FED, le voci sul prossimo presidente frenano il dollaro

Sono giorni caldi per gli USA, tra l’attesa per i dati sul lavoro (i Non Farm Payrolls) e le indiscrezioni sul prossimo presidente della Federal Reserve. Gli investitori attendono la decisione del presidente Trump, e valutano la rosa dei possibili candidati alla sostituzione di Janet Yellen, il cui mandato termina a febbraio. Al momento sembra esserci in pole Kevin Warsh (ex governatore della Fed dal 2006 al 2011), uno che è sempre stato molto critico nei confronti dell’attuale chairwoman, ma non si escludono delle candidature a sorpresa. Altri nomi sono Jerome Powell (attuale governatore della Fed), John Taylor (economista di Stanford). Nel corso della notte è trapelata l’indiscrezione che possa essere un esponente meno aggressivo di quanto ci aspettasse in un primo momento.

Voci sul presidente FED

fedQuesto ha pesato sul dollaro durante la sessione asiatica. Infatti mentre studiavamo la migliore strategia e tecniche forex intraday trading, abbiamo visto che il biglietto verde è peggiorato arrivando a 1,1779 contro l’euro, 112,48 contro lo yen e 0,9709 contro il franco svizzero. Se il greenback estenderà il suo downtrend, probabilmente troverà un sostegno intorno a 1,20 contro l’euro, 109,00 contro lo yen e 0,95 contro il franco.

Intanto l’attesa si concentra pure sui discorsi da parte dei funzionari della Federal Reserve, nonché sul già accennato rapporto circa gli stipendi nel settore non agricolo. Da questo infatti si potrebbe avere una indicazioni più precisa riguardo il prossimo rialzo dei tassi da parte dell’istituto centrale. Molti analisti danno quasi per scontato che la Fed aumenterà i tassi di interesse nel mese di dicembre. Tuttavia al momento il dollaro sembra viaggiare in fase di consolidamento. Al momento quindi si viaggia un po’ all’insegna della prudenza, per cui è meglio sfruttare i trading con bonus senza deposito forex piuttosto che azzardare delle mosse in una direzione ben precisa. In questo caso infatti metteremmo a rischio il nostro capitale.

FED, le voci sul prossimo presidente frenano il dollaroultima modifica: 2017-10-04T11:08:42+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.