Creato da Bridigala il 08/05/2008

E' un Bridimondo

Di tutto un po', ma soprattutto... mio

 

 

Consigli e sconsigli

Post n°777 pubblicato il 18 Aprile 2018 da Bridigala

Oggi, invece di TV o cinema, parlo delle ultime letture che sto facendo, una serie di volumi abbandonata ed una di cui sto aspettando ansiosamente il prossimo libro (in biblioteca, è già uscita tutta o quasi). La prima, che sconsiglio caldamente, è la serie di After, famosissima, per adolescenti. Ora. Non è che la sconsiglio perché è per adolescenti, anzi, ho letto qualche bel libro, per quella fascia d'età. Piuttosto direi che non è una lettura adatta per loro, perché pur essendo una storiella d'amore per ragazzine presenta tutta una serie di elementi che la rendono fuorviante e dannosa. Prima di tutto,  il protagonista maschile è sboccato e violento, non ha nessun rispetto per la protagonista, nel primo libro la umilia gravemente, poi la situazione non migliora. Il personaggio sembra non crescere affatto, ci sono altri romanzi in cui il lui della situazione è un bad Boy,solo che in questo caso non c'è evoluzione. I libri nei quali il personaggio da cattivo diventa un agnellino sono poco Credibili, per usare un eufemismo, ma qui davvero è desolante. Si fanno del male (tanto) e non smettono un secondo il loro devastante tira e molla. L'amore non è né può mai essere sistematica mancanza di rispetto e assenza di progetti comuni. L'unica cosa sulla quale sembrano essere strepitosamente d'accordo è trombare (non è poco, ma alla loro età gli ormoni fan da se'). Su di lei stenderei un bel pietoso, da stereotipo è una bravissima ragazza, tutta casa e scuola, e morosetto approvato dalla mamma, che in tempi tre giorni fa le corna al di cui sopra con un ragazzo coperto di tatuaggi, maleducato e antipatico. E lei di colpo comincia a bere a destra e a manca, e a sbaciucchiarsi mezza università. E per fortuna che era brava, altrimenti che faceva? 

Credo che l'esempio che propone sia profondamente sbagliato, diseducativo al 100%.

La serie che invece mi ha preso assai è Shadowhunters, di Cassandra Clare, il cui motto è "tutte le storie e leggende che si raccontano sono vere", quindi vampiri, licantropi, demoni esistono, e a combatterli ci pensano i cacciatori di demoni, nati dal sangue dell'angelo Raziel. Le vicende di un gruppo di cacciatori adolescenti e degli adulti che li circondano sono l'ossatura della storia, l'amore non manca, ma è sano, come le storielle di una volta, senza evoluzioni tra le lenzuola (quantomeno non vengono sbandierate) e con tanto sentimento. Semmai l'aspetto fantasy permette di riflettere su tanti temi quali la diversità, la relazione genitori/figli, le seconde occasioni. Cose che si trovano anche in romanzi più tradizionali, ma scherzo spesso hanno meno appeal. Non vedo l'ora di leggere il seguito, anche se la maledetta Wikipedia mi ha già fornito qualche dettaglio di trama che avrei dovuto ignorare.

Potevo fare a meno di leggere Wikipedia, ma che devo dirvi? 

A presto

 
 
 

Vita io ci credo...

Post n°776 pubblicato il 15 Aprile 2018 da Bridigala

Che sono diventata una vecchia brontolona. In effetti ho scoperto che per una settimana abbondante useranno la biblioteca come magazzino del bar temporaneo, e mi sto masticando le mani dal nervoso, perché non posso lamentarmi, comunque sia va così e tanto è temporaneo, è sufficiente per farmi arrabbiare, non per reagire (altrimenti è peggio, già sono riuscita ad evitare un altro fastidio non da poco, non posso rifiutare tutto, che si accorgano gli altri del fastidio che arrecano). I nipoti crescono e sono favolosi, la piccina, dieci mesi di pura gioia, saluta e da i bacini, e chiama, e scorrazza a tutta birra e cerca di camminare. Precoce in tutto, per la voglia di raggiungere i suoi fratelli. Il cane cresce, sempre uno scalmanato è, ma è anche un tenero coccolone, io sto bene, la Pasqua è andata bene, ho persino visti gli amici del passato ed è stata una bella rimpatriata, che dire, va tutto bene, se escludiamo le infezioni in bocca e i soldi da mollare al dentista. Sono stanca, vero che è primavera, ma la stanchezza cronica non è una passeggiata, è un grosso fastidio, comunque si fa finta di niente e si va avanti, che tanto se sei stanco non frega niente a nessuno. Si parlava con le colleghe di quanta gente si appoggia alla nostra biblioteca per i propri studi, perché da me trova collaborazione e disponibilità (è perché ci sei tu che hai pazienza e li segui) ho in testa una carissima ex collega, il cui marito è grave in ospedale, e preghiamo e speriamo che se la cavi e che questa resti una brutta memoria. 

Diciamo che davanti a questo tutti i miei fastidi fanno ridere.

a presto

 
 
 

Piccole recensioni crescono

Post n°775 pubblicato il 10 Aprile 2018 da Bridigala

Nonostante sia passata una settimana non ho scritto altro, tempo, ispirazione, stanchezza, primavera...pensate ciò che volete, va così. In ogni caso, so di aver citato la serie che sto seguendo con mio padre, Le Bureau, ed ho deciso di parlarvene. Si tratta della stOria di un ufficio dei servizi segreti francesi, la DGSE, e degli uomini e donne che vi lavorano. In particolare il fulcro della vicenda è Guillaume Debailly, detto in codice Malotrou, un agente tornato da una missione come infiltrato in Siria. Lì ha conosciuto una donna, Nadia El Mansour, di cui si è innamorato, ee quando lei viene inviata a Parigi si ritrovano e la relazione ricomincia. Tuttavia coloro che sorvegliano Nadia scoprono che Guillaume è una spia, e sospettano quindi la donna di fare il doppio gioco. Da qui prendono le mosse tre serrate stagioni di intrighi e disgrazie assortite, inutile raccontare altro, se non che Guillaume, per proteggerla, venderà l'anima al diavolo, causando un effetto domino che, a metà della terza stagione, è ben lungi dall'esaurirsi. A mio avviso il punto forte della serie è legato al l'approfondimento psicologico dei personaggi, anche se forse ad un certo punto la trama sembra farsi un po' ripetitiva. Trovo particolarmente dura da digerire la propensione a mostrare torture fisiche e psicologiche, uccisioni e quant'altro, d'altro canto se sei in territorio di guerra e ti prendono... Son cazzi tuoi, e scusate il francesismo. Il livello di tensione e di curiosità è,ancora, alto, voglio sapere cosa succederà all'ostaggio di questa stagione (ecco dove sta la ripetitività, se vai in missione ti fai catturare, poi ti devono liberare, poi si fa catturare qualcun altro... E basta, con sta storia...) e se il prossimo personaggio a scendere in campo se la caverà o meno. Lo scopriremo solo vivendo...

a presto

 
 
 

Piccole recensioni cresconol

Post n°774 pubblicato il 04 Aprile 2018 da Bridigala

nonostante potrebbe essere un'ottima idea, so per certo di non avere la costanza di farne una rubrica fissa, e, forse, nonostante io sia una lettrice compulsiva ed una che guarda serie, e qualche volta vado pure al cinema, neanche il materiale. Ma proviamoci.

ieri sera ho visto La forma dell'acqua, di Guillermo Del Toro. 

Il film è ambientato negli anni '50, in una città di provincia degli Stati Uniti, ed è una favola che parla d'amore, di accettazione del diverso, del fatto che un reietto non teme un altro reietto, al contrario, non avendo nulla da perdere è disposto a tendergli la mano, e a lottare per garantire un futuro migliore all'altro. Di effetti speciali, fotografia (l'ho trovata superba), costumi, non ne so praticamente nulla , quindi come recensora (come si dice?, boh) non valgo una pippa, ma pazienza. L'aspetto per il quale, anche stamattina, sono ancora tutta "roversa", è quello affettivo/umano, empatico, la protagonista è una donna delle pulizie, orfana e muta, anzi, resa muta da qualcuno che le ha reciso la laringe. Sola, ma non disperata, né amara. Al contrario si prende cura del vicino, un anziano illustratore di pubblicità, che sta perdendo la partita contro la fotografia, oltretutto reietto quanto lei, perché omosessuale. Bellissima la collega di colore, anche lei conosce la discriminazione, e anche lei avrà parte nel folle progetto della protagonista che tenterà il salvataggio della creatura anfibia custodita (e torturata) nel laboratorio in cui lavora. altri personaggi di rilievo sono, ovviamente, il responsabile della sicurezza, che come ogni cattivo da favola, è davvero la cosa peggiore che possa esistere, e la gentile spia russa, che per amor della scienza e per vera pietà umana farà tutto il possibile per aiutare Elisa, la protagonista, nella sua missione. Che dire... Non è un film facile, di quelli che li vedi e li dimentichi, al contrario, almeno per me, ti si aprono nella testa continue domande "e se fosse successo che..." Persino il poeticissimo finale a me ha lasciato tanti interrogativi. 

E tanta speranza, una cosa che di questi tempi serve in quantità.

a presto 

 
 
 

Buona Pasqua

Post n°773 pubblicato il 31 Marzo 2018 da Bridigala

a tutti, di cuore

 
 
 

Ermete Ciucciarospi il Guercio

Post n°772 pubblicato il 29 Marzo 2018 da Bridigala

Ok, sto diventndo un filetto monotematica, portate pazienza! Il cane cresce, e ne combina una per colore. L'altro giorno sono tornata a casa dal lavoro, il peloso mi fa festa come sempre, ma appena entriamo in casa mi accorgo che sbava come un bulldog. Mai fatto prima. Sta quieto, e sbava, quindi comincio a chiedere cos'è successo, e nel frattempo il cane vomita. Quindi in qualche modo si è avvelenato, povero scemotto. Premetto che abbiamo un giardino abbastanza piccolo, nel quale scorrazza in libertà, e che fuori dal perimetro esce solo a guinzaglio, scopro che lo avevano portato fuori, quindi... che cavolo è capitato al cane? Telefono da un veterinario a tre minuti dalla chiusura, e quella mi dice di non preoccuparmi, che probabilmente aveva ciucciato una ranocchia, o qualcosa del genere. Non sono tranquilla, senza averglielo portato, ma porto pazienza, e aspetto. Ceniamo, e lui non interpreta la solita parte di Frà Galdino. Mi preoccupo ancora. Per farla breve, il cane dorme sbavocchiando, ma tranquillo, telefoniamo ad una guardia medica, ci dice le stesse cose che ha detto l'altra veterinaria, ma ad un certo punto il cane si sveglia, salta giù dal divano e comincia a guaire alla disperata. Io e mio padre ci guardiamo, sospendo la puntata della serie che stavamo guardando (Le Bureau, con Matthieu Kassovitz, carino assai, spionaggio)e ci fiondiamo a vestirci, per precipitarci in guardia medica. Quando scendiamo dall'auto il cane sembra aver completamente dimenticato qualsiasi cosa, annusa e tira, tira e annusa, ma io, dura, insisto ed entriamo dal veterinario, che gli fa una punturina di antinfiammatorio e una di gastroprotettore. Insomma, pur senza essersi fatto nulla (per fortuna)il suo primo giro al pronto soccorso quello sventato se l'è già fatto. Oggi, ovviamente, sembra avere un piccolo disturbo ad un occhio, e probabilmente può essere che i farmaci gli abbiano procurato un po' di riscaldo. Se persiste avrà vinto un altro tour, ma sembra già in via di soluzione anche questo...

Ma è possibile aver ereditato il cane più sventato della terra? Tutti ne combinano di ogni colore (entro i lmiti del buonsenso) e quello imprudente lo becco io che sono una specie di mammina apprensiva? Ma dai...

a presto

 
 
 

E guidare a fari spenti nella notte

Post n°771 pubblicato il 22 Marzo 2018 da Bridigala

no, tranquilli, non sono così folle, o criminale, semplicemente sembra impossibile, ma sono famosa per le martellate che mi tiro da sola. In questo caso, lunedì sono andata dal dentista, perché le mie ferie si erano concluse con un mal di denti imperiale... Bene, erano solo due ascessi. Tutto qui. Dovrei spiegare che i farmaci che prendo abbassano il sistema immunitario in modo notevole e quindi parte del problema è quello, del resto il progresso della malattia è fermo al 2014 anche grazie a quelle medicine, per cui non mi conviene lamentarmi troppo.Ho vinto un bel giro di antibiotici, e pazienza, ma in compenso ho scelto la mia meta estiva: avevo pensato seriamente ad una crociera, ma quando ho cercato offerte che mi piacessero non ho trovato quello che pensavo di fare, ho guardato le proposte del tour operator dello scorso anno e... Eureka! Trovato un viaggio Lisbona e Madeira, 10 giorni che si annunciano molto affascinanti, un giro completamente diverso rispetto a quello che pensavo, ma non per questo meno interessante.

Il cane... Cresce, e anche se lentamente sembra maturare, e speriamo in bene. 

Per ora vi lascio, 

a presto!

 
 
 

Ferie? Si, come no..

Post n°770 pubblicato il 15 Marzo 2018 da Bridigala

Così oggi e domani sono in ferie. A casa, che non ho trovato un posto dove andare, e pazienza, anche se qui la vivacità del cane non è esattamente occasione di tutto riposo...tuttavia è talmente simpatico e intelligente che ci si diverte un sacco. Le mie spalle, sulle quali salta quando sono seduta sul divano, protestano, ma a parte quello direi che va tutto bene. Fatta la risonanza magnetica di controllo ho la gioia di dire che la mia malattia è invariata dal 2014, quindi posso tirare un bel sospiro di sollievo ed andare avanti. Devo decidermi a prendere in mano il libro che ho preso a prestito per le ferie, se non mi metto a leggerlo adesso non lo leggo più... ;-), canto, canto e ancora canto, che Pasqua si avvicina e come sempre siamo indietro, ieri sera abbiamo provato tra gli altri tutto Bach e tutto Handel del repertorio di Pasqua, ed è stato abbastanza faticoso, anche se mi diverto. Cercherò di fare quelle commissioni che rimando da troppo tempo, e di pensare che non mi devo preoccupare per la presenza della sostituta, che non è una spia nemica, però sono talmente abituata al fatto che sono la padrona di casa che faccio girare tutto intorno a me... Pazienza, crescerò, che vi devo dire...

a presto

 
 
 

Aiuto, mamma, c' un cane in giardino

Post n°769 pubblicato il 06 Marzo 2018 da Bridigala

Si, lo so, ho un cane, tra l'altro di dimensioni abbastanza interessanti, però ho definitivamente deciso che è un bauco. (Dicesi bauco, con l'accento sulla ù, un tontolone)

Quando siamo arrivati ad abitare qui il nostro vicino aveva un vecchio cane mezzo cieco ed una compagna, nel corso dei mesi sembra che lei l'abbia lasciato e si è portata via il cane. Ogni altra domenica, più o meno, il cane viene in visita, non ho notato se con padrona al seguito, se lei frequenta o meno casa non lo so, solo che ogni tanto il cane compare. Flip il magnifico va in paranoia totale, visto che lui non Sa Minimamente stare con altri cani, e corre dentro disperato per avvisare del terribile accadimento. Da qui il titolo. La convivenza con il sacco di pelo procede, lui è mostruosamente vivace, ed ha dei lunghi momenti di "follia" che cerchiamo di sedare con le ossa di pelle di bufalo, ma si capisce che non gli fa bene un osso al giorno, per cui cerchiamo metodi alternativi. L'ultimo che lui apprezza particolarmente (io, ovviamente, no) sembra essere il mozzico dei miei rotoloni di ciccia, che pizzica con quei maledetti dentini... al guinzaglio va bene, con me, è molto obbediente e si fida, ma bisognerebbe evitare altri cani per evitargli le palpitazioni. 

Va bene, dai, ci vediamo presto!

 

 
 
 

E sangue freddo...

Post n°768 pubblicato il 28 Febbraio 2018 da Bridigala

Certo che ci vuole sangue freddo, soprattutto se la bimba di otto mesi che stai coccolando ha un attacco di convulsioni tra le tue braccia. Che paura! Per fortuna è un disturbo senza conseguenze, ma è davvero brutto, ve lo assicuro. La serata sulla guerra fredda è andata molto bene, e ne sono contenta. Volevo andare alle terme qualche giorno, ma sembra che l'hotel sia completo, purtroppo, quindi dovrò trovare un'alternativa valida. Per non svenarmi stavo pensando sinceramente alla possibilità di andare alla SPA di un hotel nelle vicinanze a fare dei trattamenti per due/tre pomeriggi di fila. Massaggi, percorso kneipp, docce emozionali sauna e/o bagno turco e non so che altro. Magari una tisana a metà percorso. Così cerco di staccare dal lavoro e dal turbine chiamato Flip, il mio splendido cane adolescemo. Lo spavento per la piccolina non è nulla rispetto a quello che hanno preso i suoi, ovviamente, ma viverlo in prima persona, e dedicare io resto della serata a calmare i fratellini e convincerli che non è successo niente di male, che la sorellina tanto amata starà benissimo, è stato indispensabile e necessario. Per fortuna sembra che si risolva senza problemi, però il "tremasso" ci è venuto eccome! La ragazza disabile che fa serviz in biblioteca è un capitolo a parte. Metterci il cuore e l'energia per cercare di aiutarla ad uscire dalla situazione triste nella quale versa è un attimo, scontrarsi contro il muro perché nessuno può essere salvato suo malgrado anche. Quindi, dopo aver distintamente insistito con le istituzioni perché si facciano carico della caterva di problemi davanti ai quali si trova lei, altro non si può fare che attendere e vigilare affinché certe situazioni latenti non arrivino a peggiorare, segnalare anche quelle ed andare avanti così, un colpo al cerchio ed uno alla botte, nella speranza di arrivare da qualche parte. (Difficile, ma non impossibile)

sono un poco scoraggiata, arrabbiata anche con lei che non vuole e non può capire che certe scelte e certe proposte vengono fatte per il suo bene, ma visto che non si può fare tutto ci adegueremo. E aspetteremo. 

Il cane, come dicevo, è decisamente adolescemo, pieno di un'energia extra, ma privo di giudizio, come è giusto che sia, la mancanza totale di socializzazione con altri cani lo rende un disadattato, e questo è un aspetto un po' difficile da risolvere, in ogni caso si è tanto affezionato a noi, ormai siamo una squadra e ne siamo felici.

mi scuso, salto di palo in frasca, ma stamattina non sono molto concentrata...

a prestoM

 
 
 
Successivi »
 

PRETERIZIONE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, comunicatelo all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. Non sono responsabile per i commenti terzi inseriti nei post, così come per il contenuto di siti e blog eventualmente segnalati. Nel rispetto del diritto di opinione di tutti, libertà implica responsabilità (individuale).

 

BRIDIGALA

Meez 3D avatar avatars games
 

I MIEI LIBRI PREFERITI


1) Il Signore degli anelli
2) Il mastino dei Baskerville
3) Morte di luned
4) Dell'amore e di altri demoni
5) L'ombra del vento
6) La ballata del vecchio marinaio
7) La signorina Tecla Manzi
8) Il diavolo nella cattedrale
9) Il nome della rosa
10) Il pendolo di Foucauld
11) I Pilastri della terra
12) Il ciclo della tavola rotonda di Chretien de Troyes
13) Quando il mare si ritira
14) Scandalo al sole
15) Il giro di boa
16) Eragon
17) Lo hobbit
...

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fugadallanimaBridigalablackdream2amorino11CiaoGi_57REGNATORtiffanplLORD_DEVID_2013philippe.1_2013cassetta2archetypongioia58_ranmicupramarittimaLSDtripzeronuvoletta
 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

VENTUNO LUGLIO


per te che sono verdi gli alberi
e rosa i fiocchi in maternit
per te che il sole brucia a luglio
per te tutta questa citt
per te che sono bianchi i muri
e la colomba vola
per te il 13 dicembre
per te la campanella a scuola
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te che a volte piove a giugno
per te il sorriso degli umani
per te un'aranciata fresca
per te lo scodinzolo dei cani
per te il colore delle foglie
la forma strana della nuvole
per te il succo delle mele
per te il rosso delle fragole
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te il profumo delle stelle
per te il miele e la farina
per te il sabato nel centro
le otto di mattina
per te la voce dei cantanti
la penna dei poeti
per te una maglietta a righe
per te la chiave dei segreti
per te ogni cosa che c' ninna na ninna e...
per te il dubbio e la certezza
la forza e la dolcezza
per te che il mare sa di sale
per te la notte di natale
per te ogni cosa che c'
ninna na ninna e...
(Jovanotti)

 

IL MIO NICK ANCESTRALE



 

I MIEI FILM PREFERITI

1 Pane e tulipani
2 Blade Runner
3 Minority Report
4 Matrix
5 Il signore degli anelli (trilogia)
6 Chocolat

7 Stardust
8 Harry ti presento Sally
9 Io ballo da sola
10 La tigre e il dragone
11 Hero
12 Shrek
13 Kung fu panda
14 X-men (trilogia)

 

NEWS ANSA

Caricamento...
 

CULTURA E SOCIET ANSA

Caricamento...