..cazzotti e guai..

...cosa c'è, Cuore di Tenebra, parecchio piangere, cazzotti e guai...

 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 33
Prov: MI
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

folletto_Flosols.kjaerdeciso1970ubriaca_canta_amoretrew33Askrjabinmariomancino.mfrancesco72_40dolceamore85game71MfrederaickdelsgLuigiAbove89iononmale43
 

ULTIMI COMMENTI

 

 

...Cosa voleva dire...

Post n°79 pubblicato il 03 Luglio 2008 da ubriaca_canta_amore

Ho scoperto (casualmente) di essere l'unico essere umano esistente al mondo che non è in grado di fare l'occhiolino con entrambi gli occhi. Al di là del fatto che quando faccio l'occhiolino con l'unico occhio con cui riesco a farlo, sembra che la faccia mi si contorca tutta e che più che un occhiolino sia una smorfia a metà tra il dolore e il raccapriccio. Ale sostiene che è tutta una questione di "cervello" così, essendo io donna di ultima generazione, ho fatto una ricerca google e ho scoperto una cosa agghiacciante.

"Emisfero sinistro: è l'area del cervello cruciale per la comprensione del linguaggio. I soggetti che hanno danni neurofisiologici in quell'area non comprendono il significato delle parole e non riescono ad esprimersi."

Al di là del fatto stesso di essere una decerebrata, questa scoperta mi sta facendo capire delle cose. Come quando il mio moroso si incazza perchè non colgo il meccanismo che lega il fare prima gasolio e poi pagare con la carta sconto e l'avere un effettivo sconto sullo stesso quando ormai se ci ho messo 20 euro, 20 euro devo pagare. O come quando il mio collega scuote la testa rassegnato perchè non capisco (dopo circa 35 volte che me lo ripete) che IM è Imperia e non Imola. O come quando litigo con mio padre perchè lui mi spiega le strade e io dico sì, ho capito, facile, e poi mi ritrovo a pagare 5,50 euro di autostrada per andare da Monza a Pessano.
Al contrario adesso capisco perchè se dico a mio padre che il suo cellulare deve essere sempre acceso, immancabilmente tutte le volte che provo a chiamarlo, è spento. E anche perchè se dico a mia madre che le cose sbarluccicose non mi piacciono, lei se ne arriva sempre con qualcosa pieno di brillantini. Oppure perchè se dico al mio capo che mi serve una penna magica per un determinato lavoro, dopo 7 mesi che il lavoro è già bello finito, ancora non l'ho vista.
Non è colpa mia. Se ho un danno neurofisiologico, intendo. Che in sè per sè potrebbe anche essere una fortuna. Perchè così la prossima volta che sentirò qualcosa che non mi andava di sentire potrò dire: "Non posso comprendere il significato delle tue parole".

...Cosa voleva dire,forse voleva stupire
O solo farsi capire, per un applauso in più...

 
 
 

...Teardrop...

Post n°78 pubblicato il 19 Giugno 2008 da ubriaca_canta_amore

Altalenando tra giorni di eufria e giorni da valium, pare essere arrivata l'estate. Io che l'estate la odio. Io che odio il caldo, il mare, gli aperitivi fighetti e le balere all'aperto. Dell'estate mi piace solo l'idea di avere un paio di settimane per farmi i fatti miei. Anche se per organizzare 5 miseri giorni di vacanza sembra ci sia bisogno di un giudice di pace. Comunque. Ho ricevuto un gran bel regalo di compleanno quest'anno, quindi non posso lamentarmi. Anche se delle volte vorrei essere più incline alla frivolezza. Così le persone che mi stanno vicino sarebbero facilitate.

"La cosa piu' grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare"
Moulin Rouge


 
 
 

Oggi...

Post n°77 pubblicato il 12 Maggio 2008 da ubriaca_canta_amore

...se la vita fosse un'altalena, io vorrei (potrei relativamente ma irrazionalmente pensare di avere la voglia più che il desiderio che in sè è comunque una cosa passeggera e allora facciamo il bisogno anche se declina una certa instabilità che comunque mi appartiene ma che si cerca sempre di nascondere più per una certa paura che gli altri si sentano in dovere di sostenerti in un modo che tu non apprezzi che per il fatto in sè di essere instabili) che a spingermi fossi tu...

 
 
 

Post N° 76

Post n°76 pubblicato il 29 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Io che di fortuna ne ho avuta tanta nella vita, sono abituata alla grammatica dell'uomo di provincia. Per cui non mi stupisco più dei congiuntivi inventati e di cose del genere che comunque ti fanno riflettere sul senso intrinseco della vita. Ma oggi è un giorno speciale.

"...sono davvero sfigato. devo andare all'urd." ("...sono davvero sfigato. devo andare a Lourdes.")

"...grazie per piacerti il mio cavallo." (di questa non credo esista la traduzione)

"Lucia! Scendi lo scatolo e tienilo da parte che lo spediamo il cannocchiale a Massimo con le pallette." ("Lucia! Porta da basso la scatola e tienila da parte così la usiamo per spedire il cannocchiale a Massimo con la carta a pallini.")

...mi hanno fatto saltare le coronarie dal ridere. Piccoli piaceri della vita. Come si dice, morire contenti.

 
 
 

Post n°75 pubblicato il 21 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore
Cercasi volontari per fuga liberazionistica. Astenersi seriosi.
Come si può pretendere che gli altri ti amino se persino tu stesso non sei in grado di farlo?

 
 
 

...Baby...

Post n°74 pubblicato il 18 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Mh. Ammesso che si possa avere l'ulcera a 24 anni, mi chiedo chi si chiami in causa (penale ovviamente) quando si hanno dei danni da stress. Forse da qualche parte esiste un esame in grado di identificare il/la colpevole. Non vorrei scomodare Grissom. Almeno non questa volta.
Comunque. Stasera mi sto perdendo il concerto dell'anno. E tutto grazie alla mia nota tendenza a rimandare le cose. Perchè fare oggi quello che posso fare domani o che può fare qualcun'altro al posto mio un giorno o l'altro?
Il mio compleanno si avvicina sempre di più. Una settimana esatta ci divide. Magari potessi fare come Madonna e decidere da me quali compleanni festeggiare e quali no.
Comunque. La vera domanda è.
Tutti i tipi di sentimenti sono destinati a cambiare nel corso della loro esistenza? E se sì, sono dei fuochi destinati a spegnersi o dei fiori destinati a crescere?

...Leave me alone,
Why cant you see that you always perturb me so
Nearing the end of the world,
leave me alone,
Leave me alone.
Baby oh baby,
Baby my baby,
Baby ooh babe
I miss you, lalala...


Serj...perdonami

 
 
 

...Sempre allegri...

Post n°73 pubblicato il 13 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Ah. Ah. Ah.
Moltiplicazioni di pani e di pesci in arrivo dal varesotto. Evidentemente qui qualcuno non è poi così morto come sembrava. E' proprio il giorno di silviob. E poi non si dica che lui i miracoli non li fa.
Buone votazioni, io me ne vado in fiera a fare la fricchettona con l'unico assicuratore fricchettone esistente sulla terra.

p.s.: la canzone oggi ci stava tutta, ogni singola parola descrive questo momento setimental-politico che ha a dir poco del ridicolo. Un po' come l'oroscopo: amore-denaro-vino!

Datemi i mulini a vento le chiavi del convento
la soluzione a tutti i difetti miei è la solitudine (ma non la vorrei)
All' attacco miele e tabacco!
Sono nato sulle ossa rotte dalla parte più forte
la fortuna è un fatto di geografia
voglio un due cavalli armato di energia
All'attacco, miele e tabacco, e vino nero contro l'acidità:
la danza dell' arroganza ha da finire e presto finirà
Non lascerò il timone al tempo guardo l'orizzonte ogni momento
cerco soluzioni e trucchi di magia
credo che alla fine arrivi la cavalleria
All'attacco, miele e tabacco, e vino nero contro l'acidità
Grido! Senza permesso senza rumore nessuno sentirà
Datemi i mulini a vento le chiavi del convento
la soluzione a tutti i difetti miei è la solitudine ma...
sempre allegri bisogna stare che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale diventan tristi se noi piangiam!

 
 
 

Post N° 72

Post n°72 pubblicato il 11 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Mi dispiace. Chiunque tu sia. Ho provato ad agire per ripicca, ma i miei amici sono una delle poche cose belle che mi rimangono. E fare "oggi non ci sono io perchè domani non ci sei tu" non mi riesce. Inutile.
Domani, domani mi scuserò. Ma oggi mi faccio un regalo.
Mi fermo un giro e vado al cinema con Ale.

 
 
 

Post N° 71

Post n°71 pubblicato il 09 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Ci sono cose per cui vale la pena mettersi in gioco, o il mettersi in gioco di per sè significa provarci senza sapere se ne vale la pena?

 
 
 

...Time after time...

Post n°70 pubblicato il 07 Aprile 2008 da ubriaca_canta_amore

Credo di aver sbagliato a parlare. Perchè ho scoperto che quello che mi serve non è un'altra vita, bensì un altro cervello. E forse per migliorare mi basterebbe quello di un babbuino.
Approfittando del weekend ho finito questo libro che mi hanno regalato per pasqua (qualche volta una lettura-fuffa può anche essere utile) e che ha una storia in sè abbastanza sensata. Così ho ragionato (usando il 4,6% del mio cervello funzionante - ovvero il 4,6% del 6% che tutti noi usiamo) e ho capito che quello che mi serve non è una nuova vita. Non un nuovo lavoro, non un nuovo aspetto, non dei nuovi amici o un nuovo conto bancario o un fidanzato-telefilm. Perchè se ottenessi tutto ciò con il cervello che madre natura mi ha refilato, probabilmente non risolverei comunque il problema. Perchè forse ci sono persone portate ad avere una bella vita, gli altri si arrabattano come possono. Probabilmente è tutta una questione di compromessi. O di priorità.
E siccome il mio collega sostiene (accusando) che il mio lavoro sia ampiamente condizionato dal ciclo mestruale, credo che questo valga anche per il blog. Quindi ho deciso che metterò un calendario a inizio pagina in cui segnerò i giorni incriminati, così tutti saprete che quello che scrivo non è attendibile. E aspetterete giorni migliori.
Tutto questo per dire cosa? Che a volte capita di desiderare che le cose vadano diversamente. Che a volte capita di desiderare una vita migliore, o semplicemente la vita di qualcun'altro. Ma che quando la vernice si scrosta, le vite degli altri non sono poi così desiderabili come sembra. Che nei momenti neri (o rossi nel mio caso) è facile credere che basterebbe essere qualcun'altro per sentirsi più felici.
Ma alla fine (come dice Brian) è tutta una questione di stare al passo. In tutti i sensi. Con sè stessi, con il mondo. Con la propria vita.

...Lying in my bed I hear the clock tick and think of you
Caught up in circles confusion is nothing new
Flash back arms nights almost left behind
Suitcase of memories
Time after...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: ubriaca_canta_amore
Data di creazione: 17/06/2006
 
immagine
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15