Creato da: exasimpol il 01/06/2008
Ricerca sull'energia pulita biologica e sull'evoluzione tecnologica.

FACEBOOK

 
 

Contatta l'autore

Nickname: exasimpol
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 37
Prov: EE
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

comelunadinonsolopoliogio2psicologiaforenseroberth_milanoelywsolarserviceimpiantimisericordchitignanoPerturbabileCucciolo_200273stratos3810gemelli360fabiop48freedom200111fs41exasimpol
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

Ultimi commenti

Se gestiti male c'Ŕ la possibilitÓ dello sviluppo di...
Inviato da: exasimpol
il 14/11/2012 alle 04:18
 
sai dove si pu˛ vedere qualcosa del genere magari in...
Inviato da: danbart
il 14/10/2012 alle 10:55
 
Ŕ purtroppo non Ŕ il massimo per produrre energia per...
Inviato da: exasimpol
il 28/06/2012 alle 13:01
 
Sono "businessman" criminali, ignoranti e...
Inviato da: exasimpol
il 28/06/2012 alle 12:58
 
PerchŔ non ci puntiamo?
Inviato da: Rebuffa17
il 28/06/2012 alle 11:17
 
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

mission

La missione di questo Blog.

 

Questo Blog nasce per divulgare pensieri, idee e
conoscenze, con molta libertà di espressione, senza rigidità scientifica o
dettagli tecnici troppo specifici. Il tema del Blog è l'evoluzione,
l'ecologia il fairtrade e la tecnologia, esprimendo concetti spesso nuovi e
in fase di elaborazione, non sempre verificati. Concediamo il dubbio al
lettore e il potere di criticare idee che altrimenti non sarebbero condivise e
difficilmente potrebbero avere riscontri e sviluppi.

 

Invito i visitatori di questo Blog a correggere ogni tipo
di errore riscontrato e approfondire in modo autonomo (se profondamente
interessati) gli argomenti trattati oppure condividere il proprio interesse in
questo stesso Blog.

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

rss

http://www.wikio.it
 

voto

http://www.wikio.it
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

 

 
« Quando eolico e fotovolt...I Solar Domes »

I mille mercati del bamb˙

Post n°9 pubblicato il 07 Giugno 2008 da exasimpol
 

Bambú, bamboo orattan ?

Negli ultimi anni il bambú ha scoperto nuovi mercati sopratutto nelle zonefinora emarginate dai grandi scambi commerciali. Sembra che il bambú nonconosca crisi grazie al grandissimo potenziale di utilizzo. Pensiamo solo acosa si puó fare con queste canne, ponti, strade, ponteggi per costruire i piúalti grattaceli di Taiwan, case alte fino a tre piani costruite in tutto il“sud del mondo”, ora si vendono anche biciclette “zero emissioni” con giunti infibra di carbonio e telaio di bambú.

Del bambú si mangiano i germogli, lo usiamo per abbellire le case o ilgiardino. I suoi fiori belli ma rari preannunciano la sua morte. C´è chi lovuole usare per produrre energia poiché il bambú è un erba e cresce 5 vote piúvelocemente delle altre piante o alberi e consuma 20 volte piú anidridecarbonica (CO2) di ogni altro tipo di coltivazione.

La sua forma conferisce una grande leggerezza e resistenza, giá pronta percostruire strutture o casseforme per colonnati di cemento. Con il laminato dibambú ( uno dei legni piú duri esistenti) si producono bellissimi parquet,stuoie, persiane, piatti, posate usa e getta, taglieri etc…

Il filato di bambú è eccellente, piú fresco del cotone e piú facile dastirare, è ottimo per biancheria intima con delle eccezionali propietáantibatteriche che lo rendono ottimo per la produzione di materassi anallergicinaturali.

Con questa erba si produce carta di ottima qualitá.

Le canne fungono da palizzate per giardini, lavorate e vendute come manicie stecche per ombrelli e bastoni da passeggio. Le squadre antisommossagiapponesi hanno in dotazione canne fresche di bambú che utilizzano come“sarissa” con la tattica simile alla “falange macedone” per respingere gliattacchi di manifestanti piú aggressivi.

Guardando una canna si ha subito l´impressione che assomigli a una canna dapesca o viceversa, la sua leggerezza e resistenza la rende ideale. In sudAmerica si sfruttano le canne per improvvisare tubature idriche (moltoeconomico).

In sud America, centro Africa e oriente, il bambú cresce spontaneo. Designer e architetti loinquadrano come materiale povero, ecologico, sociale e Fairtrade e cercano diintrodurlo ovunque, la skin di un laptop, un casco da motociclista, ma c´è unmercato consolidato, quello dei mobili:tavoli, sedie, letti, ma il suo punto diforza sono i wintergarden e i giardini.

Bé … penso che un mercato cosí variegato non possa mai andare in crisi.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog