Creato da monikadgl7 il 08/03/2006

MONICA

Alcuni dicono che la pioggia è brutta, ma non sanno che permette di girare a testa alta con il viso coperto dalle lacrime. J.M. Mi piace pensare che ... prima o poi... il sole asciugerà tutto e brilleranno solo i miei occhi.

 

TAG

 

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: monikadgl7
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 47
Prov: MI
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

- CHIACCHERE_LIBERE
- sportiva
- Blog Magazine
- corsaro
- auressa
- maki
- mizar
- Piuma
- homo
- Orange Style
- Vasca Rossa
- il blog di anzan1
- E...
- sissunchi
- entronellantro by unamicoincomune
- isola
- sirta
- VISIONE PARALLELA
- grg
- UN ANGELO DI OBOE
- IL DUBBIO by svitol
- LOST PARADISE
- Raven
- NUOVO....CHIACCHIERE LIBERE
- Crazy
- attraversolaluce by attimotriste
- sentirsi dentro by roccia
- PENSIERI E PAROLE by soffio
- FEMALE QUEEN
- La mia vita by lisa
- PARIGI
- Io e ... basta! By Fantay
- INSEGUENDO IL VENTO Zizzoletta new
- Di Tutto...Di Più...
- aggia capì internèt
- Angelo senza veli
- SENZA PAROLE by losco
- emozioniemusica By Okki
- lestelledilibere
- BLOG PENNA CALAMAIO®
- IL MIO RITORNO By Pumba
- scelte e solitudine By comm
- er_piu_del_blog
- RTL 102.5
- libertà
- Gold BloggerS Pages
- thoughts.. white
- CaLcIo_MaNiA
- ALICE.....NUDA
- UN TUFFO NEL PASSATO
- utilità
- Autobus del Giorno By Mondo
- io...come sogno... laltro mio blog Monika
- cher mi ritrovo
- Accademia.dei.Sensi
- :.lemiemozioni.:
- Farmacoterapia
- cose dellaltromondo
- Rose Meditative... by lau
- Sogno & Realtà.... ela
- SAGGEZZA INDIANA
- loro:il mio mondo
- STAMUNCHIAZZA
- INDIANI DAMERICA
- sostanco so stufo
- Polly_Blog
- XXI secolo?
- solo per 48 ore... by animale
- Vere Amicizie
- Ascolta
- * lovesong *
- ali su 2 ruote
- MONDOLIBERO
- 1a canzone al giorno
- Un pò di tutto.. By Zeno
- Dovrei ma nn potrei.
- Ops...
- I LOVE MY PETS
- Pezzi di Mondo
- IO SONO INTERISTA
- ...fini la comèdie
- pensieri
- Immensamente … IO sirtoletta new
- videogold
- AMOR VINCIT OMNIA
- BAD SIDE OF MY MIND By Simo
- oggi parlo io
 
Citazioni nei Blog Amici: 54
 

ULTIME VISITE AL BLOG

IlMilaneseHitchcockvitoclasseamalecitinonmale43oltre_ilsognoAMMICIZZIA2zizzola1milano690toffee_2006mann6viscotoni1psicologiaforenseprofilo_indecentetsunami6florence66
 

ULTIMI COMMENTI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 immagine  BlogItalia.it - La directory italiana dei blog  socialdust  PageRankFree.com

 
 
joomla counter
 

 

LA STORIA DEL BINARIO 21

Post n°256 pubblicato il 28 Gennaio 2012 da monikadgl7
 
Foto di monikadgl7

Nel progetto originale della stazione Centrale di Milano erano previsti 20 binari per il servizio passeggeri.

Più tardi, si decise di utilizzare anche i binari "corti" ai lati della grande volta di acciaio e vetro. e furono numerati fino al 24.

Fino a quel momento, il binario 21 era nascosto nel ventre della stazione. Il progettista Ulisse Stacchini aveva collocato un altro fascio di binari al di sotto di quello principale, destinandolo allo smistamento merci e postale: dopo aver caricato i vagoni, era possibile riportarli direttamente al piano dei binari passeggeri usando un  ponte trasbordatore e poi un grosso montacarichi.

E ancora, al di sotto di questi binari un terzo livello accoglieva altri servizi, una vasca di raccolta idrica grande come un lago e un inceneritore per rifiuti.

Il 30 gennaio 1944 seicento cittadini italiani di religione ebraica furono caricati su camion nel cortile del carcere di San Vittore.

I camion raggiunsero via Ferrante Aporti, e il loro carico fu spinto nelle viscere buie della stazione, fra urla e latrati di cani.

Le persone e i 40 bambini che erano fra di loro furono stipati su carri bestiame; i carri furono spostati con il ponte mobile e poi sollevati in superficie con l'ascensore.

Sette giorni dopo i vagoni venivano scaricati ad Auschwitz, e nel giro di poche ore cinquecento persone furono gasate e bruciate.

Il primo convoglio era partito carico di 250 deportati il 6 dicembre dell'anno prima, e altri, con deportati di politici sarebbero partiti fino al maggio 1944.

Il binario 21 è ancora li, con lo stesso ponte e lo stesso ascensore e con lo stesso odore di morte.

Ora un museo ci aiuterà a ricordare...

.... per non dimenticare...

 

 
 
 

... cicatrici...

Post n°254 pubblicato il 06 Ottobre 2011 da monikadgl7
 

Le cicatrici sul mio corpo sono reali, le posso vedere, le posso toccare, mi ricordano le ferite che ci sono state, ma non fanno più male come quando erano aperte e sanguinanti, fa male piuttosto il ricordo di quando lo erano, il ricordo di come me le sono procurate e a volte ricordi “l'errore" che te le ha provocate come una cosa divertente ma in fondo pericolosa, a volte invece come una cosa che proprio non avresti dovuto fare, perché non ti ha lasciato neanche un ricordo felice, a volte ancora come una cosa che era stupendo fare ma ha fatto così tanto male che vorresti non averla mai fatta, perché il ricordo di come è finita quell'esperienza rovina in fondo anche il ricordo dell'esperienza stessa, che si è rivelata tutt'altro rispetto a quello che sembrava...
Le cicatrici nella mia anima funzionano un po' allo stesso modo.
Sono reali anche loro, posso vederle, posso sfiorarle, e alcune ancora fanno male, e forse non smetteranno mai di fare male perché sono cose che davvero mi hanno cambiato la vita, sono cose che nessuno mai vorrebbe incontrare sul proprio cammino, che ti rendono tanto più fragile ma anche tanto più forte. A volte queste ferite traspaiono dagli occhi, dalle parole, dai gesti, e chi sa vedere vede, chi vuole vedere vede.
Le ferite che ultimamente mi sono provocata a causa della mia ingenuità e causa della poca chiarezza e sincerità di qualcun altro sono anch'esse reali, ma devo nasconderle.
Dovevo nascondere l'amore e ora devo nascondere il dolore.
Un’albero che cade fa rumore se nessuno lo ascolta?
E un'esperienza vissuta in solitudine ha lo stesso valore e la stessa concretezza di una che hai potuto condividere?
Io so solo che le mie cicatrici sono tutte reali, quelle del corpo e quelle dell'anima, e come spesso mi sono ripetuta nella mia vita, in riferimento a cose anche molto diverse tra loro, mi basta che lo so io, non c'è bisogno di dimostrarlo a qualcuno o di renderlo pubblico.
In questo caso neanche posso!

 
 
 

A presto... Forse!

Post n°251 pubblicato il 27 Agosto 2011 da monikadgl7
 

LASCIO LA COMUNITY NON SO SE E QUANDIO TORNERO... UN BACIO A TUTTI... VI VOGLIO BENE

 
 
 

... cancellare ricordo...

Post n°250 pubblicato il 19 Luglio 2011 da monikadgl7
 

Succede, ad esempio, che si incontri un uomo e che per lui si perda la testa. Si perda la testa a tal punto da non essere più in grado di ragionare lucidamente.
Nella vita, capita che l'uomo per cui si perde la testa sia quello sbagliato. È sempre quello sbagliato, chissà perchè, per l'uomo giusto, si prova affetto, si prova stima, si prova un sentimento magari forte ma non invadente.
L'amore per l'uomo sbagliato è sempre invadente, ti inonda i pensieri, ti inonda l'anima, ti impedisce di avere un minimo di razionalità. Un amore così non può essere che invadente, qualcuno che non ti lascia in pace nemmeno quando spegni la luce e cerchi di dormire, è per forza invadente.
L'uomo sbagliato è quello per cui versi più lacrime ma caso vuole che l'uomo sbagliato sia anche quello che ti fa ridere di più nei rari momenti in cui fra di voi le cose vanno bene.
L'uomo sbagliato è quello che ti fa battere il cuore più forte rispetto a tutti quelli che hai conosciuto, è l'amante perfetto, quello che ti sa coccolare, quello che sa esattamente cosa vuole sentirsi dire una donna.
L'uomo sbagliato ha sempre le stesse caratteristiche, viso d'angelo voce fantastica e comportamento da bastardo.
L'uomo sbagliato sfugge sempre i legami, ti vuole bene ma chissà perchè ha sempre paura, paura di impegnarsi, paura di essere considerato quello giusto.
L'uomo sbagliato ti abbandona quando stai male, quando le cose girano nel verso sbagliato, quando è necessario metterci del suo, lui scappa, corre via e ti dirà che non sta bene, ti dirà che non è in grado di starti vicino in questo momento, ti dirà che devi capire!
L'uomo sbagliato torna sempre indietro e quando torna ti dice che ti viuole bene, che gli manchi.
L'uomo sbagliato è quello che cerchi sempre di odiare ma non ci riesci mai fino in fondo. E' quello che pretende senza dare niente in cambio, è quello che dice di volerti bene ma poi ti fa male e quando lo fa non se ne rende nemmeno conto.
L'uomo sbagliato è quello che è più difficile cancellare dalla propria vita.
L'uomo sbagliato è quello che ho deciso di non avere mai più accanto, perchè nella vita ogni tanto una donna deve avere il coraggio di scegliere quello giusto. "

..Questo è quello che ho trovato in questi giorni navigando internet….pensa che quando l’ho letto mi è scesa una lacrima mentre stavo ascoltando Vasco…. no, non sono masochista però mi ha fatto riflettere… e mi sto rendendo conto che ormai credo di stare bene anche da sola…senza dipendere da nessuno…., ormai sto cercando di dimenticarlo, sto cercando di non cercarlo mai più...tanto neanche lui si fa più vivo ormai se non sporadicamente per un freddo saluto…. So solo che spero mi si aprano porte nuove per un posto migliore… chi lo sa cosa succede nella testa delle persone… un giorno mi sono alzata e, mi sono accorta di voler cambiare vita…non potrò mai dimenticare tutto quello che è successo, forse questo è stato destino.. forse è proprio vero.. quando arrivi a toccare il fondo, impari a volere bene di più a te stessa, impari a capire cosa desideri veramente dalla vita… impari ad allontanare immediatamente le persone che vogliono solo approfittare di te sbattendogli le porte in faccia imparando a distinguere le persone che ti vogliono veramente bene e chi no…ormai sei vaccinata, impari a non colpevolizzarti.. che importa se hai fatto delle gran figure di merda, che importa se non riuscivi fare a meno di lui facendo la figura del cagnolino... che importa se ti ha sempre e solo cercata quando aveva bisogno... eri solo innamorata… e le cose quando ci sei dentro succedono e basta.... che importa... gli sbagli servono per farti CRESCERE… E do un sostegno a tutti coloro che sono nella mia stessa condizione… IMPARIAMO A VOLERCI BENE E A CRESCERE PIANO PIANO

 
 
 

.... scusate...

Post n°249 pubblicato il 13 Luglio 2011 da monikadgl7
 

Mi sembra d'obbligo scrivere questo post...

ieri sera mentre ero in audio in chiacchiere libere, purtroppo è successo qualcosa di poco piacevole  in casa mia, chi era in stanza sa a cosa mi riferisco,
m'è stato riferito che vi siete preoccupati e per questo volevo chiedere

SCUSA A TUTTI QUANTI

non era mia intenzione farvi paartecipi di questo lato della mia vita che pochi (quasi nessuno) conosce.
Mi spiace che abbiate assistito a tutto ciò... giuro non era mia intenzione farlo.

Scusatemi ancora tutti

Vi voglio bene

P.S ora è tutto ok... o quasi

Un bacio a tutti

Mony

 
 
 
Successivi »
 

clicca sul bannerino...

...vieni a trovarmi in chat!

 

 

...OCCHI...

 

 

Oggi sono .... IO!
 
 

 
 


Ho messo anni a percorrere la strada.
Anni di pensieri, e sofferenze che nessuno ha ascoltato.
Ho consumato la suola della mia anima a forza di usarla.
Ho impiegato anni, ma alla fine eccomi, nella mia veste, morbida e scura.
Avvolge il mio corpo pallido come la luna che manca in cielo, questa notte..
Mentre il vento soffia trasportando le ceneri dei dolori di noi streghe lontane dal nostro cuore.
Sto in piedi, e non importa se vorranno o non vorranno guardare...
Mi vedono…sono io, non un’immagine sbiadita, non un ricordo.
Dovrei essere una donna arrabbiata, ma sono "solo" una strega che si incontra dopo una lunga lotta.
Nella notte delle streghe, non coltiverò ira, ma amore, per la mia immensa vita, per il mio sorriso ritrovato, per il miracolo che e’ ogni vita, nella sua unicità e magnificenza.
C’e’ ne dimentichiamo troppo spesso.
Ho scelto, scelto di vivermi, strega, donna, femmina, bambina.
Ho scelto di tornare a casa ed affrontare la mia vita.
Vorrei che tu splendessi  per me, stella del mio cielo, ma mai vorrei catturare il riflesso di uno splendere che non mi appartiene.
Credo, che nessuno possa appropriarsi della stella di un altro.
Lascerò a te la scelta.
Ognuno ha il suo ostacolo da superare.
In questa notte speciale, e fuori dal normale, mentre la voce diviene sussurro……ho scelto di tornare

 

MAI

Non ti chiedo di tenermi per mano...
Ti chiedo solo di tenere il mio cuore
nudo tra le tue mani.
Sono quella che vedi:
Un essere umano fatto di pelle,ossa
e sentimenti.Accudisci la mia anima,
perchè fino ad ora ha solo sofferto.
Rendila brillante come una stella..
Non farla eclissare...
Mai..