Creato da adrianaaa85 il 21/10/2006
Diciamo tutto in una parola sola o in una sola parola tutto nascondiamo?
 

 

« Recommended by Adrianaciao adriana!! »

La memoria è un remoto quando

Post n°519 pubblicato il 12 Gennaio 2011 da adrianaaa85
 

La memoria è un remoto quando

(quando ti conobbi, quando te ne andasti)

o imperfetto

(quando eravamo piccoli, quando eri con me).

nel desiderio siamo ancora più quando

(quando tornerai, quando sarà il momento, quando arriverà),

siamo subordinati e senza protezione....

Soltanto quando dormo il quando si addormenta...

E soltanto quando mi abbracci il quando affonda, finalmente, nell'adesso.

 Juan Vicente Piqueras

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

Area personale

 

LaScIaMi UnA tRaCcIa DeL tUo PaSsAgGiO...

Image Hosted by ImageShack.us

 

FACEBOOK

 
 

|||ON air|||

   Image Hosted by ImageShack.us

 

            Image Hosted by ImageShack.us

 

Chi c'è? Chi c'è?

   Image Hosted by ImageShack.us 

        web tracker

   Hit counters

    Image Hosted by ImageShack.us

 

Contatta l'autore

Nickname: adrianaaa85
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 28
Prov: NA
 

Ultime visite al Blog

marchesenatale59fuker_1971silvio.romano1610mau011064bouzaroitaKmantelloartbox1bello.moro40maumotfabbrica_birresaruzza79justaboy83India150EnzoPaolovenezianocostumi
 

"Oceano mare" di Alessandro Baricco

Image Hosted by ImageShack.us-Vi prego, non muovetevi-, dice. Poi avvicina il pennello al volto della donna, esita un attimo, lo appoggia sulle sue labbra e lentamente lo fa scorrere da un angolo all'altro della bocca. Le setole si tingono di rosso carminio. Lui le gurada, le immerge appena nell'acqua, e rialza lo sguardo verso il mare. Sulle labbra della donna rimane l'ombra di un sapore che la costringe a pensare "acqua di mare, quest'uomo dipinge il mare con il mare" -ed è un pensiero che dà i brividi.

 
Citazioni nei Blog Amici: 60
 

Ultimi commenti

da Giorgio Faletti...

Ogni uomo ha un fratello che è la sua copia esatta. È muto e cieco e sordo ma dice e vede e sente tutto, proprio come lui.
Arriva nel giorno e scompare la notte, quando il buio lo risucchia sottoterra, nella sua vera casa. Ma basta accendere un fuoco e lui è di nuovo là, a danzare alla luce delle fiamme, docile ai comandi e senza la possibilità di ribellarsi. Sta disteso a terra perché glielo ordina la luna, sta in piedi su una parete quando il sole glielo concede, sta accanto ai suoi piedi perché non può andarsene. Mai.
Quest'uomo è la tua ombra. È con te da quando sei nato.
Quando perderai la vita, la perderà con te, senza averla vissuta mai.
Cerca di essere te stesso e non la tua ombra o te ne andrai senza sapere che cosa è la vita.
-"Fuori da un evidente destino"-
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 
 

||Oriana Fallaci||

“…L’amo con passione, la Vita, mi spiego? Sono troppo convinta che la vita sia bella anche quando è brutta, che nascere sia il miracolo dei miracoli, vivere il regalo dei regali. Anche se si tratta d’un regalo molto complicato, molto faticoso. A volte, doloroso. E con la stessa passione odio la Morte.la odio più d’una persona da odiare, e verso chi ne ha il culto provo un profondo disprezzo. Anche per questo ce l’ho tanto coi nostri nemici. Coi tagliatori di teste, coi kamikaze, coi loro estimatori. Il fatto è che pur conoscendola bene, la Morte io non la capisco. Capisco soltanto che fa parte della Vita e che senza lo spreco che io chiamo Morte non ci sarebbe la Vita.”

O. Fallaci, Oriana Fallaci intervista se stessa, 2004, p.156

 

\|Paulo Coelho\|

Image Hosted by ImageShack.us

Mi sono seduta e ho pianto. Narra la leggenda che tutto ciò che cade nell'acqua di questo fiume, le foglie, gli insetti, le piume degli uccelli, si trasforma nelle pietre del suo letto.
Ah, se solo potessi strapparmi il
cuore dal petto e lanciarlo nella corrente, allora non ci sarebbero più dolore né nostalgia né ricordi.
Sulla sponda del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto. Il freddo dell'inverno mi ha fatto sentire le lacrime sul viso: lacrime calde che si sono confuse con le acque gelate che scorrono davanti a me. In qualche punto, il fiume si unisce con un altro, poi con un altro ancora, finché, lontano dai miei occhi e dal mio cuore, tutte le acque si confondono con il mare.
Che le miei lacrime scorrano lontano, perché il mio amore non sappia mai che un giorno ho pianto per lui. Che le mie lacrime scivolino via, e solo allora dimenticherò il fiume Piedra, il monastero, la chiesa sui Pirenei, la bruma, i cammini che abbiamo percorso insieme.
Dimenticherò le strade, le montagne e i campi dei miei sogni: sogni che mi appartenevano e che io non conoscevo.
Ricordo il mio istante magico, quel momento in cui un "si" o un "no" può cambiare tutta la nostra esistenza. Sembra che sia accaduto tanto tempo fa, eppure è solo da una settimana che
 ho ritrovato il mio amato e l'ho perduto.
Sulle sponde del fiume Piedra, ho scritto questa storia. Le mie mani erano gelate, le gambe intorpidite dalla posizione, e io avevo bisogno di fermarmi spesso.
Forse l'amore ci fa invecchiare anzitempo e ci rende giovani quando la gioventù è passata. Ma come non rammentare quei momenti? Perciò ho scritto, per trasformare la tristezza in nostalgia e la solitudine in ricordi. Perché, dopo aver raccontato a me stessa questa storia, io la potessi lanciare nel fiume Piedra. Era questo l'insegnamento della donna che mi ha accolto. Allora, per ricordare le parole di una santa,
"le acque avrebbero potuto spegnere ciò che il fuoco ha scritto".
Tutte le storie d'amore sono uguali.

 

STOP!!

Image Hosted by ImageShack.us

shhhhhhhhh nn c'è spazio x la cattiveria qui, nn una parola!

       Image Hosted by ImageShack.us

 

Se il Vesuvio...

 

Gelmini

Image Hosted by ImageShack.us
 

Catullo, carme 85

Image Hosted by ImageShack.us

"Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris. Nescio sed fieri sentio et excrucior."

(Odio e amo. Perchè io faccia questo, forse domandi. Non lo so, ma sento che accade e mi tormento.)

 

Napoli....

Image Hosted by ImageShack.us

 

adry&dani

  Image Hosted by ImageShack.us

"How I wish, how I wish you were here.
We're just two lost souls swimming in a fish bowl,
year after year,
running over the same old ground. What have we found?
The same old fears,
wish you were here."

-Pink Floyd, "Wish you were here"-