Creato da Prigionieradime il 18/02/2009

CAMMINO NELL'ANIMA..

Camminando fra sentieri di vita,lasciando tracce del mio passaggio...

 

UN SOGNO........

Post n°47 pubblicato il 08 Ottobre 2009 da Prigionieradime

IN RIVA AL MARE 

In riva al mare

un fruscio di vento,

si adagia sull’immagine di una

donna esile,

dal portamento elegante….

gli occhi fissi verso un veliero,

si lascia

rapire dal pensiero che la conduce

verso

un’isola di sole.

Il vento solleva con un tocco

il manto delle

sue emozioni lasciandole respirare

il sapore

delle sua anima….

Onde trasportano sulla sua pelle

 la salsedine

e il ricordo di un bacio salato

si fonde

nell’azzurro immenso

del cielo...


 
 
 

QUESTO MONDO.......DI

Post n°46 pubblicato il 06 Ottobre 2009 da Prigionieradime

 Falsità .

Camminando fra strade

polverose

dell’umanità, s’incurva il tempo

piegandosi

sulle lancette, scoccando l’ora

di

quest’epoca di falsità.

Fra spigoli smussati agli angoli

delle strade,

aspetto incerta …

aggrappandomi a ritagliati

di

tempo inutile.

E ansiosa mi nutro di polvere

arida….

e il calpestio dei passi

è più dolce

perfino di questa inutile

farsa…

 

 

 

 
 
 

MONOTONIA.............

Post n°45 pubblicato il 04 Ottobre 2009 da Prigionieradime

INUTILMENTE

Passi veloci,

poi lenti,

movimenti monotoni,

uguali sempre.

Occhi vuoti come le

mani

prive di futuro,

bocca povera

di  sapore,

di parola detta senza

un perché.

Il corpo marcisce

insieme

alle ossa che faticano

invano,

a cercar riposo.

Urlare a più non

posso

in questo mondo

infermo.

Non posso

non voglio rassegnarmi

e allora grido,

come matta

anche se so

che

poco conta….

 

 
 
 

A VOLTE SI PENSA DI ESSERE MORTI....

Post n°44 pubblicato il 30 Settembre 2009 da Prigionieradime

RITORNO A VIVERE....

Accanto al tuo

respiro,

il mio cuore ritorna a

battere.

Il tuo silenzio ricama

una nota che

si alza come un canto divino.

Una lacrima scende lenta

sulle guance ceree…

e si cristallizza nel cuore,

generando un palpito,

che si ode rimbombante

annunciando

il suo

ritorno alla vita.

 

 
 
 

FINALE DEL RACCONTO"COS'E' LA FOLLIA?"

Post n°43 pubblicato il 24 Settembre 2009 da Prigionieradime

 Nel '78 la sinistra di Berlinguer fece chiudere definitivamente i manicomi in Italia facendo approvare la legge 180 o legge Basaglia

Precisamente il 13 maggio 1978, trenta anni or sono, fu promulgata la legge che introdusse in Italia una profonda riforma psichiatrica in base alla quale fu anche possibile la chiusura dei manicomi.

La legge 180 è ancora oggi oggetto di discussione, Secondo numerose associazioni di familiari va migliorata, mantenendo fermi i principi antimanicomialisti e il riferimento al territorio come luogo principale di cura e accoglienza della persona affetta da disturbo mentale.

 La vita di Carlo è stato un cammino nel tunnel della pazzia alla ricerca di un uomo mai trovato, mai vissuto. I giorni erano tutti uguali per lui…e il suo mondo era una giostra dell’orrore per tutti, vagava come un animale solo, evitato come la peste.

    Ora era giunta l’ora...

e Laura era li.

rimase in silenzio con un

taglio sanguinante nel cuore,

impotente di fronte al peggior

nemico della vita, la morte.

 Fece un sogno di quelli che si confondono con la realtà. Si era vista in una stanza illuminata dalle prime luci del mattino che filtravano dallo scudo leggermente aperto di una finestra, camminava in punta di piedi per non fare rumore, perché era presto, e non voleva svegliare chi riposava, si era avvicinata al letto di un uomo e si era chinata per guardare i lineamenti del suo viso…l’ho riconobbe era Carlo, alto 1,87 di bello aspetto capelli neri corvini leggermente lunghi in avanti che coprivano un lato del suo volto dai lineamenti delicati, occhi di un verde impenetrabile, labbra carnose, carnagione olivastra. Il suo abbigliamento sempre elegante, raffinato dal portamento distinto, garbata persona, avvicinabile, amorevole e dal cuore generoso, il tono della sua voce era una musica per lei. Si! Bello come il sole di primavera che ti scalda il cuore dal freddo dell’inverno…ma a un tratto, un soffio gelido pervase la sua anima rendendola glaciale, incapace di muoversi. Sentii un tonfo secco ben mirato al cuore, perché scoprì una verità raccapricciante. L’immagine di quell’uomo cosi splendida e perfetta tutto a un tratto sfuma in un volto sofferente e scarno, un corpo distrutto e consumato in una sola settimana dall’agonizzante cancro, i suoi bellissimi occhi erano oscurati da un velo bianco che gli impediva di vedere chi gli stava accanto…di colpo si ritrovò a vivere non più un sogno ma una raccapricciante realtà. Il suo caro fratello stava terminando prima del dovuto, a soli 39 anni, la sua vita.  Rimase in silenzio con il suo taglio sanguinante nel cuore, impotente.

E in un istante i ricordi scorrono

davanti a lei

come l’acqua di un fiume impetuoso

raccontandole la sua infame vita.

Polvere

Sporcai il mio viso fra le mura confusa

della mia dimora.

Mentre l’impronta del tuo profilo lasciai

nel buio della tua solitudine.

Avrei voluto stringere le tue mani

e baciarle,

piegandomi su di te,come un ramoscello

sospinto dal vento.

Avrei voluto guardare i tuoi occhi

e leggere

la felicità impressa nel verde della

tua malinconia.

Tu sei stato il fratello sempre atteso,

mai arrivato,

poiché i tuoi pensieri erano sempre

alla mercede

dei tuoi fantasmi…e il tuo mondo divorò

la tua anima,

i tuoi sogni,i tuoi ricordi, lasciandoti vuoto

senza spirito.

Avrei voluto far volare via la polvere

dalle tue vesti,

lasciandola trasportare lontana

dal vento oltre

l’immaginario della ragione.

Ma come detrito rimasi sui tuoi vestiti

a tenerti compagnia…

Mentre le tue mani se ne liberarono con un

gesto energico…

per

tornare nel tuo mondo di illusioni …

dimenticandoti di me.

 

PRIGIONIRADIME…

 
 
 

DIRITTO

I racconti e le poesie pubblicate fanno parte della mia produzione letteraria e intellettuale e, ai sensi e per gli effetti dell'art.2575 e legge n. 633/1941 c.c., sono di PROPRIETA' RISERVATA –VIETATO L'UTILIZZO SENZA IL CONSENSO, L’USURPAZIONE DELLA PATERNITA’ DEI TESTI E' PERSEGUIBILE A NORMA DI LEGGE.
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

FUSIONELIBERATREmikelsolareeinsospettabile6adrianastrazzulloeloisa1952LaBrusLaClasse_et_EleganceGiuseppeLivioL2forestales1958bagninosalinarogelixaurora19750verocchilorenzoemanue
 

ALCUNI BLINGEE CREATI DA ME....

L'amicizia

un amore tenero

Vanity

 

ULTIMI COMMENTI

Auguri di un sereno 2014..le tue poesie sono sempre...
Inviato da: mennaanna2009
il 05/01/2014 alle 21:15
 
dove sei?
Inviato da: LaBrusLa
il 09/10/2013 alle 22:20
 
Oggi 16 febbraio 2012... un mondo d'auguri. Buon...
Inviato da: saverio.ancona
il 16/02/2012 alle 15:03
 
.
Inviato da: occhiodivolpe2
il 02/11/2011 alle 19:08
 
......
Inviato da: LaBrusLa
il 24/09/2011 alle 12:47
 
 

JOVANOTTI - FANGO

 

FACEBOOK

 
 

IL RIFLESSO

 
 

MALINCONICA

 
Citazioni nei Blog Amici: 31
 

FATTO DA ME...

 

TAG

 

UNA ROSA BLU

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom