samael

Arte, Angeli, Amore.

 

PENSIERI PITTORICI

L'importanza di uno studio: lavorare senza metterci le mani

 

INFORMAZIONE

Tutti i testi pubblicati nel blog possono essere liberamente divulgati, essendo liberi da vincoli, purché ne venga citata la fonte. Grazie.
 

LUCE DIVINA

luce divina

 

PENSIERI PITTORICI

Dal canto mio so che esiste la perfezione; siamo noi a non esserne mai contenti
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

STELLAMARINA

 

 

gif

 

MESSAGGIO DI BENVENUTO 1.

C’è stato un tempo, su questa terra, dove l’Umanità non sapeva cosa fosse essere un canale, poiché lo era già e non c’era bisogno che si chiedesse cosa volesse dire, poiché lo sapeva già. Curava la propria terra e ci volava sopra, per non toccare il più tenero filo d’erba, per non sciupare il più piccolo essere su quel filo d’erba.

C’è stato un tempo in cui l’Umanità faceva cose grandiose e meravigliose, ma non se ne stupiva, essendo cose naturali. Vibrava attraverso una montagna e passava dall’altra parte, come se la montagna fosse fatta d’aria. Camminava sull’acqua, come se l’acqua fosse fatta di pietra.

Bene! L’Umanità non ha mai smesso di far questo, solo che non lo condivide con nessuno, per il timore di essere in prossimità di estinzione, poiché, paradossalmente, l’Umanità ha voluto provare l’ebbrezza delle morti, pur sapendo che poteva curare il proprio corpo e risanarlo.

(segue).

 

STELLA SOLARIS

di Giubit

 

MESSAGGIO DI BENVENUTO 2.

Ora che questo tempo sta tornando, dopo i cicli, non stupitevi.

Questo messaggio è per chiunque di voi. Parlo agli esseri umani, poiché il resto, cioè ciò che vi è attorno: rocce, piante, animali, vento, acqua, fuoco, etere, terra,  dicevo,  sa di essere meraviglioso. È vero che non ci sarà posto per assaggiare le morti, ma la vostra paura frena ancora voi e chi vi è intorno, pur essendo questo presente ora.Le regole sono cambiate, le porte hanno preso vita propria ed una volta di là non darete più importanza al vostro ego, perché sarete a casa, poiché di là non esiste antagonismo e non ci si annoia mai. Ma ciò vi fa ancora paura. Bene, accantonate la vostra paura, non vi serve più, poiché nessun’anima andrà perduta e nessun’anima proverà solitudine o privazione. Dovete credere di più in voi e nelle vostre potenzialità, vivere è il gioco più bello che c’è e scoprire dove s’è nascosta la Vostra Luce è il massimo ottenibile da questo gioco, ora qui, su Gaia. Questo è il mio benvenuto a voi.

Che Dio vi benedica.

 

PENSIERI PITTORICI

Per certe pennellate occorre coraggio; per certi pentimenti successivi occorre ignoranza

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

PENSIERI PITTORICI

Capita molto spesso di perdersi, durante un dipinto, ma, attenzione; caffè e trementina, assieme, non vanno bene
 

PIETRAVIVA

di lacannella

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

barbonilucangelosamaelcomelunadinonsolopolsexydamilleeunanotteannamariabanfifabrizio744CENTRO.ROSALUCEGS8dglbuiltogZanzarina11saryna.casulasohappysolelaura.ceriotti90grt234corima.m
 

ULTIMI COMMENTI

bello questo post. Buona giornata da Artecreo
Inviato da: sexydamilleeunanotte
il 10/09/2016 alle 12:13
 
A VOLTE CELESTIALE
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 14/02/2015 alle 18:59
 
bello
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 05/08/2014 alle 18:17
 
infatti non siamo nati per stare soli, la mancanza di...
Inviato da: angelosamael
il 21/04/2014 alle 19:35
 
non siamo nati per stare soli ma la coerenza il rispetto...
Inviato da: navighetortempo
il 14/03/2014 alle 11:46
 
 

EQUILIBRIO

di ikki_83

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Una voce

Post n°434 pubblicato il 23 Maggio 2013 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

Cosa è un uomo? È la parte maschile di un essere femminile.

Un uomo è la parte di una donna in grado di proteggere quest’ultima da eventi naturali, e non si cruccia se un evento naturale porta via quest’ultima, perché è destino che dovesse accadere….proteggerla da un qualsiasi evento naturale, non da un altro essere umano!

Dove sta scritto? Da che parte è citato il dato di fatto che un uomo debba ergersi a protezione della donna verso altri uomini, quando questi dovrebbero proteggere la loro parte femminile? Dove sta scritto? …..da nessuna parte, non sta scritto da nessuna parte.

Ogni libro di ogni epoca declama l’amore come fonte di crescita, prosperità e consapevolezza, il nostro compito qui è stata la sfida che abbiamo accettato nascendo e nessun esperimento di nessun genere qui ha la stessa portata di quello che abbiamo intrapreso nascendo, perché non è un esperimento, ma un esercizio; noi veniamo al mondo, in questo mondo, per imparare, non per morire per mano di un altro nostro simile.

Quando siamo a Casa il nostro essere è completo, qui subisce delle trasformazioni,trasformazioni che abbiamo scelto di fare, con tutto ciò che ne consegue, è la nostra scelta qui, il nostro compito, è di ricongiungersi con quella parte che ci manca, sia essa femminile che maschile.

Quando aprii questo blog  lo feci per aprire una vetrina dedicata all’arte, alla pittura, alle visioni che traducevo in colore, una galleria virtuale che mi sorregge e mi nutre in tutti i sensi, ma le cose sono cambiate, il tempo si sta chiudendo, le priorità sono cambiate, il cerchio si è già chiuso, i karma stanno subendo la chiusura del completo giro, le ruote dei karma hanno terminato il loro giro e ne cominciano un altro, chi è qui per  capire avrà le risposte che cerca dentro di sé, chi ha chiuso il suo cuore avrà lo stesso le risposte che cerca, ma non dentro di sé, avrà solo lo specchio di sé ed in quello dovrà guardarsi e guardare ciò che ha fatto.

Questo è solo un messaggio, una parte di un messaggio più lungo e non voglio tediare nessuno, quindi per adesso mi fermo qui, ciò che voglio che ricordiate tutti, e mi rivolgo alla parte maschile, perché a quella femminile ci sarà chi si rivolgerà a tempo debito, ricordate il motivo per cui siete qui, ricordatelo, perché è tutto ciò che avete, tutto, niente altro conta, niente.

A breve vedrete cortei di uomini, solo uomini, che in silenzio cammineranno per le strade, in silenzio, prima in pochi, poi sempre più numerosi, con un nastro rosa intorno al braccio sinistro; sono coloro che hanno capito il loro compito qui, ovvero cercare la parte femminile che manca loro, alcuni l’avranno già trovata, altri saranno ancora da soli, ma tutti con una unica consapevolezza: noi siamo qui per unirci in questa non più eterna sfida nel mondo materiale, attraverso tutte le difficoltà, alla nostra parte più intima, perché siamo già esseri completi, basta guardarsi dentro, il resto avverrà realmente.

 

Angelo Samael, guardiano e custode dei Sacri Testi.

 

 

 
 
 

Firma del trattato di pace nel mondo

Post n°433 pubblicato il 22 Gennaio 2013 da angelosamael

Firma del trattato di pace nel mondo

Conferenza per la pace nel mondo

In the name of the Glory of God (ITNOTGOG)
In nome della gloria di Dio

Dall’inizio dei tempi il desiderio dell’uomo è sempre stato quello di avere molto da mangiare e un posto sicuro dove rifugiarsi, per creare un ambiente tranquillo dove si può vivere con la pace della mente e durante questo processo, di sviluppare la sua cultura e aggiungerla alla sua conoscenza dell’ ambiente, dell’universo e della creazione.

Ora l’intelligenza dell’uomo ha raggiunto un nuovo livello nella comprensione della vera conoscenza dell’universo attraverso lo sviluppo di sistemi magnetici e gravitazionali e le tecnologie con cui può replicare e controllare la materia e gli ambienti,  allo stesso modo di come avviene nell’universo.

Questi sistemi possono fornire cibo, riparo e energia illimitata in tutto il mondo e dargli la possibilità per la prima volta di attraversare l’immensità dell’universo in un ambiente come quello che gli è familiare, nella sua vita quotidiana, nel suo pianeta.

Utilizzando questi nuovi sistemi gli uomini saranno in grado di attraversare il pianeta in pochi minuti, e questo rende i confini della Terra, che egli ha creato per se stesso nel corso dei secoli, una cosa del passato, irrilevante e obsoleta.

Ora che l’uomo si prepara a viaggiare nello spazio proprio come viaggia intorno al suo pianeta, e si appresta a far parte della comunità universale e ad avventurarsi nelle campate dell’universo come le altre creazioni di Dio fanno, ha bisogno di trovare la pace innanzitutto nella propria casa.

Per raggiungere quest’ultimo obiettivo e per l’uomo di trovare la pace sul suo pianeta, vi è la necessità di un rapido e totale accordo da parte di tutti i cittadini, le nazioni, i credi e le religioni di questo pianeta, tutto in una sola volta , perché cercando di fare la pace in fasi egli non ci riuscirà mai.

Per raggiungere la pace nel mondo, ci appelliamo a tutti i leader del mondo affinchè si raccolgano quest’anno in un’unica sede, per partecipare a una conferenza di pace nel mondo e per stabilire un trattato di pace nel mondo con la firma di un semplice atto di accettazione di pace in tutto il mondo.

L’unica frase del trattato di pace del mondo a dover essere firmato dai capi delle nazioni e religioni e di essere giurata da ogni nazione in tutta la Terra nello stesso giorno è semplice e recita come segue:
“Noi / io come cittadino (i) della Terra da questo momento in poi accetto di deporre tutti gli strumenti di aggressione e di guerra, noi /io non penseremo mai più ad essere coinvolti o incitare alla guerra o sviluppare o utilizzare strumenti di guerra su questo pianeta o nello spazio, e per questo noi / io  siamo tutti d’accordo e giuriamo con il nostro / mio (Cancellare la menzione inutile) nazione, territorio, consiglio, religione, città, città, corpo (i) e l’anima (e). ”

Con questa lettera invitiamo i leader della Terra a raccogliersi in un momento e in un luogo in qualità di rappresentanti delle varie regioni del pianeta, e non solo il proprio Stato, di firmare questo trattato in nome delle loro parti sulla Terra.

Da questo punto in poi, ogni nazione cesserà di esistere e l’umanità, come una sola razza, diventerà davvero unica cittadinanza terrestre.
Come cittadini di questo pianeta, fissiamo il momento della firma del trattato di pace nel mondo, da parte dei nostri leader, per il 21 marzo 2013 alle ore 12:00: questo giorno è il primo giorno di primavera nell’emisfero settentrionale e un buon giorno per ricominciare da capo in pace e tranquillità su questo pianeta.

Il luogo per firmare e promulgare il trattato di pace del mondo sarà sulla terra, dove ogni nazione e ogni individuo risiede, che si tratti di palazzi, case del Parlamento, luoghi di culto o di case.

In seguito alla firma del trattato di pace nel mondo, da parte dei leader di tutto il mondo il 21 marzo 2013, quindi, il 21 aprile 2013 (anniversario della prima conferenza internazionale degli ambasciatori di pace tenutasi il 21 aprile 2012, che ha fissato il succedersi di questo evento), invitiamo tutti i cittadini del mondo allo stesso tempo in tutto il mondo a giurare il trattato stesso per la pace nel mondo, come individui e nella cooperazione, come i loro leader hanno fatto il mese prima.

Da questo giorno in poi, l’uomo non dovrà più costruire alcuno strumento di guerra o fare piani di aggressione contro altri paesi o di causare la morte di un altro uomo.
Da questo giorno la razza umana deporrà gli strumenti di guerra che hanno causato tanta miseria nel corso di migliaia di anni e tutti gli uomini si adopereranno per un unico obiettivo, di consentire al resto dell’umanità di godersi i frutti della pace.

Così, per la celebrazione della firma del trattato di pace nel mondo invitiamo te, i leader del mondo e dei tuoi cittadini, per la tua propria terra e la tua propria casa.
Invitiamo i cittadini del mondo a fare quello che hanno fatto negli ultimi dodici mesi, incoraggiando i governi a partecipare alle conferenze per gli ambasciatori e di accettare la tecnologia spaziale contenuta nella chiave USB.

Vi chiediamo quindi di fare ancora lo stesso: richiamare l’attenzione dei leader del mondo e mandargli una copia del trattato di pace, e chiediamo a tutti gli individui e a tutte le ambasciate del mondo di diffondere quanto più possibile questo trattato in ogni articolo, sito web, ogni palazzo presidenziale e palazzi reali attorno al mondo, affinchè questo giorno possa diventare “il giorno del trattato di pace” e i tuoi leaders saranno forzati a sottoscrivere e rispettare il trattato di pace, e vedere le sue implicazioni attraverso il vostro supporto.

In cambio la Fondazione Keshe pubblicherà tutte le sue tecnologie, compresi i piani e le unità di lavoro e tecnologie per lo spazio, l’energia, la salute e il cibo liberamente a tutti gli uomini in una sola mossa e in un colpo solo in quel giorno.
Con questo garantiamo la condivisione e il raggiungimento dell’uguaglianza nella scienza, nella salute, nel cibo, nell’energia e nella libertà dello spazio, a tutte le nazioni e uomini su questo pianeta.

Vi ringraziamo per il vostro sostegno e d’ora in poi la pace nel mondo è nelle vostre mani e non nelle mani dei vostri leader.
Con amorevoli saluti,

Mehran Tavakoli Keshe
Cittadino del mondo e fondatore della Fondazione Keshe

Fonte: http://forum.keshefoundation.org/forum.php

Attraverso: http://www.ilmioprimoministro.it/mehran-keshe-firma-del-trattato-di-pace-nel-mondo/

 
 
 

Messaggio del giorno Lunedì 20 Agosto 2012

Post n°432 pubblicato il 20 Agosto 2012 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

 

Ogni persona è un mondo, ogni persona è un universo e non ha bisogno di nulla, perché ha già tutto, tranne e anche un insegnante da cui imparare, poiché sa già tutto, ma completa il suo mosaico e la sua ricerca con altre tessere, ovvero con altre persone, altri mondi, altri universi.

Quando avrete passato la necessità di nutrire il vostro corpo con qualcosa di materiale e smetterete di fare esperienza verso queste dimensioni pesanti capirete che potrete nutrire il vostro corpo con la luce della vostra stella e ciò che i vostri scienziati stanno ora studiando e che chiamano DNA addormentato o peggio vi occorrerà per capire a quale dimensione appartenete, contenendo esso tutto ciò che vi occorre.

Nel mosaico troverete le tessere che mancano, in forma di piccoli cubi in legno, in numero di settantadue, aventi simboli su ogni faccia, in forma di linee rette semplici o spezzate, color rosso ciliegio su base marrone scuro.

Riuscendo ad immaginare quanto vi ho descritto riuscirete a capire come fa un cervello a superare il salto che lo separa dalle sue proprie dimensioni, riuscirete a creare ciò che più vi occorre ed avrete, in grazia e virtù delle vostre potenzialità, ogni porta spalancata. E' ora di fare quel salto, il tempo non è mai stato dalla vostra parte, perché non avete mai capìto che qui voi siete solo di passaggio, o forse non volevate solo accettarlo, ma ora ci siamo.

Voi qui non avete mai dominato nulla, perché chi di voi non ha mai incarnato alcun elemento non ha mai veramente avuto cura di nulla. Vi era stata data l'opportunità di camminare ed esplorare i vostri confini, forse che li avete confusi con confini fisici, ora ha ben poca importanza, avevate l'opportunità di comunicare camminando, fatelo, sia che abbiate tempo, sia non ne abbiate, avrete l'opportunità di entrare in contatto con il vostro proprio mondo e di plasmarlo scevro da giudizi, siano essi esterni o interni, avrete l'opportunità di vedere, capire e realizzare ciò che siete veramente.

L'onda che sta arrivando non conosce i vostri sentimenti, non come voi vorreste, non si da giudizi, non fa commenti, non ha scrupoli e non giudica, semplicemente lava, come la mamma o il papà fanno con la propria creatura appena nata.

Un saluto dal Primo Ammiraglio della Prima Arca e un saluto da tutte le anime che attendono ai varchi spalancati, sia benedetta l'Aura che ha permesso questo contatto, rammentate: la Fonte, Unica Somma di tutte le Cose, Padre e Madre degli Avi e del Consiglio degli Anziani, la Fonte è sempre stata dentro di voi. Il tempo si è già chiuso, rammentate: ciò che vedete ora rimarca ciò che siete decuplicando il suo potere, rammentate. Siano benedette le Aure che hanno permesso questo contatto, che la Forza, la Fede, il Coraggio e l'Amore guidino i vostri passi verso il mondo nuovo, vostro per diritto di nascita, Ammen.

Miliael

Angelo Rettore del Cerchio di Miriam

 
 
 

Messaggio del giorno Giovedì 9 Agosto 2012

Post n°431 pubblicato il 09 Agosto 2012 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

 

....quando sentirete parlare tutte le cose smetterete di mangiare tutte le cose perché non avrete bisogno di tali cose e la stessa cosa vale per voi; quando vi sentiranno parlare smetteranno di predare voi...

....ma quando sentirete parlare la Luce della Fonte allora ve ne nutrirete, perché Voi siete la Fonte; siete gocce che piovono e che nutrono

quando sentirete parlare tutte le cose avrete tutto quello che avete da sempre cercato ed ogni via aperta, avete un grande compito, ascendere è una grande responsabilità, con ciò che conoscerete vi nutrirete e nutrirete molte altre civiltà.

Un universo si è aperto, un altro si sta chiudendo, avete capìto che ogni cosa è sacra, al di là della scissione che avete scelto ogni cosa è sacra, ora lo sapete.

Le vostre sorelle e i vostri fratelli vi aspettano, la Umanità Stellare aspetta, capirete vivendo il Senso sacro delle Cose, ora sta a Voi, tocca a Voi scegliere, le Strade sono tutte aperte, ora tocca a Voi, l'Ascesa è iniziata. 

Sia Benedetta l'Aura che ha permesso questo contatto e siano Benedette le Anime e gli Spiriti che hanno permesso questo contatto ed altri ancora ne seguiranno, in virtù della Vostra Apertura, ora avete compreso che non siete soli né sole, che la Fonte vi illumini ancora.

Miliael

Angelo Rettore del Cerchio di Miriam

 
 
 

Haart-Paah

Post n°430 pubblicato il 01 Luglio 2012 da angelosamael
 

p

L’Isola

6

La piantina che state osservando è il progetto di costruzione iniziale, che secondo la vostra ottica è detto immenso, poiché ricopre una superficie dei vostri metri quadri che è un po’ più della metà della vostra isola dalle tre colonne. Ma di seguito vi mostrerò alcune immagini, così che vi rendiate conto dell’effettiva mole delle costruzioni. Ciò che attuammo non doveva divenire un vero e proprio stato a parte ma un punto di approdo, quindi nemmeno un punto di conquista; lo testimoniano le condivisioni non coatte che avemmo con le razze ancora sopravvissute su questo pianeta che all’epoca, circa ottocento milioni dei vostri anni prima dell’Avvento Primo, portava cinque nomi, dati dalle cinque principali razze di Rettori Primordiali presenti sul Pianeta. Ora vi parlo di duecentocinquantamilioni di anni fa, non vi parlo ora di ciò che ci portò qua; anche allora e all’inizio dei tempi esisteva il commercio e lo sfruttamento e purtroppo anche ciò che voi chiamate “abuso del Libero Arbitrio”, ovvero ciò che provocò lo spostamento in massa di molta gente, noi compresi. Questo progetto, quindi, non venne edificato qui da voi ma sul pianeta gemello, mentre in quello in cui vivi attualmente venne edificato un progetto simile, ma ad andamento circolare. Lo scopo era lo stesso; mantenere, cioè, tra i Pianeti Gemelli, una porta aperta, un varco che permettesse ciò che antecedentemente, ancora non era attuabile. La funzione di uno era collegata alla funzione dell’altro e viceversa, quindi ciò che è stato fatto qui è stato fatto anche nel mondo in cui vivete, tranne l’andamento circolare nel vostro mondo e geometrico nel nostro mondo. Ebbene, l’uso dell’energia vera e propria non consisteva solo nel far muovere macchine, ma mantenere un portale di comunicazione e di comunione dei due mondi, aperto e mantenuto tale sino all’ascesa di uno dei due mondi. Così come vi spiego ciò che facemmo, così fu fatto anche sul vostro pianeta diversi milioni dei vostri anni fa; qui da noi come da voi il tempo ha una valenza diversa e non collima con il vostro, quindi è perfettamente inutile che ne parliamo ora, ma ci sarà tempo anche per questo. L’Ascesa serviva ad unire i due mondi e traslarli da un punto all’altro di questo Universo, di modo che il Tempo stesso annullasse il suo effetto, per effetto delle scelte che furono fatte, ovvero l’uso delle risorse nonché il purtroppo conseguente abuso. Lascia che ti spieghi il funzionamento del portale dopo di che parleremo di ciò che portò la vostra Razza a spostarsi. Partiamo dal presupposto che il vostro ed il nostro pianeta, come tutto ciò che ci circonda, è un essere vivente. Ora vi parlo di ciò che facemmo noi e che rispecchia ciò che fu fatto qui da voi, con leggere differenze. Venne concertata con il pianeta una vibrazione bassa di frequenza e molto lunga, affinché il pianeta ci indicasse un punto entro il quale lavorare alla costruzione del Portale. D’accordo con tutti gli esseri viventi il pianeta eruttò lava e lapilli al centro di uno dei mari. Il pianeta stesso si incaricò di avvisare il Tutto degli esseri più minuscoli affinché a nessuno ne derivasse danno. Il Fuoco si incaricò di aprire un punto nell’ Oceano, la dove la Terra si era dapprima mossa per assottigliarsi, l’Aria si incaricò di soffiare dal di sopra affinché le nubi non nuocessero ai continenti vicini, dopo di che l’Acqua cominciò a smorzare i vapori. L’isola che si formò nell’arco di poche delle vostre settimane era ancora rovente quando scendemmo per prendere contatto con il pianeta, ma ciò che vedemmo ci fece esultare, poiché era perfetto. Voi ricordate la storia della Nascita del Mondo così detto civilizzato perché non volete ricordare ciò che c’era prima ed avete dato forma ad Energia e Colore prima ancora di capire che non c’era bisogno di scindere le due cose per poterle apprezzare, quindi ricordate soltanto la storia delle enormi lotte tra bene e male, tra dei e mostri, per elencare le pietre miliari della Storia insita nel vostro DNA, che altro non sono se non le epiche battaglie degli elementi durante i cambiamenti come quello che vivemmo. Aspettammo che la Natura ci desse il segno per atterrare; arrivò l’Etere a congiungere Cielo e Terra tramite un grosso tifone il cui occhio portò da sopra molto ozono. Fu quella un’enorme battaglia, fra i lampi che correvano da un punto al di sopra del cono vulcanico ancora acceso e due punti in particolare sopra l’Oceano. Il cono vulcanico aprì due bocche laterali e mentre l’interno si solidificava rapidamente le due bocche esplosero creando due enormi ammassi di detriti e di terra e di lava, a poca distanza dal cono che rimase ritto in piedi come una colonna. Le bocche si trovavano ad una altezza di molto inferiore alla bocca principale ed eruppero senza smuovere la colonna che ancora fumava. Purtroppo non potemmo fermare l’onda ma anche questo fu un bene poiché molte delle razze presenti furono in grado di sentire e si spostarono anzi tempo. Fu che anche le piante e le rocce, dopo che l’onda si fu ritirata, ripresero appieno la loro Consapevolezza così che nessun essere rimase seriamente danneggiato, poiché tutto li era eterno se vissuto in perfetta armonia, quindi scendemmo per studiare il terreno. La stessa cosa accadeva nel tuo mondo.

 
 
 

Haart-Paah

Post n°429 pubblicato il 30 Giugno 2012 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

Il Messaggio della Terra

(piccola presentazione)

5

Questa che vi narro è, in pratica, la mia storia e la vostra storia, la storia del popolo al quale appartengo ed al quale appartenete anche voi. Ci sono molti fattori per i quali affermo con sicurezza tale dato di fatto e vi esporrò questi dati. Voi pensate, come vi hanno insegnato, che quella che vivete sia l’unica realtà possibile. Per un attimo dimenticate questo o se volete continuate a crederci, fatto sta che non cambierete il fatto che non solo non siete i soli nell’universo, ma un vostro scienziato era arrivato a capire che il pensiero è più veloce della luce intesa come fotone che viaggia nel cosmo ed ora avete scoperto che la luce si può flettere, anche se normalmente viaggia in linea perfettamente retta. Quindi non solo potete essere contattati in qualsiasi momento ma potete vederci se solo non vi spaventaste, magari di fronte a creature che di voi non hanno l’aspetto classico. Eppure sul vostro pianeta esistono creature a quattro zampe, addirittura ad otto zampe ed una creatura che chiamate millepiedi. Il punto è che se non conoscete qualcosa siete costretti a porle un’etichetta e se non ne avete, di etichette, quella cosa non può esistere o forse è uno scherzo della vostra mente. Scusate se ve lo dico ma in quanto a fantasia non avete eguali, eppure sembra che non solo non la usiate, ma la ripudiate come fosse una cosa inutile; che male c’è nel chiamare una creatura sconosciuta con il nome che questa emette vibrando perché esiste a prescindere dalla vostra fantasia, che del resto è una delle cose buone che avete? Torniamo a noi, poiché voglio spiegarvi perché sono così sicuro di esistere, a discapito della vostra reiterata testardaggine, altra cosa buona usata in senso destruente. Anche se non potete ricordarlo siete stati voi a chiederci di rammentare di noi, i vostri messaggeri, che un giorno lasciarono il pianeta in cui vivi per lidi lontani. Ci è stato chiesto di non smantellare le vostre condizioni e le vostre convinzioni, questo affinché il vostro libero arbitrio non venisse intaccato, affinché non venisse creato un varco che avrebbe permesso a voi, se ciò fosse accaduto, di danneggiare un flusso permanente riguardante solo i vostri ricordi e la vostra civiltà, molto più antica di quanto crediate. Le vostre azioni, se il varco si fosse creato, non avrebbe intaccato il Flusso Universale ma, per simbiosi, avrebbero danneggiato anche noi, come è già successo. E poi se vi dicessi che lo facciamo per amore verso di voi mi chiedereste che tornaconto ne ho o ne avremmo. Quindi poniamo la questione sul piano pratico: siete divenuti un pericolo per voi stessi e per altri. Prima di intraprendere il percorso che vi narrerà la nostra e la vostra storia lasciate che mi presenti per intero, al di là della descrizione che ho dato della mia abitazione raffigurata dal quadro che avete osservato. Il mio nome è Vico e sono un ceramista. Mi piace costruire tegole a colori smaltati, con cui decorare i nostri tetti, costruisco vasi che contengano i prodotti della terra. Oh.. solitamente non usiamo case, il pianeta in cui vivo vive in sintonia con noi, quindi non avremmo bisogno di ripari, se non per il fatto che le case, le abitazioni, gli uffici, i magazzini ed il resto ci occorre da quando abbiamo lasciato il pianeta in cui vivi, per conservare ciò che occorre anche alle entità presenti nel mondo in cui vivo. Molto tempo fa coltivavo la terra e mi occupavo solo di questo e della mia famiglia, mia moglie, come direste voi, e le mie due bambine. Poi venni contattato da genti a noi simili e mi fu chiesto di entrare a far vita attiva nella Alleanza, un insieme di realtà parallele, il cui scopo è riportare la Luce laddove questa è stata temporaneamente e letteralmente “smorzata”. Voi sapete che, nascendo, ogni essere può trovare la propria luce e ricordare ciò che ha passato prima di immortalarsi. Voi questo lo chiamate reincarnazione, ma è più semplice di quanto siate riusciti a spiegare. Nella realtà i corpi che occupate e di cui dovreste aver cura non sono che un veicolo e non sono mai gli stessi, così come i ricordi. Quando cessate di vivere materialmente tornate nella Luce dalla quale venite e nella quale vivete e se decideste di visitare questo o altri mondi avete l’opportunità di farlo o nascendo, o incarnandovi, o in astrale. Ma i ricordi che porterete non saranno gli stessi, esattamente come il corpo. Porterete con voi solo quella scintilla di luce che vi è familiare e che ha vissuto il tempo che ha deciso per imparare, giocare, lavorare e via dicendo. Per cui, quando vi reincarnate, nella pratica non siete più voi, ma un essere nuovo che è passato nel fiume che conduce agli universi, rilasciando tutti i ricordi precedenti, i quali si trovano insiti come traccia nel vostro dna o anche nella vostra scintilla ed è quando si presentano e sembrano estranei alla vita che conducete, che iniziano a mettere in discussione la vita che conducete, facendovi capire, spesso in maniera scuotente, di essere presenti da sempre. Ma questo è un discorso che lascio a voi, affinché ci ragioniate sopra, ma non ora, per cortesia, ora seguitemi, vi mostrerò il mio luogo, il luogo in cui atterrammo.

 
 
 

Haart-Paah

Post n°428 pubblicato il 29 Giugno 2012 da angelosamael
 

p

Vico, il Messaggero

4

Eccoci qua, il dipinto che state osservando è la mia casa, li io sto praticamente da un periodo di tempo per voi smisurato, quindi sorvoliamo questo particolare, parleremo poi di tempo sferico e dell’effetto che questo ha sulla vita nel suo complesso. Voglio parlarvi di ciò che state osservando, anche per dovere verso di voi, poiché riguarda anche voi, perché anche voi ricordate strutture del genere, anche se incompatibili con il vostro tempo. Eppure queste cose le avete incluse nel vostro DNA. Guardate ciò che fate e ditemi se non trovate somiglianze, a parte le dimensioni, ma ve l’ho detto; è questione di saper gestire il proprio tempo e di saperci parlare, col tempo, ma tanto è che ancora dovete camminare. Ora ascoltate, perché voglio illustrarvi il dipinto e, questo lo dico io, non vi annoierete, anche perché c’è un motivo per cui vi illustro la mia casa, ma andiamo un passo per volta. Esiste un progetto iniziale per la realizzazione della cittadella principale, poiché quella che vedi è solo la casa dove vivo con la compagna con cui divido la mia vita, insieme alle nostre due figlie, in seguito vi mostrerò tutte le cartine riguardanti il progetto iniziale della costruzione della nostra città. Quello di spalle che sta sollevando la tenda parasole sono io, le mie due figlie stanno giocando sul tappeto (sono molto brave a far volare i tappeti), mentre la compagna della mia vita sta passeggiando con la madre, il cui figlio, nato da poco, è tenuto in braccio dalla mia compagna. Noterete strane creature e noterete che, nonostante le strutture evolute, vestiamo con panni semplici. I mezzi che vedete volare sono di esseri presenti nell’abitato principale, poiché io e la mia gente abbiamo preferito risiedere nel porticciolo, tra virgolette porticciolo, poiché è immenso come dimensioni ed ha delle strutture veramente imponenti, quindi ciò che state osservando è solo la parte alta di un punto al centro della costa.

 
 
 

Haart-Paah

Post n°425 pubblicato il 29 Giugno 2012 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

La mia esperienza con Salvo.

3

Nel lavoro di contatto che eseguo è difficile dire come ci si muove, perché si segue un filo che con la logica pratica ha poco a che fare. Diciamo che si segue un filo, che qui da voi viene appellato con il nome di Filo d’Arianna, famoso per aver permesso ad un antico eroe il ritorno da una situazione labirintica, e da noi è chiamato Filo d’Oro, poiché rappresenta la linea dei vortici energetici sviluppata ad anello, ma forse è il caso che mi spieghi meglio. Voi sapete che l’essere umano è composto non solo da cellule e sapete, grazie alle vostre ricerche, che tra una cellula e l’altra ci sono interazioni, ponti vuoti fatti solo di correnti di energia, scariche elettriche direte voi, ma comunque le si chiami sono la parte che tiene compatto il tutto, trattandosi di materia universale, quindi tiene compatto anche l’essere umano. La rappresentazione visiva di questa energia avviene attraverso i cosiddetti chakra, vortici energetici appartenenti a qualsiasi essere, sia esso organico o meno, perlomeno sulla tua terra, da altre parti l’energia può vibrare o schiccherare o comportarsi in altra maniera, da voi ruota. Questi vortici sono allineati lungo la colonna vertebrale e sono sparsi un po’ in tutto il corpo ed è quando una persona riesce a chiudere questa linea ad anello, creando una sfera con gli altri vortici più piccoli, che si crea il Filo d’Oro, ovvero la fusione dei colori che i vortici emanano, differenti per ogni zona del corpo. Il Filo d’Oro non è altro che la Consapevolezza di essere, osservando sé dall’esterno. Ecco, noi seguiamo questo schema per il lavoro che facciamo, perché in questo modo mettiamo a proprio agio la persona da contattare che, altrimenti, patirebbe malesseri dovuti alla propria presupposta inadeguatezza materiale. In termini pratici ci poniamo su differenti piani di attenzione che nulla hanno a che fare con il tempo lineare; per questo motivo il tempo pare fermarsi quando interagiamo con voi, per questo motivo alcune tra le vostre persone parlano di qualcosa di familiare, quando parlano di noi, ma questo discorso è un po’ lungo e riguarda anche i messaggeri che partirono dal tuo mondo e che ora stanno tornando, toccando il discorso sul dna e sulle tracce lasciate nelle rocce del tuo mondo. Quando due nostri messaggeri incontrarono Salvo, l’aria, attorno al ristorante di cui è titolare, si era rarefatta, per il fatto che stavano già prendendo contatto mentale con lui. Salvo è un ottimo pizzettaio, pur non avendo personalmente assaggiato i suoi piatti, mi fido di ciò che mi è stato riferito, ma non c’è bisogno che vi esprima il mio apprezzamento per la cucina mondiale; avete una fantasia che va al di là della fantasia stessa. Tanto per capire come funziona la nostra cucina ti dico che, almeno qui dove mi trovo, noi ci nutriamo esclusivamente della luce che emana il cosmo attorno a noi ed è vero che ci sono stelle, due in particolare, molto grandi rispetto al vostro sole e che ci illuminano per un arco di circa una settimana e mezza del vostro tempo, ma per assaporare i vostri sapori dobbiamo vibrare ad un livello diverso dal nostro; in pratica se volessi assaggiare un vostro piatto locale o me lo immagino, lo creo e ne gusto tutto il sapore, pancia piena compresa oppure vengo da voi e questo vale per ogni luogo che abbiamo contattato e visitato, ma la storia è troppo lunga, forse dopo te la spiegherò, ora torniamo all’incontro con Salvo. L’arrivo dei due messaggeri, a Salvo, era stato preannunciato da una veggente, Cinzia, conosciuta in rete, quella rete mondiale di informazioni di libera provenienza che voi chiamate internet, ovvero "notifiche internazionali". All’epoca Cinzia di Salvo non sapeva nulla, se non che gli doveva comunicare questo avvenimento, insieme ad una nutrita serie di informazioni, non tanto per convincerlo, data la natura luminosa di quest’uomo semplice e speciale, quanto per indirizzarlo verso la Fonte dei propri poteri personali, espandendoli e comunicando agli altri ciò che emanava dal suo essere; Salvo emette luce dal corpo, cosa che pochi fanno, non perché sia difficile ma perché difficile da poter credere e quindi difficile da mettere in pratica. La mente può essere un ottimo alleato, ma può anche essere il peggiore nemico e questo lo sapete bene, vista la situazione in cui avete cacciato il vostro pianeta, la vostra Casa. Dicevo, quando i due messaggeri arrivarono era già tardi e Salvo stava per chiudere, se non che gli rimaneva tempo, così aveva deciso di dare un’occhiata ad alcune cose pratiche che avrebbe voluto sistemare da tempo, rimandandole sempre per mancanza di un orario decente. Non ostante l’ora tarda li fece accomodare, li servì, osservandoli, poiché non capiva a quale senso di familiarità appartenessero; gli pareva di conoscerli da una vita. Quando loro presero commiato gli dissero delle cose, cose che solo lui sapeva, a proposito del dono che aveva sviluppato e dell’imminente contatto con una più nutrita schiera di “fratelli e sorelle” provenienti da altri mondi. Cosa parecchio curiosa per lui fu che non provo timore, né provò a mettere in discussione le loro parole, che sembravano arrivare direttamente nella testa, come il senso di pace che gli si allargava nella bocca dello stomaco, massaggiandogli tutto il plesso solare. Comunicò in seguito l’evento a Cinzia, per nulla sorpresa di questo, dicendole di aver servito pizza a due tra le più strane persone che avesse mai incontrato, ma era conscio di quanto gli era stato detto, tranne che per un particolare; da dove cominciare. Essendo siciliano di origine ed abitando quasi ai piedi del vulcano che voi chiamate Etna non gli fu molto difficile capire dove e come cominciare, doveva solo ricordare, essendo stato quello il punto di incontro con un altro “ragazzo”, Eugenio, anche lui siculo. Il seguito appartiene alla loro storia personale e ve la stanno raccontando e ci stanno lavorando in rete proprio ora che sto scrivendo, e saranno loro a parlarvi delle loro esperienze, poiché toccano tutte le persone indifferentemente. A me spetta il compito di illustrarvi quelle cose a cui accedereste dopo eoni che le studiate e data la scarsità di tempo attuale è meglio che ci arrivi da subito.

 
 
 

Haart-Paah

Post n°423 pubblicato il 29 Giugno 2012 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

Presentazione

2

Prima di introdurti a questa enorme mole di informazioni, informazioni che, peraltro, avete già dentro, ma addormentate, lascia che mi presenti. Il mio nome è Vico e sono un ceramista. Nel mondo in cui vivo attualmente mi diverto ad abbellire i nostri tetti con tegole in ceramica smaltata e dipinta a colori vivaci, fabbrico anche oggetti come vasi e ceramiche di vario tipo per contenere gli oggetti che gli elementi ci donano. Quando partii dal mondo in cui tu ti trovi, il pianeta che tu chiami ancora Terra, ero da solo e mi era stato proposto di far vita attiva nell’Alleanza, una sorta di federazione galattica, ma molto più vasta, comprendente non solo questo universo ma anche realtà parallele. Il mio compito era quello di tenere i carteggi con alcuni esseri e divulgare alcune nozioni, anche a livello onirico, poiché si è, alla lunga, rivelato molto più utile, a livello pratico, di qualsiasi altro sistema per incamerare informazioni. Incontrai nell’Alleanza la donna che divide con me la mia vita di ora e ho avuto, con lei, due bellissime bambine. Lei non ha proprio lo stesso compito che detengo come messaggero, ma trasmette egualmente informazioni sotto forma di vibrazioni sonore; un altro ottimo sistema per svegliare la scintilla che è in ogni creatura. Diciamo che, in sintesi, il nostro compito è esorcizzare le paure e spandere la Luce, la Quale si incarica di creare ombre azzurre, che nulla hanno a che vedere con le ombre di paura che conoscete così bene. Esorcizziamo anche le paure che hanno preso vita propria, grazie alla vostra e all’altrui interazione, da quella parte dell’universo che voi chiamate inferno, dotata di materia così detta inerte, ma con una vita propria. Vorrei dirti che tra te e me, come aspetto, non corre nessuna differenza, a parte il fatto che noi brilliamo e vibriamo a colpo d’occhio, come diresti tu a vista, poiché siamo consapevoli di essere energia e ci conosciamo, sappiamo chi siamo, ne siamo consapevoli. Moltissime persone che abitano la Terra hanno ora l’aspetto di scorze vuote, ma lo sono solo in apparenza, poiché la loro scintilla è stata ombrata dalle pratiche quotidiane, le quali pratiche hanno snaturato la vera natura dell’essere vivente; hai mai visto uno degli animali che abitano il tuo pianeta entrare in un supermercato per fare la spesa? Io credo di no, ma di questo passo entreranno e non pagheranno per ciò che prenderanno, poiché state togliendo loro la loro sede naturale e questo non vi porterà a nulla di buono. Bando alle tristezze che vi state creando, perché di tristezze si tratta, vorrei dirti, aprendo una parentesi, che ciò che tu vedi tuttora è solo una minima porzione di ciò che è tutto intorno a te. Questo non significa che avete fallito come civiltà, solo che vi siete spinti nell’inferno dei vostri ricordi e non ne volete uscire, perché uscire e cavarsela con le proprie gambe fa paura a chiunque viva in una gabbia dove tutto è servito, ma in quale ristorante il prezzo da pagare è la propria scintilla o la propria vita? Non fa nulla, tanto dei ricordi amari non ne rimarrà traccia, è per questo che ti sto parlando, di questo, del grande balzo che la Terra, l’intera tua galassia, sta per compiere, un balzo che la porterà attraverso sogni reali, e non parlo di incubi, poiché di quelli non rimarrà traccia. Prima di concludere questa mia presentazione ti voglio rassicurare, visto che, come direste voi, forse ci sono andato giù pesante. È vero, vi siete impelagati in faccende più grandi della vostra attuale portata, ma ciò non significa che avete fallito in qualcosa. Te l’ho già detto, è solo un passaggio, avete effettuato un passaggio ed il tempo per l’esistenza di questo passaggio si va esaurendo, questo passaggio ha esaurito il suo scopo, quello di mostrarvi i limiti dell’esistenza entro parametri puramente materiali, parametri che non avete sfruttato esercitandovi, ma sciupando la prova sperimentando a danno di altre creature, non capendo che il danno sarebbe, prima o dopo, ricaduto su voi. Quando vibrerete forse capirete subito il senso delle mie parole o forse ci vorrà un po’ ancora, ma come posso dirti che le azioni deleterie non contano? Come posso dirti che lo stravolgimento dei piani astrali non conta? Semplicemente perché, qualsiasi cosa facciate, non influenza ciò che realmente sentite di dover fare e che è insito in voi sin da prima di nascere, nessuno di voi è nato per abusare, vi occorreva del tempo per capirlo ed ora quel tempo si sta rapidamente esaurendo, manca veramente poco al grande salto ed è così che ci ritroveremo, che lo vogliate o meno siamo tornati, anche se, di noi, sembra che voi non abbiate memoria. L’unica cosa che posso dirti, e questo va contro tutto ciò che conosci, l’unica cosa che posso dirti è questa: non avere più paura.

 
 
 

Haart-Paah

Post n°422 pubblicato il 28 Giugno 2012 da angelosamael
Foto di angelosamael

Premessa.

1

Ciò che sto per narrarti riguarda la nascita del mondo in cui attualmente vivo e di quello in cui vivi tu, che mi stai ascoltando. Premetto che esistono molte storie di cui non sei a conoscenza e altre, che invece hai già sentito,sulle quali pochissime persone, sul vostro pianeta, hanno eseguito trattati, nel tentativo di spiegarvi che erano tutte vere, riguardo la nascita di questo che chiamate universo e di coloro che passarono prima di voi. Ora che i tempi stanno modificando il loro aspetto, non ostante la reiterata controvolontà che contraddistingue la vostra mentalità, faremo in modo, me ed altri messaggeri, pur non intaccando il vostro libero arbitrio, di mettervi al corrente di quanto avete dimenticato e non parlo di ciò che è insito nel vostro istinto, ma di ciò che il vostro istinto conosceva, poiché dettato da altre entità, poiché differente di temporalità e di vastità neuronale; vale a dire che aspettavamo un vostro sviluppo intellettivo per comunicare con voi, ma, visti i precedenti tentativi, ora comunichiamo attraverso di voi, nella vostra maniera, che è più semplice e non tocca eccessivamente la vostra sfera emozionale, seguendo il vostro corpo astrale, ogni qual volta che ci vorrete parlare. Se, come volevate voi, avessimo preso contatto alla nostra maniera, temo che sareste tutti ascesi anzitempo e se c’è una cosa che non possiamo fare è proprio interferire con la vostra crescita e con le vostre scelte. Quindi abbiamo deciso di attendere e di collocarci in tutti gli ambiti possibili, sfruttando il vostro potere telepate, che appartiene a tutti voi, senza esclusioni, cercando di avvisarvi del poco tempo presente alla Vera Ascensione, l’ascensione del pianeta in cui abitate, affinché tutti voi vi allineiate a questo grande cambiamento di flussi viventi. Mi auguro che la premessa non sia stata eccessivamente lunga, poiché la mole di informazioni che stai per ricevere e che puoi raffrontare con i dati in vostro possesso, intendo in possesso dei vostri scienziati, è veramente grande, poiché attinta da quel bagaglio di informazioni che voi chiamate Archivio Akasico e che da voi è lievemente latente, poiché occultato per i vostri scopi prettamente materiali, a scapito delle informazioni che avevate prima ancora di venire a questo mondo. E poi vorrei dirti del perché facciamo questo, anche se in maniera molto sottile e non apertamente rivelati, a tutt’ora e per ora: perché non possiamo permettervi di sporcare altri pianeti, e nemmeno questo che ripuliremo insieme, e lo facciamo perché il contatto ce lo avete chiesto voi e perché, che ci crediate o meno, noi vi vogliamo bene. Non pretendiamo di essere onniscienti, ma con questo carteggio , me ed altre creature, cercheremo di rispondere ai perché che hanno assillato la vostra mente circa la nostra presenza e circa la presenza di ciò che voi chiamate male e bene. Buona lettura.

 
 
 

Carta dell'Umanità

Post n°420 pubblicato il 09 Maggio 2012 da angelosamael
 

Per gentile concessione del Cerchio degli Avi sto postando qui un breve trattato chiamato "Carta dell'Umanità", la quale carta mi è stato detto non avere valore puramente simbolico, anzi, purtuttavia la stragrande maggioranza di persone che la leggerà la prenderà con un sorriso ironico, scherzando sulla utopia inarrivabile di tali parole. Ma queste non sono parole, sono Atti, lo sono sempre stati; in ogni carta di costituzione potrete leggere forse le medesime cose, fatte salve alcune eccezioni, ma comunque simili per dedizione e amore verso la libertà individuale e la piena responsabilità dei propri atti. Oggi manca questo: la responsabilità. Ci siamo abituati a demandare ad altri il compito di stabilire cosa è giusto e cosa invece non lo è, ma siamo sicuri che chi ci guida sappia la differenza tra cosa è giusto e cosa non lo è? Semplice: ogni cosa giusta non mette a repentaglio una vita, semplice! Nemmeno quando cacci per mangiare: se un leone si sbrana un uomo non lo sta facendo per cattiveria, forse lo fa perché ha fame o sta difendendo la prole, per un leone è un motivo più che valido, non lo è per chi rimane sbranato. Quindi nessuno può dirci cosa sia giusto e cosa non lo sia, rimaniamo solo noi a decidere quali siano le scelte più giuste da fare e con questa carta noi ce le riprendiamo tutte!

Carta dell'Umanità

Venerdì 11-maggio-2012

Ogni creatura umana è Sovrana e Responsabile di Sé Stessa e responsabile verso la sovranità di ciascuna creatura vivente


- Ogni creatura umana ha il diritto di vivere ed il dovere di lasciar vivere: questo significa evitare di imporre il proprio stile di vita ad altre persone, di qualunque stile di vita si tratti.

- Ogni creatura umana ha il diritto di parlare alla propria Divinità Interiore nei luoghi che preferisce, nel tempo che preferisce, nel modo che preferisce e quando lo ritiene più opportuno.

- Ogni creatura umana ha il dovere di ascoltare la propria Divinità Interiore, ogni qual volta Ella viene per parlare.

- Ogni creatura umana ha il diritto di mettere quialsiasi cosa in discussione, anteponendo il massimo rispetto per ciò che metterà in discussione.

- Ogni creatura umana ha il dovere di rispettare il libero arbitrio di chiunque, salvo quando venga messa in pericolo la vita di altre creature. 

- Ogni creatura umana ha il dovere di rispettare tutto ciò che vede, sente o tocca, perché nulla è suo e tutto è sotto la sua protezione.

- Ogni creatura umana ha il dovere di rispettare questa realtà così come altre realtà ed ha il diritto a far rispettare la propria realtà, così qui sulla Terra, così come altrove.

- Ogni creatura umana ha il dovere di salvaguardare ogni cosa vede, senta o tocchi, siano esse piante, rocce od animali, perché nulla di tutto questo è suo e nondimeno tutto ciò che vede, sente o tocca è sotto la sua protezione ed al tempo stesso lo coadiuva affinché viva in perfetta simbiosi e libertà.

- Ogni creatura umana ha diritto ad una vita dignitosa. Quando venga a mancare la libertà di qualsiasi espressione ogni creatura umana ha il diritto ed il dovere verso sé stessa di marcare questo diritto anteponendo l'integrità totale di una e dell'altra parte chiamate in causa.

- questa parte del trattato rimane aperta, perché aperta è la mente di ogni creatura umana, quindi lasciamo aperta questa parte affinché ogni creatura possa dire ciò che sente, creando così una pietra miliare sul trattato sin qui percorso.

 
 
 

Affresco (particolare)

Post n°419 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael

painting

 
 
 

Affresco (composizione)

Post n°418 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael

compo x

 
 
 

Affresco

Post n°417 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael
 

painting

 
 
 

Il Terzo Segreto

Post n°416 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael
 

painting

 

Così la Madre di tutti i Popoli accompagnò coloro che per propria scelta scelsero di vivere in pace e crescita, la Madre Terra sussultò di gioia e si fece trasparente, mentre schiere di Fratelli e Sorelle volavano intorno, un'onda passò a pulire ciò che era rimasto, e così si aprì un'altra storia del mondo, la Nuova Era iniziava. Ammen

 
 
 

Il Secondo Segreto

Post n°415 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael
 

painting

 

Nove Entità della Madre di tutti i Popoli suonano un messaggio in nove fasi lineari: A tutti i Popoli di questa sfera: non abbiate paura del cambiamento in atto, sta già accadendo, molti vostri Fratelli e Sorelle sono già qui, per vostra richiesta e per accompagnarvi in questa piccola prima fase, i piani si stanno fondendo e coloro che abitano già Casa sono già visibili a molti di voi, passate indenni le nove fasi e non abbiate paura, non buono chiudersi, non è giusto verso di Voi, il vostro Corpo Fisico, ovvero il Tempio dello Spirito, sta già cambiando, si espande per accogliere la vostra Scintilla Divina, perché la Coppa è colma e va svuotata verso l'esterno, quindi la vostra Scintilla Divina si espande oltre la vostra fisica misura. Osserverete la Giustizia in atto, perché la Giustizia non è di questo mondo; in questo modo molte cose decadranno naturalmente, altre invece cresceranno, per vostra richiesta. Osserverete l'Elemento Terra ricoprire d'Amore Universale l'intera sfera, per proteggerla dal suo stesso sussulto verso il piano elevato. Osserverete l'Elemento Fuoco donarvi il calore necessario ai molti di voi che scopriranno di esserne i tutori, poiché anche il Fuoco ha bisogno di Voi. Osserverete l'Elemento Acqua riversarsi verso di Voi, per dissetare anche coloro che acqua non hanno, esattamente come l'Onda di Luce che già ora plasma le vostre cellule fisiche, affinché Voi passiate indenni verso il piano elevato insieme alla vostra Madre Terra. Osserverete l'Elemento Aria soffiare di certo più forte ovunque, poiché per vostra richiesta può coprire velocemente ogni zona della sfera, ciò cambia di sicuro le correnti di acqua e di terra, oltre che nell'aria, tutto ciò per supportare il sussulto della Madre Terra. Osserverete che la vostra stella sta già plasmando le vostre cellule fisiche, in totale le vostre eliche saranno in numero di tre in su, affinché passiate indenni verso il piano elevato. Osserverete la Madre Terra spaccata in due ed il vecchio caro velivolo lunare avrà il suo compito esaurito e potrà riposare per un altro compito. Osserverete la presenza di due stelle, il vero motivo dell'Allineamento, anche questo passa e tocca molti di coloro che si chiudono, non buono chiudersi, non è giusto verso di Voi. Osserverete il primo segno, la seconda stella plasmerà ovunque tutto ciò che tocca, mentre Voi nelle case pregate la buona salute di vostra Madre Terra, cosicché al quinto giorno usciate a prendere diretto contatto con i nove mondi a voi assegnati da Voi stessi.

 
 
 

Il Primo Segreto

Post n°414 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da angelosamael
 

painting

L'Angelo versò la Prima Coppa, e di séguito altri otto Angeli versarono le loro Coppe. Il Cerchio della Terra nell'Universo si completava, nella pienezza del Disegno Divino il lavoro cominciava e di nuovo le Coppe furono vuote e di nuovo il Cerchio si chiuse.

 
 
 

Messaggio del giorno 15 Marzo 2011

Post n°413 pubblicato il 17 Marzo 2011 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

Messaggio del giorno martedì 15 marzo 2011

In tutte le opere umane, siano esse pellicole, poesie, sceneggiature, arte nel contesto generale, esistono delle verità, insite come messaggio che non può essere svelato apertamente, per il semplice dato di fatto che non verrebbe creduto, o più semplicemente perché l'autore non se la sente di aprirsi in cotale modo esponendosi alla opinione pubblica, oppure ancora perché gli è stato concesso di passarlo solo sotto forma di paragone.
Nella pellicola "The Core" si ipotizza l'esistenza di un congegno in grado di simulare terremoti a distanza.
Nella realtà esiste un congegno che tenta di controllarne la potenza.
Nella pellicola "2012" un aereo spunta da una nube piroplastica, il cui calore si attesta in diverse decine di centinaia di gradi.
Nella realtà si sta cercando di capire come fanno alcuni velivoli, non di questo pianeta, a stare vicini al sole senza fondersi; la medesima cosa viene spiegata nella pellicola "The Core"; dove un mezzo si addentra nel cuore della Terra, il cui metallo non fonde ma acquista potere di solidità in base al calore e alla pressione presenti.
Sempre nella pellicola "2012" si ipotizza lo slittamento della intera crosta terrestre.
Nella realtà si sta aprendo, esattamente come nella pellicola, con una piccola differenza; il pianeta si sta espandendo, così come in passato, e l'ipotesi del continente unico primordiale chiamato Pangea prende piede nel vedere le increspature in pieno oceano pacifico e l'aprirsi di diversi varchi, oggi presenti, lungo le fasce di terra emersa.
Nella pellicola "The day after tomorrow" si ipotizza la desalinizzazione delle acque oceaniche a causa dello scioglimento dei ghiacci, il conseguente  raffreddamento dell'acqua con conseguente cambiamento e blocco, in alcuni casi, delle correnti oceaniche.
Nella realtà tale cambiamento e conseguente blocco sta influenzando anche le correnti aeree, ed il calore che il pianeta emana viene da dentro, l'umanità ha solo dato un piccolo contributo a questo riscaldamento, la cui conseguenza viene descritta molto bene nella pellicola di cui sopra.
Nella pellicola "Ultimatum alla Terra" si parla di un contatto tra un alieno rappresentante la sua razza e la nostra umanità, nella qual pellicola tale alieno avverte l'umanità stessa del rischio che corre a causa del proprio progresso deviato.
Nella realtà si continuano a fare cose ed atti al di là di qualsiasi sanità mentale e si usa ciò che non andrebbe usato, e nonostante tutti gli avvertimenti ci si ostina, ci si intestardisce a continuare a fare gli stessi errori, in nome di qualcosa che non è umano, ma materiale.
Si potrebbe andare avanti sino alla estrapolazione completa di tutte le opere, da quando è nata la tradizione orale sino a noi, ma non  è questo il luogo, perché il tempo è poco.
La Terra cresce e si espande e nessuno sembra rendersi conto che a questo "parto" sono collegate tutte le nostre energie, ovvero ciò che emaniamo, come pensieri e come atti.
Questa teoria è stata dimostrata dallo scenziato Masaru Emoto con i cristalli d'acqua "informati", ai quali cristalli vengono date informazioni sotto forma di parole in aggettivi, in base alle quali parole assumono le forme che tali informazioni dèttano, modificando il loro aspetto, denotando una intelligenza degna della coscienza umana.
Quindi tutto ciò che ci circonda prende la nostra impronta.
Quindi ciò che sentiamo e proviamo influenza tutto all'intorno.
Alcune energie emanate dalle antenne che osservate sulla cima di molti palazzi destabilizzano materialmente il fisico umano, lo deteriorano, e pur essendo stata dimostrata come prova, come molte altre, è stata occultata.
Il motivo è semplice, per quanto crudo: portano soldi, entrate di danaro, ovvero il monopolio delle ricchezze a favore di pochi.
Ora non è più così, perché gli eventi si stanno accavallando e la classe dirigente sta per lasciare la propria gente al proprio destino, dopo averla ovviamente spremuta.
Ma lungi dall'essere un male, poiché il governo a seguire, dopo il fallimento del nuovo ordine mondiale, sarà gestito tecnicamente dai medium, sino a che l'ultima persona su questa Terra avrà imparato ad imparare ed insegnare.
Questo è quanto accade e sta per accadere in più e più punti di questa Terra, come era in inizio, ma adesso, in questa situazione già destabilizzata, costerà moltissimo; molte persone non ce la faranno, nel senso che proveranno, ma molleranno uccidendosi e non per sacrificarsi, bensì per paura, portando seco altre persone a loro care, e questo già accade.
L'hanno del contatto, così è chiamato, indica la caduta del velo, grazie alla massa critica, ma non tutte le persone vedranno ciò che è accanto a noi e dentro di noi.
L'anno del contatto riguarda l'accavallarsi di più eventi, il ritorno della nostra gente, ovvero coloro che esplorarono altri mondi, lasciando una esigua rappresentanza qui.
Altre genti si uniranno a noi, vedi il particolare della pellicola "I.A.", ovvero "intelligenza artificiale", in cuii un bimbo robot riceve cure da esseri evoluti, presenti nei ghiacci.
L'anno del contatto rivela la presenza delle anime care, ma anche dei piani più bassi, vedi i tre giorni di buio, particolare in cui la Terra cambia asse magnetico e di conseguenza rotazione, invertendola.
Ogni profezia è legata all'Umanità, in relazione alla Natura e non il contrario, sono le azioni dell'uomo previste, così come ciò che esso stesso ha provocato, con la sua energia.
Ma non è questo un fallimento, bensì un percorrere una strada al buio.
per questo motivo alcune persone avranno scelto di non essere riconosciute dalla Madre Terra e spegneranno la propria luce, morendo in fisico.
Il còmpito di coloro che brilleranno sarà di porre le proprie mani laddove l'ombra ha preso un posto destinato all'insegnamento e dovranno farlo come fanno ora; con tutta la compassione che si prova quando si vede una persona cara che non sa più camminare, perché ha perso lo slancio, inciampa e cade.
Esattamente come si fa con un bambino durante i suoi primi passi.
Nella pellicola "Nossolara" questo particolare è descritto molto bene, così come nella pellicola "Al di là dei sogni".
Ogni atto naturale che avete appreso nasconde una chiave, a volte più di una, mettete insieme queste chiavi, avrete il quadro della situazione attuale comprese le risorse per uscire anche da contesti che non danno apparente speranza, così come avrete il quadro completo della situazione passata e futura, situazioni che credete di conoscere molto bene.
Tutti e tutte noi siamo come tessere di un enorme mosaico, o se volete siamo frammenti di uno specchio che riflette solo una piccola parte di quella più grande verità che ogni persona porta insita nel proprio dna.
quando tornerete a vedere il modo di dire del tempo lineare non avrà più molto senso, ma occorrerà lo stesso, non a voi, ma a chi è inciampato ed è caduto lungo la strada.
E' così che la Terra ascende e può farlo in molti modi, sta a voi capire come, se sussultando oppure camminando.
Buona vita e che Dio vi benedica
angelosamael

 
 
 

Tassello Sesto Deità Vangelica (la Ricerca delle Verità) 6/8

Post n°412 pubblicato il 14 Gennaio 2011 da angelosamael
 
Foto di angelosamael

(punto sesto: uno sguardo panoramico sul Cerchio dei Nove)

picture 

L’immagine che state osservando è stata ritagliata letteralmente dalla figura principale del Calendario Angelico e rappresenta la visualizzazione grafica della locazione arcangelica, ovvero i compiti che detengono le Anime Custodi, questo per quanto riguarda il Cerchio dei Nove Arcangeli Reggenti, ovvero le Emanazioni che reggono a battesimo le Emanazioni che fungono da Angeli Custodi.

Osserviamo nel dettaglio le presenze ed il loro nome principale, ovvero il nome con il quale sono, queste Emanazioni, conosciute pressoché in tutto il mondo.

Prima di entrare però nel vivo dell’argomento è bene sottolineare che le Emanazioni che stiamo esaminando sono la rappresentazione di tutte le altre Emanazioni, quindi è bene tenere a mente che le Emanazioni tutte sono parte del Tutto, quindi parte della Gemma sacra, quindi ogni Emanazione ha una parte del Tutto, pur detenendo un compito ben definito.

Vale la pena di sottolineare che tutte le Emanazioni hanno un proprio colore, una propria vibrazione sonora, che osserveremo su una rappresentazione grafica di una tastiera di pianoforte ad ottantotto tasti, un proprio simbolo, una reggenza, ovvero un compito ben definito, ed ovviamente un nome che ricorrerà anche nelle Emanazioni succedenti ma con differenti consonanti o vocali, ovvero ricorrerà nel nome degli Angeli Custodi, nonché ovviamente una vita propria.

Se osserviamo il diagramma, vediamo la Gemma al centro, dalla quale partono nove bracci a formare una stella a nove punte, ciascuna delle quali punte va a toccare un cerchio, rappresentante una Reggenza. Nel grafico teniamo per ora conto soltanto dei cerchi più grandi, poiché sono quelli per ora ad interessarci, quelli più piccoli saranno osservati in seguito, poiché trattano delle particolarità e delle date di reggenza di ciascun Rettore. Partendo quindi dal primo cerchio esattamente a sud, percorrendo in senso orario il disegno, troviamo; Camael, Reggente del pianeta Marte, detiene il potere della Giustizia e della Grazia, il suo colore è il verde smeraldo, la sua nota musicale è Mì; Raphael, Reggente della stella Sole, detiene il potere della Volontà e dell’Elevazione, il suo colore è celeste cobalto chiaro, la sua nota musicale è Fa; Haniel, Reggente del pianeta Venere, detiene il potere dell’Amore e della Bellezza, il suo colore è blu oltremare, la sua nota musicale è Fa-Sol; Mikael, Reggente del pianeta Mercurio, detiene il potere dell’Intelletto, il suo colore è il viola scuro, la sua nota musicale è Sol; Gabriel, Reggente del pianeta Luna, detiene il potere della Riproduzione e della Fecondità, il suo colore è fucsia-violetto chiaro, la sua nota musicale è Sol-La; Metatron, Reggente del pianeta Terra e Reggente di questo Universo, detiene il potere dell’Eternità, il suo colore è rosa, la sua nota musicale è Do; Raziel, Reggente del pianeta Urano, detiene il potere dell’Amore e del Sapere, il suo colore è giallo limone, la sua nota musicale è Do-Re; Binael, Reggente del pianeta Saturno, detiene il potere del Pensiero Concreto, il suo colore è l’arancio scuro, la sua nota musicale è Re; Hesediel, Reggente del pianeta Giove, detiene il potere della Prosperità, il suo colore è rosso scarlatto, la sua nota musicale è Re-Mi.

Questo in grandi linee, poiché nei prossimi capitoli osserveremo da vicino le caratteristiche peculiari di ciascun Arcangelo, entrando in sintonia con le sue frequenze e le sue vibrazioni, di modo che ciascuna persona possa in tal modo trovare, anche grazie ai periodi e alle date temporali che metteremo, l’Arcangelo o l’Angelo che sente più vicino, ma per far questo vi invito a leggere insieme a me il prossimo punto, dove entreremo prima di tutto nella vita di queste bellissime creature, naturalmente, nonostante gli Angeli, gli Arcangeli , i Troni e via dicendo mantengano varie nomenclature sacre, è giocoforza comprendere che appartengono tutte quante ad un’unica Fonte, come del resto tutte quante le creature e i regni del Creato, visibili ed invisibili. Ribadisco il concetto fondamentale del Tutto e quindi dell’Uno.

 
 
 

...A CHIUNQUE

Post n°411 pubblicato il 01 Gennaio 2011 da angelosamael
Foto di angelosamael

.........semplicemente buon anno e che Dio vi benedica

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: angelosamael
Data di creazione: 12/07/2008
 

OM MANI PADME HUM

 

 

PENSIERI PITTORICI

Chi l’ha detto, che ci sono quadri brutti? Avete mai visto in faccia chi li critica?
 

MESSAGGIO DI BENVENUTO DI NAJITKHA

Benvenute, creature di questo mondo, benvenute nelle trasparenze cristalline dell’aria, nella fluidità armonica dell’acqua, nella compattezza che nulla può intaccare di questa terra, nel tepore che il fuoco vi dona, benvenute, creature di questo mondo, benvenute nell’etere.

 

LOGOS

Movimento Attivazione Spirituale

 

PREGHIERA DI DEDICA

Sotto uno stesso Cielo, sopra una stessa Terra, volando nella stessa Aria, nuotando nella stessa Acqua, nel tepore di uno stesso Fuoco, mentre l'Etere ci chiama a raccolta, noi ci raccogliamo sotto un Unico Dio, Padre, Madre, Figlio, Unica Somma di un Sommo Creato. Noi, piccole scintille di Luce, giuriamo di proteggere questo Cerchio di Luce e le persone che aprono ai Cerchi di Luce, tutto questo senza danneggiare Vita alcuna, ma mettendo chi tenterà di danneggiare o porre ostacolo, di Fronte alla Somma Grandezza del Disegno Divino. Amen

Preghiera donata al Cerchio dei Nomadi Temporali della Luce in Roma.

 

LA AMERIGO VESPUCCI

 

Amerigo Vespucci

Fonte della foto: Daisuke Ido su www.flickr.com

 

LE REGOLE SONO CAMBIATE

Alla base è il mio essere

Con serena costanza

Svelerò le mie esperienze

Colmandomi del potere

Che regge la mia vita

Ora che mi accingo alla salita

Mi nutrirò solo di ciò che so

E con le ali del mio pensiero

Oltre il varco la mia libertà

Allora vedrò e così sarà

Preghiera Sacra

Dai Nativi del Mondo

 

MARE

image

 

MESSAGGIO DI ANGELOJNAH

Viviamo in un tempo in cui la gente ha sete di vedere altre cose, al punto da voler fortemente credere che debba per forza esistere una o più dimensioni parallele, per non morire nel nulla che “questa” vita promette. Questo sento dalla gente e penso, in cuor mio, che nulla fa più rumore di opere all’apparenza silenziose e che le stesse opere siano solo un’occhiata, che ci permette di osservare, per tutto il tempo che ci pare, qualcosa che, al di là, è veramente inafferrabile, per chi si muove al passo di tempi non suoi, ovvero tempi usuranti, poiché questo qualcosa non si ferma mai.

 

NAVE SCUOLA VESPUCCI

 

Amerigo Vespucci

Fonte della foto: TheMadcapLaug su www.flickr.com

 

MESSAGGIO DI ANGELOBINAEL

Così come in tutte le opere dell’uomo o della donna è limitativo qualificare queste, come altre opere, con un nome che ne indichi il genere. Basta chiamarlo per ciò che è: pittura. Tanto basta per saziare qualsiasi sete di sapere di questa arte.

 

MAR CRISTALLO

di Luciano Giombini

 

MESSAGGIO DI ANGELOSAMAEL

Non illudetevi; che siate musicisti, pittori, scultori, voi non potete migliorare ma solo andare avanti. Voi, la perfezione l’avete già, solo che a sette anni dite che vi trema un po’ la mano, a dodici già un pochino andate spediti, a venti siete in grana ma vi manca proprio la grana, sui quaranta dovete sapere quando fermarvi, intorno ai sessanta vi maledite perché vi occorrono gli occhiali, verso gli ottanta infine vi chiedete se lassù hanno pennelli e colori.

 

CONCHIGLIE

 

Conchiglie

di Luciano Giombini

 

MESSAGGIO DI ANGELUS

L’uomo è una matita nelle mani della propria divinità interiore ed è quando supera sé stesso ed i propri limiti che dimostra  di aver trovato le chiavi per dialogare con Dio, ovvero le chiavi che lo porteranno nella sua vera Casa, dove il materiale non sarà neppure un ricordo e finalmente non soffrirà più né amarezza, né nostalgia, né la mancanza di un tubetto di colore. Egli sarà così asceso, nei Mondi Cristici, dove potrà colorare e cantare unicamente con la sua anima illuminata.

 

CONCHIGLIE

di Luciano Giombini