L’unica vera vincitrice

Voto. Meloni vola al 26%, l'Italia va a destra. Crolla Salvini, Pd arranca, Conte tiene in vita i 5s | 24Emilia

Nel bene, o nel male se sarà deludente, Giorgia Meloni passerà alla storia per essere il primo Presidente del Consiglio donna. Al suo governo auguriamo di essere in grado di tirarci fuori dal pantano in cui annaspiamo. A tutti i politici, un consiglio: tenete a mente i numeri dell’astensionismo. Agli osservatori/soloni stranieri, invece, direi di farsi i fatti propri. Quanto al peggior politico di questa tornata elettorale, un unico nominativo: Enrico Letta. Qualcuno ha già provveduto a prenotargli un volo per Parigi?

L’unica vera vincitriceultima modifica: 2022-09-26T09:41:26+02:00da VIOLA_DIMARZO

32 pensieri riguardo “L’unica vera vincitrice”

  1. Peccato che la vaiassa di femminismo non ha proprio nulla a lei interessa soltanto passare alla storia come il primo presidente donna come tutte le finte femministe di oggi inclusa lei

    1. Piazza affari e’ inaffidabile e volubile , cara Viola, il sistema del business finanziario e’ profondamente interconnesso e mi aspetto manovre speculative del tipo di quelle che affondarono il Silvio nazionale anni fa, con la complicita’ di Napolitano e Monti.

  2. In bocca al lupo alla signora Meloni, avra’ bisogno di supporto e di un po’ di fortuna. Ha contro tutto il mondo dei mantenuti e dei parassiti di stato , italiani ed esteri, la stampa, i social e tutto il sottobosco del malaffare assurto a sistema di vita ed istituzione. Ha contro la rabbia di chi queste elezioni ha perso e puo’ purtroppo contare su alleati mediamente stupidi ed inaffidabili. Sfida titanica al limite dell’impossibile, ma la nazione per ora e’ con lei. Brava Giorgia.

  3. Aggiungo, non ha vinto Fratelli d’Italia ma Meloni e questo non è un particolare di poco conto…lo tengano presenti i suoi nemici, da te già citati, e pure i suoi alleati che, non dico pubblicamente ma almeno in privato dovrebbero prostrarsi a lei.

    1. Sono d’accordo! Berlusconi e Salvini, senza Meloni, non sarebbero nemmeno entrati in parlamento, con il loro misero 8% di consenso. Ma è proprio questo il problema. Meloni è l’unica ad avere voce in capitolo nella destra, ma personaggi come Salvini e, soprattutto, Berlusconi difficilmente prenderanno ordini da lei come dei cagnolini scodinzolanti. I veri nemici di Meloni non sono gli avversari politici, rischieranno di diventare proprio i suoi alleati. Qualche discussione di troppo e questo governo come è nato così finirà.

  4. Noto una certa agitazione da parte dei futuri orfani del reddito di cittadinanza, che pure a corpo morto si sono avvinghiati alla untuosa gamba del Dr Giuseppi in cerca di un’ancora ahiloro scivolosa ….

    1. Il reddito di cittadinanza esiste negli altri paesi europei..l’utente panfilo è così ricco da fregarsene di quelli che davvero non possono lavorare..preferisce che siano i politici a riempirsi le tasche coi soldi pubblici inclusa la vaiassa..ma tu credi veramente che i poveri veri staranno a guardare i misfatti della vaiassa

      1. Poi ti risponde, se vuole, anche Panfilo, ma intanto ti rispondo io: a livello teorico Meloni ha detto che non toglierà il reddito di cittadinanza a coloro che sono in povertà oppure sono soggetti fragili. Ora, operare questo discrimine non sarà facile, ma è innegabile che i percettori “impropri” di quella misura che ovviamente aveva qualcosa di buono, sono stati tanti. A cominciare dai delinquenti, alcuni dei quali sono finiti in cronaca per delitti inenarrabili.

  5. Fossi nella Meloni, più che gli avversari io temerei di più gli alleati. Con il risultato mediocre che hanno avuto, non verrà meno un pò di gelosia e orgoglio personale.
    Saluti

  6. Non può dire ai paesi stranieri di farsi gli affari propri per quanto riguarda la politica italiana. Volente o nolente, l’Italia fa parte dell’Unione Europea, pertanto è soggetta, come tutti gli stati membri, alle sue direttive. Se non vuoi rendere conto a Bruxelles, allora prima esci dall’Europa e poi fai i comodi tuoi. Ma avviso già che, senza l’Europa, l’Italia, con il debito pubblico che ha, affonderebbe come il Titanic, perché non sapere all’altezza di competere con potenze come gli Usa, L’Unione Europa, la Cina, la Russia e perfino l’India. Se vuoi che l’Europa si faccia gli affari propri, allora non dovresti prendere dalle sue mani nemmeno i soldi del Pnrr che ci fa elargito.

  7. Mi pare di averlo detto in un altro commento che ho ben presente che l’Italia è parte della Ue, tuttavia a me non sta bene l’ingerenza diretta, tramite dichiarazioni roboanti, di premier stranieri che pensano di dover indicare all’Italia la retta via, manco fossimo un branco di incapaci.

      1. Sono d’accordo, soprattutto guardando agli ultimi vent’anni della nostra “gloriosa” storia. Il punto è che vi spaventa quel minimo di rigore che Meloni ha mostrato d’avere finora, che poi sarà tutto da vedere…Comunque, ieri sera a Cartabianca La Russa, circondato dai suoi oppositori dei quali aveva facilmente ragione, soprattutto in relazione a un livoroso Flatoianni, a un certo punto è stato attaccato con toni un po’ più aspri perché, pur avendo ribadito che le unioni civili non si toccano, “si è permesso” di dire d’essere contro le coppie dello stesso sesso che adottano dei bambini. Questo è fascismo o semplicemente vederla diversamente dalle mode imperanti? Se poi vogliamo andare a pescare nella melma, non penso che troveremmo soltanto un Berlusconi, sforziamoci di essere un po’ oggettivi, ogni tanto.

        1. Ho citato Berlusconi come esempio. Abbiamo un parlamento e un senato infestati di personaggi condannati o indagati per corruzione, peculato, appropriazione indebita, collusione mafiosa. Questa gente non dovrebbe nemmeno stare lì. Ci sono persone che stanno in carcere per molto meno. E questi invece stanno seduti sui seggi. Solo un popolo di incapaci poteva votarli. Dopo non lamentiamoci se poi i paesi stranieri ci criticano e diffidano di noi.

            1. Buongiorno Viola, il popolo di capaci, illuminati democratici e progressisti che ha votato Pd , centro e moltestelle ha avuto i propri beniamini al governo per vent’anni con poche interruzioni con o senza avere avuto mandato, ed il risultato e’ sotto gli occhi di tutti, anche i loro. Ma a taluni sta bene lo status quo, avranno le loro ragioni , gli argomenti che accampano qui sono pretestuosi e fallaci . Io lascerei perdere, tu non so 🙂 Buona giornata

              1. alla mia domanda a Davide era proprio sottesa la risposta che indirettamente hai dato tu…è ovvio che lascio perdere, Panfilo, anche perché ovunque stanno facendo il processo alle intenzioni, mentre dovrebbero semplicemente aspettare e poi, subito dopo i primi pronunciamenti del governo, parlare. 🙂

                  1. Allora, una cosa è la teoria e un’altra la pratica. La storia insegna che i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo, per cui, ripeto, aspettiamo e vediamo…comunque rassegnatevi, per un po’ di tempo sarà così, e tenete conto che sono tanti quelli che un tempo votavano sinistra ad essere passati dalla parte opposta.
                    Vi sento frementi, ma quanto vi piace sotto sotto Meloni? :)))

  8. Allora, una cosa è la teoria e un’altra la pratica. La storia insegna che i colpi di scena sono sempre dietro l’angolo, per cui, ripeto, aspettiamo e vediamo…comunque rassegnatevi, per un po’ di tempo sarà così, e tenete conto che sono tanti quelli che un tempo votavano sinistra ad essere passati dalla parte opposta.
    Vi sento frementi, ma quanto vi piace sotto sotto Meloni? :)))

    1. Io ho sempre votato a sinistra e mai e poi mai voterei a destra. Io sono per la cultura che a destra è inesistente. L’emblema attuale della destra è la vaiassa Meloni che urla con la bocca spalancata.

  9. Una cosa è certa: questa democrazia è fallimentare. Il M5S ha preso il 15% dei voti, mentre la Lega e Forza Italia ne hanno incassati l’8%. Se la matematica non è un’opinione, in un paese normale, al governo dovrebbero andarci i Cinque Stelle che hanno preso più voti. Mentre ci troviamo Lega e Forza Italia che ne hanno presi la metà. Qualcosa non torna. La storiella che molti che votavano a sinistra, hanno votato a destra non convince. Hanno votato solo Fratelli d’Italia, non la destra. E lo hanno fatto più che altro per protesta, non per un reale convincimento sulle capacità della Meloni.

  10. Bravo, volevo dire proprio quello, che hanno votato Fratelli d’Italia, non la destra, e per essere ancora più precisi Giorgia Meloni (sono cose che ho già scritto). Quanto alla legge elettorale, rivolgiti a chi l’ha scritta, votata e sostenuta. Sono d’accordo però su un punto, alcuni o forse tanti sono stati voti di protesta, come già per i cinque stelle.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).