Stipendio ai giovani laureati, l’Italia resta in coda alla classifica UE

Tanta fatica e tanto impegno per guadagnarsi una laurea, per scoprire poi che in Italia non viene premiata come nel resto d’Europa.
Il nostro Paese è ancora sul fondo della classifica per quanto riguarda lo stipendio corrisposto a chi entra nel mondo del lavoro, dopo essersi guadagnato il più importante titolo di studio, quello di “Dottore in…

Confronto con stipendio in Europa

Lo stipendio medio corrisposto a un giovane neolaureato nel nostro Paese supera di poco la soglia dei 28mila euro annui lordi. Significa che andiamo poco oltre il migliaio netti al mese in busta paga.
Un collega inglese ne guadagna 32mila, mentre un francese arriva a 35mila. In Belgio e Olanda arrivano a guadagnare circa il +50% dei colleghi italiani.
Ma il confronto che mortifica di più è quello con lo stipendio d’oro dei ragazzi tedeschi (50mila) e ancora di più quello degli svizzeri (79 mila).
Come noi fanno solo spagnoli e polacchi.

Laurea e retribuzione

Tutto questo basta a spiegare come mai la fuga dei cervelli all’estero è aumentata del 42%. Perché se la laurea sul mercato del lavoro non viene valorizzata abbastanza, allora è chiaro che un si guarda intorno.
Eppure la laurea serve eccome, visto che un report della Corte dei Conti sul sistema d’istruzione italiano ha evidenziato (sia pure con dati 2016) che i 25-64enni laureati con un reddito da lavoro a tempo pieno guadagnavano il 37% in più rispetto ai lavoratori a tempo pieno con un’istruzione secondaria superiore.
Quindi la laurea comporta un notevole vantaggio, in termini di livelli di retribuzione. E questo avviene nella maggior parte dei Paesi dell’Ocse. Solo che in Italia questo divario è molto attenuato rispetto a quanto succede all’estero.

La più premiante è ingegneria

Quali sono i titoli di studio più richiesti e quelli che pagano di più? In cima alla lista Ingegneria. Al secondo posto medicina e, in generale, tutte le professioni sanitarie.
Sempre sul podio troviamo anche architettura. A seguire Economia, statistica, chimica, farmacia, lingue e scienze motorie.

Stipendio ai giovani laureati, l’Italia resta in coda alla classifica UEultima modifica: 2021-06-04T13:07:40+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.