Creato da nomadi50 il 30/12/2010

Sempre Nomadi

Nomadi & musica anni 60/70

 

ZERBO (PV) UNA WOODSTOCK TUTTA ITALIANA

Post n°444 pubblicato il 17 Giugno 2017 da nomadi50

Il 16,17,18 giugno 1972 si tenne il Festival Pop di Re Nudo a Zerbo, paesotto sulle rive del Po in provincia di Pavia a pochi kilometri da Castelsangiovanni (Piacenza)
Suonarono decine di gruppi, dalle 17 di sabato alle 4 di mattina di domenica 18 di domenica alle 4 di lunedì e arrivarono 30.000 ragazzi da tutta Italia, invadendo le rive del fiume (dove si poteva fare ancora il bagno), campeggiando in tranquillità e convivendo pacificamente con i residenti.

Suonarono tra gli altri Amon Duul, Banco, Capsicum Red, Era di Acquario Garybaldi, Francesco Guccini, Jumbo, Giovanna Marini, Paolo Pietrangeli, Claudio Rocchi, Stormy Six, Nuova Idea , Opium , Come le foglie, Top 4 , Comma 22, Analogy e i giovanissimi Il Pacco (con Eugenio Finardi, Alberto Camerini e Walter Calloni).

 

 

 

 

 
 
 

LA SCUOLA GENOVESE DELLA CANZONE D'AUTORE

Post n°443 pubblicato il 30 Aprile 2017 da nomadi50

 

 

Una generazione di giovani dall'indubbio talento artistico, sul finire degli anni '50, sembrava ormai pronta per fare il grande salto e rivoluzionare il mondo della musica italiana. Sono un gruppo di amici, che scrivono canzoni, poesie, armonie e che si chiamano Gian Franco e Gian Piero Reverberi, Giorgio Calabrese, Luigi Tenco, Bruno Lauzi, Gino Paoli, Umberto Bindi, Fabrizio De André.

Compongono testi geniali, innovativi sostituendo le normali parole e le melodie all'italiana con parole diverse, più vere.Usano linguaggio diverso, realista, affrontando una varietà di temi che andava dal sentimento, alle esperienze esistenziali, sino alla politica, all'ideologia, alla guerra e ai temi dell'emarginazione, con forti accenni individualisti e spesso ricollegandosi ai toni dell'esistenzialismo francese .

Respirano la stessa arte, ma ognuno è un mondo a sé, unico e inimitabile.

Soltanto alcuni anni più tardi, chiamati a Milano dai fratelli Reverberi, gli amici di sempre che si sentivano troppo soli e che avevano deciso che era ora di fare musica sul serio, quei giovani artisti incontreranno Nanni Ricordi, scopritore di talenti senza pari in Italia, che aprirà loro un cammino di successo e di fama tali da consegnarli alla storia come "la scuola genovese" della canzone d'autore

Da quel momento, lasciata Genova per poi farvi ritorno ognuno in tempi diversi, è cominciata la loro avventura, percorsi artistici ed umani che hanno reso Genova una  città fucina di talenti unici al mondo

Le influenze culturali della scuola genovese sono variegate, dalla tradizione letteraria e musicale italiana e ligure dalla filosofia anarchica (in particolare Tenco, De André e Paoli) a quella liberale di Lauzi . In particolare Bruno Lauzi e Fabrizio De André dedicarono anche parte della propria produzione alla narrazione specifica della propria città .

Non vanno  dimenticati cantautori genovesi come Vittorio De Scalzi (cantautore e coautore di brani con Fabrizio de André) e i New Trolls, i Ricchi e Poveri e i Matia Bazar , e quindi con gli esponenti della nuova generazione della scuola genovese, primi tra i quali Ivano Fossati e Francesco Baccini, seguiti poi da Max Manfredi, Federico Sirianni, Cristiano De André e altri.

Legati a questo ambiente multiculturale anche la scrittrice Fernanda Pivano, che tradusse in italiano l'Antologia di Spoon River sulla quale De André basò un album, e Paolo Villaggio scrittore e coautore di testi con De André (Carlo Martello e Il Fannullone).

 

JOE SENTIERI 

Cresciuto in un quartiere popolare della zona portuale di Genova Joe Sentieri diventa popolare come cantante della scuola degli urlatori . 

Parlando di Genova non si può dimenticare Gilberto Govi , grande maschera di Genova e grande attore di teatro .

 

 

 

 
 
 

Star Wars: Gli ultimi Jedi

Post n°442 pubblicato il 15 Aprile 2017 da nomadi50

Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi, è l'ottava pellicola della saga di Guerre stellari (iniziata nel 1977) e il secondo della cosiddetta Trilogia sequel dopo Star Wars: Il risveglio della Forza.

La data di uscita del film è fissata al 14 dicembre 2017.

Si tratta dell'ultima interpretazione cinematografica di Carrie Fisher, scomparsa il 27 dicembre 2016. La Fisher doveva essere presente sicuramente anche in Episodio IX, ma dopo la sua scomparsa, Disney non si era espressa riguardo il futuro della saga. 

Dopo varie voci è arrivata la conferma ufficiale dal Presidente della LucasFilm, nel corso della Star Wars Celebration, confermando che il personaggio di Leia sarà presente con numerose scene nel prossimo Star Wars – Gli Ultimi Jedi (in quanto aveva già terminato le riprese) ma che non lo rivedremo più in Episodio 9.

Nel cast, oltre a nuovi personaggi ritroviamo: Mark Hamill (Luke skywalker), Carrie Fisher (Leila Organa), Daisy Ridley (Rey), Adam Driver (Kylo Ren), John Boyega (Finn), Oscar Isacc (Poe Dameron).

gli ultimi jedi poster

 
 
 

Spider-man: Homecoming

Post n°441 pubblicato il 01 Aprile 2017 da nomadi50

Dopo che la Marvel ha raggiunto un'accordo con la Sony per introdurre il personaggio di Spider-Man nei suoi film e dopo la breve comparsa in Captain America: Civil War, Peter Parker si appresta ad avere un film tutto suo.

Questo film è il 16° film del Universo Cinematografico Marvel, ambientato nella cosidetta fase 3. Spider-Man: Homecoming uscirà nelle sale italiane il 6 Luglio 2017.

Il film di Spider-Man ha già un sequel programmato per il 2019. Il personaggio comparirà anche nel film di prossima uscita Avengers: Infinity War, il più grande progetto dei Marvel Studios, nonche il culmine dell'Universo Cinematografico Marvel; il film vedrà gli Avengers, i Guardiani della Galassia e altri eroi uniti contro Thanos.

"Il giovane Peter Parker inizia a sperimentare la sua ritrovata identità da super-eroe, entusiasta della sua esperienza con gli Avengers, Peter torna a casa, dove vive con la zia May (Marisa Tomei), sotto l'occhio vigile del suo nuovo mentore Tony Stark (Robert Downey, Jr.). Peter cerca di tornare alla sua routine quotidiana - distratto dal pensiero di dover dimostrare di valere di più dell’amichevole Spider-Man di quartiere - ma quando appare l’Avvoltoio (Michael Keaton), tutto ciò a cui Peter tiene maggiormente viene minacciato."

 
 
 

Justice League. Giustizia per tutti

Post n°440 pubblicato il 26 Marzo 2017 da nomadi50

A Novembre, DC Comics e Warner Bros, si apprestano a far debuttare per la prima volta al cinema la Justice League.

Justice League è basato sull'omonimo gruppo di supereroi dei fumetti, comparsi per la prima volta nel 1960. Questo film è il 5° per il DC Extended Universe cinematografico.

Nel cast principale troviamo:

 

  • Ben Affleck: Bruce Wayne (Batman)
  • Henry Cavill: Clark Kent (Kal-El/Superman)
  • Gal Gadot: Diana Prince (Wonder Woman)
  • Ezra Miller: Barry Allen (The Flash)
  • Jason Momoa: Arthur Curry (Aquaman)
  • Ray Fisher: Victor Stone (Cyborg)

 

L'antagonista sarà Steppenwolf (interpretato da Ciarán Hinds), ritroveremo anche altri personaggi delle scorse pellicole: Alfred Pennyworth, Lex Luthor, Lois Lane; tra le new entry abbiamo il commisario Gordon, Nuidis Vulko e Mera.

"Alimentato dalla sua rinnovata fiducia nell’umanità e ispirato dal gesto d’altruismo di Superman, Bruce Wayne chiede aiuto alla sua ritrovata alleata Diana Prince, per affrontare un nemico ancora più temibile. Insieme, Batman e Wonder Woman si mettono subito al lavoro per trovare e assemblare una squadra di metaumani pronti a fronteggiare questa nuova minaccia. Ma nonostante la formazione di questa alleanza di eroi senza precedenti - Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e Flash - potrebbe essere già troppo tardi per salvare il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche."

justice league

 

 
 
 
 
 

M.G.A. metodo globale autodifesa

Post n°438 pubblicato il 08 Marzo 2017 da nomadi50

VENERDÌ 10 MARZO 2017, dalle 20:30 c/o PALESTRA OLIMPIA di PAVIA

Incontro GRATUITO per sole donne dai 15 anni in sù: tuta, maglietta e scarpe da tennis.

VI ASPETTIAMO

 

 

 
 
 

Anteprima : Un nuovo cantante per i Nomadi

Post n°437 pubblicato il 02 Marzo 2017 da nomadi50

Una nuova pagina sta per essere scritta nel mondo nomade: domani a Domodossola, in occasione della prima data del nuovo tour, debutterà Yuri Cilloni, il nuovo cantante della band.

Una scelta coraggiosa da parte di Beppe Carletti, atta a voler dare una nuova impronta al gruppo più longevo d'Italia, che pochi giorni fa ha celebrato il venticinquesimo Tributo ad Augusto.

Dopo Augusto Daolio, Danilo Sacco e Cristiano Turato, toccherà a Yuri Cilloni salire sul palco di questa storica band. 44 anni, modenese, la nuova voce dei Nomadi sarà nuovamente emiliana, dopo essere stata piemontese con Danilo Sacco e veneta con Cristiano Turato. Il suo non sarà un vero debutto con le canzoni dei Nomadi perchè Cilloni è stato il cantate di una delle cover band ufficiali del gruppo: i Lato B.

da SPETTAKOLO del 2/3/2017

 

 
 
 

FLORA FAUNA CEMENTO

Post n°436 pubblicato il 02 Marzo 2017 da nomadi50

Il gruppo nasce  su iniziativa di Mario Lavezzi, ex chitarrista dei Camaleonti, e di Damiano Dattoli, bassista che aveva lavorato negli anni precedenti con Lucio Battisti, nel 1970; ed è appunto con l'etichetta fondata da Battisti con Mogol, Alessandro Colombini ed altri che debutta nello stesso anno, con una cover di Bridge over Troubled Water di Simon & Garfunkel, tradotta da Alessandro Colombini come Il ponte

anche la canzone sul retro, Superstar, è una cover della canzone principale del musical Jesus Christ Superstar, con il testo di Herbert Pagani.

Il 1972 è l'anno del maggior successo della band con Mondo blu, scritta da Mogol e Battisti

Nel 1974 il complesso partecipa a Un disco per l'estate con Congresso di filosofia, scritto dall'ex bassista Dattoli e inciso nello stesso anno anche dai Data; in questo periodo entra nella formazione Gianna Nannini, che inciderà solo questo 45 giri.

Continuano anche i cambiamenti nella formazione e nel 1975 ed entra nella band Sergio Conte, ex tastierista dei Jumbo. Lavezzi lascia la formazione per entrare nel complesso Il Volo (continua però a fare il produttore per i Flora Fauna e Cemento per qualche anno ancora), sostituito da Alberto Valli (proveniente dagli Spaventapasseri), ed il complesso cambia etichetta; l'album Disamore, del 1975, è pubblicato dalla CBS e contiene molti brani scritti da Ermanno Capelli, Bruno Longhi, Sergio Conte, Alberto Valli.

Nel 1976 la band passa alla Fonit Cetra, che pubblica una versione di Visionario no, scritta da Ermanno Capelli. cantata precedentemente da Sergio Conte e Mara Cubeddu,,

Dopo un altro 45 giri pubblicato l'anno successivo il complesso si scioglie.

 

 

 
 
 

In 20milla a Novellara nel nome di Augusto

Post n°435 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da nomadi50

Pittore. Poeta. Cantante. Artista. Ecco Augusto Daolio. Un mito, immortale ed eterno, in grado di richiamare - ogni anno da 25 anni - decine di migliaia di persone nella sua Novellara. «E ogni volta è un'emozione grande», dice Rosanna Fantuzzi (per tutti Rosy) nel cortile della Rocca dei Gonzaga, all'ombra del roseto che Augusto tanto amava. «Quest'anno sono 25 anni senza Augusto - ricorda la compagna di una vita - ma con Augusto. Li abbiamo vissuti con lui grazie all'Associazione Augusto per la vita e ai suoi fan che ogni anno vengono a Novellara». E non sono quattro o cinque. Ma almeno ventimila.

«Quest'anno Augusto avrebbe compiuto 70 anni - ricorda l'amico di sempre, Beppe Carletti -. E nonostante manchi da 25 anni è ancora vivo in me e in tutte le persone che lo hanno conosciuto. E questo è bellissimo. Vedere che migliaia di persone continuano a venirlo a salutare ci fa venire voglia di fare ancora tanti tributi, in modo che Augusto viva ancora».

E quest'anno - oltre ai fiori, i biglietti, gli oggetti sulla tomba - ad Augusto è stato fatto un altro regalo. Il sindaco Elena Carletti, con fascia tricolore al collo, ha riconosciuto ufficialmente il suo valore di artista. «Ho un ricordo molto nitido di Augusto - racconta il primo cittadino, nonché figlia di Beppe Carletti - quando negli anni Ottanta cercava, faticosamente, di conquistarsi uno spazio espositivo nella Rocca dei Gonzaga, che non era ancora così bella e restaurata. È come se lo vedessi ora, con il martello e i chiodi in mano, mentre trasportava da solo i suoi quadri e cercava di ottenere quella visibilità di pittore che non gli era riconosciuta. Non per cattiveria - aggiunge -. A volte siamo in presenza di artisti e non riusciamo a capirlo, a riconoscerli. Ho voluto inaugurare la sua mostra "Augusto Arboreus" da sindaco, e non da amica. Per riconoscere appieno, anche a nome delle amministrazioni precedenti, il valore di Augusto Daolio: pittore, poeta, cantante, artista».

gazzetta di reggio 

locadina 2017

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

RADIO ANIMATI

Se vuoi ascoltare una buona radio ascolta... 

radio animati

online e non...

 

SOCIAL CAFFE'

Social caffè

 

CORSO GARIBALDI 24 - PAVIA, PV- 27100

 

DA VISITARE

asso musica santa cristina

akiba fumetti

gorin karate do

 

CITAZIONI...

Ezio Auditore da Firenze ACII

Io sono Ezio Auditore da Firenze, come mio padre prima di me... io sono un Assassino.


gold roger

Molti anni or sono visse un uomo che fu capace di conquistare ricchezza, fama, potere e tutto ciò che si può desiderare in questo mondo. Il suo nome era Gold Roger, il Re dei pirati. 

"I miei tesori...? Se li volete, sono vostri... Cercateli. Ho lasciato tutto in un certo posto"

Inziò così la grande era dei pirati!!

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: nomadi50
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etą: 67
Prov: PV
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cile54nomadi50amici.futuroierilucreziamussipaperinopa_1974paperino61tolunavagabonda80aldogiornofranonna1950arte1245esmeralda.cariniblumannarovirgola_dfIltuocognatino