il mio lato oscuro

Ognuno di noi ha un lato oscuro...

 

NON ME LO SO SPIEGARE...

 

IN QUESTO MOMENTO SIAMO:

who's _nline

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

NON SI PUO' RESTARE INDIFFERENTI!!!

IoSoCarmela
Chi controlla i controllori?

Un blog di: alfio38
Data di creazione: 23/01/2008

 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

ULTIME VISITE AL BLOG

delirio_e_suppliziotestipaolo40casa_miafantasyland3tania.paoluccicalmseasuadente_lentezzaannaoccusolgodlokifrasal86tomas5819gatta.sissiladyamira1albachiara88
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

 

« La prima notte dell'anno...AMICO PER ME E': »

Mi racconto attraverso Gozzano...

Post n°9 pubblicato il 03 Gennaio 2008 da suadente_lentezza
 

Stamattina, lontana dal virtuale, piena di domande, di dubbi, di insicurezze, sono andata a cercare le mie risposte nel luogo in cui sono solita cercarle, quando davvero non so più dove mettere le mani...
Non so se a voi sia mai capitato, ma a me capita spesso, quasi sempre, che i libri "mi rispondano", prendo un libro d'istinto, quello mi attrae, senza fermarmi a pensare, lo apro a casaccio, abbasso lo sguardo e...trovo le risposte che la mia anima cerca...
Tutto ciò è accaduto anche stamattina, mi sono ritrovata tra le mani una raccolta di poesie di Gozzano, ho sfogliato le pagine, fermando mi su quelle che mi "chiamavano"...
Ecco cosa ho trovato:

il mio pensiero più ricorrente negli ultimi due mesi...

O tu che invoco, se non fosse l'io
una sola virtù dell'Apparenza
ritorneresti dopo tanta assenza
tra i frutti del frutteto solatio.

Verresti dal frutteto dell'oblio,
d'oltre i confini della conoscenza,
a me che vivo senza fedi, senza
l'immagine favolosa d'un Dio...

Ma non ritorni! Sei tu comke chi sia
non stato mai, o tu che vivi disperso
nel tutto dalla gran Madre Natura.

Ohimè! Sul pianto pianto nella via
l'implacabilità dell'Universo
ride d'un riso che mi fa paura.  
                                                  

...il desiderio di trovare una via d'uscita...
...la presa di coscienza di ciò che sto facendo...

Ignorabimus

Certo un mistero altissimo e più forte
dei nostri umani sogni gemebondi
governa il ritmo d'infiniti mondi,
gli enimmi della Vita e della Morte.

Ma ohimè, fratelli, giova che s'affondi
lo sguardo nella notte della sorte?
Volere un Dio? Irrompere alle porte
siccome prigionieri furibondi?

Amare giova! Sulle nostre teste
par che la falce sibilando avverta
d'una legge di pace e di perdono:

«Non fate agli altri ciò che non vorreste
fosse a voi fatto!».Nella notte incerta
ben questo è certo: che l'amarsi è buono!

E mentre leggevo queste poesie, continuava a rimbombarmi nella testa la prima che mi ero trovata a leggere...Ho ripensato a tutte le volte in cui, per fuggire il dolore, volevo fuggire dal blog...e a tutte le volte in cui sono tornata sui miei passi, a quello che mi ha fatto tornare indietro...Ecco, proprio a quel "motivo" per cui sono tornata indietro, io, oggi, chiedo scusa, chiedo scusa per le mie assenze, per avervi trascurati, per aver guardato,  troppo spesso, solo a ciò che non avevo e non aver dato a ciò che avevo la giusta considerazione...per averv dedicato il mio tempo, i miei pensieri, le mie azioni, i miei scritti a chi era sempre più distante e non aver, invece, dedicato me stessa a voi che siete sempre stati accanto a me...

Ai miei "ignoti", agli amici che non hanno volto, non hanno nome ( ma un nickname), agli amici che, forse, mai vedrò:

Ad un'ignota

Tutto ignoro di te: nome, cognome,
l'occhio, il sorriso, la parola, il gesto;
e sapere non voglio, e non ho chiesto
il colore nemmen delle tue chiome.

Ma so che vivi nel silenzio; come
care ti sono le mie rime: questo
ti fa sorella nel mio sogno mesto,
o amica senza volto e senza nome.

Fuori de sogno fatto di rimpianto
forse non mai, non mai c'incontreremo,
forse non ti vedrò, non mi vedrai.

Ma più di quella che ci siede accanto
cara è l'amica che non mai vedremo;
supremo il bene che non giunge mai!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: suadente_lentezza
Data di creazione: 22/12/2007
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: suadente_lentezza
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 121
Prov: EE
 

CASA_MIA

 
Un blog di: casa_mia
Data di creazione: 08/04/2007

 

IN MASCHERA...

 
 
 
 

SALLY...

 

Verrà la morte e avrà i tuoi-
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno saprewmo anche noi
che sei la vita e sei il nulla.

Cesare Pavese

 

Elevazione


 Al di là degli stagni, delle valli e dei monti,
al di là dei boschi, delle nuvole e dei mari,
al di là del sole, al di là dell'aria,
al di là dei confini delle stellate sfere,

tu, mio spirito, ti muovi con agilità
e, come nuotatore che gode tra le onde,
allegro solchi la profonda immensità
con docile e maschia voluttà.

Fuggi lontano dai morbosi miasmi,
voli a purificarti nell'aria più alta,
e bevi, come un puro liquido divino,
il fuoco chiaro che colma spazi limpidi.

Felice chi con ali vigorose,
le spalle alla noia e ai vasti affanni
che opprimono col peso la nebbiosa vita,
si eleva verso campi sereni e luminosi!

Felice chi lancia i pensieri come allodole
in libero volo verso i cieli del mattino!
Felice chi, semplice, si libra sulla vita e intende
il linguaggio dei fiori e delle cose mute!

Charles Baudelaire

 

UN REGALO DI ANGY75

 

Elena,

il suo significato è '

splendore del sole',

la sua origine è greca,

l'onomastico cade

il 18 agosto.