Creato da: AngeloQuaranta il 10/02/2009
Arte e Cultura dedicato ai Giovani

Area personale

 

Tag

 

Quando la musica ....

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei link preferiti

Avviso ai giovani naviganti

la passione e l'interesse per l'arte non è una questione di età ma di buon gusto e sensibilità.

PROVIAMO A PARLARE  D'ARTE CON LE IMMAGINI

 

I miei Blog Amici

 
Citazioni nei Blog Amici: 60
 

Ultime visite al Blog

olgi12amorino11morositasdgl18scheggia80nicmircome_stessa_meonlyemotions71Tiziana.1978alejanckosoulesoulpiterx0gentleman_onerossella.lomusciopieramagazzileSky_Eagle
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Contatta l'autore

Nickname: AngeloQuaranta
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: TA
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Via Lucania

 

Via Campania

 

Via Fermi

 

Via Fermi

 

Ennio Morricone

 

DAI CARMINA BURANA di CARL ORFF " O FORTUNA"

 

 

 

 
« Phil CollinsPrimo Maggio »

il giorno della memoria

Post n°427 pubblicato il 27 Gennaio 2017 da AngeloQuaranta
 

"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare".

 


Un sermone del pastore Martin Niemöller sull'inattività degli intellettuali tedeschi in seguito all'ascesa al potere dei nazisti e delle purghe dei loro obiettivi scelti, gruppo dopo gruppo. La poesia è ben conosciuta e frequentemente citata, ed è un modello popolare per descrivere i pericoli dell'apatia politica e come essa alle volte inizi con un odio teso a impaurire obiettivi e di come alle volte esca fuori controllo. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog