CONTROSCENA

Il teatro visto da Enrico Fiore

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultimi Commenti

arieleO
arieleO il 25/06/13 alle 18:33 via WEB
Gentile Signor Santini, sono io che La ringrazio per la stima e l'attenzione che mi accorda. Per ciò che concerne i criteri con cui scelgo di vedere questo o quello spettacolo, Le rispondo, in breve, che dipendono soprattutto dai testi e dai registi che li mettono in scena. E in quanto agli spettacoli della Notarbartolo, se non ne ho recensito alcuno è solo per motivi di coincidenza con altri miei impegni. Io, come può ben capire, devo occuparmi da solo di tutto il teatro che si fa a Napoli e, talvolta, anche di quello che si fa nel resto d'Italia. Ma, nei limiti del possibile, cercherò di colmare la lacuna. Si abbia, intanto, i più cordiali saluti. Enrico Fiore
 
Boboope
Boboope il 25/06/13 alle 14:08 via WEB
Gent.mo dott. Fiore, mi permetto di scriverle per ringraziarla di quanto mi è dato di imparare leggendo i suoi articoli. Attraverso la loro lettura mi è dato di aprirmi a nuovi spunti critici, di integrare la mia cultura teatrale ed infine di apprendere quanto l’etica determini la cifra della sua professionalità che non manca mai di entusiasmarmi. Sono stato anch’io, grazie alla sottoscrizione di un abbonamento, spettatore del NTFI 2013. Le scelte hanno seguito in parte i nomi famosi (Brook, Spregelburd, Martinelli), che mi hanno amaramente deluso, in parte ho scelto gli spettacoli dei registi e/o autori noti, che seppur meno famosi, hanno saputo donarmi originalità di penna e di rappresentazione nonché fiducia nel poter ancora trovare in teatro qualche emozione. Poiché ho notato che anche le sue scelte non sono state altrettanto fortunate, mi permetto di chiedermi quali sono usualmente il criteri di scelta di un critico per assistere o meno ad uno spettacolo di una rassegna/cartellone/festival. E qui, forse esagerando e mi auguro mi perdoni se indiscreto (ma sa quanto sono “curiosi “ gli spettatori), mi interrogo sul perché non ho mai letto alcuna sua recensione sugli spettacoli della Notarbartolo che, non per la prima volta, insieme a Susanna Poole hanno saputo donarmi le emozioni di cui sopra. La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà concedermi. La saluto cordialmente, Roberto Santini
 
arieleO
arieleO il 24/06/13 alle 14:36 via WEB
Cara Floriana, perché mai deve sentirsi in difficoltà "per non essere d'accordo" con me? Il problema è uno solo: che Alfredo Arias non ha firmato l'allestimento di un suo testo, ma l'allestimento di "Circo equestre Sgueglia" di Raffaele Viviani. E lo spettacolo che abbiamo visto al San Ferdinando era, rispetto al testo di Viviani, puramente e semplicemente un'altra cosa. Tutto qui. Enrico Fiore
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
floriana il 24/06/13 alle 12:16 via WEB
Caro Maestro, ogni tanto ritorno a disturbarla... Premesso di essere solo un'appassionata di Teatro e nulla più, io in quel Circo non ho visto il varietà, ma anzi, una grande lezione di "contemporaneità". Corpi irrigiditi negli stereotipi del varietà, e per questo svuotati del loro ruolo di "personaggi" che rimandano al senso di solitudine interno dell'uomo( e a quanto il Teatro cerchi disperatamente di indagarlo. In una dimensione che trascende quella reale e che si rifugia, per consolarci, nella sfera dell'onirico che il Circo evoca. Ps tenga conto, per cortesia, della mia personale difficoltà per non essere d'accordo con Enrico Fiore!
 
arieleO
arieleO il 10/06/13 alle 10:24 via WEB
Gentile Floriana, sono perfettamente d'accordo con Lei; e, del resto, mi pare di averlo già anticipato in sede di recensione. Qui posso aggiungere che Brook (o, più esattamente, chi lo gestisce, vendendone in giro il nome e la fama) ha rifilato ai napoletani una bella presa per i fondelli. Ci pensino, i responsabili del Napoli Teatro Festival Italia, e stiano più attenti, per l'avvenire, a non strombazzare ai quattro venti (complici i giornali) mirabolanti spettacoli che poi, come in questo caso, si rivelano inesistenti. Enrico Fiore
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
floriana il 09/06/13 alle 22:22 via WEB
..premesso di riconoscere pienamente il senso di contraddizione tra le parole spese da Brook per presentare il lavoro e la sensazione di pessimismo avvilente che soffoca lo spettatore per un'ora di spettacolo, Le chiedo, ma a Lei questo sembra un lavoro "compiuto", che Brook presenterebbe tal quale in una stagione ordinaria? io non ci credo, e incomincio a nutrire seri dubbi su questa formula del NTF...dell'ascesa verso la vetta della piramide di cui Brook ripetutamente dice a me pare di aver percorso solo il primo gradino!
 
arieleO
arieleO il 05/06/13 alle 11:12 via WEB
Grazie a voi, cari amici. Ripeto quanto ho già detto e scritto in varie occasioni: al Sancarluccio ho trascorso alcune delle più belle (e piene e stimolanti) serate della mia vita. E lo stesso è accaduto a tante altre persone. Credo che non esista, per un teatro, un risultato più prezioso di questo. Siatene fieri, qualunque cosa vi riservi il futuro. Enrico Fiore
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Sancarluccio il 05/06/13 alle 04:31 via WEB
Grazie! Il tempo passa, ma i rapporti restano immutati!!
 
arieleO
arieleO il 20/05/13 alle 09:47 via WEB
Gentile amico (o amica), non mi sono arrabbiato, perché alle reazioni becere di certi teatranti sono ormai abituato. Se ho risposto alla Guerritore è stato solo per fornire un'ulteriore testimonianza della barbarie che oggi avvelena i rapporti fra le persone. Grazie, comunque, per la Sua attenzione, e tanti cordiali saluti. Enrico Fiore
 
SenzaPiuUnNick.Senza
SenzaPiuUnNick.Senza il 20/05/13 alle 01:08 via WEB
Chapeau! Auerbach a una che sbaglia gli apostrofi? Diceva un insegnante di musica che ho avuto il piacere di conoscere a un bimbo non motivato che cercava di suonare il piano: "uagliò, nella musica ci sono i tempi ma il tuo è tempo perso!" Suvvia, non si arrabbi, questi sono gli stracci della cultura che ci rimane. Passiamo i pavimenti. Saluti.
 
 
 

INFO


Un blog di: arieleO
Data di creazione: 16/02/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ficone1400leo00marcoalfa4delynnoasc.ferraradefranceschi.chrisasdiwalgiugnolifabrizioherzwehrcomp.robyelena.licausiokgirlgiuseppina.farinaparenteartesonia.ricco
 

ULTIMI COMMENTI

solo tu beppe puoi interpretare questi personaggi...
Inviato da: roberto
il 11/12/2013 alle 16:45
 
Cara Floriana, anche per me è stato un piacere incontrarLa....
Inviato da: arieleO
il 12/11/2013 alle 09:39
 
Caro Maestro Fiore, condivido ( per quello che vale) la...
Inviato da: floriana
il 11/11/2013 alle 19:40
 
Cara Francesca, innanzitutto la ringrazio per...
Inviato da: Federico Vacalebre
il 16/10/2013 alle 17:14
 
Gentile Francesca, credo che nessuno possa risponderLe...
Inviato da: arieleO
il 16/10/2013 alle 17:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom