Creato da giulia.cavalier il 25/09/2008

Gli Amici di Leo

Provate a guardare negli occhi il vostro cane ed affermare che non ha un'anima


I testi scritti in questo blog sono coperti da copyright. Se ne vieta la riproduzione senza autorizzazione dell'autore del blog.

L'autore di questo Blog è socio di:

 

PER UNA MIGLIORE LETTURA DEL BLOG:

Utilizza il menù a tendina dei TAG sotto a questa finestra: cliccando sulla freccina troverai tutti gli argomenti trattati in questo blog e, selezionando quello che più ti interessa, avrai la possibilità di leggere tutti i post pubblicati fino ad oggi relativi a quel determinato argomento.

 

TAG

 

CAVALIER'S FRIENDS

Possiedi un Cavalier King? Invia all'indirizzo giulia.cavalier@libero.it la foto del tuo beniamino indicando anche il suo nome!! Verrà immediatamente pubblicata su questo blog!!  

 

 

LIBRO DEL MESE

E' stato eletto il libro del mese!!



"Portami con te", Graeme Sims
Genere: Manuale (consigliato)

Commento: Molto bello e soprattutto molto utile per tutti coloro che adorano i cani e desiderano addentrarsi nella loro mente. Adatto a chiunque, un libro che nasce dal cuore dell'autore.

(voto personale: 10/10)

 

DA VISITARE:














 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

VOTAMI

 

 

L'alimentazione corretta, per ogni età ed esigenza

Post n°12 pubblicato il 30 Agosto 2010 da giulia.cavalier
 

 

La dieta è uno dei fattori fondamentali per avere un cane bello e sano. Partendo dal presupposto che il Cavalier non ha il nostro stesso apparato digerente, dobbiamo considerare il fatto che ciò che per noi è buono ed innocuo, per lui potrebbe essere nocivo o letale. Un esempio? I dolci, tra cui il cioccolato: pochissimi etti possono portarlo alla morte. Dobbiamo, quindi, stare molto attenti a ciò che diamo da mangiare al nostro amico e, il pasto ideale, è sicuramente rappresentato dai CROCCANTINI. Ne esistono di moltissime marche e qualità e sta al padrone scegliere quelli giusti ed adatti alle esigenze del proprio Cavalier. E' un passo molto importante che dovrete fare con molta e molta attenzione: i cani non amano cambiare spesso alimento. I componenti più importanti per la salute del cane sono: calcio e fosforo (per un'ossatura e denti forti), proteine (per una muscolatura potente) e acidi grassi (per un bellissimo pelo, i cuccioli ne hanno bisogno in maggiori quantità rispetto agli adulti).

I CUCCIOLI: Per quanto riguarda i piccolini, per loro vanno scelti i croccantini "Puppy", contengono i giusti quantitativi di nutrimenti per una crescita ottima.

GLI ADULTI: Fino ai sette anni circa, il cavalier fà parte di questa categoria. I croccantini per adulti contengono gli elementi principali per combattere probabili: sensibilità digestiva, patologie del cavo orale, problemi articolari.

GLI ANZIANI: Anche i Cavalier invecchiano, ed hanno bisogno di un alimento che sia in grado di farli vivere sani a lungo. Ecco perchè i croccantini per questa fase sono ricchi di elementi per: contrastare gli effetti dell'invecchiamento, aumentare la resistenza dell'organismo contro i patogeni, aiutare a mantenere il peso ideale e favorire l'igene orale.

Per ogni marca, oltre a queste categorie, è possibile trovare croccantini: light, per cani in gravidanza o allattamento, per cani attivi o nevrili, specifici per gli intolleranti ad alcuni alimenti, su misura per le razze.....ecc!

Leo lo alimento con croccantini di "Natural Trainer". 

Sta a voi decidere qual è l'alimento giusto per il vostro Cavalier!! Vi consiglio, quindi, di informarvi su internet o nei negozi appropriati (magari chiedendo consulenza al veterinario) e di non fare una scelta affrettata e superficiale.

 

   

 
 
 

Arrivano le Vacanze !!

Post n°11 pubblicato il 18 Aprile 2009 da giulia.cavalier
 
Tag: Vacanza

 

 

 

Finalmente ferie e libertà. Molti partono e molti hanno con se' i loro amici a quattro zampe. Vediamo, ora, come rendere la loro vacanza serenza e lontano dai pericoli del caldo:

Per prima cosa mi ritengo in dovere di sottolineare che, durante l'estate bisogna fare bere il cane ogni 1-2 ore e alleggerirgli i pasti nelle ore più calde della giornata.Bisogna sapere, però, che cani e gatti disperdono il calore in modo differente dal nostro e, quindi, le nostre sensazioni non sono le stesse dei nostri amici di quattro zampe. Essi rilasciano calore attraverso i polpastrelli e grazie alla iperventilazione (non preoccupatevi se il vostro cane ansima, mentre fatelo se è particolarmente agitato e le mucose della bocca sono color ciliegia ). MAI lasciare il cane in auto, In caso di viaggio fare frequenti soste per far sgranchire le zampe al cane e farlo bere ( almeno ogni 1-2 ore è necessario ).

E' possibile, in caso di eccessivo caldo, effettuare doccie rinfrescanti all'animale ed evitare passeggiate e (soprattutto) corse nelle ore con più sole. In caso di colpo di calore, chiamare subito dal veterinario.

Preferire la montagna al mare: quest'ultimo ha un clima più torrido e il cane, generalmente (ogni razza soffre il caldo diversamente), ne risente maggiormente. Altro punto a favore della fresca montagna (o collina) sono le passeggiate che i nostri amici adorano.

Quindi ricordate:

  • Acqua spesso e fresca
  • Preferire la montagna al mare
  • MAI lasciare il cane in auto da solo
  • In caso di viaggio, fare soste ogni ora

 

APPROFITTO DELL'ARGOMENTO PER RICORDARVI CHE OGNI ANNO SONO MOLTISSIMI I CANI ABBANDONATI DAI PADRONI COME SACCHI DELLA SPAZZATURA IN MEZZO ALLE STRADE. QUESTO BLOG E' CONTRO L'ABBANDONO DEGLI ANIMALI.

NO ALL'ABBANDONO !!!

 
 
 

Immagini che parlano

Post n°10 pubblicato il 15 Aprile 2009 da giulia.cavalier
 
Tag: Notizie

Retro di un pet-shop del nord Italia

Non penso che ci siano parole per descrive questo orrore. Succede in Cina? In India? No, in Italia. Possibile che nessuno vede? Nessuno parla? Cani e gatti riempiti di iniezioni di cortisone e gammaglobuline. Cani che dopo pochi giorni avranno convulsioni e diarree emorragiche...quando saranno finalmente usciti da quella vetrina...Già. Stiamo parlando dei cani esposti nei negozzi. Blocchiamo il traffico dei cuccioli, non acquistiamoli: non facciamo altro che incrementare e nutrire quella foto.

ATTENZIONE ALLE TRUFFE SUI CUCCIOLI, clicca qui

 

 

 
 
 

Parola d'Ordine: AMORE

Post n°9 pubblicato il 14 Aprile 2009 da giulia.cavalier
 

Chi di vuoi non ha visto quei poveri cagnolini piccolissimi tenuti in braccio ( soprattutto dai vip ) e con indosso degli abitini carini carini per far felici i loro padroni? Credo nessuno. Mi pongo sempre una domanda: ma questi animali sono davvero felici in quelle condizioni? A loro serve davvero avere un vestito di diamanti? Bhe, la risposta mi è stata data dalla lettura di molteplici manuali. Ho scoperto che i cani non notano la differenza tra un cappottino normalissimo ed un vestito di diamanti: per loro sono la stessa identica cosa ( e forse è meglio il primo che, probabilmente, tiene più al caldo il corpo ). Il nostro amico non ha bisogno di ciotole di lusso, fiocchettini maestosi, cucce leopardate ecc...

 

[Immagine proveniente da Corriere.it]

A loro servono tre cose FONDAMENTALI :

  1. Esercizio fisico
  2. Cibo                                    IN QUESTO ORDINE
  3. Gentilezza

Per creare un legame un il proprio pet bisogna che noi stessi gli diamo da mangiare    ( ad orari precise del giorno, sono animali abitudinari ) e che noi stessi li tolettiamo con cura. La cosa principale, però, è dedicargli tempo per l'esercizio fisico. Molti pensano che una passeggiata da dieci minuti basti: Non è vero! Il cane ha bisogno di correre, sfogarsi altrimenti entrerà in un circolo di nervosismo e depressione dal quale sarà difficile farlo uscire. Dopo lo sport, il cibo ( premio tanto ambito ). La il collante di tutto è l'amore che vuoi trasmettete al cane, la gentilessa con la quale cercate di capire quello che vuole. Non serve tentare di intuire come si deve fare una cosa, ma perchè il vostro cane non la vuole fare. Seguire il proprio istinto anche nell'insegnare al proprio animali determinate cose, serve ed anche molto!Quindi ricordate: prima l'esercizio, poi il cibo ed infine coccole e nanna (in questo ordine precisio).

 

 
 
 

Pulci, Zecche e Pidocchi...tutto quello che c'e' da sapere

Post n°8 pubblicato il 13 Aprile 2009 da giulia.cavalier
 

Purltroppo in questi giorni, oltre al tanto atteso caldo, arrivano anche quegli odiosi animaletti con cui tanto non vorremmo averci a che fare. Proviamo a conoscerli meglio, partendo dalle loro caratteristiche:

  • PULCI: animaletti quasi del tutto invisibili, in grado di disturbare l'ambiente casalingo con prurito e morsicature. Posso provocare reazioni allergiche e trasmettere malattie. Si presentano su cane e gatto come puntini neri detti "polvere di carbone ". Un modo per individuarne la presenza è utilizzare un pettine per pulci ( meglio se in metallo ) e spazzolare il cane con esso. Eventuali punti neri residui sul pettine possono essere le feci delle pulci. Il cane o il gatto infestato da tale animale è affetto da prurito e nervosismo . Consiglio di aspirare spesso in casa con l'aspirapolvere e lavare a temperature alte materassini e coperte : in tal modo è possibile uccidere larve e altre forme premature. 
  • ZECCHE: piccole da vedersi ma in grado di succhiare il sangue dell'animale e raggiungere dimensioni tali da essere viste perfettamente ad occhio nudo. In circa 48 ore la zecca è in grado di attaccare il suo apparato boccale all'animale, iniziare il risucchio del sangue e la trasmissione di malattie. Il cane o gatto affetto può presentare tosse, febbre, zoppia, depressione, perdita di appetito o improvvisa comparsa di dolore ad un arto. Se si pensa che il proprio cane sia affetto da tale animale, chiamare subito il veterinario e prenotare un'esame del sangue. Non rimuovere mai le zecche con le mani, sempre con pinzette. 
  • PIDOCCHI: il pidocchio che più interessa i cani è il  Trichodectes canis. Possono essere trasmessi tramite contatto diretto o indiretto con coperte, tappeti, e cucce infestate. Questi animali molto piccoli hanno la durata di vita intorno ai 2-3 giorni. Il pelo invernale è un'habitat ideale per il pidocchio e il grado di infestazione diminuisce durante l'estate.

E', quindi, consigliabile utilizzare prodotti disinfestanti per insetti e parassiti, e somministrare mensilmente al cane una dose di Frontline o Advantix.

NON SONO UN MEDICO, TUTTO QUELLO CHE TROVARE SCRITTO IN QUESTO POST E' FONTE DELLA MIA ESPERIENZA.

 
 
 

Un Problema comune: camminare al guinzaglio

Post n°7 pubblicato il 12 Aprile 2009 da giulia.cavalier
 

Già, camminare al guinzaglio è proprio un problema permoltissima gente che, molto spesso, incontro per strada o al parco con Leo. Cerco di capire quali siano i loro problemi ( sottolieno LORO problemi, e non del cane ) e provo ad insegnare al padrone ( si si, proprio a lui! ) come camminare al guinzaglio con il proprio amico. Ho, quindi, deciso di scrivere anche qui sul mio blog un'articolo che possa aiutarvi a comprendere il metodo che io uso nell'insegnare ai cani questa azione che, seppur semplice, crea numerosi problemi. I casi sono due:

  • IL CANE DEVE ANCORA IMPARARE A CAMMINARE: partiamo dal principio: a chi di noi non è successo di mettere il guinzaglio al cane e ritrovarlo impietrito e riluttante al camminare? Credo tutti. La parola d'ordine che dico sempre è: PAZIENZA, PAZIENZA e PAZIENZA. Solo così arriveremo a risultati concreti in breve tempo ( a seconda del carattere del cane ). Dopo aver abituato il cucciolo ad indossare il collare ( questa è la prima cosa da fare ), mettetegli il guinzaglio e portatelo inizialmente fuori tenendolo in braccio ( questo in caso non si sia già abituato ai rumori che circondano la vostra abitazione che devono diventare per lui una cosa completamente normale ). Quando il cane si sarà abituato al "mondo" fuori casa, interviene il mio metodo che, fino ad oggi, ha sempre funzionato con tutti i soggetti. Portate il cane in una zona tranquilla ( come un parco nelle ore in cui non c'e' praticamente nessuno, come a mezzogiorno ), posate il cane vicino ad un albero che, sicuramente, lo attirerà a sè essendo "ricco" di odori. Inizialmente è probabile che il cane resti seduto, ma dopo un po' lo vedrete avvicinarsi cauto all'albero ed iniziare ad usare il tartufo. Questo per il cane è davvero molto divertente poichè l'olfatto è il solo senso più sviluppato e con il quale scoprono il mondo fin da piccoli. Pin piano, il cane inizierà ad esplorare spontaneamente gli alberi vicini, per poi camminare allegramente per il parco. Questo metodo funziona anche con i cani timidi e paurosi ( come Leo ). La cosa fondamentale, però , come sempre è il padrone. Il vostro stato d'animo è importantissimo nelle fasi di apprendimento quindi, se siete di cattivo umore, agitati o frettolosi, lasciate perdere e ritentate in un altro momento più calmo queste operazioni. Gli animali è come se sentissero il nostro stato d'animo attraverso il guinzaglio, sembra incredibile ma vi assicuro che è così. Infine, non trascinate mai il cane ( come purltroppo vedo spesso fare ), peggiorerà solo le cose ed impiegherete più tempo nell'addestramento. Se vuole annusare in un determinato punto, lasciatelo fare, restate lì tutto il tempo che vuole; è molto importante poichè il cane deve capire che andare a passeggio è molto bello e divertente. 
  • IL CANE HA GIA' IMPARATO A CAMMINARE: molte persone si lamentano del loro cane che tira troppo, le trascina letteralmente. Per chi ha i cani di taglia piccola, la cosa è gestibile, dopodichè diventa impossibile resistere alla potenza di questi animali. La cosa migliore è insegnare fin da piccoli a camminare a fianco a voi. Come? Semplice: tenendo per le prime volte il guinzaglio corto e vicino a voi, in tal modo il cane si abituerà a quella lunghezza. Sembra una banalità, ma spesso funziona. Se, invece, il cane è già adulto e tira come un dannato, l'unica cosa da fare è cerca di sgridarlo ( non con violenza!!! ma solo a voce ) dicendogli, per esempio, piano!!! oppure no!!!.

 

[Leo 9 mesi]

P.S. Acquistate fin dall'inizio guinzagli in nylon: invitano il cane a stare vicino al padrone ed a non tirare. Preferite il collare (non a strozzo) alla pettorina: non rovina l'andatura dell'animale ma ricordatevi di non tenerlo stretto al collo ( tra quest'ultimo e il collare devono passare circa 2 dita ).

 
 
 

Comportamento e Mentalità

Post n°6 pubblicato il 24 Gennaio 2009 da giulia.cavalier
 

 

 

 

 

Il Cavalier è un cane estremamente intelligente che può darci moltissime soddisfazioni. Eccelle in agilità, obbedienza, e viene addirittura usato per la Pet Terapy. Dobbiamo ricordare, però, che i cani non pensano come noi: per loro esiste solo il tempo presente e nn percepiscono passato nè immaginano il futuro, reagiscono di conseguenza in base al loro istinto. I cavalier sono molto sensibili e basta alzare leggermente il tono di voce per ottenere la loro obbedienza. Mi si chiede spesso se questa razza è adatta anche ai bambini, la mia risposta è : Si.  Ama stare con i piccoli, ma bisogna insegnare a questi ultimi a non essere aggressivi con lui. Come ho detto in precedenza, il Cavalier è facile da addestrare per via del suo buon carattere. Bisogna approcciarsi con loro in modo fermo, ma gentile in ogni situazione. Dico sempre che i migliori risultati si ottengono iniziando da cuccioli. Se si inizia ad addestrare un cane fin da piccolo, quando esso sarà adulto avrà compreso perfettamente i suoi limiti ed i vostri insegnamenti. Inoltre, un cane di 2 o 3 mesi, è molto più facile da addestrare ed apprende più velocemente.

I cani vivono nell'idea del branco e capobranco ( cosa che spesso scordiamo ), e dobbiamo lavorare su questa loro concezione. Mi spiego meglio: noi dobbiamo essere per il cane il suo CAPO BRANCO e lui deve essere "sottomesso" a noi. La parola "sottomissione" non la intendo in modo spregevole, ma semplicemente per indicare uno "stato mentale " del cane: quello calmo-assertivo ( ovvero calmo e pronto ad obbedire ). Per imporsi capo branco è necessario utilizzare un atteggiamento calmo e sicuro di sè fin dai primi momenti passati assieme. Ciò darà al cavalier la sicurezza di cui ha bisogno per vivere sereno con voi e sarà pronto ad imparare ( ed eseguire ) i vostri comandi con tutta la gioia di questo mondo. E' un concetto logico difficile da comprendere, ma lo ritengo utilissimo. Con esso sono riuscita ad addestrare ( o ri-educare ) diversi cani semplicemente imponendomi su di loro in modo calmo ma deciso. E il Cavalier è un cane che si presta moltissimo ed ama avere qualcuno di cui fidarsi veramente. Quindi ricordatevi: dovete essere calmi, decisi ed autoritari.

 
 
 

Richiesta 

Post n°4 pubblicato il 28 Ottobre 2008 da giulia.cavalier
 
Tag: Guida


Mi è stato richiesto di creare una guida interattiva sui Cavalier King Charles Spaniel. Inizio a scriverla e, non appena avrò un po' di tempo, la pubblicherò per tutti voi.
Grazie

 
 
 

I Cavalier King Charles Spaniel

Post n°3 pubblicato il 03 Ottobre 2008 da giulia.cavalier


CARATTERE.
Il Cavalier King è un cane arrivo e molto sociale, ama le coccole e la compagnia.  E' un cane di natura poco aggressivo, sia con l'uomo che con i simili. Per mantenerlo pulito basta una semplice spazzolata per togliere il pelo morto.

CARATTERISTICHE. E' caratterizzato da un cranio quasi piatto all'altezza delle orecchie, da uno stop poco accentuato e due grandi occhioni neri come il tartufo.
Le orecchie sono la particolarità più evidente di questo cagnolino: lunghe e con il pelo mosso, vanno tenute molto sotto diretto controllo del padrone. Il pelo del Cavalier King è molto liscio ( tanto che è molto usato nella Pet Terapy ), setoso ma mai con i boccoli. La coda è proporzionata al corpo e portata allegramente.

PESO. Il peso varia in genere dai 6 a circa 9 kg. Ovviamente i maschi della razza raggiungono un peso maggiore.

COLORI. Esitono 4 tipi di Cavalier King e differiscono l'uno dall'altro dal colore del pelo.

- Tricolore: Corpo a macchie nere e bianche. La zona sopracigliare, anale e sotto le orecchie è marroncina.

- Ruby: Corpo con pelo rossiccio-focato

- Blenheim: Corpo con macchie castane su sfondo bianco perlato

- Black and Tan: Corpo nero con focature nella zona sopracigliare, anale ed interno orecchie.

 
 
 

L'educazione del cucciolo...GUIDA

Post n°2 pubblicato il 01 Ottobre 2008 da giulia.cavalier



Quando un nuovo cucciolo a quattro zampe arriva nella nostra casa, ci poniamo subito il problema di " come insegnargli tutto ciò che deve sapere e fare". Ecco una piccola guida in vostro soccorso, per aiutarvi ad "addestrare" il vostro cagnolino fin dai primi giorni.

  • IMPARARE IL SUO NOME. Questa è una cosa fondamentale per noi e per il cucciolo. Per insegnargli il suo nome è molto importante chiamarlo sempre nello stesso modo e, nel caso rispondesse, lodarlo con coccole e carezze.
  • LA NEGAZIONE. Quando il cane stà combinando quancosa di sbagliato ( ok, di scandaloso ), la cosa migliore è pronunciare un NO! con tono secco e deciso. Il cucciolo smetterà di combianare il guaio poichè spaventato dal tono diverso della voce.
  • I BISOGNINI. Bene bene...Gli odiati bisognini. Punto dolente per tutti i padroni che non sono San Francesco. Premettendo che il cane, finchè non ha finito tutte le vaccinazioni non puo' uscire, esistono 2 metodi : il primo è portare il cane fuori nel vostro giardino a fare i bisogni ogni 2 ore ( ma in questo caso tutti i proprietari del giardino devono essere concordi ), oppure abituarlo a farli in casa. In quest'ultimo caso, basta mettere del giornale con al di sotto un panno assorbente ( ne esistono anche per i cani in commercio ). Quando il cucciolo farà i bisogni nel luogo sbagliato, gli di potrà dire ripetute volte NO ( facendogli vedere il "danno" ), per poi mostrargli dove avrebbe dovuto farli.
  • CAMMINARE AL GUINZAGLIO. COme prima cosa bisogna far abituare il cane a tenere indossato il collare. Quando avrà imparato, si potranno effettuare brevi passeggiatine per la casa. Successivamente, si potrà uscire all'aperto per la prima passeggiata. Ricordatevi di tenere il guinzaglio morbido e non teso e, se il cane dovesse tirare, pronunciare un NO secco e deciso. Non picchiate il cane con il guinzaglio, la passeggita deve essere un piacere!
Questa piccola guida è stata realizzata utilizzando come base la mia esperienza.

 
 
 

Acquistare un Cucciolo ( introduzione )

Post n°1 pubblicato il 01 Ottobre 2008 da giulia.cavalier

Molte sono le persone che, vedendo un piccolissimo cagnolino e guardando i suoi occhietti pieni di dolcezza, decidono di comprarlo. QUesto è uno degli errori più frequenti, poichè non si è pronti ad accoglierlo. Il cane è un impegno che richiede molti anni della propria vita ( addirittura più di 20 anni ), e non è certo un'occupazione da poco. La prima cosa da fare è informarsi: esistono davvero moltissime razze differenti ( sia esteticamente che caratterialmente ), la cosa migliore è scegliere quella razza che si adatta meglio all'esigenze del futuro padrone. Successivamente, dopo essersi informati il più possibile, si devono acquistare tutti gli accessori di cui il cagnolino necessita fin dai primi mesi di età : cuccia, ciotole ( 2 ), giochino adatto a lui, croccantini, spazzole adatte al suo pelo e shampoo, guinzaglio. Ora andremo ad analizzare ogniuno di questi punti.

  • Cuccia. La cuccia è, ovviamente, fondamentale per il cucciolo che andrete ad acquistare, poichè esso dovrà imparare a dormirvi. Ne esistono davvero di tutti i gusti e dimensioni. Quelle migliori sono quelle più soffici, dotate di cuscino interno.
  • Ciotole. Altrettanto importanti per nutrire il cagnolino. Ne servono 2, una per l'acqua fresca ( che dovrà essere sempre a disposizione del cucciolo ) e una per i croccantini ( la quale andrà tolta subito dopo la fine del pasto ). E' preferibile  abituare il cane a mangiare in un luogo tranquillo e lontano dal luogo dove dorme. 
  • Giochino adatto a lui. E' fondamentale per far divertire il cucciolo. I cagnolini hanno bisogno di dare sfogo alla loro vivacità. Nei negozzi specializzati in animali, ne si trovano davvero moltissimi: dalle palline alle corde, dai kong ai pupazzetti. In più ci permetterà di giocare con lui ed instaurare un rapporto di vera amicizia.
  • Croccantini. L'alimentazione ideale del vostro cagnolino è bastata su croccantini ed un pochettino di umido ( che successivamente andrà eliminato verso i 4 mesi, per lasciare spazio solo ai croccantini ). Vanno comprati appositamente per i piccoli ( puppy ), poichè possiedono dimensioni e qualità adatte a loro. Anche in questo caso, ne esistono di tantissime marche, ma poche sono davvero buone. Io, personalmente, consiglio la Royal Canin.
  • Spazzole e Shampoo. Le spazzole servono moltissimo ai cani con pelo lungo o semilungo, i quali andrebbero spazzolati tutti i giorni. Ma obbligatoria per tutti i cani di qualsiasi razza, è la spazzola per asportare il pelo morto. Per quanto rigiarda lo shampoo, finchè il cucciolo non ha finito le vaccinazioni base non potrà fare il bagnetto. Tranquilli, non significa che dovrà rimanere puzzolente per diversi mesi! SI possono usare delle salviette umidificate e profumete ( come quelle della bayer ), oppure lo shampoo secco ( sempre della bayer, per cuccioli e gattini ).
  • Guinzaglio. Per i primi mesi di vita ( fino a circa 1 anno ), è consigliato da quasi tutti gli allevatori, il collare. Si pensa che la pettorina rovini la postura dei cagnolini. Consiglio, quindi, il collare che, tra l'altro, insegnaal cane a camminare difianco a voi ( e non a 5 metri più avanti !! ). Vi sono dei collari, però, che tendono a "strozzare" il cucciolo. Evitateli! Sono, invece, consigliati i collari a semi-strozzo, lasciando uno spazio di circa 2 dita tra il collo del piccolo ed il collare stesso.

Dopo aver acquistato le cose sopra elencate, sarete in grado di portare a casa vostra il nuovo compagno di vita. Portatelo il prima possibile da un veterinario di fiducia, consigliato da amici o conoscenti; esso vi saprà dire con certezza se il cucciolo è in buona salute o meno.

Ricordo che i cani non sono giocattoli, hanno un'amima ed un cuore, e per questo non vanno abbandonati! BLOG CONTRO L'ABBANDONO DEI CANI.


PS.- Molti mi hanno chiesto via mail cosa fosse il KONG
 (vedi " giochino adatto a lui "). Eccone un esempio:

  

Come da immagini, sono dei contenitori (presenti in diverse misure) che possono contenere del cibo per il cane, il quale dovrà trovare il modo di aprirlo. Lo scopo? Aumentare l'intelligenza e l'astuzia del cucciolo!

 
 
 

CONTATTI:


Hai domande o dubbi relativi ai cani? Hai dei consigli per il blog?
Contattami
al mio indirizzo : giulia.cavalier@libero.it

 

LA MASCOTTE DEL BLOG:

 

MARCA DI ALIMENTI CHE UTILIZZO:

 

GLI ANIMALI SONO AMICI, NON CIBO!!

 

FOTO DI LEO:



 

GLI AMICI DI LEO:

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom