Prestiti in crescita, nel primo semestre tornano ai livelli pre Covid

Tornano a crescere in modo robusto le richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane. Secondo le istruttorie registrate sul SIC, sono tornate sui livelli che c’erano prima dello scoppio della pandemia, con un incremento che nel mese di giugno è stato pari al 9,2%.
Nello specifico è stata registrata una ripresa sia della componente dei prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi (+8%), sia nella componente dei prestiti personali (+11,1%).

I dati sulla crescita dei prestiti

crediti in sofferenzaSe guardiamo all’intero primo semestre del 20201, l’incremento complessivo è stato del 25,6%. In questo caso, la crescita è frutto soprattutto di una grossa vivacità per quanto riguarda le richieste di prestiti finalizzati (+38,4%), ma sono aumentati pure i prestiti personali (+10,0%).

L’incremento delle richieste di prestiti da parte delle famiglie è un rimbalzo fisiologico rispetto al periodo della crisi pandemica. La situazione sanitaria ed economica aveva infatti bloccato le richieste, ma adesso che è migliorato il clima di fiducia e che la ripresa economica va consolidandosi, si assiste a una robusta ripresa anche del credito.

Importo medio

La dinamica di crescita dei prestiti, interessa anche l’importo medio richiesto. Nel corso del primo semestre è aumentato infatti del 2,8% rispetto al 2020. A livello di cifre, siamo sui 9.536 euro richiesti. Eppure, proprio l’ultimo mese di giugno è andato in controtendenza, con un calo a 8.875 Euro (-1,7%).
Rispetto al totale delle richieste, quasi la metà (47,9%) è stata formulata per un importo inferiore ai 5.000 euro.
Se guardiamo all’importo medio per categoria, nel primo semestre le richieste di finanziamento finalizzate hanno avuto una media di 7.264 euro (+10,1%), contro i 13,297 euro dei prestiti personali (+10,0%).

Durata ed età

La durata dei prestiti richiesti in molti casi è abbastanza breve. Infatti nel 19,6% dei casi il periodo di rimborso è compreso tra 24 e 36 mesi. Un quarto del totale dei prestiti invece ha una scadenza che supera i 5 anni.
Per quanto riguarda invece l’età dei soggetti richiedenti, si conferma in assoluto la più rappresentata quella compresa tra 45 e 54 anni, dalla quale partono il 25,3% delle richieste. Subito sotto ci sono gli under 35, che rappresentano il 23% del totale.

Prestiti in crescita, nel primo semestre tornano ai livelli pre Covidultima modifica: 2021-07-05T09:31:02+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.