Community
 
pezzi.divetro
Profilo
Blog
Sito
Foto
   
 
Creato da pezzi.divetro il 01/02/2009

Pezzi di vetro

Pezzi di vetro - sulla sabbia bagnata - come emozioni frantumate che ormai non tagliano più

 

« Non so piùL'amore è un cane che v... »

Il destino il pretesto dei falliti

Post n°179 pubblicato il 21 Aprile 2012 da pezzi.divetro
 

Foto di Antonio Sciortino – Isole Egadi

Nasce tutto dalle riflessioni dell'ultimo post: avevo scritto di Bovolenta, della nostalgia. E poi.. e poi.. un po' di giorni dopo un altro giovane cuore si è fermato.
Piermario Morosini, calciatore del Livorno, è crollato a terra mentre giocava con la sua squadra. Agghiaccianti le sequenze video.
Ho sempre creduto nello sport, non posso pensare che lo sport uccida. Morosini, Bovolenta, il calcio inglese... una sequenza impressionante di cuori che si fermano. Non può essere lo sport, c'è dell'altro. Forse, nel caso di Morosini, è stato un caso, un caso assurdo, che si è verificato proprio in questo “momento” dello sport per attirare maggiormente l'attenzione sul problema.

Ma quello di cui vorrei scrivere, in questo post, sono riflessioni sul percorso che diamo alla nostra vita.

Ho letto i giornali ed ho visto in video le testimonianze delle persone che conoscevano Morosini. Lo descrivono tutti come un ragazzo generoso e forte, che ha saputo andare avanti nonostante le difficoltà della vita. Lo zio ha raccontato della morte del fratello, del momento in cui ha perso la madre, da piccolo, e di come si prendesse cura della sorella disabile; ma tutto con il sorriso. “Sono felice così, non posso chiedere altro” diceva.

Quando una persona viene a mancare, la maggior parte della gente si riempie la bocca di frasi di circostanza. In questo caso, le persone che lo conoscevano, hanno parlato di un ragazzo che ha mantenuto il sorriso nonostante le avversità della vita, e che ha mantenuto l'umiltà nonostante la sua carriera da calciatore.

Forse la grande forza che ciascuno dovrebbe trovare è proprio questa: inseguire i propri obiettivi, non abbattersi; provare meraviglia nel semplice gesto di aprire gli occhi la mattina e di respirare un nuovo giorno.

Non so dirvelo meglio di così: sono emozioni maledettamente taglienti che si mischiano e fanno le capriole nell'anima; sono tutte qui dentro, in fondo al cuore. Le mastico ma non le so raccontare.
E' tutta una voglia di vivere, che dovrebbe esserci sempre.
E vaffanculo chi dice di essere sfortunato perché il destino l'ha privato di tutto: c'è sempre qualcuno più “sfortunato” di lui...io che non credo nella fortuna, la fortuna è il caso che fa accadere qualcosa a nostro vantaggio o contro.
Il caso.
Il caso c'è e c'è sempre stato, e per caso può interagire con noi oppure no.

C'è, questo basta.
Quindi inutile prendersela con lui: è una realtà come il tempo che scorre e non si ferma.

Quello che dobbiamo fare è vivere, vivere il più possibile, dare fuoco ai nostri motori. Perché la vita va consumata con tutta l'energia che abbiamo dentro.

Ve lo lascio raccontare da Neruda.

Io resto qui, ad emozionarmi della vita, a piangere per chi non c'è più, a vivere ogni giorno meglio che posso, per meravigliarmi del sole che nasce e per innamorarmi del sorriso di una donna.


Non incolpare nessuno,
non lamentarti mai di nessuno, di niente,
perché in fondo
Tu hai fatto quello che volevi nella vita.

Accetta la difficoltà di costruire te stesso
ed il valore di cominciare a correggerti.
Il trionfo del vero uomo
proviene delle ceneri del suo errore.

Non lamentarti mai della tua solitudine o della tua sorte,
affrontala con valore e accettala.
In un modo o in un altro
è il risultato delle tue azioni e la prova
che Tu sempre devi vincere.

Non amareggiarti del tuo fallimento
né attribuirlo agli altri.

Accettati adesso
o continuerai a giustificarti come un bambino.
Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare
e che nessuno è così terribile per cedere.

Non dimenticare
che la causa del tuo presente è il tuo passato,
come la causa del tuo futuro sarà il tuo presente.

Apprendi dagli audaci,
dai forti
da chi non accetta compromessi,
da chi vivrà malgrado tutto
pensa meno ai tuoi problemi
e più al tuo lavoro.

I tuoi problemi, senza alimentarli, moriranno.
Impara a nascere dal dolore
e ad essere più grande, che è
il più grande degli ostacoli.

Guarda te stesso allo specchio
e sarai libero e forte
e finirai di essere una marionetta delle circostanze,
perché tu stesso sei il tuo destino.

Alzati e guarda il sole nelle mattine
e respira la luce dell'alba.
Tu sei la parte della forza della tua vita.
Adesso svegliati, combatti, cammina,
deciditi e trionferai nella vita;
Non pensare mai al destino,
perché il destino
è il pretesto dei falliti.

 


La foto iniziale è tratta dagli album di Repubblica.it

Il video è un testo scritto da Michele Serra, letto ed interpretato da Fabio Volo, nella puntata della trasmissione "Volo in diretta" del 19 Aprile 2012 (Rai 3)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/sabbiabagnata/trackback.php?msg=11249933

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
ledonnenonraccontano
ledonnenonraccontano il 27/04/12 alle 20:36 via WEB
Ti aspettavo sul mio ultimo post,grazie per quello che hai scritto,ti leggevo in quei giorni ma senza commentare non avendoti visto,lo faro' come ho sempre fatto. Si e' vero scrivevo per me e per me continuero' a farlo ma non pubblichero' ed il Blog lo chiudo,dispiace non e' che non dispiace,era il mio piccolo angolo,un rifugio,ma ne scrivo anche un'altro e non mi manchera'. Queste cose le scrivero' e cerchero' di capire da sola "cosa c'e'" che non va...il resto ce lo diremo in separata sede. Un bacione,ps anzi mi tocca aggiungerti agli amici di nick per incollarmi al tuo Blog non potendolo piu' tra qualche giorno,non che ce ne sia bisogno ma faccio prima,lo sai che sono svogliata,ti dispiacerebbe accettare? ;) un bacione.
 
ormalibera
ormalibera il 01/05/12 alle 23:21 via WEB
Molto bella. Ho imparato che una grande verit. Ho imparato che siamo noi a creare ci che poi viviamo. E se non tutta nostra creazione attiriamo quella degli altri. Ma restiamo sempre artefici del nostro destino.
 
cheri.marie
cheri.marie il 10/05/12 alle 15:49 via WEB
4/05/2012 ci sono giorni che....
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

ROXY MUSIC

 

CELIACHIA

TAG

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cheri.mariePinktreedicerbocristianaisabellacosta2008legatoria.artiremo7domenicomariabrunimanu.rossanadominogiada03fra.ligacrrfnc65salvatorecorradoMyshkin2chiaracalderone_1994paolini.g
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

NOTE SUI PENSIERI

Gli scritti pubblicati nel blog con tag “pezzi.divetro” o “il mio Moleskine” sono personali: ne è vietato l’utilizzo senza chiedermene il consenso. (Non ve lo negherei mai, ma è giusto per la soddisfazione di sapere che le mie parole vi piacciono abbastanza da valere la pena di essere riutilizzate).
In tutti gli altri casi viene citata la fonte: nei tag, nel titolo o anche nel corpo del testo.

 

NOTE SULLE FOTO

I post con tag “le mie foto”, contengono foto personali: ne è vietato l’utilizzo senza chiedermene il consenso, per i motivi di cui sopra.
Tutte le altre foto sono prese da internet cercando di rispettare il diritto di pubblicazione al di fuori degli spazi web di origine. Qualora gli autori lo ritenessero opportuno, potranno mettersi in contatto con me e provvederò ad eliminarle.