CHI HA+CERVELLOloUSI

APPUNTI DI ANATOMIA COMPARATA CI DIMOSTRANO SENZA OMBRA DI DUBBIO CHE L'UOMO NON E' STATO CREATO PER MANGIAR CARNE. SE AD UN CERTO MOMENTO HA INIZIATO, X CURIOSITA', X MANCANZA TEMPORANEA DI VEGETALI, A MANGIAR CARNE, QSTO DOVREBBE ESSERE SOLO UN CAPITOLO DEL NS. PASSATO. IL NS. FUTURO E' MENO MACABRO. NEL FUTURO L'UOMO NON DOVRA' PIU' UCCIDERE PER STRAPAPRE LE CARNI AI CADAVERI DI ANIMALI... SE L'UOMO E' CONTRO LA PENA DI MORTE ANCHE NEI CONFRONTI DI CHI HA COMMESSO DEI CRIMINI INDICIBILI, MI SAPETE SPIEGARE PER QUALE MOTIVO SI OSTINA A NON VOLER RESTITUIRE IL DIRITTO ALLA VITA A CHI E' SEMPLICEMENTE

 

RIFLESSIONI...

... io ritengo che dovremmo partire prima di tutto da un esame cosciente di quello di cui abbiamo REALMENTE bisogno x vivere.
  • Se la carne dovesse risultare "UN DI PIU", NON indispensabile  (..COME è GIà STATO provato ...e poi se ci guardiamo attorno vediamo che ci sono già persone che vivono ugualmente bene senza..), allora nessun animale, né con le buone, né con le cattive, dovrebbe più essere ucciso solo per un sapore diverso in bocca.

GUARDA COSA SIGNIFICA MANGIAR CARNE:

  • Se invece ne dovessimo avere bisogno, allora, è chiaro, potremmo attingere da qualsiasi animale (perchè non si rinviene la ragione obiettiva x cui tutelare all'inverosimile cani e gatti e poi massacrare altri animali solo perchè hanno le penne e un becco oppure solo perchè non siamo abituati a vederli come amici..anche se lo sarebbero se solo noi volessimo...). 
 

PELLICCIA E CARNE

PELLICCIA E CARNE:  SOLO 2 RETAGGI ATAVICI.

L'ostinarci a voler continuare ad indossare pellicce o a mangiare cadaveri (come se non avessimo altro da mangiare per ricavare le proteine e tutti gli altri nutrienti...!!) sono solo, ai nostri giorni, degli stupidi retaggi di quando dormivamo nelle caverne.

Mi spiego meglio.
La pelliccia non serviva in origine "per abbellirsi", ma per ripararsi dal freddo.
Ed era perfettamente LECITO in mancanza di alternative valide per evitare di morire assiderati uccidere le bestie per prenderci la loro pelliccia. POI abbiamo scoperto, EVOLVENDOCI, che possiamo ripararci dal freddo con  giacconi a vento 100% poliestere.


E X LA QUESTIONE CIBO?

Sempre evolvendoci abbiamo scoperto che anziché stare lì ad ammazzare tutti i giorni come dei trogloditi per ricavarci le proteine, POSSIAMO RICAVARE DAL GRANO, ESATTAMENTE DALLA PARTE PROTEICA DI ESSO (il glutine) UN OTTIMO ALIMENTO IN TUTTO E X TUTTO SOSTITUTIVO DELLA CARNE.

Oggi noi non ammazziamo direttamente le nostre vittime, ma ci serviamo di intermediari che spesso non vediamo: i dipendenti dei mattatoi, i cacciatori, i pescatori. In questo modo perdiamo un anello importante della catena che unisce l’animale alla nostra tavola...e questo sicuramente ci aiuta a giustificare, in qualche modo, una tale ed inutile violenza
.

 

CACCIA? IL MALE MINORE...

C'è qualcosa di peggio della caccia... gli allevamenti intensivi !!!  Veri lager dove agli animali è impedito persino di muorere un ciglio!!! 

 X QUEGLI ANIMALISTI "DA TV" CHE SI DICHIARANO CONTRO LA CACCIA MA POI CORRONO AL PIU' VICINO SUPERMERCATO PER COMPRARSI UN POLLO ARROSTO... Ma da dove ca..volo credete che derivi quella carne che comprate al supermercato? ECCO, APPARTENEVA A UN ANIMALE CHE E' STATO UCCISO IN MANIERA BEN PIU' DOLOROSA E AGGHIACCIANTE CHE GLI ANIMALI UCCISI DAL CACCIATORE.  I POLLI VENGONO MACELLATI VIVI!!! Dobbiamo pensare che sono ben 19 mila e 26 OGNI MINUTO le vittime che subiscono, COSCIENTI E TERRORIZZATE, il villano taglio della gola, con colpi inferti brutalmente anche piu' volte nello stesso punto (!!) 

 Mahatma Gandhi: "Perché invochiamo nelle nostre preghiere giornaliere Dio, - il COMPASSIONEVOLE -, se poi non siamo capaci di praticare la compassione più elementare verso le altre creature?"

2 Video: Galline ovaiole

6 Video: Polli

8 Video: taglio del becco dei tacchini

9 Video: polli al macello

10 Video: polli al macello 2

PIU' UN ANIMALE "COSTA POCO" (ad esempio i polli già cotti costano solo 1,99 cent.) PIU' VIENE TRATTATO COME MERCE DI SCARTO. BOICOTTATE in primis LE CARNI CHE COSTANO POCO PERCHE' VI  RENDETE COMPLICI DI CRIMINI MAGGIORI!!

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Fabbriche_Infernalinadiaul72jose388gennarobuono_2010rinok2gogos4terrore70reef76alare69geom.piraroberth_milanomazzoli.nutrizionistincielocomeinterraGianAntonioDavixgrossi
 

LA VERITA' SUI POLLI

LA VERITA' SUI POLLI...
 

MANI SU X IL SEDERE X ASPORTARE LE INTERIORA

ANCORA UN VIDEO..

 

CLICCA SULL'IMMAGINE E SEGUI IL PERCORSO

immagine
 

 

« Messaggio #220E qui... »

ECCO qui, tesoro...

Post n°221 pubblicato il 26 Settembre 2008 da simoveganblu

Nonostante l'uomo si sforzi di nascondere a se stesso la verità, la realtà è una sola (e la dimostreremo successivamente): noi non siamo carnivori. Analizzando con scrupolosità il corpo umano e i suoi processi digestivi, non si può che giungere a questa conclusione.
Per dare un'idea dell'ipocrisia dell'uomo e della commedia che mette in atto per celare la verità, basta ragionare - anche per un solo attimo - sul modo in cui mangia la carne. L'uomo è costretto a camuffare questo cibo - non compatibile con il suo organismo - con una infinita quantità di salse e salsette, non prima di averlo fritto o bollito o invecchiato, e trasformato in mille modi.

Non si rende conto di essere ridicolo?

Se davvero l'uomo è un carnivoro (come molti, anzi moltissimi, credono), perché non mangia la carne come tutti gli altri veri carnivori, e cioè cruda? Sarebbe opportuno porsi di tanto in tanto questo genere di domande, senza dare tutto per scontato e senza dare credito alle altrui opinioni a scatola chiusa.

Molti biologi e fisiologi sono d'accordo nell'affermare che l'uomo, in realtà, non è fisiologicamente "costruito" per mangiare carne, e offrono prove estremamente convincenti. Vediamo quali: la classe dei carnivori ha una struttura fisica predatoria (artigli, canini sviluppati), intestino breve (solo 3 volte la lunghezza del tronco) e fortemente acido (10 volte di più di un normale erbivoro); l'intestino breve, lungo 3 volte il tronco, serve ad evitare una sosta troppo prolungata della carne ingerita, in quanto essa è facilmente putrescibile. L'intestino breve, inoltre, è fortemente acido perché deve neutralizzare le sostanze tossiche carnee.

Vediamo come avviene la digestione della carne: una volta giunta nello stomaco la carne ha bisogno, per essere digerita, della secrezione di succhi gastrici ricchissimi di acido idrocloridico. I carnivori, infatti, secernono grandi quantità di acido idrocloridrico, atto a sciogliere le ossa. Il tratto intestinale dove avviene l'ultima parte della digestione, che serve a far passare gli elementi nutrivi nel sangue, deve per forza di cose essere meno lungo possibile: si deve considerare, infatti, che il pezzo di carne altro non è che un cadavere in putrefazione che crea velenosi rifiuti all'interno del corpo. Il carnivoro, quindi, deve liberarsene il più presto possibile. Il problema, per i non carnivori, è la lunghezza del tratto intestinale, che a volte è lungo addirittura 20 volte il tronco. Se i non carnivori mangiassero carne, questa rimarrebbe nel loro corpo un tempo troppo lungo, avvelenandoli.

Passiamo alla classe degli erbivori: struttura fisica forte ma non aggressiva, dentatura priva di veri incisivi superiori per addentare frutti, e canini per dilaniare; intestino lungo sino a 20 volte il tronco, enzima digestivo capace di trasformare e assimilare la cellulosa delle piante. Gli erbivori secernono una quantità minima di acido idrocloridrico, non sufficiente a digerire del tutto la carne.

Poi c'è la classe degli onnivori, parenti stretti dei carnivori, che conservano una certa aggressività e sono simili in molte caratteristiche fisiche ai carnivori; molti, ad esempio, non collocano il cane tra i carnivori, poiché se nutrito di sola carne esso muore.

Adesso osserviamo l'uomo: struttura fisica non aggressiva, tubo digerente lungo 12 volte la lunghezza del tronco, mandibole deboli e non pronunciate, secrezione salivare idonea (grazie alla ptialina) agli amidi dei cereali, dentatura sviluppata soprattutto negli incisivi per mordere e addentare frutti e nei molari piatti e robusti per macinare semi, stomaco debole e poco acido, che non possiede gli enzimi adatti a neutralizzare le sostanze tossiche prodotte dalla decomposizione della carne; inoltre il suo intestino ha bisogno di stimoli che favoriscano il movimento peristaltico: frutti, cereali ed ortaggi hanno queste capacità, la carne no. L'intestino crasso, inoltre, per ottimizzare la sua funzione deve avere un contenuto acido: i semi, le radici e i frutti lasciano nel crasso residui acidi, mentre le carni lasciano residui alcalini: ammoniaca e basi diverse. Fisiologicamente l'uomo è più simile ai mangiatori di piante e agli animali da pascolo e da foraggio (come le scimmie, gli elefanti e le mucche), che non ai carnivori come tigri e leopardi. I carnivori, ad esempio, non traspirano dalla pelle: la temperatura corporea viene regolata con il respiro accelerato e l'estrusione della lingua. Gli animali vegetariani, invece, sono dotati di pori sudoriferi per eliminare le impurità e regolare la temperatura.

Tutte coincidenze?

I carnivori devono lambire i liquidi (esempio: i gatti), mentre gli animali vegetariani succhiano i liquidi attraverso i denti, come gli uomini.

Pare proprio che l'uomo non rientri né nella classe dei carnivori, né in quella degli onnivori, anzi per alcune caratteristiche fisiche potrebbe essere accostato ai frugivori (come le scimmie) ed in modo minore ai granivori (scoiattoli e topi). Vediamo perché: l'uomo ha una mano pensile come le scimmie e i roditori, atta ad afferrare e cogliere frutti ed oggetti tondeggianti. Se consideriamo la placenta, quella umana è discoidale, come quella delle scimmie antropoidi. Sembra dunque che l'uomo abbia come cibo elettivo i semi, la frutta, la verdura e gli ortaggi.

Quale conclusione dovremmo dunque trarre da questa breve analisi scientifica?

Esistono prove evidenti del fatto che gli essere umani non sono adatti a mangiare carne, e chi decide volontariamente di ignorare tali prove, se ne assume tutte le responsabilità.
 

Commenti al Post:
sara.sand
sara.sand il 13/01/10 alle 00:33 via WEB
Forse mangiamo carne cotta per lo stesso motivo per cui cuociamo anche le VERDURE
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 01/02/11 alle 23:35 via WEB
Ciao, cosa intendi per "stomaco debole e poco acido"? Il pH all'inerno dello stomaco ha valore 2, più acido di così si muore!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: anatomia.comparata
Data di creazione: 17/07/2007
 

MA SI PUO' ANCHE SOLO PENSARE DI MANGIARLI?

Ma si può anche solo pensare di mangiarli ?

 

TI SEMBRA "EVOLUZIONE" QUESTA..?

Ti definisci un progressista - ma ancora mangi carne ?

Nutrirsi seguendo un'alimentazione basata sui cibi vegetali è un modo facile ed economico per porre fine alla crudeltà verso gli animali e per ripulire l'ambiente. Come mai, allora, ci sono ancora così tanti progressisti che si aggrappano ai loro chicken nuggets?
9 aprile 2007 - Kathy Freston

http://www.peacelink.it/animali/a/21238.html

 

UOVA

Uova: le uova uccidono pulcini e galline, e contengono altissime quantità di colesterolo dannoso. Impariamo a farne a meno. (VAI)

 

COSA MANGIO? SEMPLICISSIMO

Rispondendo su Dada...

In effetti io non mangio neppure il pesce e neppure le uova né il latte. 

COLAZIONE:  the e corn flakes,

PRANZO:  un bel piatto di pasta asciutta o un bel risotto + un frutto,

CENA: un piatto di lenticchie o piselli o farro,

oppure una bella pizza,

a volte mi faccio un burger di seitan o un tofu. 

Sono golosissima anche di minestrone con dentro la farinata di polenta... slurpissimo, specialmente d'inverno quando fuori fa freddo!!

In questo periodo mi faccio anche il pieno di funghi e castagne, entrambi altamente proteici..

E COSA MANGIA IL MIO AMICO MEDICO (ed è vegano...):

PRANZO:  pasta asciutta, es. spaghetti con l'olio

CENA:  insalata Bonduelle con dentro tofu oppure noci.

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

LUOGHI COMUNI DEGLI ONNIVORI

LEGGETE... C'E' DA MORIR DAL RIDERE!!!

http://blog.libero.it/ANATOMICA/3497410.html

 

PERCHE' I VEGANI SI INCAZZANO...

PERCHE' I VEGANI SI INCAZZANO...

Mi chiedete perchè i Vegani si incazzano?

Mi chiedete perchè NON lasciamo che Voi uccidiate "in pace"?

Mi chiedete perchè NON siamo "tolleranti" (ossia: "menefreghisti")?

LEGGI QUI

E LEGGI LA MAIL STRAZIANTE RICEVUTA DA UN'AMICA QUI

 

LA VERITA' SUI POLLI

LA VERITA' SUI POLLI...
 

CLICCA SULL'IMMAGINE E SEGUI IL PERCORSO

immagine
 

TRATTO DA: "SALVA 2 ANIMALI DAL MACELLO E...

mi sono accorta che spesso la gente non focalizza sulla cosa e non ci pensa che anche quelli che vede morti e fatti a pezzi e messi macabramente sotto cellofan esposti su un qualsiasi bancone al supermercato in realtà sono Animali morti, Animali che prima di essere sventrati si muovevano, provavano emozioni, interagivono, dimostravano affetto e amavano le coccole come i comuni cani e gatti... (omissis)"
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963