Creato da: marialberta2004.1 il 03/12/2007
Ferrara

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

letterata83Tazenda51marialberta2004.1nadianigiulianamarialberta2004Edoardo.16lorenamozzatosimo1902alessandro697uomoL1lucacavecchiabellamau75rikiliberomariagiuseppinabocardillo069
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

 

 
« Filippo Valzano, Le dodi...Filippo Valzano, Le dodi... »

Filippo Valzano, Le dodici notti. Recensione

Post n°406 pubblicato il 13 Marzo 2019 da marialberta2004.1
 
Foto di marialberta2004.1

 

Maria Alberta Faggioli Saletti, Recensione

 

Filippo Valzano, Le dodici notti. Racconto mitologico sul nuovo ordine universale, Book Sprint Edizioni 2018, pp. 258. 3 Clicca sull’immagine

  

●Nel Racconto mitologico, c’è il lieto fine a rassicurare il “fanciullo” che è in tutti noi. Dopo la narrazione delle profondità marine e delle acque, l’autore si prefigge di proseguire nella narrazione di guerra e di pace cosmica, dal “punto di vista” dei pianeti, del Sole e della Luna  (Epilogo, p. 255).

 

Un racconto, con vicende  avventurose ricche di colpi di scena, da leggere e rileggere (non si legge d’un fiato). 

Aiutano nella lettura proprietà e adeguatezza di linguaggio , nonché la capacità di creare belle immagini (soprattutto quelle relative al mare), frutto di costante lettura, che distinguono Filippo Valzano. Basti un esempio: “Il radioso dio estrasse dal leggero panno di lino che la copriva una clessidra dorata, decorata da spighe di grano. ‘Ti dono il sacro tempo. Spero che tu riesca a consegnarlo a colui che più ne ha bisogno’” (p. 77).

 

Il lettore incontra i fondamenti della propria formazione culturale abilmente mescolati da un autore innamorato e romantico, che li ha studiati profondamente, con passione, coltivando quel piacere di raccontare che suscita adesione profonda oppure opposizione. E’ infatti rassicurante ma impegnativa  la capacità di studio e di approfondimento che conduce alla comprensione e alla conoscenza. 

Alcuni suggerimenti letterari utili, lo scrittore li troverà da solo.

 

Un giovane scrittore che guarda al futuro senza dimenticare un passato remoto, difficile e complesso  – una devastante “guerra mitologica” “formò l’anima di tutti noi” (p. 149), egli afferma – un passato che continua a lasciare tracce e che, proprio per questo, interessa a tutti gli esseri viventi e, quindi, va raccontato.

L’importanza del racconto è il suo messaggio letterario. Numerosi e complessi gli insegnamenti morali, impliciti ed espliciti, indicati al lettore  con ricchezza d’immaginazione. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog