Economia Europea, male inflazione e IFO tedesco. Euro stabile

Non giungono buoni segnali dall’economia europea, che incassa un brutto dato dall’IFO tedesco e la conferma della frenata dell’inflazione. Situazioni che alimentano la possibilità di nuovi stimoli da parte della BCE

I dati sull’economia europea

economia europeaIl primo dato riguardo all’economia europeo è stato l’indice Ifo, che misura la fiducia degli imprenditori tedeschi. A febbraio è peggiorato oltre le attese. Il dato infatti si è attestato a 98,5 punti contro i 99,3 della passata rilevazione (il mercato si aspettava 99 punti).

Altro report importante circa lo stato di salute dell’economia europea è l’inflazione, calata per il terzo mese consecutivo arrivando al livello più basso in nove mesi. E’ infatti letta all’1,4% su base annua, rispetto all’1,5% di dicembre. Viene così confermata la stima preliminare di Eurostat. Su base mensile invece l’indice dei prezzi al consumo ha segnato un -1%, dopo aver rilevato una variazione nulla a dicembre. Rimaniamo quindi molto lontani dal target BCE del 2%. L’inflazione core, depurata dalle componenti più volatili (cibi freschi, energia, alcool e tabacco), evidenzia una crescita dell’1,1% su base annua, in linea con le attese. Tra i paesi dell’area dell’euro, la Grecia ha registrato il tasso di inflazione più basso dello 0,5%, mentre la Lettonia ha avuto il più alto tasso al 2,9%.

Consiglio: prima di investire sulle valute, allestite un piano di azione. Qui è spiegata la strategia Bande di Bollinger ROC trading.

E ora che farà la BCE?

I dati macro convincono gettano ulteriori ombre sulla probabilità di qualsiasi azione sui tassi dalla BCE. Il consiglio direttivo dell’istituto centrale europeo a gennaio ha preso tempo, proprio in attesa di ulteriori segnali sullo stato di salute dell’economia europea.

Sul mercato valutario, vediamo cosa “ci raccontano” i siti forex trading gratis. Non ci sono state significative variazioni per l’Euro / Dollaro, che scambia sui valori della vigilia a 1,1336. Il biglietto verde è supportato dall’aumento dei rendimenti Usa. Tuttavia vista l’assenza di grandi sorprese sotto il profilo macro, i mercati guardano soprattutto agli sviluppi dei negoziati commerciali USA-Sino, che appaiono come il principale motore dell’umore a breve termine nei mercati globali.

Economia Europea, male inflazione e IFO tedesco. Euro stabileultima modifica: 2019-02-22T13:05:52+01:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.