Creato da Guerriero_Immortale il 16/04/2012

Kimera

Lì dove vivono gli Angeli

 

Grazie Nuvola_vola....

Post n°26 pubblicato il 10 Febbraio 2013 da Guerriero_Immortale

Buon Compleanno WalkingInTheSky...
Post n°117 pubblicato il 10 Febbraio 2013 da Nuvola_vola

 

Image and video hosting by TinyPic

Rae, cara! Grazie per avermi invitato per il tuo compleanno! La tua casa è distante mille miglia dalla mia, e io sono uno che si mette in viaggio solo quando ne vale la pena. Ebbene, ne val proprio la pena, se si tratta di prender parte alla tua festa. Non vedo l'ora di essere da te! Il mio viaggio è cominciato dentro il cuore di un piccolo uccello, un colibrì che conoscemmo insieme, io e te, tanto tempo fa. Lo trovai cordiale come sempre, anche stavolta. E tuttavia - quando gli dissi che la piccola Rae stava crescendo e che io stavo andando alla festa per il suo compleanno con un regalo lui rimase perplesso. Per un pezzo badammo a volare in silenzio, e alla fine lui mi disse: "Ci capisco ben poco, in quel che dici, ma men che mai capisco come mai tu ci vada, a questa festa". "Ma sicuro che vado, alla festa" dissi io. "Cos'è che ti riesce tanto difficile da capire?" Lui non rispose niente, lì per lì, ma quando arrivammo alla casa del gufo, mi disse: può forse una distanza materiale separarci davvero dagli amici? Se tu desideri essere da Rae, non ci sei forse già?". "La piccola Rae sta crescendo, e io vado alla festa per il suo compleanno con un regalo" dissi al gufo. Mi parve strano di re vado, è vero, dopo quanto mi aveva detto il colibrì, ma lo stesso mi espressi in quel modo, perché Gufo mi capisse. Lui pure restò zitto per un pezzo, seguitando a volare.Un silenzio tutt'altro che ostile.Ma quando mi ebbe condotto sano e salvo a casa dell'aquila, così mi parlò: "Ci capisco ben poco in quel che dici, ma men che mai capisco perché chiami piccola, la tua amica". "Ma sicuro che è piccola" dissi "dal momento che non è ancora grande. Cos'è che ti riesce tanto duro da capire?" Gufo allora mi guardò, coi suoi occhi profondi color ambra, mi sorrise e mi disse: "Pensaci su". "La piccola Rae sta crescendo, e io vado alla festa per il suo compleanno con un regalo" dissi all'aquila. Mi faceva un po' specie, veramente, dire vado e dire piccola, dopo quanto mi avevano detto Colibrì e Gufo, ma lo stesso mi espressi a quel modo, affinché Aquila potesse capirmi. Insieme volammo, al di sopra delle vette, a gara con i venti di montagna. Alla fine lei mi disse: "Ci capisco ben poco in quel che dici, ma men che mai capisco la parola compleanno". "Ma sicuro: compleanno" dissi io. "S'intende festeggiare il giorno in cui ebbe inizio la vita di Rae, e prima del quale lei non c'era. Cosa c'è di tanto difficile da capire, in questo?" Aquila allora incurvò le ali e dopo una picchiata rapidissima, atterrò con dolcezza, su una roccia, nel deserto. "Ci sarebbe stato un tempo anteriore alla nascita di Rae? Non pensi piuttosto che la vita di Rae sia cominciata prima ancora che il tempo esistesse?" "La piccola Rae sta crescendo, e io vado alla festa per il suo compleanno con un regalo" così dissi anche a Falco. Mi suonava un po' strano tuttavia dire vado, dire piccola e compleanno, dopo quanto avevo udito da Colibrì, da Gufo e Aquila, tuttavia così mi espressi perché Falco mi capisse. Sorvolammo veloci il deserto, e alla fine lui mi disse: "Sai capisco ben poco di ciò che mi dici, ma meno di tutto mi spiego quel tuo sta crescendo". "Ma sicuro che Rae sta crescendo" dissi io "Adesso è più vicina all'età adulta, e un anno più lontana dall'infanzia. Cosa c'è di tanto arduo da capire, quanto a questo? Falco alfine atterrò su una spiaggia solitaria. "Un anno più lontana dall'infanzia? Non mi sembra che questo sia crescere!" Si sollevò di nuovo in volo e, di lì a poco, scomparve. Il gabbiano, lo so, era molto saggio. Volando insieme a lui, riflettei bene prima di parlare e scelsi con cura le parole, dimodoché capisse che qualcosa pur avevo imparato. "Gabbiano" gli dissi alla fine "perché mi porti in volo da Rae, quando sai che in realtà io già sono con lei?" Di là dal mare, di là dai monti, finalmente il gabbiano calò e si posò sopra il tetto di casa tua. "Perché l'importante mi disse che tu sappia la verità. Finché non la sai - finché non la capisce veramente - puoi soltanto afferrarne qualche stralcio, o brandello, e non senza un aiuto dall'esterno: da macchine, uomini, uccelli. Ma ricordati" disse "che l'essere ignota non impedisce alla verità d'essere vera". Ciò detto disparve. E' venuto il momento di aprire il regalo. I regali di latta e lustrini si sciupano subito, e via. Io invece ho un regalo migliore, per te. E' un anello da mettere al dito. E brilla di una luce tutta sua. Nessuno può portartelo via; non può essere distrutto. Tu sei l'unica al mondo che riesca a vedere l'anello che io ti dono, come io ero l'unico in grado di vederlo quand'era mio. Questo anello ti dà un nuovo potere. Messo al dito, potrai levarti in volo con tutti gli uccelli dell'aria - vedere attraverso i loro occhi dorati - palpare il vento che sfiora le loro vellutate piume - e potrai quindi conoscere la gioia di sollevarti lassù, in alto, al di sopra del mondo e di tutte le sue pene. Potrai restarci quanto ti parrà, su nel cielo, al di là della notte, e oltre l'alba. E quando avrai voglia di tornar giù di nuovo, vedrai, tutte le tue domande avranno risposta e tutte le tue ansie si saranno dileguate. Al pari di ogni cosa che non può toccarsi con mano o vedersi con gli occhi, il tuo dono si fa più potente via via che lo usi. Da principio l'impiegherai solo quando sei fuori di casa, all'aperto, guardando l'uccello insieme al quale voli. Ma poi, più in là, se l'adoperi ben bene, funzionerà anche con quegli uccelli che non vedi; finché t'accorgerai che non ti occorre né l'anello né l'uccello per volare al di sopra delle nubi, nel sereno. E quando arriverà per te quel giorno, tu dovrai a tua volta donare il tuo dono a qualcuno che sai ne farà buon uso; costui potrà apprendere, allora, che le uniche cose che contano sono quelle fatte di verità e di gioia, e non di latta e lustrini. Rae questo è l'ultimo anniversario che festeggio con te in modo speciale. Dai nostri amici uccelli ho imparato quanto segue. Non posso venire da te, perché già ti sono accanto. Tu non sei piccola, perché già sei cresciuta: sei grande e giochi con il tempo e la vita - come tutti facciamo - per il gusto di vivere. Tu non hai compleanno, perché sei sempre vissuta; non sei mai nata, e mai morirai. Non sei figlia di coloro che tu chiami papà e mamma, bensì loro compagna d'avventure, in viaggio alla scoperta delle cose del mondo, per capirle. Ogni regalo che ti fa un amico è un augurio di felicità: così pure questo anello. Vola libera e felice, al di là dei compleanni, in un tempo senza fine, nel persempre. Di tanto in tanto noi c'incontreremo - quando ci piacerà - nel bel mezzo dell'unica festa che non può mai finire.

RICHARD BACH - "NESSUN LUOGO E' LONTANO"

Vorrei donarti delle parole meravigliose ma non ne sono capace...ma tu gia di tuo sei Meravigliosa...ma so che le parole che vorrei tanto donarti tu già le conosci già...Nemmeno per un'istante non dimenticarti mai che sei una bellissima anima...non cambiare mai  jo rimani la donna stupenda che sei...

 

 
 
 

Grazie Angel Free.....

Post n°25 pubblicato il 10 Febbraio 2013 da Guerriero_Immortale

buon compleanno Jo
Post n°272 pubblicato il 10 Febbraio 2013 da ANGEL.FREE

 

 

Il guerriero della luce ha bisogno di amore. L'affetto e la tenerezza fanno parte della sua natura...


Il guerriero della luce si concentra sui piccoli miracoli della vita quotidiana. Se sa vedere ciò che è bello, è perchè ha labellezza dentro di sé, giacchè il mondo è uno specchio che rimanda a ogni uomo il riflesso del suo viso.

 

 

 

Il guerriero della luce presta attenzione agli occhi di un bambino.
Perchè quegli occhi sanno vedere il mondo senza amarezza. Quando desidera sapere se chi sta al suo fianco è degno di fiducia, cerca di vedere la maniera in cui lo guarda un bambino.

 

 

Il guerriero della luce sa di avere dei difetti. Ma sa anche di non poter crescere da solo, e di non poter allontanarsi dai compagni.

 

 

Il guerriero della luce sa che è libero di scegliere ciò che desidera... le sue decisioni sono prese con coraggiodistaccoe, talvolta, con una certa dose di follia.

 

 



Il guerriero della luce crede. Poichè‚ crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. Poichè‚ ha la certezza che il suo pensiero può modificare la vita, la sua vita comincia a mutare. Poichè‚ È sicuro che incontrerà l'amore, l'amore compare.

 

 

 

oggi è un giorno speciale

  per te cara Jo

    tra queste belle parole

      che ho trovato in rete

        ti lascio il mio augurio

          un augurio dal cuore

            di tanta saluteserenità e amore

              un augurio che i desideri del tuo cuore

                 si possano realizzare...

 



il guerriero di luce

  è un gioco di parole

    tutti noi dentro

      lottiamo per far emergere

        tra il bene e il male

          la parte migliore di noi

            continua sempre così...

              sei una bella persona

 


hAi preso la preso la decisione

  di noN essere più qui con noi in libero

    o meGlio di interrompere il tuo diario

      ma so chE sei sempre intorno a noi

        alLe persone che porti nel cuore

              in qualsiasi modo ti Firmi

            qualsiasi nickname sceglieRai

              resta sempre te stEssa

                come lo sEi stata fin'ora


                   Auguroni Jo

 

 

 
 
 

Buon compleanno Kimera.....

Post n°24 pubblicato il 02 Febbraio 2013 da Guerriero_Immortale

 

L'Amore batte nel Cuore di chi sa
Amarlo,Proteggerlo,Gridarlo,Viverlo,Onorarlo...
L'amore non ha mille VOLTI ....
ne ha UNO solo...
perchè anche quando cambia pelle la sua ANIMA resta la stessa...
L'Amore non "possiede" ma "LEGA"
le Anime in un dolce canto....
L'Amore non INGANNA non grida bugie
ma TACE Verità.....
L'Amore beve alla Fonte della Conoscenza,
della Sapienza,dell'Intelletto,
del Perdono....
L'Amore vive nei Cuori Puri...
L'Amore Vive in Te kimera....
Non sono tornata .....
Questo è un dono per Kimera....
Giuseppe Simmarano 
per augurargli 
buon compleanno...
Tu che sei parte di me...

 

 
 
 

La Medaglia.....

Post n°23 pubblicato il 08 Dicembre 2012 da Guerriero_Immortale

 

Oggi ero al lavoro.....quando è successo qualcosa che nn riesco a togliermi dalla
mente e dagli occhi.....
Mentre parlavo con una persona ho visto in un punto qualcosa brillare...
Sembrava un oggetto d'oro talmente riluceva....ho chiesto senza toccarlo al signore accanto a me se, per caso, fosse suo e sorridendo mi ha risposto di no.....
C'era una coppia e ho fatto a loro la stessa domanda e anche loro mi hanno dato la stessa risposta....
Allora il signore l'ha presa e me l'ha data dicendo:"forse qualcuno l'ha persa".....
A vederla sembrava una spilletta di tipo militare,sembrava una fiamma,ho pensato sarà di qualche carabiniere....L'ho guardata meglio e....altro che fiamma.....
incisa su un lato di quella che poi ho visto era una medaglina c'è l'immagine di una colomba....
la colomba dello Spirito Santo....
(I Simboli dello Spirito Santo sono tre:
Il Vento.....
La Colomba......
Il Fuoco.......)
La Colomba si Manifesta nel momento in cui Gesù viene battezzato nel Giordano...
Messaggera di Riconciliazione di Dio con l'umanità.....quando annunciò a Noè che il Diluvio sarebbe cessato....

Non riuscivo a capire ....non so perchè ma istintivamente l'ho girata e sull'altra faccia ho visto l'icona di una Madonna.....
Sempre più incredula.....
Oggi 8 Dicembre giorno dell'Immacolata Concezione mi arriva questo dono,cosa vorrà dire?
Mi giro verso la mia collega mostrandole la medaglina e volendo condividere con lei questa cosa che....meraviglia... ha nelle mani un'immagine
della Virgo Fidelis......
Le ho chiesto basita da dove fosse uscita e lei mi risponde:
"un signore me ne ha fatto dono poco fa non l'hai visto?"ed io
"no non ho visto nessuno"....
Per un attimo quasi interminabile siamo rimaste a guardarci con questi "doni"
tra le mani senza dire più niente...
Premetto:
qualche mese fa eravamo in tre io,questa collega e un'altra collega e avevo detto loro che avremmo dovuto fare un viaggio.....
non importa dove ,l'importante è che sia in un luogo Sacro....
Avevo proprosto Medugorje ma entrambe hanno detto di no .....
Ma se la Madonna "chiama" noi cosa dobbiamo fare?.....
L'icona della Madonna sulla medaglia è della
Madonna di Montevergine......
Io non sono mai stata a Montevergine e sinceramente più che pensare che "Lei" ci sta chiamando non so.....
Guerriero_Immortale

La storia.....

http://www.santiebeati.it/dettaglio/91053

 

 

 
 
 

Giovanni....L'Apocalisse.......

Post n°22 pubblicato il 26 Novembre 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

"Chi ha orecchi ascolti ciò che lo Spirito dice perchè si Converta e cambi Vita"

 

 

 

 
 
 

Cuore Sacro.....

Post n°21 pubblicato il 07 Novembre 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

Dott.ssa:Come si chiama?
Irene:Sara...Annamaria..Caterina....Giovanna ...Luisa...Francesca
Dott.ssa:Lei è tutte queste donne?
Irene:Sì
Dott.ssa:Sono tutte dentro di lei?
Irene:Sì,ma anche fuori....
Dott.ssa:In che senso?
Irene:Le conosco.....conosco il loro dolore.....
Dott.ssa:E' anche il suo?
Irene:Si...e lei vuole sapere se so il mio nome anagrafico...lo so!Mi chiamo Irene Ravelli
Dott.ssa:E sa dove si trova?
Irene:In un ospedale....
Dott.ssa:Sa perchè è qui?
Irene:Sono stata male....
Dott.ssa:Sa cos'ha fatto?
Irene:HO DATO QUELLO CHE AVEVO AGLI ALTRI....
Dott.ssa:E perchè?
Irene:Non voglio più avere niente....Io ho esagerato lo so....
Dott.ssa:Esagerare è una parola che mi piace....Anch'io esagero ogni tanto...
l'importante è esserne consapevoli....
Cuore Sacro
Ferzan Ozpetek

 

 

 

E'più difficile rimanere zitti che dire quello che si pensa....

 
 
 

Luna ......

Post n°20 pubblicato il 01 Novembre 2012 da Guerriero_Immortale

Tempo fa ti ho dedicato questa musica...Ricordi?

Ti ho detto che guardando quel ragazzo suonare il piano ho pensato a te.....

Beh  ho creato questo video pensando a te....

Al tuo Cuore Immenso....

alla mia Kimera......

In questi giorni l'amico Angel Free ha postato nel suo blog questo mio scritto.....

insieme a uno suo....

Un post a 4 mani ^__*.....

Oggi lo posto qui perchè "Luna" qui è a casa sua......

^__*......per te.....

 

 

 

 

Quanta Luce in questo Immenso Buio ....
Mi chiedo se gli altri vedono
ciò che vedo io ogni volta che
Ti guardo...
Mi chiedo se riescono solo ad immaginare
ciò che di bello c'è in Te...
Mi chiedo se, come me,
qualcuno/a riesce a 
vedere l'Amore....
L'Amore di una donna che in quella Luce
vede il viso dell'uomo che Ama
e nel Buio che l'Avvolge tutto il suo Amore,
la sua Infinita Essenza....
Se ciò che vedo riflesso è solo
l' immaginazione di una mente malata
o  un Cuore ....
Sognato...Sperato....
Questo sei tu Luna?
Incanto .....Magia
Sogno...Realtà
o Semplice_Mente Amore?


 
 
 

Le pagine della Vita.....

Post n°19 pubblicato il 28 Ottobre 2012 da Guerriero_Immortale

"E imparai, con umilta' e fatica,
 ma imparai quello che
 dovevo fare,
 e che sarebbe stato ovvio per un
 bambino: la vita non e' altro che un susseguirsi di tante piccole vite,
 vissute un giorno alla volta. 
Si dovrebbe trascorrere ogni giorno cercando la bellezza nei
fiori e nella poesia e parlando con gli animali.
E nulla puo' essere migliore di un giorno colmo di sogni e
di tramonti e di brezze leggere. Imparai
soprattutto che la vita e' sedere su una panchina sulla riva di un
fiume antico, con la mia mano posata sul
suo ginocchio e a volte, nei momenti piu' dolci,
innamorarmi di nuovo.
 
 
" da "Le Pagine della Nostra Vita" di Nicholas Sparks 

 
 
 

Tu:Kimera.....

Post n°18 pubblicato il 30 Settembre 2012 da Guerriero_Immortale

Tempo fa ho scritto questo post per te

 

Il vestito che indossi non ti appartiene...
Sei un Angelo che ha combattuto troppe battaglie
ed è stanco....
Per cambiare Vita devi "cambiare le ali" e imparare di nuovo a
Volare...
Il Mare laverà il tuo Corpo e cancellerà l'Odore di putrido...
di"morte" scioglierà le tue ali e farà di te un Uomo...
Tutto ciò che è stato apparterrà al Mare e così nudo come quando sei
nato inizierai a Vivere e a Respirare cominciando
a guadagnare le
Ali...
Il "Volo" sarà il DONO!
Sarai figlio del Mare...Intenso...Profondo....
La "Tua" musica culla gli Animi come 
il Mare culla le barche con le onde....
 un Canto di Sirene ...un Sogno....
una meravigliosa
"Armonia"......
Disseta coloro che hanno sete d'Amore..
Solleva chi non riesce più a Volare regalando un "sogno" e il tuo
nome sarà
Kimera.....
L'Amore batte nel Cuore di chi sa
Amarlo,Proteggerlo,Gridarlo,Viverlo,Onorarlo...
L'amore non ha mille VOLTI ....
ne ha UNO solo...
perchè anche quando cambia pelle la sua ANIMA resta la stessa...
L'Amore non "possiede" ma "LEGA"
le Anime in un dolce canto....
L'Amore non INGANNA non grida bugie
ma TACE Verità.....
L'Amore beve alla Fonte della Conoscenza,
della Sapienza,dell'Intelletto,
del Perdono....
L'Amore vive nei Cuori Puri...
il Male vive solo nel Cuore degli uomini deboli....
di chi....
NON CONOSCE AMORE!

Oggi scrivo:

Non sapevo nulla di te a parte ciò che ci siamo detti più volte ....

 ho letto di te.....

ho sentito te....

Ma non avevo mai visto i tuoi occhi!......

Ho sempre pensato che fossi "speciale"

adesso posso confermare che lo sei.....

Umile....Riservato.....pieno di Vita....

Altruista .....Generoso.....

Tenero.....Intelligente......

Disponibile.......Trasparente....

Grazie

Kimera per tutto ciò che mi hai sempre donato....

Grazie

per quel "pezzo d'Anima"....

Grazie

per aver Incrociato la mia Vita....

Grazie

per tutto l'Amore che possiedi e DONI.....

Grazie Infinito

d' ESSERE ......

Tu "Kimera".....

Tu :Giuseppe Simmarano

Questo è il brano che ha sconvolto la mia Anima....

Questo sei "tu"Giusè

questo è 

TOCCARE IL CIELO

Sei nell'Anima 

la Mia!

G.F.

 

 

 

"L'Attimo è nelle parole di chi Ama"

    Giuseppe Simmarano

 

 

 

 

 
 
 

Nefilim ....2^ parte

Post n°17 pubblicato il 28 Settembre 2012 da Guerriero_Immortale

la caduta (nafal) degli angeli

 

Ecco, qui di seguito, una parte del Documento di Damasco (CD II,14-III,1) in cui viene trattato il tema della caduta degli angeli, dei loro figli (i giganti) e degli uomini:

"Ed ora, figli, ascoltatemi ed io scoprirò i vostri occhi affinché possiate vedere e comprendere le opere di Dio, scegliere quanto gli è gradito e respingere ciò che odia, camminare alla perfezione in tutte le sue vie senza sgarrare secondo i desideri dell'istinto colpevole (yeser 'ashmah) e degli occhi lussuriosi (be'ene zenut) [cfr. Ezechiele 6,9]. Poiché molti, a causa di essi si sono smarriti, e hanno vacillato, a causa di essi, valenti eroi, dai tempi antichi ad oggi; avendo camminato nell'ostinazione del loro cuore, caddero i vigilanti del cielo; furono presi, a causa di essi, perché non avevano osservato gli ordini di Dio, e (a causa di essi) caddero i loro figli la cui altezza uguagliava quella dei cedri e i cui corpi erano come le montagne; ogni carne che era sulla terra esistiti, essendosi comportati secondo la loro volontà e non avendo osservato gli ordini del loro fattore, fino a quando arse contro di essi la sua ira. A causa di essi si sono smarriti i figli di Noè e le loro famiglie, a causa di essi furono recisi. Ma a causa di essi si sono smarriti i figli di Giacobbe e furono puniti secondo il loro errore".

Per l'autore di questo testo, gli angeli caddero (nafal) e peccarono, per non avere osservato i comandamenti (gli ordini) di Dio, e per lo stesso motivo caddero (nafal) i loro figli (cioè i giganti, i nefilim di Gen. 6; pur non citandoli espressamente con questo nome ce n’offre evidentemente un'etimologia).
Il termine nefilim cui qui c'è una chiara allusione, viene invece citato esplicitamente nell'Apocrifo della Genesi II,1: 

"Ecco, pensai allora in cuor mio, che la concezione viene dai vigilanti e dal seme dei santi, e che questo bambino assomiglierà forse ai giganti (nefilim)". 

Lamec è preoccupato dal sospetto che Noè sia nato da una relazione di sua moglie Bit-Enosh con i vigilanti, angeli a cui è dedicato un libro del pentateuco "enochico". 

Dato il carattere lacunoso del testo, non è possibile decidere con sicurezza se "nefilim" vada considerato come il nome dei giganti, o semplicemente un participio passivo di nafal e quindi da tradursi «i caduti», cioè gli angeli caduti.


In alcuni testi paralleli la colpa dei vigilanti consiste nell'aver rivelato agli uomini i segreti cosmici.

Alla tematica dell'unione con le femmine ci riconducono anche il già citato Apocrifo della Genesi: L'interpretazione si riferisce ad Azazel e agli angeli che... entrarono dalle figlie degli uomini e generarono loro gli eroi (ghibborim).


Il frammento n. 2 di Qumran (n. 180) contiene un riferimento allo stesso episodio, ma il testo è ancora più lacunoso e non si possono trarre conclusioni certe. 

La linea 2 cita la generazione dei giganti. e nella linea 4 si legge coloro che amano l'ingiustizia e trasmettono in eredità la colpevolezza

Si può infine ricordare il frammento n. 4 che ricorda la punizione dei giganti nel diluvio, insieme al resto dell'umanità. - Azazel che viene qui menzionato, è l'angelo che in Enoc VIII, svela all'umanità le scienze che la corromperanno e viene punito - (sua è tutta la colpa della corruzione della terra e degli uomini). Per l'unione degli angeli con le femmine nasce la generazione dei giganti - Enoc IX,8 s. e X,11 s.

A causa sempre dello stato lacunoso del frammento non si può dire se si accentui lo svelamento delle scienze segrete, o l'unione con le femmine. Per entrambi questi aspetti, sembrano comunque valere la tesi secondo cui:

 "Il vero disordine, nasce nell'universo, quando c'è un'unione indebita tra il divino e l'umano".

Ma questo disordine altro non è che una contaminazione: gli angeli che hanno trasgredito l'ordine di Dio, hanno anche infranto l'ordine della natura, si sono contaminati e hanno contaminato tutta la natura; l'hanno sciupata; per questo o è sorto il male o almeno il male è dilagato.

Ma come si può notare nel Documento di Damasco, esiste una certa riservatezza circa una caduta dell' essere umano. La caduta degli angeli sembra che interessi relativamente e sembra stare sullo stesso piano di quella degli uomini.

Un pensiero ebraico suppone che "è solo la dottrina dei due spiriti che sembra fornire una soluzione accettabile agli uomini della comunità. Bisogna fare risalire a Dio stesso la decisione di dare a questo mondo l'aspetto di un campo di battaglia tra le forze del bene e quelle del male, da lui stesso create, da lui stesso indirizzate a questo fine". 

 

In questo scontro Dio stesso interviene direttamente: "Ma il Dio di Israele e l'angelo della sua verità soccorrono tutti i figli della luce", come nella battaglia escatologica, quando: "La grande mano di Dio s'alzerà contro Belial e contro tutto l'esercito della sua dominazione con una disfatta eterna (Regola della guerra XVIII,1)", ma anche per liberare ogni individuo dalla sua contaminazione radicale è necessario l'intervento purificatore di Dio e dello Spirito Santo:

 

"Con la sua verità, Dio allora vaglierà tutte le azioni dell'uomo e si monderà alcuni figli dell'uomo eliminando ogni spirito di ingiustizia dalle viscere della loro carne e purificandoli nello spirito santo da tutte le opere empie, aspergerà su di essi lo spirito di verità".

In vero, cosa può essere la caduta degli angeli? 

Si tratta semplicemente della fuga dei coloni di Atlantide, che si staccarono dal cuore dell'impero Atlantideo, per formare nuove civiltà, per strappare le tribù indigene (quali, ad esempio, le popolazioni mesopotamiche, quelle precolombiane, etc.) dalla loro condizione barbara e non evoluta. 

 

 

 
 
 

Nefilim.....1^ parte

Post n°16 pubblicato il 01 Settembre 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

Nefilim, Annunaki, Vigilanti, Jedi

quattro diversi nomi, per indicare la medesima razza a cui è attribuita l'origine della nostra e di cui perfino la bibbia parla. Nella bibbia il loro nome è figli di Dio, e dai rapporti con donne umane si sarebbe generata una nuova razza, quella dei giganti. Ma andando con ordine cerchiamo di capire un po' di più chi erano in realtà questi Nefilim, come i testi antichi ci hanno tramandato la loro civiltà e quale ruolo hanno avuto nello sviluppo della nostra.

Nella Bibbia (Gn 6,1-4) così si legge:

Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sopra la faccia della terra e nacquero loro delle figliole, avvenne che i figli di Dio videro che le figliole degli uomini erano piacevoli e se ne presero per mogli tra tutte quelle che più loro piacquero. Allora il Signore disse: "il mio spirito non durerà per sempre nell'uomo, perché egli non è che carne, e i suoi giorni saranno di centovent'anni". C'erano i giganti sulla terra a quei tempi, e anche dopo, quando i figli di Dio s'accostarono alle figliole dell'uomo e queste partorirono loro dei figli. Sono questi i famosi eroi dell'antichità.


Non nascondo che la prima volta che lessi questo passo non poche domande mi balenarono nella mente: chi erano i figli di Dio? Chi ha creato i giganti? Chi erano i famosi eroi dell'antichità? Che vuole dire che i giorni degli uomini saranno di 120 anni?

Partiamo rispondendo all'ultima domanda; è lecito sapere che prima di quella "sentenza divina", gli uomini erano molto longevi, infatti in Gn 5,5 si può leggere che Adamo prima di morire visse ben 930 anni! Dio quindi, per punire gli uomini decide di abbassare il tetto dell'età degli uomini. Tutti sanno che è davvero improbabile che un uomo sia vissuto tanto e forse, l'abbassamento dell'età imposta da Dio potrebbe trattarsi di una correzione da parte degli "scrittori" della bibbia, che avrebbero così sanato l'incompatibilità vita reale. Per ora teniamo buona questa ipotesi.

I Figli di Dio, o Nefilim, sono secondo la tradizione biblica degli angeli caduti sulla terra e non più puri. Giunti sulla terra si sarebbero uniti agli uomini e avrebbero così dato origine ad una nuova razza: la razza dei serpenti.

I giganti e gli eroi erano i figli degli angeli caduti? 

 

Sì, basti pensare alla mitologia classica: il figlio di un dio e di un uomo è generalmente un essere straordinario dotato di una forza sovraumana (Eracle) o immortali (Achille) o con conoscenze superiori all'uomo (Prometeo era un titano); erano insomma dei giganti, ossia più grandi degli uomini, dove quindi il termine gigante non sta per uomini dalle dimensioni spropositate, ma per uomini con qualità superiori a quelle degli uomini. Come tutti sanno Achille, Eracle e Prometeo, oltre ad avere doti straordinarie che li rendevano giganti tra gli uomini, vennero poi ritenuti dei veri e propri eroi, dopo tutto che titolo attribuire ad  uno che contro il volere degli dèi insegna all'uomo il potere del fuoco, se non quello di eroe? 

Ecco quindi chi erano i giganti e gli eroi di cui si parla in quel passo della genesi: "ibridi" nati dall'unione di uomini e Nefilim, la razza dei serpenti. 

Mi si potrebbe obbiettare: "ma dal passo si intuisce che i giganti vivevano sulla terra già prima della venuta dei figli di Dio". 

Ad una tale obbiezione non potrei che rispondere che è vero, i giganti vivevano sulla terra prima della venuta dei figli di Dio. Il fatto è che quella non fu l'unica volta in cui i figli di Dio si unirono con le "figliole degli uomini".  Fin dalla sua creazione, l'uomo ha avuto a che fare con i Nefilim. Questa razza non è comparsa a sorpresa nella vita della nostra civiltà, ma da sempre sembra accompagnarci. Ma prima di addentrarci in questa, proviamo a dare una ipotetica descrizione di questi Nefilm.

L'antica letteratura giudaica attribuisce ai Vigilanti (Nefilim, Jedi, Annunaki, tutti sinonimi di una stessa civiltà) specifici tratti somatici: vengono descritti come esseri molto alti, di pelle bianca, con capelli bianchi lanosi, carnagione arrossata, occhi penetranti e volti di serpente; anche i testi mesopotamici ed altri racconti mediorientali sembrano confermare questa descrizione, arricchendola con altri particolari come "razze di giganti" e confermando che le divinità, antenate della civiltà, erano anch'essi di statura "gigante". 


Dalla descrizione che i popoli antichi ci danno di questi strani uomini, possiamo azzardare l'ipotesi che non si tratti di esseri disumani. 

La descrizione sembra combaciare con quella di un occidentale, che mediamente è più alto rispetto ad uno asiatico o ad un mediorientale (pensando al XI millennio a.C.). 

Si tratta quindi, di una civiltà differente da quelle che abitavano la mezzaluna fertile, una civiltà di cui non ci è rimasta traccia se non nei racconti di questi popoli, se non nei miti e nelle leggende che narrano di questi Nefilim

Le caratteristiche fisiche venivano poi accentuate per mettere in evidenza l'importanza che rivestivano questi uomini. Infatti nelle culture primitive, i re e gli uomini che ricoprivano incarichi di alto rango (aristocratici etc.), venivano raffigurati con dimensioni sproporzionate, rispetto agli altri uomini (comuni) quasi ad evidenziarne una sorta di divinazione. Tanto è vero che, ad esempio, l'unico documento per ora in nostro possesso sul mitico Re Scorpione, è una testa di mazza in cui il sovrano (il cui nome è scritto attraverso un pittogramma rappresentante uno scorpione) è riprodotto in dimensione eroica, proprio a testimoniarne l'importanza (a lui viene attribuita l'unificazione dei due Egitti).

Il libro di Enoch racconta che gli Angeli caduti rivelarono all'uomo i segreti proibiti del cielo. Azazel "insegnò agli uomini a fare spade, coltelli, scudi e corazze e fece conoscere all'uomo l'arte di lavorare i metalli". Altri Vigilanti sono accusati di aver addestrato i mortali in campi scientifici, quali l'astronomia e la geografia, l'arte di abbellire il corpo, addirittura insegnarono all'uomo come "abortire". Penemu, infine, istruì l'uomo sull'uso di "inchiostro e carta". Dunque, più che una razza proveniente dal cielo, gli Annunaki (così erano conosciuti tra i Sumeri) sembrano essere una civiltà evoluta (a sostegno della nostra tesi), che esporta la sua conoscenza verso popoli  meno evoluti, civilizzandoli e creando quindi un rapporto si subordinazione tra i due popoli. Prometeo è un esempio di questo rapporto, che esisteva tra le due diverse civiltà: mosso da compassione per la condizione primitiva delle popolazioni della mezzaluna, decide di rilevare ad alcuni popoli determinate conoscenze (rappresentate dal fuoco, che è stato indubbiamente una grande scoperta dell'uomo), che la sua civiltà (quella dei Nefilim) conosceva e che non voleva che le altre civiltà non conoscevano. Venne quindi punito dal suo popolo; come tutti sanno infatti la sua condanna fu quella di subire tutti i giorni l'attacco di un aquila che gli divorava il fegato per tutto il dì, fegato che durante la notte ricresceva pronto per essere divorato il dì seguente. Ma gli Jedi non punivano solo i loro simili, persino gli uomini subivano le loro punizioni.

                                                  Dal web

 
 
 

Eclissi.....

Post n°15 pubblicato il 13 Agosto 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

Si alzi un Cerchio di Fuoco dove le Anime possano danzare....

nessuno osi varcare quel Cerchio....

nessuno....

danza fatta di respiri...e battiti....

fusione di Forza e Amore che esplode in Passione ed Estasi....

cada la Pioggia per purificare ogni cosa....

si alzi il Vento e porti via ogni cosa che limita la danza...

accolga la Terra il seme di un amore così grande.....

Questo è il senso ...questo è il privilegio.....

4 gli elementi...

la Forza: due anime destinate ,forse,ad essere Una!...

 

Guerriero_Immortale

 


 


 
 
 

La Scelta.....

Post n°14 pubblicato il 04 Agosto 2012 da Guerriero_Immortale

 

Un giorno il MIO Cuore ha scritto:


L'Amore non ha bisogno di bussare...

Un Cuore Aperto non ha nè porte nè cancelli...

Un Cuore Aperto AMA

e lo fa senza pensare

se qualcuno lo Stringerà forte tra le mani per Proteggerlo

o per Distruggerlo...

Lui non "sente" queste cose non le conosce,

conosce solo il Battito...

un Respiro che è Vita....


Un Cuore Aperto non "pesa"  Colpe ,non Inganna,non Giudica,

un Cuore Aperto Vive del "suo"Profumo

senza Confondersi con gli Altri

senza Confondere gli Altri

Rispettando al sua Unicità

 com'è giusto che sia.....


Oggi il mio Cuore scrive:

Ho "guadagnato" la Spada

 camminando a piedi Nudi sulle Rocce

Cadendo

FerendoMi

RialzandoMi

senza Mai chiedere Nulla a Nessuno

Ho sofferto,Dio solo sa quanto....

e LUI è stato il mio UNICO AMICO,

la mia Ancora.....

il Faro.....la Forza...la Fede...la Speranza

Ho imparato l'Arte della Spada

Su Lacrime e Sangue

e oggi sono un Guerriero,

Unico

Guerriero_Immortale....

Il "profumo" che "sentite" è il mio e di nessun altro....

Questo Guerriero ha imparato ad

Essere Forte

Umano

Giusto ... Spietato

senza fare eccezioni

senza fare distinzione

tra "amici" o "nemici"....

Oggi io sono "questo" e

devo dire "grazie" alla

Vita

che mi ha

permesso di diventarlo!

"A volte è necessario tagliare

un ramo ancora

"vivo"

per permettere all'Albero

di proseguire nella sua Crescita...."

Niente "zavorre" che limitano il

"Volo"

questa è la MIA "scelta!

Guerriero_Immortale

 


 
 
 

Spente le Stelle.....

Post n°13 pubblicato il 01 Agosto 2012 da Guerriero_Immortale

 

La Voce è il Respiro dell'Anima

i suoi Desideri

le sue Voglie , Sensazioni

dalla Voce si capisce se sei Innamorato

oppure no

La tua voce parla del Tuo Dolore

o della Gioia

Racconta le tue Emozioni

e le Trasmette come Corde di un'Arpa...

e se sei Sordo e non la puoi Sentire?

 l'Ascolti con la Voce del Cuore....


u.d.2







Quel cuor perdesti
Per un miraggio
Quel cuor tradisti
Odiar di più, non puó !
La mia voce, senti
Il suo dolor... o no ?
La tua sparí
E io, pazza, t'aspetto !

Dimenticar...
O non più vivere
Ormai, salvo...
La notte... la notte... la notte...
Ah !...

Spente le stelle
Col pallido raggio di luna
Piange l'amore
Che si lancia come l'onda poi se ne va
Vuota, la notte
E la sua speranza breve
Ora sgorga l'amaro pianto
Un cuor ferito, disperato passa qua

Dunque fuggisti
I sogni vuoti
Dunque perdersi
I brevi vortici

Dimenticar

Spente le stelle .....



Spente le Stelle
Col pallido raggio di Luna
Piange l'Amore
Che si lancia come l'Onda poi se ne va
Vuota, la Notte
E la sua Speranza breve
Ora Sgorga l'Amaro Pianto
Un Cuor Ferito, Disperato passa qua....

 

 

E un Guerriero sa quand'è l'ora di "Spegnere le Stelle"......

 
 
 

Michele,l'Arcangelo.....

Post n°12 pubblicato il 31 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

 

Michele è definito guerriero perché infonde potenza e volontà per affrontare ogni forma d’ingiustizia e prevaricazione, manifesta o celata.  Ma non si può combattere se non si è determinati, concreti, appassionati. Perciò insegna in primo luogo a vincere la paura, che frena e paralizza.

Il drago che di solito lo accompagna, e sul quale trionfa, è chiaramente un simbolo del male. Qualcuno sostiene che raffiguri addirittura il diavolo, e viene sempre mostrato come qualcosa di velenoso, viscido, mostruoso e soprattutto… estraneo.

 Già, perché il male da cui guardarsi è sempre all’esterno.

Ma il drago che Michele infilza è principalmente annidato in noi stessi. Il drago abita in noi, nelle profondità dell’inconscio o nel labirinto della mente. E’ la “bestia” che alleviamo e nutriamo nella nostra oscurità, lasciandola poi libera per il mondo. Un personale Minotauro le cui scorribande avranno sicuramente delle conseguenze anche per noi, perché il male compiuto torna sempre indietro, anche se a volte dopo un giro molto largo.

Naturalmente non è possibile uccidere il drago, perché il granello di male che portiamo dentro di noi è un elemento indispensabile alla nostra evoluzione. Non può essere eliminato, ma solo riconosciuto e tenuto a bada. L'inutile pretesa di cancellarlo conduce a gravi squilibri.

Quando l’alito del drago appesta l’aria, anche se pare che il danno o l’ingiustizia non ci tocchino di persona, inevitabilmente ne saremo coinvolti. L’errore più grande è convincersi che non ci riguardi, perché la nostra indifferenza contribuisce alla crescita di quel male che, nelle sue tante diramazioni, prima o poi raggiungerà anche noi.

dal web

 

Prestami la tua spada, affinché io sia armato

per vincere il drago in me.


Riempimi della tua forza,


affinché io sgomini gli spiriti che vogliono paralizzarmi.


Agisci dunque in me,


in modo tale che riluca la luce del mio Io


e sia così condotto a degli atti degni di te,

 

Michael.

Rudolf Steiner

 

 

Michele è un Fuoco di Vita....
Le Sue parole ,i Suoi Atti separano il Bene dal Male....
Discernimento
La Sua Spada un'arma che "taglia",che scinde,rappresenta la capacità di distinguere ciò che bene e ciò che non lo è........
Taglia "legami" che opprimono....
libera dai "lacci":da un vizio,un'abitudine sbagliata,una dipendenza,un qualcosa che danneggia o impedisce di essere quel che si vorrebbe.

Guerriero_Immortale

"La Spada"



 

 
 
 

Il Nome......

Post n°11 pubblicato il 28 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

Ieri al lavoro è successo qualcosa che non riesco a togliermi dalla testa
Un uomo era dinanzi a me e guardandomi fa:
"Lei è straniera vero?"
"Scusi,cosa glielo fa pensare?"
"lei!,il suo modo di parlare,quello che vedo"
"Guardi signore si sbaglia di grosso,sono Italiana".....
Dopo essersi scusato ma affatto convinto di ciò che gli avevo detto ho pensato tra me:
"basta una chioma rossa e due occhi azzurri per far di me una "straniera"?...."
Non è la prima volta che accade e sinceramente inizio a chiedermi cosa c'è che non va in me o magari negli altri....
Dopo di lui un altro uomo .....
Mi guarda dritto negli occhi,quasi interrogandomi,
o forse è solo la percezione che ho avuto di lui....
Ad un tratto il suo sguardo si è fatto "cattivo"
era come se volesse affermare una "superiorità" che non ha,
forse per lui troppo "maschio" non ha mai incontrato una donna che come me non abbassa lo sguardo ma fiera,Guerriera, ti guarda ....
Ad un tratto ho sentito un "gelo" attraversarmi il corpo....
Strano.....
chissà perchè quell'uomo mi ha guardata così
e mentre come due animali che si studiano prima di attaccarsi
una "voce "dentro di me chiede all'uomo:
"Sai chi sono" ?...
e lui sempre più cattivo.....
con un ghigno sulla bocca come se quella fosse la sua risposta.....
E la "voce":
"Il mio nome è Da_Mich ,sono l'Angelo Guerriero".....

............
Mi sono sentita avvolgere da un "fuoco" in tutto il corpo....

ho sentito una "forza" che non possiedo...

E da ieri non faccio altro che pensare.....

Da ieri "ho un nome" ,da ieri

Io sono,Da_Mich l'Angelo Guerriero!.....


Cosa significherà tutto questo?......

 

 

 
 
 

Balla con il Tuo Angelo.....

Post n°10 pubblicato il 26 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

 

Il sole ha avuto un diverbio col vento del nord che era più intelligente,
più forte
il vento ha visto un uomo che camminava per strada..
"scommettiamo che io li faccio togliere l'impermeabile e tu no?"
Accetto la scommessa disse il sole
il vento comincio a soffiare,soffiare,soffiare, ma più il vento soffiava più
l'uomo teneva stretto a sè l'impermeabile
poi il sole cominciò a brillare sorrisi, e fece più caldo e l'uomo si tolse
l'impermeabile....

E tu balli mai con gli Angeli?
Guerriero

 

 
 
 

I Cancelli dell'Anima....

Post n°9 pubblicato il 17 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

 

 

Ci sono cancelli che volutamente cotruiamo per difenderci

dagli altri e
 
dai noi stessi...un muro spesso difficile da abbattere ....
 
A volte capita però che incontriamo qualcuno che non si

lascia
 
spaventare da questi cancelli e cerca di penetrarli con tutta

la sua forza
 
creando prima delle crepe e poi facendo crollare tutto....
 
E' l'Amore.....
 
Non voglio farti del male ma non voglio nemmeno vederti

morire......
 
Sono qui solo per mostrarti una Via....
 
 
Guerriero_Immortale


 

 
 
 

Medugorje....Grazie a tutti...Grazie Gospa

Post n°8 pubblicato il 12 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

 

 
 
Questo viaggio durato solo pochi giorni è stata una delle Esperienze più belle e toccanti della mia Vita e per questo devo dire "GRAZIE" solo a "Maria,alla Gospa che mi ha "chiamata"
 
............
Nell'ultimo giorno ho conosciuto tante persone ,per strada,mentre facevo acquisiti per ognuno di loro e per alcuni "compagni di viaggio".....
Vi chiederete perchè,beh perchè "Lei " mi ha chiesto di farlo.....
Mi ha chiesto di avvicinare alcune persone e di "consegnare"loro un messaggio da parte Sua...
Ognuno di loro ha ricevuto da me/Lei un dono che funge da "voce" SEMPRE,
la Sua.....
Una volta lasciato Medugorje spesso tutto si dimentica e Lei,la Gospa ,non vuole questo,vuole/Chiede che l'esperienza che ognuno di noi fa in quel posto Incontrando Lei e Suo Figlio venga trasmesso agli altri ,che la Fede e la Speranza,la Preghiera Vivano in tutti noi affinchè questo Mondo torni ad essere un
Giardino pieno di Fiori Bellissimi e Profumati.....
Grazie a Michele e Antonietta che sono stati un pò il papà e la mamma di questo viaggio.Entrambi vedovi si sono incontrati per un viaggio e da allora non si sono più lasciati...Sposati da sette anni e da sette anni pellegrini in Medugorje....
Quanto Amore ,quanta Umiltà,quanta Fede..... 
Antonietta da circa un anno è affetta da maculopatia,una malattia dell'occhio che porta alla cecità,ma se aveste visto con quale naturalezza Antonietta saliva su quelle Pietre.....
E con quanto Amore Michele le teneva la mano .....
Un esempio di Vita e di Amore .....
Grazie dal più profondo del Cuore......
Grazie a Stefano che con i suoi "occhi blu" ha lasciato un segno nel mio cuore....
Grazie a Carmen che con il suo candore ha accarezzato la mia Anima....
Grazie a Roberto che mi ha donato una bellissima foto....
 Grazie a Maria,dolcissima madre che era molto preoccupata per suo figlio Franco,un carabiniere, e la sua famiglia perchè Nella,madre di Marco Pio,affetta da anni da bipolarismo ( disturbo psichico maniaco-depressivo) che per tanti anni ha vissuto nel "buio" e dopo questo Viaggio ha Ri_Visto un pò di Luce e la Speranza per ognuno di loro di "salvare" la Famiglia....
Grazie ad Alessandra un piccolo ma grande angelo di 3 anni che con la mamma e la nonna è andata dalla "Madonnina per confidarle un segreto" ,Alessandra ha perso il papà un anno fa, giovanissimo, a causa di un incidente stradale....
Grazie ad Antonella che a piedi scalzi è salita sul Monte e che ha pregato insieme a me sulla Croce.....
Grazie a Giorgio,un guerriero un pò "speciale" che pur mostrando un aspetto duro ha un animo nobile e generoso.....
Grazie a Pinella e Mario,il "nostro" angelo,mio e di Scintilla....
Pinella è il medico che la Vigilia di Natale di tre anni fa si è accorta del mio polso rotto dopo che venti giorni prima a causa di un infortunio sul lavoro ero finita in ospedale e  un suo collega mi aveva mandata a casa dicendomi che non avevo nulla solo una frattura al pollice....
Lei subito ha richiamato tutti all'ordine ed io sono uscita dall'ospedale con un gesso che ho tenuto per 40 gg....e in questo viaggio ho avuto modo di ringraziare....e lo faccio ancora....e Mario che dire....io e lui ci conoscevamo già di vista,grazie al lavoro che faccio,spesso lui veniva da me e mi sorrideva....Entrambi avevamo capito che c'era un "legame" speciale che ci univa ma mai nessuno ha detto nulla ,solo in questo Viaggio abbiamo parlato,ci siamo confidati....
Grazie a Franca che sul Prodbrdo mi ha regalato l'emozione più grande della mia Vita:la Voce di Maria!
Grazie a Vanessa,figlia di Franca,che mi ha permesso di consolarla per la morte del suo papà.....anch'io ho perso il mio un pò di anni fa per un tumore.....
Grazie a Paola amica di Vanessa che mi ha permesso di "toccarle" il Cuore e di infonderle Speranza come lei ha chiesto....
Grazie a Anna Maria Angelici  una donna che avrei dovuto incontrare in chiesa alle 17 di venerdì 29 giugno perchè il messaggio della mattina era questo"alle 17 dovrai essere davanti alla Madonna e incontrerai qualcuno".....ed io l'ho scoperto per caso che era lei....vi racconto come.....
Ero entrata in un negozio per aquistare dei "ricordini" per i miei amici e lei è entrata dopo di me per acquistare una radiolina ,perchè la sua si era rotta e lei  voleva ascoltare la Santa Messa....Allora abbiamo iniziato a scambiare due chiacchiere fino a quando il mio occhio non è caduto su un pendente alle sue spalle....Un pendente a forma di Croce con 4 punti luce agli angoli...un pendente particolare,con due Spine a forma di croce e subito la "voce" "Donalo a lei".....Ho chiesto così a Scintilla di continuare la conversazione fuori e mentre loro uscivano io ho acquistato il pendente e uscita fuori gliel'ho reglato dicendole
"oggi avevo un appuntamento in Chiesa alle 17,non so chi avrei dovuto incontrare ma prima la Madonna mi ha chiesto di regalarti questo"....
Lei con le lacrime agli occhi ha preso quel dono e mi ha detto
"Grazie oggi è il compeanno di mio figlio e io sto qui...trent'anni fa sono venuta per la prima volta su quel Monte su una barella,avevo un tumore e stavo malissimo...i barellieri volontari mi hanno portata fin lassù ed io sono stata bene,sono GUARITA...Ho lasciato il mio lavoro,un posto fisso ,ben retribuito per fare la Guida qui a Medugorje ma niente è più come allora,niente.Qui un tempo era solo campagna oggi vedi hotel ovunque anche se la vita è cmq diversa dalla nostra....Oggi alle 17 dovevo andare in chiesa ma ho cambiato direzione,non so cosa mi ha portata qui in questo posto...."Quanto dolore nei suoi occhi....Così le ho detto "Lei dice che non devi piangere più,che il tempo delle Pene è finito....Vuole che tu sia serena...."...Lei mi ha abbracciata e in quell'abbraccio c'era tutto l'AMORE di una donna per la Madre Celeste,il suo Ringraziamento.....e anche il Mio ^__^....
Grazie  a Noemi pellegrina ,che come noi il giorno dell'Apparizione  al Castello è  stata "abbandonata" dal gruppo e che "grazie alla voce" abbiamo incontrato per strada...
Noemi era atea fino a qualche anno fa...Aveva un bella famiglia un marito amorevole e presente ,un figlio ma non era mai contenta di nulla aveva persino pensato di separarsi fino a quando qualcuno le chiese di andare a Medugorje è lì ha avuto il su dono:la CONVERSIONE....
Ha salvato il suo matrimonio ,la sua famiglia,suo figlio e oggi è anche madre di un'altra bellissima bambina....
Grazie a fra' Emiliano ^__^....giovanissimo ma con un forte Carisma....
Il nostro incontro non è stato "facile" quando gli ho parlato di me lui è stato piuttosto duro mi ha detto:"la Madonna parla ad ognuno di noi perchè dovrebbe parlare a te?Ogni Pietra di Medjugorje parla,gli altri non hanno bisogno di te"....ed io
"Leggo molta diffidenza nei tuoi occhi ma posso capire il perchè....
E' vero la Madonna parla ad ognuno di noi ma a volte è necessario un "tramite" per far arrivare la Sua Voce ed io è questo che faccio..."....
Alla fine del viaggio quando ad Ancona ci siamo trovati lui mi ha abbracciata e mi ha detto "venite a trovarmi e....fai la brava ^__*"...ha capito subito che non sono un tipetto facile ehehehe.....
Beh GRAZIE a TUTTI per questo MERAVIGLIOSO PETALO DI VITA.....
GRAZIE GOSPA....
Spero che questo mio Viaggio venga "condiviso" da ognuno di voi e che sia solo l'inizio,l'imput,la lampadina per accendere in voi il DESIDERIO di fare lo stesso Viaggio....se non migliore.....
Vi abbraccio tutti
Guerriero: G.F.

 

 
 
 

Medugorje....Krizevac ...Croce bianca

Post n°7 pubblicato il 06 Luglio 2012 da Guerriero_Immortale

A differenza del primo giorno in cui la salita al Monte delle Apparzioni è stata vissuta in maniera dura e dolorosa,quella alla Croce bianca è stata una salita meditata e oserei dire rilassante....Arrivata quasi su in cima un ragazzo ha catturato la mia attenzione....Qualcosa in lui mi dava la percezione che non fosse "umano" e cogliendo il suo sorriso in questo mio pensare, qualcosa ,mi ha confermato che quel ragazzo era lì per un motivo....Mi sono fermata un attimo per capire poi sono andata oltre.....

Un pò più sù, sulla destra,ne ho visto un altro....Bello come il sole....occhi chiari,azzurri,un bel fisico,sembrava quasi un soldato.....l'ho guardato ed ho avuto la stessa percezione...."non è umano" mi sono detta e così pensando l'ho guardato....Ad un tratto una domanda si è fatta largo nella mia mente "sei un angelo vero?" e come se lui mi avesse letto nel pensiero risponde" te ne sei accorta"e mi ha sorriso.....


“Sotto le due braccia della Croce, vi erano due Angeli, ognuno con un annaffiatoio di cristallo in mano, nel quale essi raccoglievano il sangue dei Martiri e col quale irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio. Tuy – 3.1.1944

Scintilla fino a quel momento non si era accorta di nulla poi vedendo me sorridere e "parlare con quel ragazzo" capisce che la cosa non è "terrena" allora ci prendiamo per mano e saliamo fino alla Croce bianca.....


 L'ultimo tratto è davvero difficile ,ha una pendenza tale che no permette di rimanere in equilibrio senza tenersi afferrati ad un passa mano ,tipo corda,che aiuta tutti a salire .....Salita sulla Croce mi sono fermata un attimo a pensare poi ho iniziato a pregare.....Scendendo nuovamente mentre cercavo di tenermi per non cadere sulle rocce e farmi male,la voce mi dice"quella ragazza è un angelo" al che ho alzato lo sguardo ed ho visto una ragazza molto carina seduta su una pietra.....

stavo proseguendo la discesa quando una croce fatta in legno mi ha colpita, quindi mi sono fermata a guardare

 

SENAGO

Goccia nell'Oceano

 

 

Ero davanti a questa Croce a pensare e meditare che di nuovo la "voce" mi fa 

"donale il tuo Rosario"

"quale Rosario?"

"il tuo"

 "ma ne ho solo due e non voglio rinunciare a nessuno"

allora faccio per incamminarmi e con amorevole  dolcezza

"Dona a quella ragazza il tuo Rosario"......

.......

Premetto che i due Rosari ,sono per me entrambi importanti, l'uno perchè

lo regalerò 

ad un caro amico,"renè"

l'altro perchè salendo sul Krizevac mi sono accorta di non avere un Rosario mio allora

ho chiesto a Scintilla di regalarmene uno.....

Dovevo dare a quella ragazza il "mio Rosario" quello regalatomi da Scintilla e

 rinunciarci anche se non è che la cosa mi facesse proprio piacere....

Cmq mi sono avvicinata alla ragazza e lei vedendomi si è spostata facendomi posto a

sedere sulla pietra....

Mi avvicino di più e porgendole il Rosario le ho detto

"Lei dice che sei un angelo e devo regalarti il mio Rosario"

Lei mi ha guardata e con le lacrime agli occhi è riuscita a dire solo 

"Grazie ,grazie,grazie"....

Seduta sulla pietra a piedi scalzi,minuta ,viso dolcissimo,capelli neri lunghi

davvero una bella ragazza.....il suo nome?

CARMEN.......

............................................

Dopo averle donato il Rosario lei si è alzata per salire l'ultimo tratto

ed io non so perchè ho scattato delle foto alla

pietra dov'era seduta.....

Guardate qua....


 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 51
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

qmruntaglioalpassatoaugusto.zucchiGuerriero_Immortaleserenaella_58glorialrI_n_a_n_n_af.bullegassakulaemanuelepilatodanzan0l3n0t3gardenia8luzma1anmicupramarittimadg1970
 

 

 

Kimera,la musica del Cuore....

 

 

 

"L'Attimo è nelle parole di chi Ama"

    Giuseppe Simmarano

 

 

 

http://spazio.libero.it/bignothing/

 

 

Hai ragione amico mio

l'anima esiste

a stento sfiora l'aria

......

per questo quando lasciamo cadere le nostre lacrime

il cielo sembra che ogni volta voglia restituircele

 

 

Tu Kimera....il Solo...l'Unico....Guerriero....

 

 

 

io devo morire ad ogni passo

devo morire ad ogni opera...disegno....canzone e nota

solo così posso vivere

io vivo nascosto in ogni mio concetto

*Giuseppe Simmarano*

          Kimera

 

 

 

 

 

 

  Il Guerriero

sa che un grande sogno è costituito da tante cose

diverse,

così come la luce del sole è l'insieme di milioni di

raggi.

Paulo Coelho

 

 

 

danzan0l3n0t3

 

S caricano il loro veleno
T ra le strade del mondo
O mbre di uomini opachi
R ifiutano il fulgore della luce
D entro hanno neri abissi
I imputridito è il loro cuore
S olo la fiaccola del male
C ontinua a bruciare i
O ra dopo ora nel loro involucro
N ulla resterà di essi se non l’odio
O rmai unica nota che li distingue
I giorni scorrono stanchi delle guerre
V orrebbero che tutto finisse
E cessasse in una esplosione di pace.
N ulla però può fermare la lotta
T ra il bene ed il male che continua
I giorni trascorrono nell’indifferenza
D ella gente che non vuole cambiare
E sugli altari della quotidiana follia
L e vittime di un mondo senza cuore
L ‘ultimo respiro esalano al nulla.
A ncora una volta prego perchè
Q uesta corsa folle senza traguardi
U n giorno possa finalmente cessare
O cclusa da un muro di luce invalicabile
T rafitta dalle stesse lame d’odio
I ntinte dello stesso veleno del male
D a cui ha sempre tratto nuova energia
I n silenzio osservo da questo sperone
A ssiso sulla fredda roccia del tempo
N uovi fermenti di vita farsi strada
fflatti di bene spazzare le nebbie
M alvagie che ricoprono case e palazzi A ncora aleggianti sulla città perduta
L a lotta laggiù continua incessantemente
V edo uomini donne ed eroi del quotidiano
A ffrontare con grande dignità la vita
G uardando avanti uniti da nuova fratellanza
I indietreggiano i lupi affamati di potere
T raditi dalla loro infinita brama di sangue
A’desso una piccola luce brilla ad indicare la via.
Pier

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

 

San  Michele Arcangelo, difendici nella battaglia contro le insidie e la malvagità del demonio, sii nostro aiuto.
Te lo chiediamo supplici che il Signore lo comandi.

 E tu, principe della milizia celeste, con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell'inferno Satana e gli altri spiriti maligni, che si aggirano per il mondo a perdizione della anime.

Amen.

 

 
 

image

 

... Le mie Spine non sono solo quelle che circondarono il mio Capo durante
la crocifissione. Io ho sempre una corona di spine attorno al Cuore:
i peccati degli uomini sono altrettante spine..."



 

V Stazione Via Crucis
 
SIMONE DI CIRENE
 

"Mi stavo incamminando verso i campi, quando lo vidi portare la Sua croce; e lo seguiva una gran folla.

Allora anch'io camminai al suo fianco. 
Quel pesante fardello lo costrinse a fermarsi più di una volta, perché il suo corpo era stremato. 
Allora mi si avvicinò un soldato romano, e disse: "Tu, che sei saldo e robusto, porta la croce di quest'uomo". 
A quelle parole il cuore mi si gonfiò nel petto e provai gratitudine. 
E portai la Sua croce. 
Era pesante, fatta di pioppo impregnato di piogge invernali. 
E Gesù mi guardò. E il sudore della fronte gli scorreva sulla barba. Ancora mi guardò, e disse: "Bevi anche tu questo calice? Vi accosterai le labbra insieme a me fino alla fine dei tempi". Così dicendo pose la mano sulla mia spalla libera. E procedemmo insieme verso la Collina del Cranio. 
Ma io non sentivo più il peso della croce. Sentivo solo la sua mano. Come ala di uccello sulla mia spalla.


E arrivammo in cima alla collina, e là dovevano crocifiggerlo. Fu allora che avvertii il peso della croce. Non disse parola mentre gli conficcavano i chiodi nelle mani e nei piedi, e dalle sue labbra non uscì lamento.

E non tremarono le Sue membra sotto il martello. 
Sembrava quasi che le Sue mani e i Suoi piedi fossero morti, per rivivere solo nel bagno di sangue. E Lui sembrava desiderare quei chiodi, come un principe desidera lo scettro, e sembrava implorare che lo innalzassero alle vette. E il mio cuore non lo compiangeva: ero troppo preso da meraviglia.
Ora, l'uomo al quale ho portato la croce è divenuto la mia croce. 
Se mi dicessero ancora: "Porta la croce di quest'uomo", io la porterei fino a quando la mia strada si chiudesse nel sepolcro. 
Ma gli chiederei di tenermi la mano sulla spalla.


Accadde molti anni fa; e ancora oggi, seguendo i solchi del campo, e in quel sopore che precede il sonno, rivolgo spesso il pensiero a quell'uomo che amo. E sento la sua mano alata, qui, sulla spalla sinistra."

 

Khalil Gibran

 

 

Send me an Angel 

 

Il saggio disse: percorri questa strada
verso l'alba della luce
Il vento soffierà sul tuo viso
Mentre gli anni passano
Ascolta questa voce che viene dal profondo
E' il richiamo del tuo cuore
Chiudi gli occhi e troverai
il varco tra le tenebre

Sono qui
Mi manderai un angelo?
Sono qui
Nella terra della Stella del mattino

Il saggio disse: trova il tuo posto
Nell'occhio della tempesta
Cerca le rose lungo la strada
Ma stai attento alle spine

Sono qui
Mi manderai un angelo?
Sono qui
Nella terra della Stella del mattino

Il saggio disse: Alza la tua mano
e stendila per afferrare l'incantesimo
Trova la porta per la terra promessa
Semplicemente credi in te
Ascolta questa voce che sale dal profondo
E' il richiamo del tuo cuore
Chiudi gli occhi e troverai
Il varco tra le tenebre

Sono qui
Mi manderai un angelo?
Sono qui
Nella terra della Stella del mattino

 

 

 

 

Lo so che non dovrei interferire ma.....

sento il buio che avvolge la tua Anima....

Hai il libero arbitro puoi scegliere ma

non so se vuoi ancora farlo....

Ti farò "male" ma voglio Aiutarti....