GeapSunrise R.E.S.G.

Ristrutturazioni sullo Spirito

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« Cinque giorni dopoLe ripercussioni a lungo termine »

Siamo a favore della sicurezza e del benessere dei bambini".

Post n°9618 pubblicato il 30 Novembre 2022 da childchild

Siamo a favore della sicurezza e del benessere dei bambini".

Il 25 novembre Balenciaga ha depositato presso il tribunale di New York i documenti per avviare una causa da 25 milioni di dollari contro la società di produzione North Six e Nicholas Des Jardins, che ha progettato il set per la campagna Garde-Robe. (North Six aveva prodotto precedenti campagne di Balenciaga; tra gli altri clienti figurano Dior e Zara, secondo il sito web della società). Il lavoro recente di Des Jardins include il cavallo da discoteca della copertina di "Renaissance" di Beyoncé).

Il documento - un atto di citazione con notifica - sostiene che la casa di produzione e lo scenografo si sono impegnati in "atti e omissioni inspiegabili" che sono stati "malevoli o, come minimo, straordinariamente imprudenti".

In effetti, il marchio ha sostenuto che i documenti sono stati inseriti nelle fotografie della campagna a loro insaputa e hanno portato a false associazioni tra Balenciaga e la pornografia infantile.

Contattata dal New York Times, la North Six - che gestisce i dettagli della produzione come il catering, i permessi e la troupe - ha rifiutato di commentare.

Da dove proviene la copia della decisione della Corte Suprema? Chi ha approvato il suo utilizzo come oggetto di scena?

I documenti provenivano da "numerose scatole" affittate da una casa di scena, ha scritto un avvocato del signor Des Jardins, lo scenografo, in una dichiarazione via e-mail.

Ma tutti dovevano essere "falsi documenti d'ufficio", ha dichiarato Balenciaga nella sua dichiarazione del 28 novembre: "Si sono rivelati veri documenti legali, molto probabilmente provenienti dalle riprese di una fiction televisiva". Balenciaga, che ha avuto in mano le immagini per mesi prima della loro pubblicazione, ha definito l'inclusione della pagina della Corte Suprema "non approvata" e "il risultato di una negligenza sconsiderata".

L'avvocato del signor Des Jardins, nella sua dichiarazione, ha affermato che "non c'era certamente un piano malevolo in corso". I rappresentanti di Balenciaga erano sul set durante le riprese, "supervisionando e gestendo carte e altri oggetti di scena, e Des Jardins, in quanto scenografo, non era responsabile della selezione delle immagini delle riprese", ha scritto. (Il suo cliente, ha ribadito, non era coinvolto nell'altra campagna del Gift Shop).

In definitiva, la selezione delle immagini sarebbe spettata al marchio, che nella sua dichiarazione del 28 novembre ha affermato di assumersi "la piena responsabilità per la nostra mancanza di supervisione e controllo" e che "avrebbe potuto fare le cose in modo diverso".

Balenciaga ha citato in giudizio anche il fotografo della campagna Gift Shop?

No. Il signor Galimberti non ha nulla a che fare con la campagna Garde-Robe. Non ha nemmeno preso la decisione di presentare i bambini con le borse a forma di orso nella campagna del Gift Shop. Ha detto che Balenciaga gli aveva detto che il tema del servizio era "punk".

Balenciaga, nella sua dichiarazione del 28 novembre, ha dichiarato: "Le nostre borse di peluche e la collezione Gift non avrebbero dovuto essere presentate con bambini. Si è trattato di una scelta sbagliata da parte di Balenciaga, unita alla nostra incapacità di valutare e convalidare le immagini. La responsabilità è solo di Balenciaga". In altre parole: Non dare la colpa al fotografo. Ma la sfumatura si è persa nella foga della reazione.

Da quando sono state diffuse le immagini della campagna Gift Shop, il signor Galimberti ha dichiarato di essere stato inondato di lettere minatorie e di minacce di morte, di aver subito la cancellazione di posti di lavoro e la pubblicazione online di dati personali, compreso il suo numero di telefono.

"Al momento, nessuno vuole essere associato al mio nome perché il mio nome è associato alla parola pedofilia ovunque", ha detto Galimberti. "Ho lavorato ai miei progetti personali per 25 anni, e poi tutto viene distrutto da questa campagna. Non dormo bene. La mia famiglia è completamente preoccupata".

Cosa succederà in seguito?

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Geaplunner/trackback.php?msg=16489309

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
 
 
 

INFO


Un blog di: childchild
Data di creazione: 08/02/2011
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

childchildDesert.69cielostellepianetimurgiabernardinoOgniGiornoRingrazioStil03sualtezza68Blogger2023Martina_Militoicomeimolaknorr1acer.250clatra.cNando2504
 

ULTIMI COMMENTI

ADESSO SONO 9...OK..LO SENTI IL SILENZIO? ADESSO...
Inviato da: childchild
il 04/02/2023 alle 01:35
 
E OGGI SONO OTTO...
Inviato da: childchild
il 03/01/2023 alle 20:07
 
Tanti auguri amore mio...ovunque tu...
Inviato da: childchild
il 18/12/2022 alle 02:36
 
https://youtu.be/Hl6v3otAwrI
Inviato da: cassetta2
il 09/12/2022 alle 10:00
 
E adesso sono sette...
Inviato da: childchild
il 04/12/2022 alle 00:32
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom