Community
 
Mondofemmin...
Sito
Foto
   
 
Creato da Mondofemmineo1 il 26/11/2011

MondoFemmineo

Donne anche con le gonne... casualmente sconfinando nella quotidianità.

 

 

del mal di vivere...

Post n°8 pubblicato il 19 Settembre 2012 da lughe_sarda
 
Tag: salute

Quando, vivere diventa un'impresa impari e il dolore è così forte e avvolgente a volte - solo a volte - cercano palliativi che li aiutino a dimenticare quel dolore.
Forse non sanno- o lo sanno anche troppo bene - che la ferita e i graffi non scompariranno anzi se ne aggiungeranno altri entrando in un vortice che li trascinerà sempre più giù.
Qualcuno smette, ricominciando a vivere lentamente, altri si distruggono imboccando una via senza ritorno. Queste poche righe sono dedicate a quegli "altri" che nel corso della mia vita ho incontrato e che oggi sono foglie nel vento...

ALCOOL

L'assunzione provoca sensazione di leggerezza, ebbrezza, facilita la comunicazione e la socializzazione, ma si può anche diventare petulanti, scocciatori, violenti e litigiosi, sbruffoni o piagnoni, rovinando amicizie, amori e matrimoni.

i danni

Gastriti; ulcere; epatiti; cirrosi; incidenti stradali; rischi legati al comportamento sessuale più disinibito e quindi meno protetto. L'alcool in gravidanza può causare problemi nello sviluppo del bambino.  Un uso prolungato può danneggiare il cuore, il fegato, lo stomaco e il cervello. La dipendenza sia fisica che mentale a lungo termine causa irritabilità, tremori alle mani, crampi, nausea, ansia, sintomi che scompaiono solo se si assume nuovamente la bevanda alcolica. L'associazione di alcool alla guida dell'auto causa pericoli mortali a sé e agli altri.
Si stima che ogni anno, in Italia, ci siano circa 21.000 morti associate al consumo di alcool.

 

 

COCAINA

L'uso della cocaina risale al 2000 a.C., è nel XIX secolo che la cocaina raggiunge proporzioni di utilizzo vastissime. In seguito alla consapevolezza dei danni arrecati da questa sostanza, nel 1914 è stata posta fuori legge.
Fino agli anni '80 l'uso di cocaina si associava soprattutto a uno stile di vita molto agiato, anche perché il costo di questa sostanza era molto più elevato rispetto ad altre droghe pesanti.
Attualmente si rileva il passaggio da un uso elitario ad un uso più diffuso.
Il costo della cocaina è diminuito diventando più accessibile sia per i tossicodipendenti, che possono alternare cocaina ed eroina, sia per i giovani consumatori che cominciano ad avvicinarsi al mercato delle sostanze.
La cocaina è una sostanza psicoattiva eccitante estratta da una pianta che cresce sulle Ande, la coca.
Agisce sul cervello influenzando l'energia, la memoria, la vigilanza, l'umore, il piacere. L'uso della cocaina all'inizio dà sicurezza, efficienza, vitalità intellettuale, esalta la resistenza fisica.
E' spesso utilizzata allo scopo di aumentare l'intimità interpersonale.

RISCHI

Effetti collaterali e rischi si moltiplicano se la cocaina è iniettata in vena o fumata perché arriva più velocemente al cervello: tremori, ipertensione, tachicardia, innalzamento della temperatura, difficoltà a mangiare e dormire, agitazione psicomotoria. L'overdose può portare alla morte per arresto cardiaco, convulsioni o paralisi respiratoria.  La sostanza porta a sopravvalutare se stessi, le proprie capacità e le conseguenze di quello che si fa: ciò può risultare particolarmente pericoloso durante la guida o in situazioni in cui l'aggressività va tenuta sotto controllo.  Quando termina l'effetto c'è il cosiddetto down: ci si sente stanchi, si entra in depressione e, con il tempo e l'aumento delle dosi, in down si giunge a non provare piacere per nessuna cosa.  Il consumatore cronico è spesso ansioso, irritabile, sospettoso e suscettibile. Nei casi estremi può arrivare alla paranoia, al delirio, alle allucinazioni.  In poco tempo la cocaina porta all'abuso: si sente sempre più forte il bisogno di prenderne ancora, fino al punto in cui, se dosi e frequenza aumentano, non si riesce più a farne a meno.

Le informazioni sono tratte dal sito: "droghe online" e dall'enciclopedia medica zanichelli

 

 
 
 

non è lo stesso..

Post n°7 pubblicato il 17 Settembre 2012 da Mondofemmineo1
 

Sembrerà strano ma, non è lo stesso esser qui invece che là.
Seppur lo scrivere non cambia è pur sempre palese che il contesto in cui si scrive, lo rende più facile o più diffile.
Sarà il tempo, sempre insufficiente, a mangiarsi  le parole o il bisogno di ambientarsi come dopo un lungo viaggio con tante ore di diversità dal luogo abituale.

C'è bisogno di tempo e di sgomberare dai mille oggetti riportati. Un pò d'ordine prima di ricominciare in un nuovo quartiere, in una nuova casa.

Questo, semplicemente, è capitato.

I cambiamenti repentini, per giunta, han bisogno d'esser metabolizzati e incastonati nella semplice normalità.

Quindi benvenuta normalità.

diTe-RoseBlu

(foto  di Lughe)

 

 
 
 

8 Marzo

Post n°6 pubblicato il 08 Marzo 2012 da lughe_sarda
 
Foto di Mondofemmineo1

Non voglio fiori, non voglio auguri.
Non è una festa n'è lo è mai stata.

L'8 Marzo un giorno di lotta per incontrarci tra noi e rirare le somme di un anno di impegno.

Non voglio fiori. Non voglio auguri: voglio rispetto ogni giorno dell'anno.

Voglio pari dignità a parità di professionalità.
Voglio pari stipendio a parità di lavoro.
Voglio poter scegliere di fare un figlio senza rischiare lavoro, carriera.
Voglio stessi diritti a parità di doveri.

Voglio sentenze che rendano giustizia alle donne che hanno subito violenza di gruppo, violenza di genere, violenza psicologica.

Voglio..

Solo quando avremmo raggiunto la pari dignità sociale e solo allora, forse, festeggerò in questo giorno, che festa non è.

NON voglio fiori, NON voglio auguri

VOGLIO pari dignità

Buona giornata di riflessione alle Donne. 

Lughe1

 
 
 

Festività

Post n°5 pubblicato il 25 Dicembre 2011 da GrandeVolo
Foto di Mondofemmineo1

Buone Feste a tutti!

 
 
 

Lieta di conoscervi :-)

Post n°4 pubblicato il 03 Dicembre 2011 da GrandeVolo
 
Foto di Mondofemmineo1

Buonasera a tutti, un po' in ritardo ma eccomi sul nuovo blog di Mondo Femmineo

Sarà un piacere condividere notizie e pensieri con tutti Voi! Vi auguro un sereno week end.

GV

 
 
 
Successivi »
 

 

IL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA TELEFONICA 1522

Dall’8 Marzo 2006 è attivo il numero di pubblica utilità 1522 “Antiviolenza Donna” dedicato al supporto, alla protezione e all’assistenza delle donne vittime di maltrattamenti e violenze. Il servizio Antiviolenza Donna, a cui risponde personale esclusivamente femminile specificatamente formato, è operante 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, multilingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, russo), ed accessibile gratuitamente per tutte/tutti le/i cittadine/i dall’intero territorio nazionale, da rete fissa e mobile. Il servizio è fruibile da parte delle donne nell’assoluto anonimato.

 

io non ci sto: per una tv libera dagli stereotipi


 

BlogNews

 

 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bal_zacPrimosireDONNADISTRADAfreselioredslumindaparerdaunfiorempt2003psicologiaforenseEddie_CraneMARIONeDAMIELsidopaulzezzasantocomelunadinonsolopolmaxmazza0PACCAGNELLINO
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom