Creato da: marialberta2004.1 il 03/12/2007
Ferrara

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

marialberta2004Edoardo.16lorenamozzatosimo1902alessandro697uomoL1lucacavecchiabellamau75rikiliberomariagiuseppinabocardillo069ilaxiastarlamaranto22giancarlacaldarellamarialberta2004.1
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

 

 
« Filippo Valzano, Le dodi...Filippo Valzano, Le dodi... »

Filippo Valzano, Le dodici notti. Recensione

Post n°406 pubblicato il 13 Marzo 2019 da marialberta2004.1
 

 

Maria Alberta Faggioli Saletti, Recensione

 

Filippo Valzano, Le dodici notti. Racconto mitologico sul nuovo ordine universale, Book Sprint Edizioni 2018, pp. 258. 3 Clicca sull’immagine

  

●Nel Racconto mitologico, c’è il lieto fine a rassicurare il “fanciullo” che è in tutti noi. Dopo la narrazione delle profondità marine e delle acque, l’autore si prefigge di proseguire nella narrazione di guerra e di pace cosmica, dal “punto di vista” dei pianeti, del Sole e della Luna  (Epilogo, p. 255).

 

Un racconto, con vicende  avventurose ricche di colpi di scena, da leggere e rileggere (non si legge d’un fiato). 

Aiutano nella lettura proprietà e adeguatezza di linguaggio , nonché la capacità di creare belle immagini (soprattutto quelle relative al mare), frutto di costante lettura, che distinguono Filippo Valzano. Basti un esempio: “Il radioso dio estrasse dal leggero panno di lino che la copriva una clessidra dorata, decorata da spighe di grano. ‘Ti dono il sacro tempo. Spero che tu riesca a consegnarlo a colui che più ne ha bisogno’” (p. 77).

 

Il lettore incontra i fondamenti della propria formazione culturale abilmente mescolati da un autore innamorato e romantico, che li ha studiati profondamente, con passione, coltivando quel piacere di raccontare che suscita adesione profonda oppure opposizione. E’ infatti rassicurante ma impegnativa  la capacità di studio e di approfondimento che conduce alla comprensione e alla conoscenza. 

Alcuni suggerimenti letterari utili, lo scrittore li troverà da solo.

 

Un giovane scrittore che guarda al futuro senza dimenticare un passato remoto, difficile e complesso  – una devastante “guerra mitologica” “formò l’anima di tutti noi” (p. 149), egli afferma – un passato che continua a lasciare tracce e che, proprio per questo, interessa a tutti gli esseri viventi e, quindi, va raccontato.

L’importanza del racconto è il suo messaggio letterario. Numerosi e complessi gli insegnamenti morali, impliciti ed espliciti, indicati al lettore  con ricchezza d’immaginazione. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Lesto/trackback.php?msg=14358038

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento