse che vogliamo, il problema resta anche se a mio parere si potrebbe arginare non dando importanza alle esternazioni idiote. I vip, in questo caso Paola Turci, avrebbe potuto glissare e cancellare tutti i commenti impropri. Dove sta scritto che i commenti non si possono cancellare? se lasciamo fare, poi non lamentiamoci.

      1. Si ok, non avevo colto il senso intero del post, la citazione di Freud era calzante per il meccanismo dell’odio. Leggendo il resto dei commenti sui vip ho ricordato un particolare della Pascale che vorrebbe piantare cannabis, vero o falso sembra una bella notizia per le terapie antalgiche col rischio di doverla dare a fumare gratis, accedere all’iter in quei reparti, per i portatori di patologie serie, è un salto nel buio a conferma del disastro sanitario; e fa specie quello mentale dei medici quasi dimentichi del giuramento. Insomma lamentarsi per dei commenti…un po’ più di filantropia, no? (che ricchezze sfacciate). ciao

        1. Ma non era un “rimprovero”, intendevo dire che con gli idioti è tutto inutile, la tua citazione era calzante. Sulle piantine di cannabis a scopi terapeutici io sono d’accordo, e non capisco il motivo per cui la sola idea faccia inorridire tante persone…non c’è niente da fare, se non ci si confronta col dolore, non si può capire.

  2. godetevi il vostro amore, lo meritate, chi, invece non deve avere un giorno di bene è quella zoccola della Ferragni che si crede la MADONNA scesa in terra. A me fa solo schifo.

    1. Vorrei farti notare, caro Bruno, che l’avvocato Conte, più volte da te elogiato, mai userebbe un linguaggio del genere. Perché non cerchi di emularlo?

      1. Cara Viola lo so che ho usato un linguaggio non proprio da signore e non nel mio stile, ma QUANDO CE VO, CE VO. La Ferragni ed il marito sono le uniche persone che oggi riescono a farmi diventare volgare. Comunque chiedo venia.

  3. Vorrei farti una domanda, cara Viola, vorrei chiederti se nel tuo guardaroba hai una borsa del costo di 100.000,00 in quanto la Ferragni ce l’ha e pensa di essere superiore a tutti. Ecco perchè lei e il marito, che è come lei, mi fanno SCHIFO.

  4. Io non li ho neppure in banca 100mila euro, ma il punto non è questo, Bruno. Abbiamo mercificato ogni cosa, dato importanza solo alle persone che possono vantare migliaia o milioni di follower, inseguiamo il sogno dell’eterna giovinezza al punto tale da trasformare l’aggettivo vecchio in insulto, cos’altro t’aspetti da Ferragni & Co? Mettendo alla berlina lei, poi dovremmo farlo anche con tantissimi altri. Il problema è grave, ma se ne accorgono in pochi.

      1. Questa volta ti rispondo perché hai fatto una domanda sensata: sì ho i soldi per il funerale e pure qualcosa in più. Mi colpisce che tu abbia pensato al giorno delle esequie, bisognerebbe che lo facessero tutti perché non bisogna mai gravare su chi lasciamo.

  5. Bruno, una bella notizia per te: la tua amata Ferragni percepirà per le due serate di Sanremo 100mila euro. Così dicono, ma non mi meraviglierei se la cifra fosse stata arrotondata per difetto. Dai, ridiamoci su, l’ingranaggio diabolico di cui sopra non si fermerà e quindi a che pro farsi il sangue amaro? 🙂

  6. Premesso che non ho capito a quale proposito sia il post trovo che gli eventuali haters vadano anche coccolati, sono individui generalmente imprecisi che odiano sui generis, dei ‘followers’ che deviano dalla via adorante per imboccare la parallela via del dissenso astioso . Ma in fondo per un personaggio social-dipendente un hater e’ come un ‘apprezzamento’ negativo…..-mi va bene tutto purche’ si parli di me- , anche il male fa numero.

  7. Mi stanno sulla scatole gli haters, questo il fine del post. Qualcuno deve fermarli, non possono sempre avere carta bianca e restare impuniti. Questo in via generale, poi per quanto riguarda i vip non sarò io a difenderli. Mai. (quindi le nozze Turci-Pascale sono state solo un pretesto per dire come la penso sugli idioti, sugli ignoranti e sugli invidiosi).

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).