Amici a 4 zampe

Amici a 4 zampe

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: rolly_90
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 26
Prov: AN
 

AREA PERSONALE

 

SHINISTAT

 

IN QUANTI STIAMO VISITANDO IL BLOG?

web stats MigliorBlog.it
 

Il mio secondo blog:

Mysterydgl1

 

PREMI

da parte di: Trappolinax
GRAZIE!!

 

TAG

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ellenaellena73emilytorn82micra.kdeacali21don.francobsexydamilleeunanottefarfalla8300giocom1960Massimiliano_UdDistrice63opirat1MERAVIGLIOSA.LUannazula3luna60_2011
 

IO E NOAH 5 ANNI FA'

 

NELLY FURTADO 2

 
 

 

INFEZIONI OCULARI NEL GATTO

Post n°125 pubblicato il 06 Febbraio 2010 da rolly_90

Gli occhi del gatto, fonte della sua attrazione e personalità, sono soggetti anch'essi a diverse patologie.

 

Patologie congenite della palpebra possono includere l'assenza di una palpebra superiore o entropion, un rovesciamento all'interno della palpebra che porta le ciglia a graffiare la cornea, creando lesioni. Per correggere queste condizioni è necessario l'intervento chirurgico. La blefarite, una infezione delle palpebre, è causata da batteri o funghi (rogna).
Gli occhi ricevono lubricazione dalle lacrime. Una produzione insufficiente di lacrime può causare gravi patologie dell'occhio, come la cheratocongiuntivite secca. Le lacrime fuoriescono dall'occhio tramite stretti canaletti (dotti) lacrimali che a volte vengono ostruiti a causa di infezioni o di deformità congenite. Se le lacrime non fuoriescono correttamente, scorrono ai lati del naso, lasciando una traccia brunastra.
Le patologie della congiuntiva sono comuni nei gatti e sono spesso uno dei sintomi di una malattia più generale, nonché uno dei primi sintomi di clamidiosi. L'herpesvirus della rinotracheite infettiva è responsabile dello scolo mucoso e purulento e anche della cheratite puntata e di gravi ulcerazioni corneali, sia durante la fase acuta della malattia che come condizione cronica dopo l'infezione primaria.
I gatti sviluppano a volte lesioni corneali specifiche delle specie feline, come il sequestro corneale, caratterizzato dalla formazione di una placca nerastra sulla superficie della cornea.
L'uveite causa il cambiamento del colore dell'iride, la quale diventa opaca e rosata con superficie torbida e ruvida. I tipi di uveite specifici dei gatti sono tre e fanno parte della sintomatologia clinica della leucemia felina, del virus dell'immunodeficienza felina e della peritonite infettiva felina. L'uveite può comparire anche in casi di toxoplasmosi, trauma o infezioni dell'occhio.
Il glaucoma, un innalzamento della pressione intraoculare oltre i livelli normali, aumenta il volume dell'occhio e causa dolore acuto.

 

L'integrità della retina è essenziale per una vista adeguata. È possibile che emorragie nella retina e distacco della retina compaiano a seguito di traumi o malattie gravi.
Queste due condizioni sono anche compli-cazioni dell'uveite. La degenerazione della retina dovuta a carenza di taurina non è più un problema, dato che i mangimi commerciali contengono oggi quantità adeguate di questo amminoacido essenziale. Il cibo per cani non contiene quantità sufficienti di taurina, per cui non è consigliabile nutrire il gatto con cibo per cani.
Infine, i gatti possono essere affetti da cinque disturbi nervosi che interessano gli occhi: strabismo, prolasso della terza palpebra, sindrome di Horner (contrazione della pupilla in un occhio e prolasso della terza palpebra), sindrome da pupilla dilatata e disautonomia felina.

 

Prolasso della terza palpebra
Il gatto ha una terza palpebra, situata nell'angolo interno dell'occhio, che aiuta a proteggere l'occhio e a distribuire le lacrime per proteggere la cornea. A volte questa terza palpebra rimane sempre visibile per diverse ragioni:
- Cause meccaniche collegate alla condizione dell'occhio: microftalmo (occhio anormalmente piccolo) o atrofia del globo oculare, dima-grimento estremo o trauma del muscolo retrattore causato da un graffio.
- Cause neurologiche che irritano l'area o turba-no l'equilibrio, un sistema parasimpatico iperattivo o a seguito di una patologia addominale.
- Lesioni dei nervi simpatici cervicali causate da varie patologie, compresi ernia del disco, otite, tumore, ascesso o trauma.
Nei gatti, molti casi di prolasso della terza palpebra seguono un disturbo addominale. Per questo motivo il veterinario è particolarmente interessato alla salute dell'apparato digestivo del gatto e spesso prescrive un lassativo (per i boli di pelo), un vermifugo (una infestazione non diagnosticata da dipylidium causa spesso questi tipi di sintomi) o un antisettico intestinale.

 
 
 

Rieccomi, ho ottime notizie

Post n°124 pubblicato il 25 Settembre 2009 da rolly_90

Ciao a tutti questo periodo sono stato assente per gli impegni che ho avuto ma cercherò di riprendere il blog che gestisco da 2 anni circa.
A settembre ho avuto la prova di ammissione per la medicina veterinaria di Camerino ed è andata bene, sono entrato da come ho sempre voluto e i posti disponibili erano solo 35 con molti partecipanti.
E' da quando avevo 12 anni che penso alla medicina veterinaria e per fortuna è andata bene, se non fossi entrato questo anno mi sarei dovuto scordare per sempre la medicina veterinaria: o questo anno o mai più!, il prossimo anno l'esame di ammissione sarà più selettivo!! Ma per fortuna è andato tutto bene. Nel giorno della prova non ho avuto problemi, ero un pò agitato all' inizio siccome quelle poche e odiose pagine della prova avrebbero determinato il mio futuro.
Presto inizieranno i corsi, so benissimo che sarà tosto e dovrò impegnarmi moltissimo ma sono disposto a farlo e farò tutto quello che dovrò fare.
I futuri post saranno diversi e riguarderanno quello che studierò all' università, il blog lo riprenderò e mi fà piacere di poterlo fare in questo modo.
Quando sarò un veterinario sarò molto preciso e mi impegnerò molto, non guarderò il tornaconto come fanno molti veterinari pessimi ma guarderò i risultati, poi mi sentirei male se lasciassi morire un animale in caso di emergenza per pessimismo o cose simili. Farò di tutto per farlo soffrire il meno possibile e tenerlo più tranquillo al paziente animale che è una forma di vita come noi e va rispettata. Mando un saluto a tutti i lettori, al prossimo post!!!

 
 
 

MANGIARE IN MODO VEGETARIANO

Post n°123 pubblicato il 27 Agosto 2009 da rolly_90

 

Non mangiare carne, pesce, né altri prodotti animali, per molti è un piacere e per tutti non è poi difficile. Si tratta di imparare l’arte di bandire dalla nostra tavola, insieme alla violenza, anche la chimica e tutte le schifezze colorate, pubblicizzate. Preferire la scelta vegetariana o vegan è semplice, soprattutto in un Paese come il nostro ricco di cereali, frutta e verdura.

Rinunciare alla carne e al pesce è un atto personale ma con profonde implicazioni etiche, ambientali, economiche. La rivoluzione comincia da noi. La riconversione del sistema agroalimentare non avverrà mai se i politici e legislatori non saranno spinti dal cambiamento dei consumi. L’alimentazione vegetariana è il cibo del futuro, parte di un modo sano ed etico di vivere. L’emergenza della “mucca pazza” e dell'influenza aviaria, costosissime per i contribuenti europei, è il prodotto di un sistema zootecnico concentrato nella produzione di enormi quantità di carne, latte e uova a bassissimo costo. La somministrazione delle farine animali per i boviniad esempio è l’aberrazione più evidente di un sistema di allevamento che ha ridotto milioni di animali a semplice macchine violandone tutte le caratteristiche etologiche, arrivando a somministrare sostanze nocive come antibiotici e promotori della crescita.

“Mucca pazza” è solo uno dei prodotti dell’allevamento intensivo, le ricorrenti crisi sanitarie dimostrano l’insostenibilità delle “fabbriche animali” sia per gli animali che per la salute dei consumatori.

Autorevoli studi epidemiologici e clinici hanno dimostrato che i vegetariani hanno una minore mortalità per malattie cardiovascolari e tumori, ed una maggiore resistenza alle infezioni. La scelta vegetariana
protegge la nostra salute ed evita sofferenze agli animali. Ognuno di noi può scegliere di aspettare la prossima emergenza oppure decidere per una sana e sicura alimentazione vegetariana.

Essere vegetariani o vegan è sì una rinuncia, ma solo alla morte degli animali!

 
 
 

HANNO FAME. AIUTIAMOLI

Post n°122 pubblicato il 16 Marzo 2009 da rolly_90

Post n°80 pubblicato il 14 Marzo 2009 da canesciolto1954
 

 

COPIATE E DIFFONDETE

Abbiamo ricevuto questo appello e non possiamo e neppure dobbiamo restare indifferenti, sappiamo tutti che per i problemi e le difficoltà in cui si trovano gli animali e conseguentemente per  i volontari che li aiutano la "coperta" a disposizione è troppo piccola e corta, ma tutti assieme possiamo e dobbiamo fare qualcosa. Grazie               

fiorella e susanna

          

Oggetto: APPELLO URGENTISSIMO!!!!!!!LEGGETE X FAVORE!!!!!!! 

RAGAZZI, QUESTO E' UN GRIDO D'AIUTO DA PARTE DI 110 CANI CHE STANNO MORENDO
FAME!!!!!!!!!
UNA SIGNORA,HA UN CANILE PRIVATO A MISILMERI,VICINO PALERMO,HA INIZIATO QUASI 20 ANNI FA' AD AIUTARE I CANI RANDAGI,ADESSO SI RITROVA CON 110 CANI CHE NON MANGIANO DA GIORNI,HANNO CHIESTO IL MIO AIUTO E NON POSSO ESSERE INDIFFERENTE AD UNA COSA DEL GENERE.
CHIEDO IL VOSTRO AIUTO,TUTTI INSIEME POSSIAMO FARCELA,NOI TUTTI CHE CI DISPERIAMO E CI PREOCCUPIAMO DI TUTTI I CANI BISOGNOSI E IGNORATI DA TUTTI. PER FAVORE DIFFONDETE QUESTO APPELLO TRA I VOSTRI CONTATTTI,IO STO FACENDO  UNA RACCOLTA PER LORO, AIUTATEMI AD AIUTARLI RACCOGLIENDO CIBO DI QUALSIASI TIPO PER POTERLI SFAMARE,ANCHE UN TOZZO DI PANE PER LORO E' UN GRANDISSIMO GESTO!!!!!!! CONFIDO NEL VOSTRO GRANDE CUORE!!!!!! NON FACCIAMOLI MORIRE O SBRANARE TRA LORO PER FAME,VI PREGO!!!

GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE FARETE!!!!!!!!!

sandrabardi@libero.it
vcollica@hotmail.com  

           tel.393/8463729
            320/0931168
            389/9951172DI

N.B. Per fortuna le volontarie ci informano che stanno arrivando cibo ed offerte. Se volete contribuire qui sotto troverete i dati. Consigliamo di contattare personalmente le volontarie agli indirizzi e-mail o numeri sopra elencati. Sotto trovate i dati per i quali potrete chiedere conferma. Specificate chi siete e da dove mandate l'offerta nella causale.     

          

Banca Intesa filiale 5175

C/C 615205073046

IBAN IT02P0306904604615205073046

intestato a Di Maio Rosa

oppure

postepay n° 4023600434300051 intestata a Bardi Sandra

 
 
 

PETIZIONE CONTRO IL TRAFFICO DEI CUCCIOLI

Post n°121 pubblicato il 23 Dicembre 2008 da rolly_90
 
Tag: Leggi
Foto di rolly_90

Rompiamo le scatole
ai trafficanti di cuccioli.

Possiamo farlo. Sul serio.
Grazie alla tua firma.
Grazie al tuo sostegno.

PETIZIONE POPOLARE

Al Ministro della Salute
Al Presidente del Senato della Repubblica
Al Presidente della Camera dei Deputati

I SOTTOSCRITTI CITTADINI
anche ai sensi dell’articolo 50 della Costituzione

  • ogni anno migliaia di cuccioli di cane e gatto nati nei Paesi dell’est europeo sono introdotti illegalmente in Italia in età tenerissima, con documentazione di viaggio spesso falsa o contraffatta;
  • i cuccioli importati sono smerciati in allevamenti, negozi e mercati ambulanti, con enormi guadagni. Sono esposti nelle Fiere del cucciolo e in altri casi usati per l’accattonaggio;
  • circa il 40% dei cuccioli muore dopo il viaggio e nei primi mesi di vita;
  • esiste il rischio di reintrodurre malattie ormai scomparse e pericolose anche per l’uomo, come la rabbia, endemica, in molti Paesi dell’Est europeo. Spesso, infatti, l’antirabbica, l’unica vaccinazione obbligatoria, non è praticata o è inefficace;
  • gli ingressi clandestini sfuggono facilmente ai controlli. Pochi sono quelli effettuati, con grande difficoltà. Scarsi i mezzi a disposizione;
  • non esistono efficaci strumenti nomativi per contrastare il fenomeno;
  • mancano sanzioni per la violazione degli obblighi comunitari sulla movimentazione di animali e in particolare, su obbligo del microchip, documentazione di viaggio, vaccinazioni;
  • la normativa che disciplina gli allevamenti e i negozi è carente e disomogenea sul territorio nazionale;
  • tutto questo rappresenta un grave costo etico, economico e sanitario.

CHIEDONO:

  • una moratoria sugli ingressi di cani e gatti dai Paesi dell’Est Europeo;
  • il divieto di vendita di animali nei negozi e incentivi per chi sceglie di astenersi dalla vendita;
  • il divieto di fiere di animali, accattonaggio con animali e loro utilizzo come premi;
  • il divieto di ingresso di cuccioli sprovvisti di vaccinazioni contro le patologie infettive più comuni;
    l’istituzione dell’anagrafe felina; 
  • l’introduzione del passaporto europeo come unico documento ufficiale per il cane e il gatto, anche per gli animali nati in Italia;
  • l’utilizzo di microchip in grado di identificare inequivocabilmente i cuccioli nati in Italia;
  • l’obbligo per l’allevatore di denunciare alla ASL l’accoppiamento e le cucciolate entro sette giorni dal parto, registrandole sul passaporto della madre;
  • il dovere per il proprietario di provvedere all’inoculazione del microchip e alla iscrizione in anagrafe entro quattordici giorni dalla nascita;
  • la collaborazione con le autorità dell’Europa dell’Est per bloccare alla partenza le importazioni illegali e la creazione di un archivio informatico dei passaporti;
    il rafforzamento delle Forze di Polizia per i reati contro gli animali;
  • maggiori e più accurati controlli su allevamenti e negozi e la dotazione di lettore di microchip per la polizia nazionale e locale;
  • leggi che disciplinino gli allevamenti, la registrazione di nasciten e cessioni e l’equiparazione tra allevamenti professionali e “amatoriali”;
  • la messa in rete di tutti i nominativi dei medici veterinari accreditati presso lo stato estero;
    l’obbligo per il veterinario di dichiarare agli organi competenti, irregolarità e particolarità riscontrate, come nel caso di patologie infettive poco frequenti nel nostro Paese;
  • l’introduzione di nuove ipotesi di reato legate alla documentazione di viaggio, all’introduzione e alla vendita di animali malati, con aspre sanzioni penali e l’interdizione dell’attività di commercio.

Per firmare online  basta cliccare in questo link e andare a firmare in fondo alla pagina:   http://www.lav.it/index.php?id=1114

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: rolly_90
Data di creazione: 08/05/2007
 
                                    
 
 

IL FILM CHE HO FATTO SUGLI UFO E ALIENI

 
 
 

 

 

ULTIMI COMMENTI

IL MIO GATTO LEON

 

PALLINO, IL GATTO CHE AVEVO UNA VOLTA

 
 
 
 
blogCloud
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom