Community
 
stabia_info
   
 
Creato da stabia_info il 19/06/2007

STABIA NEWS

Notizie dell'hinterland stabiese

 

Monti Lattari, la sede si trasferisce alla Reggia di Quisisana

CASTELLAMMARE DI STABIA – La scelta, alla fine, è caduta sulla locationsicuramente più bella e suggestiva: il Palazzo Reale. Ma non è stata solo l’estetica il valore aggiunto. Il progetto che l’Amministrazione comunale ha presentato per la manifestazione d’interesse pubblico, per l’individuazione della nuova sede del Parco regionale dei Monti Lattari, è stato premiato anche e soprattutto per quegli specifici requisiti (fruibilità, facilità di collegamento) che fanno del complesso di Quisisana probabilmente la migliore porta d’accesso al massiccio dei Monti Lattari.

Così, terminati gli iter burocratici e amministrativi previsti in questi casi, nelle prossime settimane

Castellammare di Stabia ospiterà, per la prima volta nella sua storia, la sede di uno dei parchi regionali più belli d’Italia. Un’area che abbraccia due province – Napoli e Salerno – per ben ventisette Comuni che vanno dalla penisola sorrentina a quella amalfitana fino all’agro-nocerino.

“Sono estremamente soddisfatto dell’avvenuta individuazione della sede della Reggia di Quisisana come sede del Parco dei Monti Lattari – ha commentato il primo cittadino, Luigi Bobbio -. Che l’Ente Parco, la cui importanza è nota, abbia puntato sulla Reggia di Quisisana come sua sede rappresenta un orgoglio per la comunità stabiese e un reciproco riconoscimento di prestigio tra lo stesso parco dei Monti Lattari e la storia e il presente della città di Castellammare di Stabia. Ringrazio per questo i sindaci dei Comuni dell’Ente Parco, il presidente Guida per la fiducia accordatami e l’assessore Coppola per il certosino lavoro svolto per arrivare a questo prestigioso risultato. Si tratta, peraltro, di un’ulteriore importante tessera del mosaico che stiamo componendo circa la piena e completa valorizzazione della Reggia di Quisisana, facendone una struttura destinata a diventare ben presto centro motore di cultura, strategie istituzionali e amore per il bello in una logica tesa a farne qualcosa di vivo e non – ha concluso Bobbio – un oggetto inanimato inchiodato a scelte teoriche al limite del delirante quali quelle con cui, precedenti Amministrazioni comunali e regionali, avevano cercato di buggerare i cittadini”.

“È per noi motivo di grandissima soddisfazione – ha aggiunto l’assessore alla Cultura e al Turismo, Antonio Coppola – che il Parco abbia trovato casa sul Monte Faito, sicuramente il polmone verde dei Lattari. Si tratta di un’occasione ghiotta per il rilancio di un grande attrattore turistico che può rappresentare un richiamo per i grandi flussi nazionali e internazionali per l’intero comprensorio e per la città di Castellammare in particolare”.

“Il recupero dei giardini storici di Quisisana, il grande lavoro che l’Amministrazione comunale, sotto la spinta del sindaco Bobbio, sta portando avanti per rilanciare l’immagine del Palazzo Reale e per sottrarlo al degrado degli anni scorsi, il potenziamento delle strutture ricettive sul Faito possono rappresentare i tasselli mancanti di un network turistico cittadino integrato che ha ormai preso forma. Un sistema che unisce, in un’unica filiera, la classica offerta turistica balneare con quella storico-archeologica (pensiamo, ad esempio, agli scavi di Stabiae), con quella del termalismo e con quella naturalistica, appunto – ha continuato Coppola –. Voglio però ribadire che la nuova sede del Parco sarà allocata in un’area– è bene specificare – che sarà occupata senza compromettere, in alcun modo, il progetto originario della scuola di restauro che è, e resta, in piedi. Dunque, un’iniziativa non esclude l’altra. Anzi, si completano a vicenda e rendono la Reggia di Quisisana finalmente un centro vivo e pulsante della nuova stagione turistica e di rilancio sociale di Castellammare di Stabia”.

“Ringrazio tutta la comunità del Parco che ha voluto la sede a Castellammare – ha infine commentato il presidente del Parco regionale Monti Lattari, Giuseppe Guida – e ringrazio altresì l’Amministrazione comunale stabiese e il sindaco Bobbio per aver offerto una sede così prestigiosa. Sono convinto che si tratta di una sinergia virtuosa, che farà bene tanto a Castellammare quanto al Parco. I presupposti ci sono tutti”.

 
 
 

Terza edizione della Maratonina dei Monti Lattari

Post n°17637 pubblicato il 03 Giugno 2012 da stabia_info
 

Gragnano -La terza edizione della Maratonina dei Monti Lattari a Gragnano è stata un vero successo. Quasi 200 atleti si sono cimentati con la tradizionale gara che si disputa nel giorno della Festa della Repubblica. Buona anche l'adesione dei giovani alla passeggiata non competitiva di 2km. La gara organizzata dalla Mare Monti Run di Ferdinando Fontanella sotto l'egida delle UISP e con il patrocinio del Comune di Gragnano è stata curata per tutti gli aspetti tecnici e logistici dalla Atletetica Servizi, neonata associazione in grado di offrire agli organizzatori di gare sportive tutti i servizi necessari allo svolgimento delle competizioni (gonfiabili, attrezzatura per area podio, speaker, servizio giornalistico tv e ufficio stampa, cronometraggio e compilazione classifica).
Sul percorso molto tecnico della lunghezza di 10km, tra i maschi ha tagliato il traguardo davanti a tutti Antonello Barretta di "Liberi Insieme" con il tempo di 36'43''. Sui restanti gradini del podio hanno preso posto l'atleta dell'"Antoniana Runners Club" Marco Calderone con il tempo di 37'12'' e il vincitore della seconda edizione Gaetano Dentato del "Marathon Club Stabia" che ha concluso in 38'03''.
Quarto posto per il sempre ottimo Marco Russo della Nikaios Gragnano (38'30''), quinto per Raffaele Santarpia (Antoniana Runners Club 39'19''). Tra le donne trionfo di Teresa Galano del "Paeninsula" con il crono di 48'45'' davanti alle atlete del Marathon Club Stabia Rosaria Solimene (50'47'') e Adele Novara (51'57''). Quarto e quinto posto per Cinzia Oliva (Nikaios Gragnano 52'12'') e Graziella Santaniello (Free Runner Stabia 52'13'').La giornata, dopo una splendida esibizione dei campioni italiani della Scuola di Danza Sportiva "Dancing Team", si è conclusa con le premiazioni dei primi 100 assoluti e di tutte le donne con prodotti della gastronomia locale offerti dai Pastai Gragnanesi e dalla Cantina Mariano Sabatino. Ricco ristoro finale con i prodotti del Caseificio dei Monti Lattari e i dolci della Pasticceria Savino. Ai primo classificati anche "benefit" offerti dalle pizzerie "Addo' Masto" ed Elisa Mascolo e da Effetti Capelli.

 
 
 

Asl Na 3: Da domani prenotazioni visite e ticket in farmacia

Foto di stabia_info

CASTELLAMMARE DI STABIA. Da domani parte il servizio di prenotazioni specialistiche e ticket nelle farmacie del territorio gestito dalla Asl Napoli 3 che opereranno come canale di accesso al Cup, agevolando il pagamento delle quote a carico dei cittadini. Il nuovo servizio - riporta una nota di Federfarma provincia di Napoli - viene istituito grazie all’accordo tra Asl Napoli 3 Sud, Federfarma e Assofarm e consentirà di veicolare le attività di prenotazione attraverso il Centro Unico di Prenotazione (Cup) ed incasso ticket, direttamente presso la rete delle farmacie territoriali. L’iniziativa sarà presentata dal direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud Maurizio D’Amora, dal presidente di Federfarma Napoli, Michele Iorio, e dal delegato nazionale per la Campania di Assofarm, Giovanni Di Foggia, nel corso di una conferenza organizzata per mercoledì, alle 12, nella direzione generale Asl Na 3 Sud (via Alcide De Gasperi, 167 Castellammare di Stabia). «L’obiettivo - spiega D’Amora - è quello di potenziare il sistema di accesso e fruibilità delle prestazioni sanitarie per tutti i cittadini riducendo al minimo i disagi connessi al disbrigo delle pratiche burocratiche ». Un’opportunità - è scritto ancora nella nota - che Federmarma Napoli, con il presidente Michele Iorio, e Assofarm con il delegato nazionale per la Campania, Giovanni Di Foggia, hanno voluto cogliere credendo nella necessità di migliorare sempre più il rapporto tra il sistema delle farmacie e l’utenza. Il servizio è stato istituito in via sperimentale ed avrà la durata di un anno. Nel rispetto del modello organizzativo regionale, le farmacie, attraverso una postazione dedicata, opereranno come canale di accesso al Cup per prenotare prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale presso le strutture sanitarie Asl Napoli 3 Sud, favorendo e agevolando il pagamento delle relative quote di partecipazione alla spesa a carico dei cittadini (ticket). «La scelta del direttore generale dell’Asl Na 3 Sud di conferire alle farmacie il Cup è l’ulteriore conferma - dichiara Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli - della centralità del ruolo delle farmacie all’interno del Ssn. Risulta evidente che il servizio pubblico senza il supporto del sistema capillare delle farmacie private non è in grado di far fronte ai sempre maggiori diritti vantati dai cittadini; è sottinteso - conclude Di Iorio - però che il Centro Unico di Prenotazione, al pari di altri servizi, potranno essere migliorati e ampliati a condizione che tanto la Regione quanto le Asl sappiano supportare con continuità economica quanto erogato dalle farmacie ai cittadini». Re.Me. - Giornale di Napoli

 
 
 

Agerola: Stalking, bloccato un 29enne

Post n°17022 pubblicato il 09 Agosto 2011 da stabia_info
 
Tag: AGEROLA
Foto di stabia_info

AGEROLA. I carabinieri della stazione di Agerola hanno arrestato per atti persecutori un 29enne del luogo. L’uomo è stato sorpreso nei pressi dell’abitazione della sua ex fidanzata, una 18enne del luogo, nonostante avesse il divieto emesso dal tribunale di Torre Annunziata ad avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ragazza che presentava ai carabinieri un’altra denuncia per atti persecutori nei confronti del 29enne. L’uomo è stato accompagnato nella sua abitazione agli arresti domiciliari. Giornale di Napoli

 
 
 

Agerola: Torna “Fiordilatte Fiordifesta”, dal 6 al 9 agosto 2011

Post n°16962 pubblicato il 31 Luglio 2011 da stabia_info
 
Tag: AGEROLA

AGEROLA. Pronto il programma 2011 di Fiordilatte Fiordifesta, la 31° edizione della kermesse organizzata ad Agerola dall’associazione Sant’Antonio Abate. La manifestazione è in programma dal 6 al 9 agosto. Protagonisti saranno i prodotti caseari del Comune rinomato a livello internazionale per gli allevamenti di mucca agerolese, da cui si producono il fior di latte e il provolone del Monaco Dop. E saranno proprio questi i prodotti in scena, durante la manifestazione, che Agerola in festa per 4 giorni, con tour nelle piazze del Paese del Complesso Bandistico “Città di Agerola”, del gruppo folkloristico “Core e Corde”, “Incanto Popolare” con i bottari di Macerata Campania, dimostrazioni della lavorazione di fiordilatte. Ci saranno degustazione di prodotti tipici tra cui non mancheranno gli assaggi della pasta napoletana Leonessa e i vini del marchio Gran Furor, giochi ed animazione con i volontari delle Misericordie del progetto Nuvole di Allegria e la mostra “Ceramiche con icone Sacre” dell’artista Giulia Lauritano. E a chiudere la manifestazione, il 9, in piazzale San Pietro Apostolo ci sarà il Concerto di Ivana Spagna con ingresso libero e lo spettacolo pirotecnico, a cura della ditta “Matteo Medaglia”. Giornale di Napoli

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

FACEBOOK

 
 

PER INFO, SEGNALAZIONI, SUGGERIMENTI E RECLAMI

CONTATTAMI SU MSN

 
 

ACCEDI AL BLOG CON IL LINK

web counter

 
 

AREA PERSONALE

 

LA RADIOCRONACA DELLA JUVE STABIA SUL GUESTBOOK

 
http://blog.libero.it/STABIA è un blog d’informazione senza scopi di lucro. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.