Community
 
hieronimusb
   
 

Stultifera Navis

Non sono ubriaco, ma diversamente sobrio

 


Vado alla ricerca della felicità naturale e possibile
sapendo che la felicità non è una meta,
ma un modo di viaggiare

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Basta_una_scintillam.fiore1991Maddalena_e_oltrestentoacredercimusica_x_teMITIC0Scielostellato59MarquisDeLaPhoenixarmandotestihieronimusbalexandra68asamueleanimalilibertad_nashelythmohamed21
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

TAG

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

AVVERTENZA

I testi contenuti in questo blog, salvo dove specificatamente indicato, appartengono al sottoscritto.
Non valgono una sega, ma se qualcuno volesse copiarli da un'altra parte mi farebbe piacere saperlo.

Grazie

 

 

« Inizio di settimanaSi chiude »

Solo un caso?

Post n°278 pubblicato il 15 Giugno 2009 da hieronimusb

Questa mattina avevo un'appuntamento quindi parto da casa, freno, giro a destra, accelero, freno di nuovo per via di un dosso, accelero, arrivo ad una rotonda, freno per immettermi.

Devo prendere una via che si immette sulla statale, ma vedo che per lavori è chiusa, Mannaggia! quindi invece di proseguire diritto, giro a sinistra per poi prendere la prima via sulla destra che mi porterà sempre sulla statale

Arrivo in prossimità della svolta e freno!, movimenti automatici, la pressione del piede, la percezione del rallentamento del veicolo, l'occhio che sa scegliere le distanze, la velocità, il momento per la svolta.

Solo che questa volta il pedale del freno oppone resistenza, la macchina non si ferma lascio andare e premo di nuovo il pedale  ma nulla!  Il freno non funziona.
Per fortuna in quella via ci sono solo io, nessuno avanti e  nessuno dietro, ormai ho superato la deviazione e l'auto continua ad andare in avanti, lenta, ma senza che io riesca a a fermarla, il pedale è come bloccato.
Allora tiro il freno a mano e finalmente mi blocco.
Metto le quattro frecce ed i miei primi pensieri non sono pubblicabili.
Ho una settimana infernale che mi vedrà fare la trottola avanti ed indietro per il nord Italia ed anche se posso avere un'auto sostitutiva è un grande spaccamento di maroni.

Poi però improvvisamente mi viene in mente un pensiero. Se non ci fossero stati i lavori sarei arrivato senza freni all'incrocio con la trafficatissima statale, cosa avrebbe potuto succedere è facilmente immaginabile!

Se nulla accade per caso, devo pensare che c'è stata una volontà precisa per cui oggi non doveva essere il mio ultimo giorno.
Ma cosa devo pensare?

H.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/stultiferanavis/trackback.php?msg=7232971

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
m.a.r.y.s.e
m.a.r.y.s.e il 16/06/09 alle 12:00 via WEB
Buongiorno, un incubo. A parte il fatto che mi hai fatto venire il mal d'auto leggendo di tutte le manovre, poi mi è capitato con la 500 ma per fortuna in città e in una strada isolata, ricordo che si era anche, come bloccato il claxon...bah! Devi pensare che non era il tuo ultimo giorno, ma che le cose, anche le più impensabili, l'imponderabile, accade.
 
 
hieronimusb
hieronimusb il 16/06/09 alle 23:24 via WEB
No, non è così semplice pensare solo ad una coincidenza, (che è comunque possibile), fa parte di quelle domande che hanno a che fare con il fine ultimo delle cose ...
 
m.a.r.y.s.e
m.a.r.y.s.e il 16/06/09 alle 13:09 via WEB
ah, dimenticavo, io non credo al caso, alle coicidenze. ...ieri ho guardato un servizio sul caso di vincent humbert, lo conosci? (vorrei scrivere qualcosa, ma...boh!)
 
 
hieronimusb
hieronimusb il 16/06/09 alle 23:32 via WEB
Ho letto qualcosa... è un argomento come quello di Eluana Englaro che forse fa paura e dunque viene liquidato troppo frettolosamente. :o(
 
starluci
starluci il 16/06/09 alle 15:09 via WEB
Circa un mese fa sono stata artefice del destino di mia sorella,e di questo ne sono profondamente convinta.
Un gesto insolito e inatteso da parte mia, ha modificato i suoi passi.
Se non avessi fatto quel gesto si sarebbe trovata sulla traiettoria di un pesante mobile piombato giu da un balcone del suo condominio.
Quei pochi istanti di ritardo han fatto si che lei lo guardasse cadere davanti a sè e nulla più.
Fermo restando che la testa di mia sorella è molto dura,non posso negare che le avrebbe fatto molto male!:O)
E questo è solo un'esempio, perchè non è stata la prima volta che mi son fermata a riflettere sul destino,dopo eventi piuttosto enigmatici.
Son convinta che ci sia una parte del nostro futuro che possiamo modificare in base alle nostre scelte,ma son anche convinta che esistano episodi di questo tipo che ci ricordano che abbiamo una fine già predestinata,e il destino, sotto forma di sorella,lavori in corso e via dicendo,aggiusta gli inconvenienti.
Oppure.... ringrazia il caso,la fortuna,quel che vuoi...
Ti è andata bene Hier,molto...:o)
 
 
hieronimusb
hieronimusb il 16/06/09 alle 23:33 via WEB
Ci ho pensato su un bel po' :o)
 
Manfredi_Alter
Manfredi_Alter il 16/06/09 alle 16:29 via WEB
Che la vita e' meravigliosa?!
Sono contenta di leggerti! :-)
 
 
hieronimusb
hieronimusb il 16/06/09 alle 23:34 via WEB
Grazie :o)
 
Basta_una_scintilla
Basta_una_scintilla il 17/06/09 alle 00:40 via WEB
Non so che devi pensare...io penso che è bello ritornare da te dopo un bel po' di tempo e non trovarti spiacciato da qualche parte!! Un sorriso. Micky
 
 
hieronimusb
hieronimusb il 17/06/09 alle 07:36 via WEB
LA cosa triste è che sicuramente ci sarebbero andati di mezzo degli innocenti e dopo avrebbero dato la colpa solo a me perchè nessuno avrebbe ipotizzato un guasto meccanico :o(((
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: hieronimusb
Data di creazione: 10/12/2008
 

UANDEO (E SE) MORIRÒ

Quando , (e se), un giorno morirò
non voglio un prete che mi parli di un dio in cui non credo
o di paradisi che non mi interessano,
di inferni che non ho meritato
e se un purgatoriò ci deve essere
non sarà diverso dal mondo in cui ho vissuto

quando , (e se), un giorno morirò,
non voglio tombe costruite come casa
nè che si estirpino  fiori
se il senso della vita deve essere
nel tornare da dove son venuto
sarà l'utero della terra la mia ultima casa

Quando, (e se) morirò
sarà perchè ho vissuto
in un lungo istante senza tempo
raccolto come seme che diventa albero e poi frutto
come il fiume che corre e corre per tornare al mare
senza pensare neppure un momento
che questa vita possa finire

Se e quando morirò,
sarà perchè ho cercato nell'ultimo viaggio
la chiave segreta del tutto

 Alex