Creato da bluewillow il 31/03/2006

L'angolo di Jane

Tutto su Jane Austen e sui libri che mi piacciono!

L'ANGOLO DI JANE

Benvenuti nel mio blog!

Questo spazio è dedicato a recensioni di libri e film, ai miei racconti,  a riflessioni personali di varia natura e soprattutto a Jane Austen, una delle mie scrittrici preferite.

Sono una stella del firmamento
che osserva il mondo, disprezza il mondo
e si consuma nella propria luce.
Sono il mare che di notte si infuria,
il mare che si lamenta, pesante di vittime
che ad antichi peccati, nuovi ne accumula.
Sono bandito dal vostro mondo
cresciuto nell'orgoglio e dall'orgoglio tradito,
sono il re senza terra.
Sono la passione muta
in casa senza camino, in guerra senza spada
e ammalato sono della propria forza.

(Hermann Hesse)

 


 

 

JANE AUSTEN -RITRATTO

immagine
 

SLIME BOX

Slime adottati dal blog grafico amico Stravaganza

(clicca sul nome degli slime per leggerne la descrizione)

 

Pink Slime


 

Ink Slime

 


 

IL MIO ANIMALETTO BLOG-DOMESTICO

 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 


 immagine


immagine

 

 

immagine

 

 

« Cap.5 - Doppio LegameEvangelion il film »

Due di due - Andrea De Carlo

Post n°182 pubblicato il 08 Novembre 2006 da bluewillow
 

Titolo: Due di due Autore: Andrea de Carlo Casa editrice: Bompiani pag:389 costo: 9 euro

immagine"Due di due" è la storia di una lunga amicizia e allo stesso tempo dell'Italia che cambia: la vicenda inizia dalla fine degli anni '60 e prosegue per circa 20 anni, attraverso le vicissitudini di Mario (il cui cognome rimane sconosciuto per tutto il libro) e di Guido Laremi. I due ragazzi si conoscono durante gli anni del liceo, contrassegnati dalle proteste giovanili del '68, mentre nuove ideologie si diffondono in una società da sempre ancorata a valori tradizionali. L'intera storia è narrata in prima persona da Mario che vede in Guido un personaggio carismatico, di cui subirà profondamente l'influenza. Guido rifiuta in ogni modo di inserirsi in un sistema sociale che pensa corrotto ed inutile:questo lo porterà lungo tutto il libro a scelte estreme, caratterizzate sempre da un forte senso di indipendenza da ogni cosa. Mario invece incalanerà la sua ondata di "ribellione" in un flusso più costruttivo, cercando un modo per vivere la propria esistenza lontano dalle convenzioni, ma in un certo senso in un modo più compatibile con le regole degli altri.

Il protagonista assoluto rimane comunque Guido, le cui idee e critiche alla società, percorrono tutto il libro, sia pur riportate in modo indiretto da Mario. Tutti i personaggi ad esclusione dei due principali, sono appena tratteggiati, sono in un certo senso funzionali allo sviluppo dei due protagonisti. Due di due è un titolo quanto mai appropriato.

Il libro è diviso in due parti: una più imperniata sugli anni giovanili ed una seconda che vede i due protagonisti affrotare la vita adulta. Ho apprezzato molto di più la seconda, rispetto alla prima, forse perchè il personaggio di Mario (fra i due certamente il più simile al mio modo di affrontare la vita), acquisisce maggiore indipendenza da Guido. Inoltre tutta la descrizione della vita agreste (non entro in particolari perchè non voglio rovinarvi la lettura del libro) mi è piaciuta molto (mi ha ricordato alcune cose della mia primissima infanzia).

Lo stile di De Carlo è decisamente sobrio, non ci sono particolari superflui; spesso sono abolite anche alcune preposizioni semplici, una scelta stilistica dell'autore immagino (io comunque amo le preposizioni semplici, a costo di ripeterle )

Esempio dall'inizio del capitolo 22:

" Il mattino dopo Anne è venuta a bussare alla porta, dire che doveva cambiarsi"

Abolita la "a" di "a dire".Ci sono casi del genere lungo tutto il libro. Per me è un pò spiazzante, anche se dopo un pò ci si fa l'abitudine.

I personaggi di Guido e Mario mi sono sembrati come le due facce di una stessa medaglia: sono così connessi, che pur narrando in prima persona, Mario finisce per riportare particolari della vita di Guido che non potrebbe conoscere tanto nel dettaglio perchè Guido è in un altro continente (anche se nel libro sappiamo che Guido scrive delle lettere a Mario). Mentre leggevo ho spesso pensato che il personaggio di Guido fosse in realtà l'autore , forse perchè trapela del compiacimento in tutto quello che questo personaggio semba fare di diverso rispetto agli altri. Poi ho fatto una ricerca sulla biografia di De Carlo, che potete leggere qui , credo di non essermi sbagliata,(vi consiglio di non leggere la biografia se non avete letto il libro perchè sono simili).

Piccola curiosità: la copertina del libro è realizzata con una foto scatttata dall'autore e il volume è in carta riciclata, perchè De Carlo aderisce alla campagna "Scrittori per le foreste" di Greenpeace ( ora sapete che io leggo tutto, anche i risvolti di copertina !)

Andrea De Carlo ha un suo sito ufficiale: http://www.andreadecarlo.com/ .

Il libro mi è stato consigliato da Red1dgl che ha un intero blog intitolato a suo nome :DUE DI DUE ,De Carlo se passi di qui, lascia un commento per Red è un ottimo promoter immagine !

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

BANNER

I miei banner

immagine
immagine
immagine

immagine

(Realizzati per me in esclusiva dal blog grafico Stravaganza)

 

ROMPERE IL VETRO IN CASO DI EMERGENZA

 

BANNER LINK

 


 

 

 

 

I MIEI PROGETTI PER IL FUTURO

 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

____________________


Metto questo disclaimer molto alla moda su quasi tutti i blog, già mi sento più importante solo per averlo messo! Comunque la mia personale opinione al di là della legge è che non sono una testata giornalistica perchè :
-non vedo il becco di un euro, ma in compenso a scriverlo sto andando alla neuro
-nessuno mi regala i libri
-nessuno mi regala i biglietti del cinema
-nessuno mi paga per scrivere e per dire quello che penso...
- e nemmeno quello che non penso!
- perchè se il "Giornale del Grande Fratello" èuna testata giornalistica, va a finire che io sarei la CNN! (questa l'ho quasi copiata da un altro blogger!).
Se volete leggere altre definizioni simili e più divertenti (magari vi torna comodo) potete trovarle QUI

____________________

 

 


Si fa il più assoluto divieto di utilizzare o citare il materiale contenuto in questo blog su siti di natura pornografica, illecita o immorale, pena denuncia alla polizia postale.

 

Relativamente al contenuto dell'intero blog, vale il seguente copyright:
TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

Le citazioni da libri, all'interno delle recensioni dei libri stessi o in altri post, appartengono ai relativi autori.

 
Citazioni nei Blog Amici: 228
 

LE TRADUZIONI DI BLUEWILLOW - FREE TEXT

La maschera della morte rossa - Edgar Allan Poe

L'ingratitude (L'ingratitudine) - Charlotte Brontë 

Disclaimer
Non sono una traduttrice professionista, quindi le mie traduzioni potrebbero contenere errori. Vi raccomando di adottare riguardo a questi testi le stesse precauzioni di una installazione di Windows e cioè: non basate il software di aerei sulle mie traduzioni, non impegnate il vostro patrimonio in scommesse sul fatto che siano esatte, non usatele per delle tesi di laurea e soprattutto non spacciatele per vostre! Declino ogni responsabilità riguardo (e fate i vostri compiti onestamente, diamine!)

Anche se si tratta di traduzioni su di esse valgono gli stessi diritti di qualsiasi altra opera di ingegno. Naturalmente potete leggerle, stamparle, regalarle ai vostri amici e anche farci delle barchette di carta, ma non potete in nessun caso ricavarne un profitto o ometterne i crediti.