Community
 
IsAbeAu13
   
Creato da IsAbeAu13 il 29/11/2003

ladyhawke

.. La MiA SeMiViTa ..

 

 

cedo e penso a te...

Post n°1166 pubblicato il 16 Aprile 2014 da IsAbeAu13
 

Sono le parole più silenziose,
quelle che portano la tempesta.
pensieri che incedono con passi di colomba
guidano il mondo. Friedrich Nietzsche


 



 
 
 

Ombre e Lavanda II

Post n°1165 pubblicato il 16 Aprile 2014 da IsAbeAu13
 

Ombre e Lavanda II

Dopo ore e ore di studio e ricerca infruttuosa sui libri, mi sentivo frustrata ed ancora più esausta di quando arrivai in biblioteca quella mattina. Avevo consultato almeno una decina di volumi senza trovare nulla che fosse utile alla mia causa, mi occorreva trovare qualcosa e presto.

L'idea di creare una pozione o un incantesimo, mi era balenata in mente qualche giorno prima, quando la ferita che Nak'ell si era procurato al ginocchio guarì straordinariamente in fretta, mio figlio pur essendo per metà druido e per metà Nefilim, mostrava poteri druidici molto forti per la sua età. Questo poteva essere un vantaggio contro Rimsys, avrei usato il sangue di Nak'ell e il mio per creare uno scudo contro i poteri di quel druido maledetto, non gli avrei permesso di toccare mio figlio. Dovevo però capire come combinare il sangue, i poteri da druido e i recenti poteri difensivi che avevo acquisito in quanto “quasi maga”, purtroppo la ricerca bibliografica si era rivelata inutile, la biblioteca conteneva volumi di magia anche molto potenti, purtroppo però era completamente priva di testi riguardanti i druidi e la magia druidica e pagana. Mi sarebbero stati utili testi antichi se ce ne fossero stati, che narrassero dei riti del grande Merlino e dei Tre.

Sarei dovuta andare nelle regioni del Sud, forse la mia amica Ylaria e i druidi del mare avrebbero saputo darmi risposte che qui, tra polvere e i pregiudizi, non avrei mai trovato.

Occorreva che mi preparassi a partire quella sera stessa, non volevo perdere altro tempo, Nak'ell non ne sarebbe stato entusiasta, ma in qualche modo lo avrei convinto e, se non ci fossi riuscita, avrei chiesto aiuto a Callisto, è sempre stato un buon amico ed aveva anche un rapporto solido con Nak'ell, che a, quanto pare, vedeva nello stregone la figura paterna che non aveva mai avuto.

Suo padre era morto da poco meno di un mese, ma in realtà né per me, né per Nak'ell era mai stato “presente”, non che ci avesse mai fatto mancare qualcosa a livello materiale, purtroppo, però difettava nell'essere un buon padre ed aveva difficoltà a mostrare sentimenti o affetto, agiva sempre in modo gentile ma distante. Questo suo distacco mi ha sempre ferito molto, ma chi ne ha pagato di più le conseguenze è stato Nak'ell che, in quanto figlio, si è sempre sentito un bambino non voluto, non apprezzato, non amato. Vargas lo amava e molto, ma non ha mai saputo dimostrarglielo.

Cambiare aria gli avrebbe fatto bene, ne ero sicura, lo avrebbe distratto dalla tristezza e dalla solitudine.

Non feci in tempo a raccogliere i miei libri dal tavolo sul quale stavo studiando che, ecco spuntare in biblioteca l'Arcimago, che sia qui per me? Per rimproverarmi? Ad ogni modo presi le mie cose ed in maniera piuttosto frettolosa consegnai i volumi a Lara, la bibliotecaria, e mi diressi velocemente all'uscita, volutamente senza incrociare il suo sguardo, non volevo scorgere di nuovo l'accusa nei suoi occhi o il disprezzo, volevo solo andarmene da quel luogo, e da tutto, il più presto possibile.

“Sempre di corsa oggi? Davvero comincio a convincermi di avere non so quale pestilenza addosso che vi costringe a starmi lontano. Posso parlarvi un attimo, o avete da salvare il mondo. o chissà quale innocente e non potete trattenervi?

Di nuovo l'ironia, che comportamento fastidioso: “Parlate Mio Signore e fate presto, ho da fare i bagagli e non ho tempo da perdere con il vostro sarcasmo”.

Lara, la bibliotecaria, che mi sentì rispondere in tono piccato all'Arcimago mi guardò preoccupata ed intimorita. Nell'Academia nessun allievo, nemmeno i più influenti osano mancare di rispetto ad un maestro di rango più elevato, tanto meno all'Arcimago, nessuno tranne me, non nutro alcun timore del mago, né mi importa granché delle regole e dell'etichetta dell'Academia, sono nata druida, non maga, per di più conosco fin troppo bene chi ho di fronte, perchè egli possa realmente mettermi soggezione.

“Bagagli? Siete in partenza? E per dove, se è lecito saperlo?”

“Non che siano affari vostri, ma dato che me lo chiedete, ve lo dirò, intendo recarmi nelle regioni del Sud, lì ho alcuni amici druidi che sapranno aiutarmi con ciò che ho in mente”.

“Anche qui ci sono molte persone competenti e molte risorse, vi basterebbe chiedere, o siete troppo orgogliosa per chiedere aiuto a dei “semplici” maghi?

“Signore non giudicatemi troppo in fretta, potreste pentirvene. Non ho voluto coinvolgere né voi, né i vostri colleghi, poiché non avete le competenze necessarie sui druidi rinnegati e sulla loro magia, d'altra parte è noto a tutti che, da secoli, i maghi disprezzano la mia gente, poiché ci ritenete esseri inferiori e dall'arte magica troppo rozza, voi sareste l'eccezione forse?”

Stupida donna, mi provoca senza ritegno e persino davanti agli allievi, non ha alcun senso del dovere e del rispetto, dovrei ridurla al silenzio con un incantesimo,no, perché sprecare energie con un'ingrata?: “Ora anche voi esprimete giudizi a sproposito su noi maghi, qui vi abbiamo accolto senza pretendere nulla da voi e, nonostante la vostra “diversità”, siete stata accettata come maga a tutti gli effetti. Per quanto mi riguarda, lo sapete, darei la mia vita per voi, credetemi, sono sincero se vi dico che tra voi e un qualsiasi altro mago, per me non c'è alcuna differenza. E' il talento che conta, non l'origine o la razza”.

Fece un sorriso rassicurante ed io sentii di nuovo il cuore andare in pezzi, ma dovevo mantenere il controllo, non si trattava solo di me ora: “Vi ringrazio per le belle parole, si vede che avete dimestichezza nel sedurre le dame con le parole, vostra moglie non credo ne sarà felice però. Ora perdonatemi, ma si sta facendo tardi e devo ancora recuperare mio figlio dal campo degli arcieri, desideravate chiedermi altro?”.

Che sfrontata, si comporta come se non sapesse che per me lei è un libro aperto, avverto la sua gelosia, sono sicuro di non sbagliarmi: “Non vi ruberò altro tempo, visto che sembra che parlarmi vi dispiaccia, volevo solo chiedervi se sapete come o dove posso trovare Callisto, ho bisogno della sua collaborazione per lo scudo”.

Callisto? Lui che chiede aiuto a Callisto, il suo nemico giurato? Questa si che è da vedere: “Io non saprei dirvi dove sia, non è che lo frequenti ogni giorno, ma dato che anche io devo contattarlo, appena gli avrò parlato, lo farò venire qui da voi così potrà aiutarvi, se lo vorrà. Posso solo sapere in che cosa consiste “lo scudo” di cui tutti parlano? Posso aiutare in qualcosa? In fondo ormai sono quasi una “maga” a tutti gli effetti, a parte che manca il mio esame finale..”

“Vi ringrazio ma il vostro aiuto non è necessario, dobbiamo testare vari incantesimi di attacco per vedere se le difese possono reggere in caso di attacchi multipli e con magie differenti, per questo mi è utile Callisto, è uno stregone e può lanciare incantesimi più velocemente di quanto farebbe un mago, più velocemente persino di me. In questo modo potremmo sapere quando, e se, il nuovo scudo si incrinerà: Ma.. voi non avevate da fare i bagagli? Sbrigatevi allora, non manca molto alla fine del giorno”.

Vuole escludermi, lo stupido! Poco male, se non mi farà assistere alla dimostrazione chiederò a Callisto di riferirmi ogni cosa e se possibile di mettergli i bastoni fra le ruote, sarà molto divertente: “Avete ragione. Devo andare, quando Callisto mi avrà raggiunto lo manderò da voi, ora se volete scusarmi”, mi ero già incamminata nel chiostro quando sentii la sua voce che mi chiamava per avvertirmi di stare attenta, se fossi partita quella notte.

Per un attimo il mio cuore aveva sobbalzato, mi aveva chiamato per nome, oltretutto quella voce, la sua voce mi aveva riportato indietro di alcuni anni, quando Vargas mi chiamava spesso per nome, in quel periodo eravamo ancora amanti felici. Prima che tutto cambiasse.

La guardai allontanarsi, le acque non si erano calmate, al contrario si preannunciava tempesta. Quando partirà, se non la seguirò io stesso, manderò qualcuno fidato che la segua a distanza, così che non se ne accorga, in modo tale che io possa essere informato se succede qualcosa.

Mi aspettava una lunga trattativa con i membri del consiglio accademico per discutere delle minacce esterne e delle potenzialità dello scudo, mi sentivo esausto, come se un macigno gravasse sulle mie spalle, per di più avevo in mente la costante preoccupazione per quella stupida, anche se non dovrei curarmene troppo, il mio dovere é proteggere i membri dell'Academia, non correre dietro ai capricci di una sciocca druida, anche se questa druida rappresenta il motivo per cui affronto tutti questi rischi. Se almeno smettesse di disprezzarmi renderebbe, a se stessa e a me, le cose un po' più facili.

Lo disprezzo, anzi lo detesto, come si permette di dirmi certe cose e fare finta anche di preoccuparsi? L'unica cosa che conta per lui è il prestigio della sua posizione e la stupida Academia. So che è venuto dal futuro per salvarci, ma si è sempre rifiutato di dire da cosa doveva salvarci. Perché dovrei sentirmi grata a qualcuno che mente?

In preda alla collera mi diressi al campo di allenamento per prendere Nak'ell, era ormai quasi l'imbrunire, non avevo molto tempo per organizzare la partenza e parlare con Callisto. Lo avrei contattato tramite l'anello dell'elementalista che mi aveva regalato anni addietro e che portavo sempre con me. Comunicare telepaticamente attraverso l'anello era un metodo un po' faticoso magicamente, ma sicuramente più veloce ed efficace che mandare un messaggero ed attendere la risposta.

Mi infilai l'anello al dito e chiamai mentalmente. Nessuna risposta. Chiamai di nuovo, dopo qualche attimo ebbi una risposta: “Isabeau, che vuoi? Sono occupato ora...” “Callisto? Che strana voce.. non sei solo vero? A quest'ora ancora ti stai sollazzando come con qualche ragazza? Sei sempre il solito...” Avvertii in sottofondo le risate cristalline di una giovane, sicuramente poco vestita (questo lo supponevo, dato che non potevo vedere, ma solo sentire) capii dalla voce impastata che si era appena svegliato dopo una giornata intera di bagordi, come al solito. “Callisto, mi spiace disturbare i tuoi, sicuramente interessanti, affari, ma alza il culo da quel giaciglio e raggiungi l'Academia al più presto, ho bisogno di parlarti!”.

Beh “tesoro” se me lo chiedi così, non posso che obbedire, sai che per te verrei anche se fossi dall'altro capo del mondo, però mi aspetto una ricompensa al mio arrivo, visto che devo lasciare la dolce compagnia e il mio giaciglio caldo, per venire in un posto che, francamente detesto.” “Muoviti altrimenti vedrai che la ricompensa non l'avrai da me , ma dall'Arcimago e la cosa non ti piacerà”.

Che cosa c'entra adesso quello stupido mezz'elfo borioso con il fatto che debba venire lì all'Academia, è capitato qualcosa di grave?”

No, io devo partire oggi stesso e tu devi aiutarmi a convincere Nak'ell a partire con me. Il mago ha bisogno di te per testare il nuovo scudo anti-intrusione dell'Arena, è per una nobile causa, potresti anche lasciar da parte il risentimento che hai verso di lui per una volta..”

Capisco.. se per una buona causa posso anche non ucciderlo, per questa volta, ma lascia che mi capiti sotto le mani in un vicolo buio e vedrai...”

Dai Callisto finiscila e piuttosto sbrigati, Nak'ell ed io ti aspetteremo nel cortile della legnaia”

Come nel cortile? Ed io che già mi aspettavo di entrare nelle tue stanze e di godere di un po' della tua dolce quanto sapiente compagnia..”

Era troppo. Mi sfilai l'anello, la comunicazione fu interrotta prima che Callisto potesse dire altre cose sconvenienti, ne avevo abbastanza di elfi e mezz'elfi e poi ero arrivata al campo degli arcieri. Vidi, tra gli altri Nak'ell, intento a scoccare una freccia con molta concentrazione, lo si distingueva dagli altri bambini non solo fisicamente, era più alto della media ed era l'unico mezz'elfo in mezzo ad umani, ma quello che maggiormente lo differenziava dagli altri era la completa dedizione all'arco e alla tecnica, gli altri giocavano, si schernivano, non prendevano molto la cosa sul serio, lui no, si immergeva in una strana solitudine e scoccava. Adoravo guardarlo, mi ricordava sempre di più suo padre, il carattere schivo, riservato, ma anche onesto determinato e generoso, mi riempiva di orgoglio.

Nel tiro con l'arco, a soli nove anni era già molto bravo, forse anche più di alcuni arcieri adulti. La precisione e la bravura l'aveva presa sicuramente da me (io imparai ad usare l'arco a soli cinque anni), però la tecnica e la concentrazione li ha ereditati da suo padre, Vargas.

Anche il duro allenamento con Callisto, che, da qualche mese gli stava tentando di insegnare a scoccare frecce a cavallo, stava dando i suoi frutti purtroppo, diversamente da me, Nak'ell non è proprio portato per la sella, solo quest'ultima settimana è caduto da cavallo tre volte, meno male che sangue druido gli scorre nelle vene, altrimenti sarebbe un guaio.

Lo salutai con un gesto e, quando mi vide, corse da me abbracciandomi così forte quasi da farmi cadere:

“Madre, madre! Oggi sono riuscito a fare il miglior punteggio, domani il maestro mi ha promesso di farmi tentare con 2 o 3 frecce contemporaneamente!”

“Che bravo! Davvero bravo, ma credo che dovrai rimandare l'allenamento di domani, più tardi dobbiamo partire.”

“Partire? Perchè? Io non voglio partire, sto bene qui! E per andare dove?”

“Nak'ell... devo, dobbiamo partire per trovare qualcosa che ci protegga, così che nessuno possa farti più del male, lo faccio per te tesoro, non posso lasciarti certo qui da solo..”

Nak'ell sciolse l'abbraccio e mi guardò con lo stesso sguardo di sfida di suo padre negli occhi: “Noi siamo al sicuro anche qui nella scuola! Me lo ha detto l'Arcimago, tu vuoi andare via perchè sei arrabbiata con l'Arcimago e vuoi fargliela pagare e perché non ti piacciono i maghi.. Io ho degli amici qui, non voglio lasciarli e non voglio lasciare Barbara e Gaia!”.

Detto questo corse via senza lasciarmi il tempo di spiegare, come supponevo non accetterà la partenza di buon grado. Lo chiamaì più volte, ma non si voltò, raccolsi l'arco che aveva gettato in terra per rabbia, dopo averlo scordato riposi le frecce nel fodero e sospirai. Se solo mio figlio capisse quanto dolore c'è qui e quanto ci farebbe bene andare via per un po'.

Alle mie spalle poco dopo arrivò Callisto, che evidentemente si era teletrasportato direttamente nell'Academia, vista l'urgenza nel mio messaggio:

Mi vide scossa e avvicinandosi mi disse: “Tranquilla ci parlerò io, lascialo sfogare un po' adesso, ha subito troppi cambiamenti in troppo poco tempo, deve accettare da solo i fatti, poi credo abbia paura dell'abbandono, ha paura che TU lo abbandoni..”

“Abbandonarlo? Non lo farei mai e lo sai, lui è la mia vita, ma devo andare. Non resisto più qui, con tutti questi luoghi che mi ricordano del passato e con lui che mi disprezza e mi tratta come una sciocca ragazzina”

“Io lo capisco perfettamente e non sai quanto vorrei spaccare la faccia a quel mezz'uomo idiota, ma Nak'ell è un bambino che ha perso da poco il padre e che, se partirete perderà i suoi amici e le sue certezze. Lascia che ci parli io, forse so come convincerlo, é un ragazzino intelligente, nonostante il padre che si ritrova, ti vuole bene, questo basterà”.

“Grazie sei un amico..”

“..E la mia ricompensa?” Si avvicinò al mio viso.

“Idiota!..” e gli mollai un ceffone proprio mentre cercava di baciarmi, il solito cascamorto, che se ne approfitta! E' vero che siamo stati amanti un tempo molto addietro, ma in questo momento avevo bisogno di un amico non di un amante. Stupido! Rovina sempre dei momenti belli, con comportamenti assurdi!

Proprio mentre stavo per andare a cercare l'Arcimago per avvisarlo dell'arrivo di Callisto, eccolo spuntare da non so dove, un po' stizzito per la verità, forse aveva notato il maldestro approccio dello stregone:

“Ah ecco lo stregone scansafatiche, ti è andata male stavolta o sbaglio? Fossi in te starei attento alla druida – morde - ”.

“Vargas.. non sfidarmi, potrei perdere la pazienza e farti passare la voglia di fare l'ironico, se non lo faccio, è solo perché Isabeau è presente, altrimenti vedresti di cosa è capace uno stregone infuriato..”

“Tremo dalla paura, davvero, sono pietrificato dal terrore -rise in tono di scherno- andiamo ora, non abbiamo tempo da perdere in battibecchi da ragazzini e poi con me non hai possibilità..” Stavo mentendo ma quell'elfo mi mandava sempre in collera.

“Mi stai sfidando apertamente mago?” l'atteggiamento di Callisto era volutamente ostile, dovevo fermarli prima che esagerassero, come al solito, per causa mia c'è sempre stata tra loro una certa tensione, non era il caso di esasperarla ulteriormente: “ragazzi..su... siete adulti e ci sono ben altre priorità a cui pensare ora, non è poi così importante dimostrarmi chi di voi sia il più forte, lo siete entrambi per me”.

Tutti e due, non aspettandosi la mia risposta, mi volsero una sguardo a metà tra lo sbigottito e l'incredulo, poi decisero, di comune accordo, di avviarsi all'Arena senza ulteriori parole.

Decisi di andare con loro ,innanzitutto perché volevo cercare Nak'ell, poi perché ero morbosamente curiosa riguardo questo nuovo scudo e desideravo vedere all'opera sia Vargas che Callisto.

La strada per giungere all'Arena costeggiava un fiumiciattolo, il Kalii, in riva al quale crescevano rigogliosi cespugli di lavanda, mi fermai per assaporarne l'odore. Il profumo di lavanda mi riportò all'infanzia, mi venne in mente la mia terra natia, quegli sterminati campi di lavanda tra i quali, in estate, io e mia cugina bambine, correvano a perdifiato fino al tramonto.

Mi accorsi che il sole stava per tramontare e spuntavano le prime ombre delle case attorno a noi, mi strinsi nel mantello osservando il disco dorato del sole sparire dietro la collina, quando mi voltai per proseguire mi accorsi che anche Vargas stava osservando, non il tramonto, bensì me, con imbarazzo distogliemmo lo sguardo entrambi, continuando a camminare come se nulla fosse.

Nel silenzio riuscivo a sentire il battito del mio cuore accelerare ed il profumo di lavanda accompagnò il cammino, chissà perché mi fissava? Aveva percepito il mio imbarazzo? Sperai di no, ma ero consapevole che le mie difese stavano cedendo alla sua vicinanza, inoltre era stata una giornata difficile e lunga per tutti; ora volevo solo godere del bellissimo spettacolo di quel tramonto e non pensare a nient'altro, almeno sino al momento della partenza.

© IsA

 
 
 

Ombre e Lavanda Cap. I

Post n°1164 pubblicato il 16 Aprile 2014 da IsAbeAu13
 

Ombre e lavanda

Era trascorso già quasi un mese da quello scontro maledetto, che cambiò di nuovo le nostre vite, come se vivere da emarginati e con ex druidi alle calcagna non fosse già abbastanza, quella mattina come molte altre prima mi risvegliai da un terribile incubo ricorrente, nel quale sia Vargas che Nak'ell perdevano la vita per mano di Rimsys, un ex druido assetato di potere e di vendetta. L'incubo purtroppo era parte della mia realtà, eccomi nella stanza, di nuovo sola con il dolore della perdita, ma con l'unico conforto che perdere Vargas in quello scontro contro Rmsys mi aveva restituito Nak'ell sano e salvo ed è questo per ora l'importante. Nonostante fosse da poco passata l'alba e l'aria fosse ancora un po' fresca, decisi di recarmi all'Academia, lì avrei potuto riflettere e forse trovare un po' di pace. Questo era quello che desideravo, almeno fino a che non lo vidi, passeggiava nel cortile maggiore assorto in chissà quali pensieri, evidentemente come me, non doveva aver riposato granchè quella notte.  Decisi che era meglio non farmi notare, non che fossi in collera con lui, o volessi evitarlo di proposito, ma il fatto di avermi taciuto il patto e la decisione del sacrificio di Vargas, faceva sì che in qualche modo lo detestassi, mi sentivo tradita da una delle persone verso cui nutrivo la maggiore fiducia.
Presi la strada laterale quella che conduceva alle stanze della biblioteca senza passare per il cortile maggiore, sperando di non esser vista né sentita.

“Dove andate così di corsa? Mi state forse evitando? Credete che non percepisca la vostra presenza, ancor prima di vedervi”

Era inutile tergiversare, mi aveva sentito, probabilmente aveva anche captato i miei pensieri cupi: “Mi dispiace Mio signore, non vi avevo notato, non intendevo mancarvi di rispetto, ma ho avuto una nottata difficile e gradivo stare un po' nella biblioteca per trovare quella tranquillità che, ultimamente, solo i vecchi tomi e libri sanno darmi.”

“Ancora incubi? Rimsys vi perseguita anche nei sogni? Sapete che qui nell'Academia siete al sicuro , farò tutto quello che posso perchè quell'essere smetta di essere una minaccia, ma vi prego chiamatemi con il mio nome, ci conosciamo da troppo tempo, perchè ancora dobbiate mantenere inutili formalità”.

“Avete ragione, Mio Signore, ma chiamarvi con il vostro nome sarebbe troppo doloroso per me, mi ricordereste Vargas e correrei il rischio di illudermi che lui sia ancora qui e, poi, non vi ho ancora perdonato”.

“Perdonato? E per cosa dovrei essere perdonato? Vi ho salvato la vita mi pare e non è la prima volta che accade, siete un'ingrata”.

Era troppo, dopo tutto quello che avevo passato osava anche provocarmi, ma non avrei ceduto alle provocazioni di uno stupido mago:

“Non vi perdono di avermi tenuto nascosto il piano, vostro e di Vargas, per liberare l'anima del Litch nel suo, per usare i poteri di Nefilim uniti alle conoscenze del Litch contro Rimsys, non mi avete detto che questo scambio significava la morte di Vargas, poiché la sua anima non avrebbe più avuto un corpo a cui tornare, essendo il suo, ora occupato dell'anima del Litch”.

“SE ve lo avessi detto non avreste forse tentato di fermarci? Con il risultato che vostro figlio sarebbe morto e forse anche noi tutti! Rimsys ha un esercito, noi siamo pochi. Vargas lo sapeva, come lo sapevo anche io, abbiamo evitato una catastrofe”.

“Avete ragione, non vi avrei permesso di farlo, ma mi sembra che voi non capiate quanto è stato difficile per me, non avrei mai voluto scegliere tra l'uomo che amavo e mio figlio. Ora scusatemi ma è meglio che vada prima che arrivino gli studenti della prima classe e riempiano di chiasso tutta la biblioteca”. Senza lasciare il tempo di replicare passai oltre e mi diressi verso la biblioteca. Volevo andarmene, allontanarmi in fretta da lui, desideravo fuggire da quel suo sguardo di rimprovero che tanto mi ricordava Vargas, fuggire dalla verità e da tutto il dolore che rischiava di erompere di nuovo e che mi avrebbe annientato. Raggiunta la biblioteca mi accasciai sulla prima panca disponibile, ero esausta; mentalmente e fisicamente sfinita, tenergli nascosti i miei pensieri ed i miei sentimenti era snervante, sapevo che, in quanto Arcimago, era perfettamente in grado di leggere ciò che c'era dentro di me, ma non volevo che lo facesse ora e non con l'arroganza di chi si crede nel giusto e dall'alto dispensa consigli. No. Non l'avrei perdonato tanto presto.


Mi ci volle un po' per riprendermi dallo smacco di essere stato assalito verbalmente per poi essere lasciato a metà di una discussione, senza poter replicare, non comprendevo perchè quella sciocca donna fosse così ostinata nel portarmi rancore, in fondo tutto quello che ho fatto finora, ma anche quel giorno contro Rimsys, ha salvato la sua vita e quella del ragazzo, sono giunto qui dal mio futuro per evitare a tutti i costi che le accada qualcosa, ho assunto anche il ruolo di Arcimago per l'Academia, così da poterla proteggere meglio, ma questo lei non sembra capirlo. Sento il suo dolore, lo avverto in ogni momento, mi lascia senza respiro, eppure lei mi disprezza, mi ritiene responsabile della sua perdita, come se avessi mai avuto un'altra scelta. Mentre riflettevo sentii suonare la mezza e dato che dovevo tenere la lezione con gli allievi di prima classe, sarebbe stato meglio accelerare il passo, avrei testato il nuovo scudo magico nel pomeriggio. 
La mattinata trascorse abbastanza tranquilla, senza incidenti rilevanti, solo un piccolo incendio provocato dal globo di luce di Skarii, che evidentemente non era ancora abbastanza preparato da riuscire a delimitarlo, d'altra parte era alle prime armi, avrebbe avuto tutto il tempo di perfezionarne il controllo. Quando anche l'ultimo alunno fu uscito dall'aula, mi misi a riordinare e mi venne in mente che dell'essere un'insegnante mi gratificava proprio la diversità di approccio dei ragazzi più giovani rispetto a quelli prossimi al diploma: i più giovani si avvicinavano alla materia con curiosità, circospezione ed anche un po' di timore, ma sempre nel rispetto delle regole, i ragazzi diplomandi, invece, agivano con arroganza, come si credessero già Grandi Maghi, fatti e finiti, dando luogo a comportamenti incoscienti nonché pericolosi per sé stessi e per gli altri, per questo motivo dovevo al più presto testare la resistenza dell'Arena e dello scudo. Prima, però, avrei dovuto chiamare a raccolta, nonché convincere gli altri membri del consiglio, nonché avvertire anche Callisto, mi serviva uno stregone come lui per testare alcuni incantesimi di attacco e di difesa, ma l'idea di farmi aiutare da quell'elfo becero e scansafatiche non mi entusiasmava proprio. Decisi di passare prima dalla biblioteca, per vedere se le acque si fossero un po' calmate, oppure se sarebbe stato meglio avvicinarsi con cautela a quella testarda di una druida, magari con uno scudo difensivo ben piazzato, giusto per precauzione.

© IsA.

 
 
 

Buon inizio di primavera!!!

Post n°1163 pubblicato il 20 Marzo 2014 da IsAbeAu13
 

Ciao a tutti!

Buon inizio di primavera...
io torno qui dopo quasi un mese a scrivere un po', di novità eclatanti non ce ne sono, ma posso dire che ho fatto 2 cose: ieri ho mandato un messaggio a mio padre, per la festa del papà ed erano due anni circa che non lo sentivo, quindi ho fatto un piccolo passo, poi sempre ieri, ho mandato anche una mail al falco, è da dicembre che non ci sentiamo e volevo sentrlo, anche se lui non mi chiama nè mi scrive se non sono io la prima a farlo... Ha risposto ed è stato molto gentile e carino, anche se ha eluso la mia domanda sul quando vedersi... Su questa cosa dobbiamo chiarirci, ha detto che gli fa piacere sentirmi e vedermi, ma non ha detto quando, dovrò trovare un giorno e un modo che vada bene aD entrambi... in fondo è da più di unanno che non ci vediamo ed il rapporto epistolare/telefonico mi sta stretto...

Per il resto continuo la mia vita di sempre, casa, studio, casa, etienne, gatte... 
Sono un po' abbattuta sempre per la tesi che non procede, ma conto di sbloccarmi a breve, devo farcela...

Sono un po' triste perchè mi manca il falco, mi mancano i miei amici ed in questo periodo non ricevo molto sostegno da nessuno, anzi spesso solo preoccupazioni....

Vi lascio qualche foto come sempre!
a presto IsA

P.s. sto sperimentando il pane fatto in casa  :)

Carnevale

quattrella 

Il pane fatto in casa...

 
 
 

5 anni e un giorno....

Post n°1162 pubblicato il 21 Febbraio 2014 da IsAbeAu13
 

20/02/2009- 21/02/2014...
ebbene si sono passati 5 anni e un giorno dalla mia laurea triennale.... è un sacco di tempo lo so, a volte mi chiedo chi si sia mangiato questi 5 anni. La verità la so benissimo, sono stata io a usarli o, per meglio dire, sprecarli dietro ai miei fantasmi alle mie paure e soprattutto dietro al falco bianco... Non so chi di voi si ricorda di chi sia costui, beh vi basti sapere che non è il mio fidanzato etienne, ma allo stesso tempo è stata per me una persona altrettanto importante.... Ho sofferto molto e soffro tutt'ora per come è andato a finire il nostro rapporto, tutto ciò ovviamente è legato all'università, alla mia prima laurea ed ora, anche alla seconda.

Con la tesi sono ferma...ogni tanto proseguo ogni tanto no. Comincio a essere un po' affaticata mentalmente, mi sento sempre non all'altezza e ho l'autostima sotto i piedi...

Vi lascio la foto della mia laurea triennale, quel giorno di 5 anni fa' stavo bene anche se non troppo poichè il falco alla mia laurea non c'era... e non c'è nemmeno ora nella mia vita... Ma tant'è me ne farò una ragione prima o poi...

una buona serata ed un buon week end a tutti voi!

IsA

 
 
 

2014 anno nuovo... vita vecchia...

Post n°1161 pubblicato il 29 Gennaio 2014 da IsAbeAu13
 

il 2014 è iniziato da quasi un mese ed io ancora penso che siamo nel 2013...negli ultimi 2 mesi non sono capitate molte cose, sono ancora un po' arenata con la tesi, faccio fatica soprattutto per l'ansia da prestazione, la paura di scrivere cose sbagliate mi ha portato a non scrivere niente...

Nel frattempo sto anche combattendo coi i miei fantasmi che si manifestano a volte come Ansia, a volte come incubi, altre volte ancora come panico... Piano piano cerco di affrontare tutto, ma non è facile, sono spesso sola in casa, dato che Etienne lavora tante ore ed io non molti amici che siano della mia città, i pochi che ho sono di varie città tutte lontane da Varese...

Non è facile quindi ritrovare qualcuno anche solo per qualche chiacchiera o per un caffè.Oltre a tutto questo c'è anche il bruttissimo vortice di facebook, che all'inizio sembra dorato e scintillante, poi dopo qualche tempo, svela il lato oscuro..la solitudine, la competizione, l'indifferenza che si cela dietro alle persone e ai profili di facebook....io ci passo molto tempo, illudendomi che mi faccia stare meglio, in realtà mi anestetizza e non mi fa rendere conto che scrivere su un pc non vuol dire avere delle relazioni sociali..

Credo che come me ci siano anche altre persone in questa situazione di solitudine mascherata, è difficile ammetterlo, più difficile ancora è spegnere il pc ed uscire di casa, così anche solo per una passeggiata...Mentre vi scrivo ha anche cominciato a nevicare, come nel post di 2 mesi e mezzo fa... spero che la nevi porti via un po' di questa tristezza che mi attanaglia da mesi...Ora l'editor non va', ma appena possibile caricherò alcune foto...

il Capodanno con Etienne e 2 amici...

L'arcobaleno visto dal mio balcone...

la mia Quattro <3

le mie letture Nietzschiane per la tesi....

A presTo

IsA

 
 
 

freddo quasi neve e video....

Post n°1160 pubblicato il 15 Novembre 2013 da IsAbeAu13
 

Oggi è una giornata freddissima.... The winter is coming...per citare una famosa serie molto in voga in questo momento....io oggi tra insonnia,incubi e freddo non ho combinato molto per quanto riguarda lo studio e la tesi, però mi sono rilassata a creare un video per etienne con windows movie maker, diciamo un biglietto d'amore per festeggiare i nostri 12 anni insieme... Ve lo posto qui, buona visione!

http://www.youtube.com/watch?v=aWl0n_fjmZU

 
 
 

riemergere

Post n°1159 pubblicato il 08 Novembre 2013 da IsAbeAu13
 

Eccomi, a volte ritorno....

Ho abbandonato il blog, un po' per quel stramaledetto faceboo, che ormai usano tutti, un po' perchè mi sento sconfortata e non ho molto da dire...
è un periodo un po' così, tra ansia, tesi e distacchi emotivi....
In questi giorni sto scrivendo la tesi, finalmente, se tutto va bene, dovrei riuscire a laurearmi ad aprile 2014... Meglio tardi che mai....

Intanto Quest'anno è passato, senza grosse novità di rilievo a parte le mostre sul film lady hawke fatte ad aprile e l'inizio del lavoro di tesi...

Con il falco, ormai ho particamente chiuso i rapporti, non perchè lo voglia io, ma ho l'impressione che a lui non importi più molto, quindi che sensoha restare amici se non c'è reciprocità???.....

Il 13 di ottobre ho festeggiato i miei primi 30 anni, non vi nascondo che il bilancio che ho fatto è disastroso.... Credevo che a 30 anni sarei stata tutt'altra persona e con tutt'altre cose, ma tant'è così non è stato....

spero di poter far meglio in futuro....

Vi lascio alcune foto random dell'ultimo periodo... Sempre se c'è qualcuno che ancora mi legge....

Firenze luglio 2013

Rievocazione settembre 2013 pavia

mare agoto 2013

Compleanno dei 30!!!!

Anniversario mio e di Etienne....

Per il momento è tutto, ma ho deciso che tornerò sul blog, perchè ho bisogno di scrivere lonatno da facebook e in uno spazio un po' più mio....

A presto!

IsAbeAu

 
 
 

Mostra Ladyhawke riassunto fotografico

Eccoci qui,

La mostra è finita ieri, dopo 2 giorni intensissimi, suiamo stanchi, ma felice e credo, la mostra sia andata bene, abbiamo trovato persone e contatti interessanti....

Vi posto qui alcune foto come promesso...

E si replica il 25 aprile 2013 a Soncino Fantasy....
http://www.soncinofantasy.it/index-1.html

Vi aspetto!!!!
IsAbeAu13

 
 
 

Agitazione pre mostra Ladyhawke...

Post n°1157 pubblicato il 29 Marzo 2013 da IsAbeAu13
 

ahhhhhhhhhhhhhhhmancano solo 2 giorni... sono agitata nervosa, super presa... Sicuramente dimenticherò qualcosa a casa...

Comunque Etienne ed io abbaimo fatto un lavorone... alla fine ci vengono fuori quasi 16 metri lineari di materiale più le bacheche per gli oggetti piccoli, quasi una mostra in grande stile....Dicono che a Belgioioso Fantasy verranno 20000 persone.

Da un lato spero di sì, dall'altro sono un po' terrorizzata dalla mole di gente che visitarà la festa e la mostra....

Ho idea che sarà molto impegnativo, speriamo di far felice le persone!!!Vi lascio che devo andare a ritagliare 300 cartoncini per la mostra...

A presto!E venite a trovarci a Belgioioso se potete!

IsA

 
 
 

meno 6 giorni a Belgioioso fantasy 2013...

Mancano 6 giorni alla rievocazione/festa di belgioioso fantasy 2013 a cui partecipiamo da un po' di anni.
Quest'anno ci saremo naturalmente, ma non in veste di rievocatori, bensì di espositori, cioè esporremo le foto ed il materiale del film ladyhawke, come avevamo già fatto in precedenza a Soncino nel 2012...
Eccovi alcune foto dei preparativi e la locandina informativa creata da me, che distribuiremo e mostreremo nelle sale del castello di belgioiso...

e ovviamente la locandina...

Se venite vi aspetto!

IsAbeAu13

 

 
 
 

Buon 2013 !!!

Post n°1155 pubblicato il 14 Gennaio 2013 da IsAbeAu13
 

Eccomi qui, anno nuovo, post nuovo...

Vi aggiorno...

A dicembre ho passato finalmente l'esame di medievale con un bel 28 e ne sono soddisfatta, ora sono alle prese con storia contemporanea.. uff...

La mia Quattro cresce e combina disastri, però è meravigliosa...
la mia convivenza prosegue con alti e bassi e quest'anno ho organizzato il primo capodanno a casa mia con amici... è stato stressante ma bello, vi lascio alcune foto della serata, dei preparativi culinari e della gita al lago di Varese...

Buon anno a tutti e spero che sia migliore dell'odioso 2012...
ISA

p.s. Ieri hanno trasmesso in TV Ladyhawke!!! <3 Che bello!

 

 
 
 

esami lezioni annacquate...

Post n°1154 pubblicato il 28 Novembre 2012 da IsAbeAu13
 

Oggi piove e piove, ma non si demorde... Le ultime lezioni di storia medievale e il relativo esame sono alle porte, io non sto studiando un granchè, ma devo gestire anche tutto il resto e sono un po' travolta da tutto...

L'esame di storai tra l'altro si svolgerà l'11 dicembre, che è il compleanno del falco, giorno emotivamente denso per me... Spero mi rimandi al 12 così sarà più facile...

L'ho visto 2 settimane fa' e non ho ancora avuto la forza di richiamare, ma voglio trovarla, perchè voglio sistemare queta situazione...

Vi lascio con le foto di "Quattro" la mia nuova gattina di casa, direttamente adottata da Viterbo...

miaooooooooooooo

A presto,

Quattro, Isy

ed IsAbeau

 
 
 

incontri inaspettati....

Post n°1153 pubblicato il 15 Novembre 2012 da IsAbeAu13
 

Hai fatto l'errore di salutarmi con quel tuo sorriso ed un insolito entusiasmo...ed ora sono sottosopra...Proprio quando avevo quasi deciso di ignorarti....
Oggi ho incontrato il falco in università.... Non lo vedevo da più di 6 mesi, e avevo quasi deciso di non pensarci più dopo l'ennesima volta che non si faceva sentire, ma oggi me lo sono trovato ad un passo che mi salutava tutto sorridente e il mio cuore ha ceduto e sto ancora cercando di calmare la mente...
Evidentemente non sono ancora pronta a lasciare andare lui e tutto quello che significa per me...
Emotivamente sono devastata, un po' felice e un po' arrabbiata, ora non so che fare, vorrei sentirlo, ma sono un po' confusa...
Vedrò....
A presto
IsA

 
 
 

mostra film ladyhawke-Soncino-2012

Post n°1152 pubblicato il 16 Ottobre 2012 da IsAbeAu13
 

Non so se ve lo avevo già accennato, ma Etienne ed io una decina di giorni fa', abbiamo organizzato ed allestito una mostra a Soncino inerente al mio tanto amato film Ladyhawke, che tra le altre cose, è stato girato anche e proprio a Soncino.

Eccovi le foto della mostra e di noi...
E' stata una bella esperienza, anche se avrei da dissentire su  rimborso cibo(inesistente) e alloggio (Ostello con le cimici e in una camerata con perfetti sconosciuti...)

 

Forse rifaremo la mostra a Soncino l'anno prossimo... Ma ancora non si sa...
A prestissimo!

IsA

 

 
 
 

Ancora rievocazioni...Oltre confine...

Post n°1151 pubblicato il 16 Settembre 2012 da IsAbeAu13
 

Un'altra rievocazione settimana scorsa, molto bella e soprattutto oltre confine italico..
Siamo stai a Lugano in Svizzera, da me non dista che 30 km ma è pur sempre all'estero...
Bella manifestazione, tanta gente, tutti molto gentili e disponibili...

Eccovi alcuni scatti:

Adesso un po' di riposo per pensare agli esami, poi ad ottobre si vedrà.

A presto IsA

 
 
 

Rievocazioni, pioggia ed esami...

Eccomi qui,

per iniziare rispondo a
 
Gog.di.Magog mettendo le foto della rievocazione di Finale Ligure "viaggiando nel Medioevo", è stata un'esperienza bella, ma per molti versi stancante...
Eccovi le foto:
e questo è un video dello spettacolo serale di attacco al borgo ( vi lascio il link perchè non riesco ad inserirlo:
per il resto trovate tutto qui
Novità per ora non molte, ho ricominciato a studiare e forse ad ottobre ETIENNE ED Io saremo a Soncino per una mostra sul film Ladyhawke, ma è ancora tutto in forse... vi terrò aggiornati
A presto
IsA

 
 
 

Viaggio nel Medioevo 2012 FINALBORGO

Post n°1149 pubblicato il 21 Agosto 2012 da IsAbeAu13
 

Viaggio nel Medioevo 2012: il programmaSavona / Finalborgo

Dame e cavalieri e mangiafuoco per le vie di Finalborgo. E poi cene medievali, spettacoli di giocoleria, tornei a cavallo. Da giovedì 23 a domenica 26 agosto si torna indietro nel tempo

Viaggio nel Medioevo 2012: il programma
Finale Ligure (Savona)
Lunedi 20 agosto 2012 ore 12:06

Un vero e proprio Viaggio nel Medioevo si svolge da giovedì 23 a domenica 26 agosto a Finalborgo, località del savonese fra le più ricche di edifici di interesse storico, entrata nel 2004 a far parte del Club dei Borghi più belli d'Italia.

Cavalieri, mercenari, giullari, arcieri, mangiafuoco, saltimbanchi e musici arrivano da molte parti d’Europa, per rendere onore alla terra del Marchese Giovanni del Carretto, che in una sola notte riconquistò il Borgo e pose fine alla guerra contro la potente Repubblica di Genova, come narra il cronista storico Gian Mario Filelfo nel tomo Bellum Finariensi (la Guerra del Finale), fonte principale da cui l’Associazione Centro Storico del Finale trae gli spunti per rievocare le vicende finalesi.

Viaggio nel Medioevo - Viagem Medieval prevede la ricostruzione di botteghe e locande popolate di avventori in costume, con strade e piazze animate da dame e cavalieri, concerti di musica celtica-medievale, spettacoli di giullari, giocolieri, mangiafuoco, esibizioni di rapaci, tornei a cavallo, giochi, torture e storia dal vivo in modo da riprodurre il XV secolo, epoca nel quale il marchesato del Finale, governato dai Del Carretto, visse il suo periodo di maggior fulgore.
I commercianti e gli artigiani del paese hanno colto lo spirito della festa medievale e così nei quattro giorni rifioriscono antiche botteghe e accettano il Finarino, la moneta del Marchesato del Finale.

Colori e profumi antichi si mescolano nella via del Mercato; mentre sulla via delle Taverne i ristoratori si trasformano in antichi osti, per rifocillare i viandanti con ricette nobili e piatti popolari. Nella piazza del Tribunale, rinominata per l’occasione Piazza dei portoghesi, ogni curioso turista può stare al fianco del Capitano di Ventura galiziano, o del rozzo mercenario giunto dal nord, o divertirsi con folli e saltimbanchi. Nella cornice dei Chiostri di Santa Caterina, invece, si può trovare la Locanda dei Cavalieri per l’immancabile cena medievale, servita dai Paggi del Marchese. Il tutto sovrastato dal monumento simbolo della cittadina: il Castel Gavone con la Torre dei Diamanti.

Intanto, i cavalieri si cimentano in giostre di spada e tornei a cavallo per contendersi il pegno di una dama. Nella piazza di Santa Caterina, ininterrotti spettacoli di giocoleria con acrobati e giullari. Mentre streghe, lebbrosi, mendicanti, indemoniati e prelati sono interpretati dai figuranti-attori della sezione di Laboratorio Teatrale del Centro Storico del Finale che interagiscono con artisti giunti da tutta Europa. Cosi prende vita un mix di linguaggi tra lo spagnolo, il catalano, il portoghese, il francese e l'italiano che, abbattendo ogni barriera linguistica, ricrea una moderna lingua d'Oc.

IL PROGRAMMA
  • Giovedì 23 agosto
    ore 19.00: apertura Locanda dei Cavalieri - Cene Medievali
    ore 20.30: corteggio di apertura
    dalle 21.00: concerto di apertura con la Compagnia La Giostra; spettacoli di artisti vari in piazza Santa Caterina (posti a sedere con tribune); per il borgo giostre di cavalieri, torture medievali, macchine da guerra, falconieri, musici, folli; spettacoli itineranti e animazione medievale curata da Viv'arte Companhia de Teatro e Centro Storico del Finale
  • Venerdì 24 agosto
    ore 19.00: apertura Locanda dei Cavalieri - Cene Medievali
    ore 20.30: corteggio di apertura
    dalle 21.00: spettacoli di artisti vari in piazza Santa Caterina (posti a sedere con tribune); per il borgo animazione medievale curata da Viv'arte Companhia de Teatro e Centro Storico del Finale, falconieri, torture medievali, giostre di cavalieri, macchine da guerra, musici e spettacoli itineranti
  • Sabato 25 agosto
    ore 19.00: apertura Locanda dei Cavalieri - Cene Medievali
    ore 20.30: corteggio di apertura
    dalle 21.00: spettacoli di artisti vari in piazza Santa Caterina (posti a sedere con tribune); per il borgo, gli antichi mestieri di Oglianico, torture medievali, giostre di cavalieri, macchine da guerra, falconieri e musici; spettacoli itineranti e animazione medievale curata da Viv'arte Companhia de Teatro e Centro Storico del Finale
  • Domenica 26 agosto
    ore 19.00: apertura Locanda dei Cavalieri - Cene Medievali
    ore 20.30: corteggio di apertura
    dalle 21.00: spettacoli di artisti vari in piazza Santa Caterina (posti a sedere con tribune); nel borgo, musici, macchine da guerra, torture medievali, falconieri, giostre di cavalieri, spettacoli itineranti e animazione
    ore 23.00: La Guerra del Finale curata da Viv'arte Companhia de Teatro e Centro Storico del Finale

 

sabato e domenica Etienne ed io saremo qui a Finalborgo, spero che il caldo molli un po' la presa, io non sono molto in forma per fare una rievocazione ma ci vado lo stesso, non si sa mai che potrebbe poi essere piacevole..

 
 
 

questione di maschere...

Post n°1148 pubblicato il 10 Agosto 2012 da IsAbeAu13

Credo che arrivi un punto per tutti, quel punto di non ritorno, quando capisci benissimo che è inutile fingere con gli altri e ancor di più con te stessa.
La maschera cade e le forze si dissipano veloci come un lampo di temporale..
La verità è che non ce la faccio più, è da tanto che non sto bene, ma ho sempre continuato a provarci a fingere che i problemi non fossero poi così grossi e che la sofferenza fosse sopportabile...
SEnto che le energie mi abbamdonano, mi abbandona la fiducia in una soluzione positiva, mi abbandona soprattutto la voglia di lottare..
Non ho più voglia di lottare per farmi accettare da mia madre, non ho più voglia di lottare contro l'assenza di mio padre, non ho più voglia di lottare contro l'ipocrisia della mia stupida famiglia che da anni fa' finta sia tutto a posto, mentre invece sa che mi ha pugnalato alle spalle.
Non ho più voglia di lottare per un uomo che non avrò mai, per una laurea che non serve a nulla, almeno non serve a me, visto che mi è venuto a mancare lo scopo di tutto quello che ho fatto...
Sono disillusa e triste, mi alzo e vivo la giornata chiedendomi se veramente è tutto qui? E la domanda si fa sempre più pressante: "é questa la vita che volevo?"
Ovviamente NO, ma non so dove ho sbagliato, mi sento come se avessi seguito un percorso che volevano altri per me, ma questa persona non sono io.
Vorrei solo mollare ma so che la mia coscienza non me lo lascerà fare, però mi manca la volontà.
Ed è tutto più difficile e mi sento incapace.

 
 
 

caldo vacanze riflessioni...

Post n°1147 pubblicato il 27 Luglio 2012 da IsAbeAu13
 

Eccomi qui,

 sono un paio di mesi che non scrivo sul blog, complice l'estate, gli esami di storia il caldo, le vacanze e le riflessioni sul futuro incerto...
A luglio ho cercato di dare senza successo storia medievale (per la prima volta da quando sono iscritta all'università mi sono ritirara dall'esame).. LO scritto non è andato bene.. Ci riproverò a ottobre, prima devo dare Storia Contemporanea, altro mattone insopportabile... Come avrete capito non mi piace molto studiare la storia... NOn so neanch'io perchè...

Qui di seguito vi posto alcune foto delle mie ultime vacanze a Savona, sono tonata da una settimana e già non sopporto più di stare in città...

A presto!

IsA

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: IsAbeAu13
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 30
Prov: VA
 

MY BLOG LINK

isabeau

VOTA IL MIO BLOG!!!
Clikka Qui Sotto..

Votaci su Net-Parade.it

Add to Technorati Favorites

 ladyhawke
Ladyhawke

Votaci su Net-Parade.it

Riconoscimenti

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

AREA PERSONALE

 

YOUTUBE I MIEI VIDEO

Get the YouTube- isabeauladyhawke's Channel widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 
 

LINK DI ASSOCIAZIONI E RIEVOCAZIONI MEDIEVALI

Il Mio Gruppo di
Rievocazione Storica

Compagnia Dell'Unicorno

 

PREMI E RICONOSCIMENTI

IsABeAu13
premiata come

BLOG VITAMINICO A.C.E.

Assegnato da ASTROFILOSOFO

IsABeAu13
premiata come

Blog Brillante Webmws

Assegnato da  Braveheart_bg 

IsABeAu13
premiata con il
PREMIO DOLCEZZA

Un bravo scrittore e mio assiduo lettore e
sostenitore ASTROFILOSOFO 
mi ha insignito di un premio davvero singolare,
con la motivazione seguente: Lady Hawke,
dolce Isabeau vola sempre più in alto,
oltre tutte le maree nere del mondo.

 

WIDGETBOX

 

LADY HAWKE

 

IMMAGINI DI UNA LADY

preraffaelliti

 

 

BROKEN WINGS...

immagine 

 

 

IMMAGINI, ICONE,FILM....

immagine 

"Un tempo di credeva che lo zucchero si estraesse solo dalla canna da zucchero, ora se ne estrae quasi da ogni cosa; lo stesso per la poesia, estraiamola da dove vogliamo, perché è dappertutto." Gustave Flaubert (1821-1880), scrittore francese

 

Pubblicizza gratuitamente il tuo Sito o Blog su Free Directory! Clicca qui

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom