Vino italiano, Renzi lancia la vendita su Alibaba

vinoL’Italia rilancia la sfida dell’agroalimentare in Cina. Il premier Matteo Renzi, in visita alla sede centrale del colosso dell’e-commerce Alibaba, ha formalizzato l’accordo per promuovere la vendita di vino italiano sulla piattaforma cinese. Roba non da poco, visto che conta un bacino di utenza da 430 milioni di utenti.

Il doppio motivo per sostenere il vino italiano

La mossa ha un duplice valore. Da un lato si vuole pubblicizzare il prodotto italiano. Dall’altro si vuole contrastare il fenomeno della contraffazione, da sempre una delle piaghe del commercio del made in Italy.

Durante lo scorso mese di giugno, sulle piattaforme gestite dal gruppo di Jack Ma oltre mille prodotti italiani sono stati venduti in promozione. Ma in quella circostanza era stato annunciato anche il lancio di nuovi store italiani. L’obiettivo finale è creare un vero e proprio polo virtuale interno con soli prodotti italiani.

Secondo quanto stimato dai manager di Alibaba, entro il 2020 il valore delle merci in vendita sulla piattaforma arriverà a 245 miliardi di dollari. Parliamo di circa 219 miliardi di euro secondo il cambio di oggi euro-dollaro.

Tenuto conto che i prodotti dell’agroalimetare sono tra quelli più venduti sul colosso orientale di e-commerce, non è difficile immaginare che per il vino italiano questa opportunità possa essere preziosissima. Però bisogna contrastare i prodotti fake. Cosa che su Alibaba è purtroppo molto presente. Nei mesi scorsi l’azienda è stata addirittura sospesa dallo Iacc, la coalizione internazionale anti-contraffazione, dopo le proteste di diversi marchi, tra cui Gucci America, Michael Kors e Tiffany, che accusavano il gruppo di Jack Ma di avere tratto profitto dalla vendita di falsi sulle sue piattaforme.

Vino italiano, Renzi lancia la vendita su Alibabaultima modifica: 2016-09-04T11:12:43+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.