voglia di...

Post n°46 pubblicato il 09 Dicembre 2014 da morenaindelicata

ho voglia di caffè...

di assaporare vari gusti

di sentire il suo odore

di guardare in bianco e nero

e accorgersi che i colori sono espressione dei nostri sentimenti

 

ho voglia di ballare...

camminare scalza sul bagnasciuga

percorrere sentieri

palpare le sensazioni

e accorgersi che la neve sciolta fra le mani penetra un pò dentro di te

 

ho voglia di ascoltare...

giocare con la mia fantasia

accrescere la curiosità

scoprire nuove cose

e accorgersi che l'immaginazione è una realtà imprigionata in uno specchio

 

ho voglia di...

ho voglia di vivere

pensare

godere

e accorgersi che tutto scompare se non lasci un impronta di te.

 

Mora

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'incomprensione

Post n°45 pubblicato il 29 Settembre 2014 da morenaindelicata

"- Abba, nessuno mi comprende - si lamentò un novizio col suo superiore.

Questi rispose:

- Ci si crede incompresi nella misura in cui si comprendono meno gli altri. "

 

R.Kern

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il valore della rinuncia

Post n°44 pubblicato il 19 Settembre 2014 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

Era lì,

seduta sui gradini...

con quell'aria sbarazzina...

i capelli scombinati..

le sue dita che giocavano con un elastico..

e i suoi piedi incurvati verso dentro......

 

Lei non poteva vedermi...

stavo appena per voltar l'angolo quando la vidi e, rimasi lì, accostata a quel muro, inconsciamente forse, quasi a volermi proteggere...

rimasi ferma a guardarla un altro pò

prima di decidere cosa fare...

 

mi solleticavano mille pensieri e, mille cose avrei fatto

se solo fossi stata quella di un tempo...

 

ma oggi riguardo le cose da un altra prospettiva...

conto fino a cento

pondero le questioni

razionalizzo i miei impulsi

e riequilibro gli eventi

 

forse perdiamo tante occasioni quando non lasciamo libero il nostro istinto.....

ma sicuramente acquistiamo valore.

le passioni... le perversioni... i giochi.. la seduzione... gli intrighi... il cuore... le emozioni..

tutto ha un valore...

non sciupiamoli come fossero carta igienica...

sì, è giusto non privarsene sempre... ma ancora più giusto è saperci ogni tanto rinunciare.

il valore della rinuncia.

la riscoperta....

privarci di una cosa per scoprire quanto la si desiderava...

 

la osservai ancora un pò dunque...

godendo della sua immagine....

dopo indietreggiai un pò...

mi voltai..

e me ne andai.........

 

Mora

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

STAZIONE CENTRALE

Post n°43 pubblicato il 04 Settembre 2014 da morenaindelicata

ARRIVO IN STAZIONE EUFORICO PIU' CHE MAI.....FINALMENTE PARTO E RIVEDRO' LA MIA DONNA....

LEGGO SUL BIGLIETTO LA CARROZZA ED IL POSTO E MI SBRIGO A CORRERE PER ACCOMODARMI SUBITO. PERCHE' PRIMA SALIRO' SU QUEL TRENO PRIMA MI SENTIRO' PIU' VICINO A LEI.

POSO I BAGAGLI E MI ACCOMODO.....ED IMMEDIATAMENTE CHIUDO GLI OCCHI.....IL VIAGGIO PASSERA' IN FRETTA....

AL MIO FIANCO C'E' UNA RAGAZZA CON LA QUALE INIZIO A SCAMBIARE QUALCHE CHIACCHIERA CORDIALE.....LA SUA SIMPATIA IMMEDIATAMENTE MI COINVOLGE....AL PUNTO QUASI DA DIMENTICARE IL MOTIVO PER QUI MI TROVI LI' AL SUO FIANCO.....

DOPO DUE ORE RIDIAMO COME VECCHI AMICI CHE SI INCONTRANO  AL PUB DOPO UNA PARTITA DI CALCIO.....MI RENDO CONTO IMMEDIATAMENTE CHE LA SINTONIA CHE SI E' CREATA E' QUASI SURREALE....L'IMPORTANTE E' CHE CI SIA, PERO'!

ARRIVIAMO IN STAZIONE....I NOSTRI OCCHI SI INCROCIANO ASPETTANDO CHE L'ALTRO LO DICA O LO FACCIA.....

MI E' MANCATO IL CORAGGIO......

SCENDO DAL TRENO MESTAMENTE......POSIZIONANDOMI AL CENTRO DELLA BANCHINA PER POTER GUARDARE IL FINESTRINO AL QUALE LEI E' ANCORA SEDUTA.....

LA MIA COSCIENZA CONTINUA A GRIDARE "MUOVITI IDIOTA!" MENTRE IO RESTO IMPALATO LI'.......

CONOSCO SOLO IL SUO NOME, NULLA DI PIU'....NULLA DI NULLA.....

SI CHIUDONO LE PORTE ED IL TRENO COMINCIA A MUOVERSI........ED IMMEDIATAMENTE RICONOSCO UN SORRISO AMARO SULLE NOSTRE LABBRA MENTRE LA SUA MANO LENTAMENTE MI SALUTA.....

 

MI E' MANCATO IL CORAGGIO.......E L'HO PERSA PER SEMPRE!

 

MESE!

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Cappello di paglia

Post n°42 pubblicato il 08 Luglio 2014 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

C’era una volta una fanciulla, che viveva in un piccolo villaggio…

 

 

Veniva soprannominata “Cappello di paglia” perché ne indossava sempre uno.

 

Talvolta, quando sopraggiungeva un forte vento, il cappello le volava via e lei lo rincorreva, cercando di raggiungerlo…

 

Un giorno, uno di questi forti venti, le rubò il cappello, che volò tanto in alto, tanto da non riuscire più a scorgerlo..

 

Presa dalla disperazione corse dalla vecchia del villaggio..

 

Nessuno conosceva il suo nome, si sapeva solo che viveva in fondo al bosco, isolata da tutti… 

 e la gente accorreva da lei quando perdeva qualcosa…

 

 

Cappello di paglia bussò alla sua porta, per chiederle aiuto e un consiglio, e la vecchia le disse che per poter riavere il suo cappello, le avrebbe dovuto lasciare qualcos’altro...

 

 affermando che: “la conquista di una cosa, comporta la perdita di un altra” …

 

 

Poi, stringendole i polsi si avvicinò al suo viso, le scostò i capelli e le rivelò il suo nome: “Rinuncia” si chiamava…

.. e continuò: “il tuo cappello si chiama invece Ragionevolezza… Hai perso quella”.

 

 In quel momento ritornò il vento, che faceva ancora svolazzare il suo cappello e rombò:

“Non crederle! .. è Illusione”

“Illusione è il suo vero nome..”

 

“riprendi il tuo cappello adesso e tornatene a casa…”

 

La fanciulla riprese il suo cappello tornò al villaggio e la gente, felice del suo ritorno

le chiese:

“Ti abbiamo sempre chiamato cappello di paglia  perché sapevi usare la Ragione….

 

 un giorno l’hai smarrita.. e solo quando hai compreso che stavi rinunciando a ciò che avevi di più caro, hai finalmente aperto gli occhi, accorgendoti che era tutto un illusione…

 

 ma svelaci adesso…

qual è il tuo vero nome?”

 

 

 La fanciulla sorrise..

 

 

scostò il cappello dalla testa…

 

 

fece un grande inchino..

 

 

e sorridendo disse:

 

 

“da oggi chiamatemi…

 .. Consapevolezza!” .

Mora

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

...

Post n°39 pubblicato il 05 Maggio 2014 da morenaindelicata

Mi sento invasa da un profondissimo dolore...

e non c'è niente e nessuno che può lenirlo.

Ho aperto la porta della mia disperazione....

L'ho lasciata uscire fuori da me,

affinchè potesse possedere te.

Ma ciò non mi ha dato sollievo.......

mi ha invece annientato.....

Perchè eri tu la mia forza.

Eri tu la mia luce

e la mia completezza...

E invece ti ho smarrito....

Ho permesso che tutta la mia rabbia ti sommergesse fino a soffocare....

e non ti ho dato modo...

non ti ho dato nessun aiuto per farti respirare...

Ho solo raccolto tutto il dolore che provavi

e l'ho indossato.

Per tenermi qualcosa di te, che non sia me....

E lasciando a te, la parte più oscura di me.

 

Mora

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°38 pubblicato il 05 Maggio 2014 da morenaindelicata

Sadica...

sciocca...

insensibile...

impongo e detto regole....

lego con catene....

non mi interesso di niente...

se non a me stessa e alle mie ragioni.

non comprendo...

non amo...

penso solo al mio egoismo..

al mio soddisfacimento personale...

penso a godere...

penso al mio godimento....

al mio piacere...

provo splendide sensazioni nel prendere in giro la gente.

 

provo un profondo...

intensissimo

orgasmo

nel ferire te.

 

e adesso succhiami...

succhiami tutta

e poi girati dall'altra parte

e sputami sul selciato.

 

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Dipende tutto dal nostro stato d'animo?

Post n°37 pubblicato il 23 Aprile 2014 da morenaindelicata

Era una giornata di sole...

e sembrava che respirassimo tutti la stessa aria... mentre in realtà mi sentivo soffocare circondata da tutta quella gente gioviale e divertita...

ero seduta sopra la muratura di un piccolo cucinino esterno.. e davanti a me una piccola finestra con un vetro il plexiglass mi mostrava quel quadretto sorridente di amici e parenti che ballavano e cantavano allegramente....

e per un attimo ho avuto proprio l'impressione di guardare dall'esterno..

 sì..

come se io non fossi lì... come se stessi guardando da una finestra....

come se tutto quello non mi appartenesse...

volevo respirare un altra aria...

guardare altri paesaggi...

 

una bottiglia ghiacciata di birra, poggiata sulle mie ginocchia da un amico, mi rabbrividì...

"ne vuoi?" mi disse sorridendo....

..."sì"... risposi..........

forse un bel sorso fresco di malto e luppolo mi rinfrescherà l'animo....

 

guardavo ancora da quella finestra in plexigrass....

sorseggiando la birra fresca...

il mio amico uscì fuori...

si avvicinò al pc.... alzò il volume delle casse.....

cliccò su una canzone....

e sorridendo....

mi chiamò indicandomi col suo dito indice, portandolo verso di lui...

la musica cominciò...

io sorrisi...

http://www.youtube.com/watch?v=y6Sxv-sUYtM

 

sì....

è proprio vero..

talvolta una canzone, una persona... o anche una semplice bevanda, riesce a cambiare uno stato d'animo....

 

saltai giù dalla muratura...

e uscii fuori muovendomi a tempo di musica....

e mentre ballavamo...

pensai...

che talvolta diamo tutto per scontato...

e non ci soffermiamo a guardare il lato bello delle cose...

 

ho riguardato il sole....

ho riguardato la gente ridere....

 

che splendida giornata.... sì!

 

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il tempo passa ma non cancella.

Post n°36 pubblicato il 14 Marzo 2014 da morenaindelicata

"Io che son per alcuni il piacere, che tutti provo, gioia e terror dei tristi e dei buoni, io ch'eccito e rimuovo gli equivoci, or aligero, e con pieno diritto, perchè figuro il Tempo, mi presento. Oh un delitto mio o del mio passo celere non è già s'io sorvolo gli anni e lascio senza un solo sguardo cotesto spazio, perchè è nel mio potere sovvertire, in un ora nata dal mio piacere, le leggi, ed i costumi piantare e sradicare."

(Il Racconto d'Inverno,Atto IV,scenaI)

 

Sono passati tanti anni da eventi tragici che hanno segnato la mia terra,

talvolta sembra che tendiamo a dimenticare le cose accadute perchè ci han segnato, perchè dolorose, perchè pensiamo che rimuoverle sia un pò come eluderle...

Ma la verità è che il male, che affonda sulle radici di una cultura, di una mentalità troppo ristretta, non è facile da sradicare...

Uomini che hanno lottato per cambiare e migliorare le cose, vengono menzionati in qualche film o sui libri, come personaggi mitologici...

Se ne ha un ricordo quasi fiabesco, come se non fosse davvero accaduto.

Invece sono state persone reali.

Persone che hanno lottato per il bene, affinchè la gente imparasse a non aver paura a riconoscere che l'omertà è il peggiore fra tutti i mali.

"In questa generazione ci pentiremo non solo per le parole e per le azioni delle persone cattive, ma per lo spaventoso Silenzio delle persone buone."

(Martin Luther King)

 

e oggi è tornata la pioggia...

che mista alle lacrime della gente

nasconde il vero significato delle stesse.

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

le lucciole....

Post n°35 pubblicato il 06 Marzo 2014 da morenaindelicata

Ieri sera...

erano più o meno le 22.30.... avevo appena finito di sbrigare tutte le faccende e  ho fatto un bel bagno caldo per levare la stanchezza..

 il camino era ancora in parte acceso, e le fiammelle fioche illuminavano parzialmente l'angolo del salone...

mi sono sdraiata sulla poltrona vicina... ho fatto un profondo respiro...

Mi guardavo intorno, lasciando che i miei occhi oltrepassassero quelle mura e vagassero lontani...

quel tepore mi accarezzava il viso, mentre i miei occhi lentamente si socchiudevano...

le mie mani erano in parte coperte dalla vestaglia che tenevo indosso, ma le mie dita erano ancora fredde... così le nascosi tra le mie gambe...

ho dato ancora una volta, libertà ai miei pensieri di prender forma finalmente...

nessun impegno.. nessun lavoro.. nulla, poteva più prendere il sopravvento in quel momento..

avevo svolto tutto... avevo finalmente quel breve momento tutto per loro.. per i miei pensieri più profondi...

 per la mia fantasia... per la mia immaginazione...

 imprigionate in questa realtà quotidiana dove non hanno mai la possibilità di emergere...

e invece eccoli lì,

cominciavano a muoversi freneticamente in quella bolgia di umori...

come tante piccole lucciole che non sanno dove andare...

cerco di afferrarne uno,

lo sfioro....

lo percorro solo in superficie...

chiudo gli occhi completamente, uno di questi mi viene incontro...

lascio che mi penetri....

lo sento infine dentro di me....

 

: "Adesso hai un corpo nel quale poter viaggiare..."

(rispondo così nella mia testa a quel pensiero..)

 

E il pensiero mi ascolta, prende forma, concretezza, prende vita...

 

Apro gli occhi.

 

sento ancora le sue labbra sulle mie...

 

"E' tardi amore... andiamo a dormire.."

mi solleva con le sue braccia...

 

il camino è ormai quasi del tutto spento...

e con esso, si son spente anche quelle lucciole.....

 

Mora.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LA LINEA D'OMBRA.....

Post n°34 pubblicato il 25 Febbraio 2014 da morenaindelicata

IO PARTO DAL PRESUPPOSTO CHE QUALSIASI RAPPORTO VIVA DI UN CONTINUO INTERSCAMBIO DI EMOZIONI E SENTIMENTI.....TIPO LE CONNESSIONI INTERNET CHE HANNO UNA RICEZIONE ED UNA TRASMISSIONE DATI.....

SE COSI' NON E' VUOL DIRE CHE IL RAPPORTO E' INSTABILE...

DOVREMMO ESSERE NOI STESSI A CAPIRLO....MA NON SEMPRE QUESTO ACCADE.....E SI INIZIANO A VIVERE STORIE FATTE DI SENTIMENTI NON RICAMBIATI, TRISTEZZA CHE CI ASSALE  SE CI RENDIAMO CONTO DI NON ESSERE, PER L'ALTRA PERSONA, IMPORTANTI COME VORREMMO...CI CONVINCIAMO CHE NON ESISTA UNA VITA DIVERSA DA QUELLA CHE STIAMO VIVENDO E CHE SIAMO CONDANNATI AD AMARE "TROPPO", PIU' DI QUANTO GLI ALTRI MERITINO.....

MA SIAMO SICURI CHE SIA PROPRIO COSì? SIAMO SICURI CHE QUELLO CHE PENSIAMO ESSERE AMORE NON SIA IN REALTA' UN'OSSESSIONE? UNA VOGLIA SMODATA DI POSSESSO CHE CI SPINGE A PENSARE A QUELLA PERSONA COME GOLLUM PENSAVA AL SUO ANELLO....IL SUO TESORO....

A QUESTO PUNTO BISOGNEREBBE VARCARE LA LINEA D'OMBRA....QUELLA LINEA IMMAGINARIA CHE SEPARA LA NOSTRA PERCEZIONE DELLA REALTA' DALLA REALTA' STESSA... SI DOVREBBE PASSARE AI FATTI E CAPIRE CHE LE EMOZIONI PER CUI VIVIAMO NON POSSONO DEVASTARCI, AL PUNTO DA RENDERE LA NOSTRA STESSA VITA UN CONTENITORE DI FALSI SORRISI.......

VVIAMENTE NON E' SEMPLICE TROVARE UN TALE EQUILIBRIO.....E' UN PO' COME QUANDO SI IMPARA AD ANDARE IN BICICLETTA.....SI PROVA...SI PROVA....SI PROVA.....E DOPO QUALCHE CADUTA E LE GINOCCHIA SBUCCIATE SI RIESCE A RIMANERE IN PIEDI..... NON SI DEVE AVER PAURA DI AFFRONTARE UN SALTO QUANDO E' L'UNICO MODO PER CONTINUARE IL CAMMINO..... NELLA VITA PUO' SUCCEDERE DI CADERE MA LA COSA CHE RIMARRA' SARA' SEMPRE IL MODO IN CUI CI SI RIALZA...

MESE.....

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La parte "oscura" di noi...

Post n°33 pubblicato il 08 Febbraio 2014 da morenaindelicata

Dicono che quando si ama davvero una persona, la si ami per tutti i suoi aspetti, anche quelli più oscuri.

E’ davvero così?

Quello che credo è, che quando ci piace qualcuno..

inevitabilmente, un po’ come gli animali, ci si ritrovi a mostrare la parte "migliore" di noi…

la luce.

Quando poi ci si innamora.. e si scopre di esser ricambiati… cominci a donare tutta te stessa, mostrando quindi sia la parte più bella di noi, che la parte più buia.

Ed ecco… cosa accade….

Chi ci ama..

amava quella “parte” di noi… mentre adesso si ritrova a dover amare entrambi..

 a volte, l’amore per quella “luce” è talmente forte, da pensare di riuscire ad “apprezzare” o cmq ad “accettare” anche l’altra parte… ma ciò che in realtà non sa,

 è che la parte buia di noi.. “sente” di non essere ricambiata allo stesso modo, come è amata invece la luce… ma,

proprio perché anche il “buio” ama…

Decide di rinunciare in parte alla sua “essenza” per amore.

Perché l’amore non è solo un donare e un ricevere.

L’amore è anche sacrificio e rinuncia.

 Il buio quindi, decide di “nascondersi” di mettersi un po’ da parte..

ogni tanto viene fuori e, "l'innamorato” lo protegge perché lo conosce.. ma non sa, che in realtà, il “buio” ha rinunciato a una parte di sé per lui…

ecco perché la persona continua a pensare di amarla in tutta la sua “interezza”, solo perché non sa che in realtà lei si è nascosta…

Io dico sempre che, ci sono tantissime forme di amore.. ma sempre amore è.

L’amore per una persona, presuppone il volerlo rendere felice, e a volte, per renderlo felice occorre rinunciare a una parte di noi..

restiamo comunque noi stessi, lo amiamo immensamente e con profonda dedizione e sincerità..

 ma non lo si ama con “tutto” se stesso.

 

Adesso, volevo solo chiedere una cosa alla Mia Anima..

Io ti amo con tutta me stessa. ti ho mostrato sia la parte bella di me (della quale ti sei innamorato),

sia la parte oscura… che tu hai pensato anch’essa di amare… (ma non con la stessa intensità che hai mostrato per la parte bella..)…

questa parte buia di me ti ferisce..

lei lo "sente"… e ti chiede oggi:

vuoi che rinunci a “mostrarmi”?

continuerò ad amarti immensamente… ma,  semplicemente non mi “mostrerò”.

 ti amerò da lontano… ma sarà ugualmente amore…

 

Adesso, rispondimi Anima Mia…

vuoi rinunciare a questa parte di me?

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Insonnia....

Post n°32 pubblicato il 14 Gennaio 2014 da morenaindelicata

 

GLI OCCHI FISSANO IL SOFFITTO.....IL SILENZIO CHE MI CIRCONDA MI FA PERCEPIRE CHIARAMENTE IL MUOVERSI DELLE LANCETTE DELL'OROLOGIO CHE HO LASCIATO DI FIANCO AL LETTO.

RICOMINCIO A PENSARE ALLA GIORNATA APPENA PASSATA.....AL LAVORO....A TUTTO QUELLO CHE È SUCCESSO....

PASSA IL TEMPO...I PENSIERI SI AFFOLLANO ED INIZIANO AD ANDARE SEMPRE PIÙ INDIETRO...

RIVEDO LE SITUAZIONI CHE HO VISSUTO....QUELLE FELICI E QUELLE MENO.....RIPENSO ALLA MAIL CHE HO MANDATO MA CHE AVREI DOVUTO ARGOMENTARE MEGLIO....MI AGITO....

RIVEDO LE MIE PREOCCUPAZIONI.....INIZIO A LOTTARE CERCANDO DI SCONFIGGERLE....LA LOTTA È SERRATA ED I COLPI SFERRATI SONO TANTI.....

PASSA IL TEMPO...L'OROLOGIO CONTINUA A DARE IL RITMO AI PENSIERI....

MI VOLTO DI FIANCO CHIUDENDO GLI OCCHI ALLA RICERCA DISPERATA DI UN RIFUGIO.....

PASSA IL TEMPO....VADO A BERE CERCANDO DI DISTRARMI MENTRE PERCORRO QUEI POCHI METRI CHE MI SEPARANO DALLA CUCINA....

MI RIMETTO A LETTO PIÙ CONVINTO DI PRIMA DI AVERE LE ARMI GIUSTE PER POTER VINCERE.....

RIPRENDO A LOTTARE....CON FORZA.....LE MIE PREOCCUPAZIONI RAPPRESENTANO UN ESERCITO BEN ORGANIZZATO.....MI HANNO TESO UN'IMBOSCATA....

PASSA IL TEMPO.....MA FINALMENTE ARRIVA LEI.....

SONO FELICE.....

È ARRIVATA L'ALBA.....

 

MESE.....

 

 

Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte,

 inciampi nei miei più segreti

pensieri? 

                                          (William Shakespeare)

Mora. ;)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

LACRIME....

Post n°30 pubblicato il 05 Gennaio 2014 da morenaindelicata

IL PIANTO E' IL PRIMO MEZZO DI COMUNICAZIONE CHE IMPARIAMO AD USARE...I NEONATI NON HANNO ALTRO MODO PER FARCI CAPIRE CHE HANNO UN BISOGNO IMMINENTE E LA BRAVURA DI CHI LI ACCUDISCE STA NEL SAPERLO INTERPRETARE.

PER NOI ADULTI ACCADE PIU' O MENO LO STESSO...POSSIAMO PIANGERE PER DOLORE O PER GIOIA...POSSIAMO FARLO PERCHE' NON SAPPIAMO COME DIRE QUALCOSA OPPURE PERCHE' NON RIUSCIAMO PIU' A CONTENERE QUELLO CHE ABBIAM DENTRO...MA AD OGNI MODO PIANGIAMO PERCHE' IN QUEL MOMENTO STIAMO PROVANDO UN EMOZIONE, BELLA O BRUTTA CHE SIA. STA A CHI CI VEDE O SENTE PIANGERE CAPIRNE LE MOTIVAZIONI E TROVARE LE PAROLE O I GESTI ADATTI A FAR SI CHE QUELLE GOCCE CHE SCORRONO SUL NOSTRO VISO POSSANO ASCIUGARSI IN FRETTA....

IMMAGINO CHE TUTTI, ALMENO UNA VOLTA, CI SIAMO RITROVATI A COPRIRE LE DUE FACCE DELLA MEDAGLIA....DA UN LATO C'E' CHI PIANGE E DALL'ALTRO C'E "L'INTERPRETE". SONO ENTRAMBE SITUAZIONE DIFFICILI CHE RICHIEDONO UNO SFORZO ENORME!

CHI PIANGE PALESA I PROPRI SENTIMENTI, ANCHE QUANDO NON VORREBBE FARLO....PROVA IN TUTTI I MODI A FRENARSI PER EVITARE L'IMBARAZZO CHE POTREBBE PROVARE MOSTRANDOSI "NUDO" DI FRONTE AGLI ALTRI....

L'INTERPRETE HA IL COMPITO DI "AMMIRARE" QUESI SENTIMENTI CHE GLI VENGONO COSI' CHIARAMENTE MOSTRATI...LI DEVE "OSSERVARE" CON GLI OCCHI APPENA RINFRANCATI DAL SONNO, LI DEVE "SENTIRE" USANDO CUFFIE CHE LO ISOLINO DA RUMORI DI FONDO, LI DEVE "TOCCARE" CON MANI MORBIDE E DELICATE....

MI CHIEDO ADESSO...SI PROPRIO ORA...QUALE DOVRA' ESSERE IL MIO RUOLO, PERCHE' "QUANDO I BEGLI OCCHI DI UNA DONNA SONO VELATI DALLE LACRIME, E' L'UOMO CHE NON VEDE PIU' CHIARO" (CIT. ACHILLE TOURNIER)

MESE....

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La parte oscura di me...

Post n°29 pubblicato il 04 Gennaio 2014 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

A cosa serve scrivere nel blog?

Serve a sfogarci, a esternare pensieri, opinioni, riflessioni per condividerli con gli altri? serve a ricevere commenti, a farsi conoscere, a passare del tempo?

A che serve scrivere in un blog? Io scrivo sempre.

continuamente.

Anche dentro la mia testa... Nonostante tutto, ciò che mi rimane dentro è sempre una profonda amarezza.

Amarezza nel non riuscire a tirar fuori quello che davvero sento, amarezza nel dover seguire delle parole che non riescono a dimostrare ciò che sono.

 Ho scritto molti post che "raccontano"... post pieni di riflessioni, post "ludici", post nella quale ho cercato di trasmettere qualcosa, o per lo meno che provassero a spiegare chi sono.

E ciò che mi è rimasto, ciò che ho lasciato... credo sia davvero nulla.

Sono stata tanto "desiderata" nella vita... dovrei ritenermi fortunata per questo. Ma la verità è che la gente ama l'idea di me, non me. Ama quello che "esterno" non la mia "interiorità"...

Perchè ciò che celo dentro, non è affatto bello... Nascondo un buio dentro da far rabbrividire... E più mi si impara a conoscere.. più ciò che porto dentro vien fuori... rovinando inevitabilmente tutto ciò che ho provato a costruire...

un flagello... tante parti di me annodate, che se fustigàte rilasciano profondo dolore a me e a chi mi sta accanto...

Vorrei provare a vedere il sole...

a guardarlo dritto in faccia, affinchè possa rischiarare il mio animo...

Voglio librarmi nell'aria...

trovare un equilibrio, una stabilità che possa portare un pò di serenità...

Vorrei continuare a camminare tenendoti per mano...

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Auguri "sentiti"...

Post n°28 pubblicato il 23 Dicembre 2013 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

Non amo molto le feste di natale..

In generale direi che non amo proprio le feste "imposte"... Quel dover passare dei giorni in famiglia allegri e spensierati solo perchè è "natale"...

Mi piace stare in compagnia.. e anche organizzare feste.. ma che siano "sentite" e "cercate" senza un vero motivo, se non quello del piacere di ritrovarsi...

Non ho mai festeggiato il San Valentino.. tutti i Santi.. la festa della mamma o qualsivoglia festa in "rosso" che ha portato la gente a dimenticare il vero significato di queste "ricorrenze"....

Non sono giorni di festa.. ma giorni di "riflessione"... che preferirei viverle con l'emotività che le contraddistingue.

Il "dovere"... l'abito formale... i capelli sfornati dal parrucchiere... l'acquisto di regali stupidi (perchè altro non possiamo permetterci) solo per non presentarsi a mani vuote..

(e poi si dice: è il pensiero che conta... se fosse davvero così non potrei portare il mio "pensiero" in queste occasioni? tutto bello impacchettato e pieno di fantasia su ciò che vorrei davvero donare?..)

No, non fanno davvero per me queste feste..

Io amo la spontaneità e le cose "inaspettate"..

ma nonostante tutto non posso di certo imporre le mie convinzioni al resto della massa... o condizionarli nelle loro "scelte"...

Una cosa è certa.

Non posso non augurarvi "buone feste".. o "buone ferie" o "buon anno nuovo"..

perchè l'augurio del bene è sempre una bella cosa...

bisognerebbe augurarlo tutti i giorni come d'altra parte facciamo dicendo: "buongiorno..." o "buona domenica.." o buon fine settimana.." talvolta non ci accorgiamo nemmeno dell'augurio che poniamo alla gente ogni singolo giorno...

ecco riflettiamo su questo... potrebbe esser festa tutti i giorni se lo volessimo...

basterebbe augurarci e augurare ogni giorno a tutti qualcosa di buono e, passare del tempo con la gente che amiamo e con quelle meno fortunate di noi...

un bacio a tutti,

Mora.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'entusiasmo

Post n°27 pubblicato il 12 Dicembre 2013 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

Tempo fa scrissi una canzone per Mese...

Una canzone che in fondo dice molto su ciò che siamo io e lui... Abbiamo fatto uno strano percorso insieme.. cominciato un pò per gioco, che col tempo ha trasformato il nostro rapporto e, quello che avevamo con tutti gli altri. Mese e io abbiamo un legame, una sintonia, un affinità che difficilmente puoi trovare nella vita.

E noi lo abbiamo trovato addirittura qui, in chat... e lo abbiamo trovato perchè ci siamo lasciati travolgere dall'entusiasmo.

Non scrivevo qui in chat da un pò di tempo...

 Cercavo un argomento, un aneddoto, qualunque cosa pur di scrivere.. ma, mi mancava appunto questo, l'ardore, la passione.

"L'entusiasmo non è altro che ubriachezza morale"  G.Byron.

Non esiste definizione migliore per quanto mi riguardi.

Mi mancava... perchè in questi ultimi giorni, il mio interesse è stato catturato da qualcuno che ha saputo carpire la mia curiosità, a tal punto da condizionare le mie scelte in merito a ciò che facevo di solito qui... E devo ammettere che la cosa mi ha particolarmente reso felice.

Tutto il mio entusiasmo in questi giorni è stato riversato su di lui... ricevendo in cambio splendide riflessioni ed emozioni che ancora oggi a ripensarci mi fanno sorridere e star bene.. e mi auguro che tutto ciò continui a lungo..

"Sei troppo istintiva"... "eccessivamente ingenua"... ecco ciò che sovente mi dicono. Ma è davvero un male, fidarsi della gente? fidarsi dell'istinto e delle sensazioni? Io.. non so rispondere a questa domanda. So però rispondere ai miei desideri.. che costantemente chiedono di poter prendere vita.

Se non fossi stata, sempre così entusiasta della vita e di ciò che offre, probabilmente avrei si, evitato molti guai.. ma avrei anche evitato di "vivere davvero".. E sono felice di potermi guardare indietro e di sentirmi pienamente appagata.

E poi..

parliamoci chiaro.

"L'essenziale è invisibile agli occhi" e ancora..

"La bellezza delle cose ama nascondersi".

Non sono solo "frasi" tratte da un autore o da un testo. Sono espressione di una verità, davvero profonda e celata, che non tutti sanno cogliere, o apprezzare, o scovare.. Non puoi accorgerti di tale "magnificenza" o di tale "armonia" se prima non rischi.. sondando sempre più in profondità, per scoprire quello che nascondono...

..e poi finalmente

trovi il piacere... e l'equilibrio dei sensi.

Se non avessi sempre fatto così.. non potrei guardarmi indietro sorridendo...

di certo non avrei avuto modo d'incontrare Mese (e già solo questo,serve a rafforzare in me tale convincimento :) ......) e non potrei chiedermi in questi giorni cos'altro mi sta riservando la vita.. quale altra splendida persona sta entrando nel mio mondo.

Quindi si.

 Sì all'entusiasmo. Sì alla curiosità. Si alla fiducia.

Nella vita siamo circondati dalle brutte cose.. 

molte volte non possiamo evitarle..

ma questo non può portarci a vivere nella paura.. o nella continua diffidenza verso gli altri.. E' doveroso quindi aggiungere anche un sì all'esser cauti, e un si alla pazienza.

Ma non dite mai no, all'amore e alle emozioni.

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SLIDING DOORS

Post n°26 pubblicato il 06 Dicembre 2013 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

IERI PARLAVO CON MORENA DELL'IMPORTANZA DI COLTIVARE QUELLE CONOSCENZE CHE SI RITIENE POSSANO SFOCIARE IN AMICIZIE. EMERSERO DIFFERENTI POSIZIONI A RIGUARDO, SOPRATTUTTO IN PRESENZA DI DIFFICOLTA' "LOGISTICHE" CHE IMPEDISCONO UNA FREQUENZA CHE, IN MANCANZA, RENDEREBBERO IL RAPPORTO PROBABILMENTE OPACO E SCIALBO.  

MENTRE ERO SULLA VIA DEL RITORNO A CASA, ALLA RADIO PASSAVA "TURN BACK TIME" DEGLI AQUA E RIPENSAI A QUELLO CHE AVEVO DETTO A MORENA....IL TAPPETO DI MACCHINE CHE MI INTRALCIAVA LA STRADA MI PERMISE DI RIPENSARE ALLE PERSONE CHE AVEVANO IN QUALCHE MODO FATTO PARTE DELLA MIA VITA E CHE POI, PER MILLE MOTIVI O SOLO PER PIGRIZIA, ERANO SCOMPARSE. RIFLETTEI SUL FATTO CHE SE AVESSI POTUTO TORNARE INDIETRO OPPURE SE FOSSI NATO SOLO DIECI ANNI DOPO FORSE LA MIA VITA AVREBBE POTUTO PRENDERE UN'ALTRA STRADA. PRECISO CHE SONO UNA PERSONA FELICE DELLA VITA CHE HA.....MA CHISSA' COSA SAREBBE POTUTO SUCCEDERE?

PERCHE' SE CI PENSO MI VENGONO IN MENTE GLI AMORI "DA SPIAGGIA" OPPURE LE RAGAZZE CHE FREQUENTAVO ALLE SCUOLE E DI CUI COLPEVOLMENTE OGGI NON RICORDO PIU' IL NOME.....E MI SON CHIESTO: MA SE A QUEI TEMPI AVESSI AVUTO A DISPOSIZIONE SMS, FACEBOOK, MSN O SKYPE QUESTE PERSONE SAREBBERO SCOMPARSE OPPURE FAREBBERO ANCORA PARTE DELLA MIA VITA? ED IN CHE MODO? 

MI RIVEDO DICIOTTENNE NEL MONDO DI OGGI E, CERTAMENTE, SFRUTTEREI TUTTI GLI STRUMENTI ATTUALMENTE DISPONIBILI PER RIMANERE IN CONTATTO CON LORO....

PERCHE' LA NOSTALGIA CHE MI PRENDE RIPENSANDO A QUEI MOMENTI MI LASCIA IMMAGINARE CHE, FORSE, QUELLE CONOSCENZE SAREBBERO POTUTE DIVENTERE AMICIZIE E CHE, QUASI SEMPRE, LA COSA DIPENDE SOLO DA NOI....

 

MESE....

http://www.youtube.com/watch?v=Ls0WfopgR9k 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

una persona semplice.

Post n°25 pubblicato il 01 Dicembre 2013 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

Io sono una persona semplice.

Non mi piace quando ti etichettano... non che mi ponga il problema intendiamoci.. la gente è libera di pensare e dire ciò che vuole, ma mi dispiace quando la gente nn riesca a vedere al di là... non riesca a scavare in profondità.. si limiti alla superficialità delle cose e nn a quello che queste cose, custodicono dentro.

Sono una persona semplice.

Mi piace scrivere.. mi piace ascoltare.. un pò meno parlare... però mi piace tanto cantare.. questo si.. lo faccio spesso, in compagnia.. da sola.. quando sono triste o felice. canto spesso e tanto...

Sono una persona semplice.

Amo correre con i miei splendidi cani... percorrere il meraviglioso paesaggio nella quale vivo.. immersa nel verde e nell'aria pulita.. nella più intima quiete e tranquillità d'animo... amo la solitudine.. sto bene con me stessa.

Sono una persona semplice.

Sono innamorata dell'amore. in tutte le sue forme. Amo mio marito, per la sua semplicità e bontà d'animo.. per il suo essere allegro e gioviale con tutti.. per le sue insicurezze e per la sua moralità. Ma amo anche me stessa e le mie immoralità alla quale non so rinunciare.. che nn possono essere condivise da tutti e che quindi coltivo da sola, con moderazione certo e, dando sempre il giusto valore alle "cose".

Sono una persona semplice.

Amo scrivere racconti.. poesie.. leggere e guardare film. mi commuovo facilmente, sono molto empatica.. adoro immedesimarmi nelle emozioni e sensazioni della gente.. riesco perfino a piangere leggendo un manga! (videogirlAi...  splendido...)

Sono una persona semplice.

Mi mancano certe persone.. certi affetti.. sento il dolore scavarmi dentro o bruciarmi la gola..

"ci sono persone che ti mancano a prescindere da tutto.. ti sono mancate, ti mancano e continueranno a mancarti.. ti avvicini, ti allontani e tu speri solo che tornino."

Sono una persona come tante. Con le sue insicurezze, le sue fragilità, il suo volersi bene e il suo volersi male.. Sono...

..curiosa.

immensamente curiosa.. vogliosa... ammaliatrice.. seduttrice... ma allo stesso tempo vittima.. prigioniera.. preda... bersaglio.

La mia forse è una semplicità ambigua, soggetta a mille interpretazioni si... forse son proprio così, semplice e complicata allo stesso tempo.. bianca e nera.. dolce e amara.. amo le piccole cose.. specie quelle nascoste... ma anche tutto ciò che è messo in evidenza.

 

una falena ammaliata da un filo argentato sospeso per aria...

che segue..

 roteandoci intorno fino a rimanerne avvolta...

 per ritrovarsi al centro della ragnatela col suo ragno, che ne farà banchetto.

 

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

conciliabili sapori..

Post n°24 pubblicato il 30 Novembre 2013 da morenaindelicata
Foto di morenaindelicata

eccoci qui.

La serata è ancora lunga, siamo in macchina io e lui riparati dal freddo, ma non dalla noia che  ci assale...

beviamoci qualcosa va..

siamo sotto al portone di suo cugino. Anche stavolta ci fa aspettare, alle volte credo lo faccia apposta.. quella  sua voglia di farsi desiderare, attendere.. fa un pò parte forse della sua personalità eclettica.

il vinello dal canto suo la fa da padrona.. facendoci compagnia in quel tempo di attesa  e.. riscaldando i nostri corpi. Accendo una sigaretta, tiro via la sciarpa dal collo.. comincio sì a sentire caldo..

" Oh Bacco Bacco.. dio del vino e dell'estasi.. cominci a carpire i miei sensi e l'immagine di qualcosa che si esterna dal mio corpo e danza in tondo.."

"eccoti qui finalmente!... te ne abbiamo lasciato un sorso va.." dissi a G. che aprì il mio sportello, tirandomi fuori dalla macchina..

 "stiamo arrivando Fabio.. deve aiutarmi a scegliere qualcosa.."

 Fabio non si curò di noi.. abituato al suo cugino strampalato e ,intento com'era a scrutar dal portaoggetti un pacco di cartine che era certo fosse li.

Io e G. ci dirigemmo al bar di fronte, quello sotto casa sua.. :"Forza tesò.. dimmi tu cosa prendere.. "

uhmm... ci pensai un pò su, guardando la vetrina dietro al banco caffè piena di liquori di ogni tipo.. avevo ancora in bocca il piacevole sapore del vino.. non volevo violentarlo con qualcosa di troppo forte..

uhmm... senti G. facciamo così.. prendiamoci un bel Biancosarti.. e ne portiamo uno anche a Fabio.. e poi restiamo sul vino... io prenderei un bel Lancers..e  così facemmo. G. mi ha sempre dato carta libera nella scelta di qualcosa che a lui poneva dubbi...

tornammo in macchina.. Fabio aveva già acceso la sua sigaretta.. e aveva chinato giù il suo sedile.. "Avete fatto presto..."

" tieni tesò.." gli porsi l'aperitivo.. che bevve in un sorso e accese la macchina.. "allora.. dove andiamo?" mi guardarono..

 eccoli li... di nuovo incerti sul da farsi.. dove andiamo... dove andiamo.. uhmm.. idea! andiamo in campagna da voi!

 Fabio e G si guardarono.. beh.. è inverno.. il villino è abbandonato.. in effetti è un posto tranquillo.. e il camino dovrebbe funzionare se la legna è rimasta ben coperta...

"al massimo c'è la stufa Fabio", disse G. eccitato dall'idea di arrivare sin li..

Fabio guardava la strada inanzi a sè.. va bene.. ma che ci andiamo a fare? Io scoppiai a ridere.. ecco si.. che ci andiamo a fare... "beh.. inanzitutto.." dissi.. "c'è un bellissimo piano bar pieno di liquori ! altro che bar G!... e poi.. il da farsi sono certa che lo troveremo.."

 G. scoppiò a ridere dietro di noi, mi abbassò il sedile davanti dov'ero seduta e, mi tirò dietro cn lui facendomi il solletico.. "sei matta! sei matta"

 Fabio non era mai stato un tipo geloso.. eravamo "amici intimi" non avevamo una vera e propria relazione.. anche se facevamo "coppia" da quasi un anno ormai.. ma eravamo abbastanza "liberi".. d'altra parte non avevamo nessuna voglia in quel periodo di instaurare qualcs di duraturo e serio.. stavamo bene così.. eravamo giovani.. senza alcuna responsabilità.. con la sola voglia di godere e stare bene.. poi le cose sarebbero cambiate.. lo sapevamo, quindi nell'attesa di quel cambiamento.. pensavamo solo al piacere.

Arrivammo che era quasi l'una di notte..

 "Cazzo G. ogni volta se ne va una serata solo ad aspettare te!" brontolava Fabio guardando l'orologio e scendendo dalla macchina..

 in effetti io non avevo proprio un orario di rientro.. ma nn potevo certo tornare alle 5 del mattino.. anche se era cmq sabato sera.. ed eravamo sotto le feste..

"Dai Fabio non preoccuparti.. vedrai che stasera avrai il giusto premio per la paziente attesa che hai saputo portare.."

 Entrammo dentro, la casa era gelida.. G. corse al camino, ma poi pensò che forse accendendo la stufa avrebbe fatto prima.. d'altra parte nn saremmo dovuti restar molto.. (almeno così pensava..)

Io mi diressi al piano bar.. uhmmm quanta scelta... tequila.. rum.. gin.. e vodka.. ecco qui.. direi che dopo il bianco sarti un bel quattro bianchi per rimanere in tema ci sta! niente ghiaccio... ma.. col freddo che fa, forse è anche meglio...

 Fabio accese il giradischi di suo nonno.. viva paganini di Mario Renzi.. splendida...

http://www.youtube.com/watch?v=YoULoEBTSyI 

ecco si... adesso si...

si corre con la mente..

col corpo...

 comincio a girare intorno a un tavolo inseguita da G che mi guarda con quegli occhi che la sanno lunga su quali siano i suoi desideri adesso...

rido..

scappo.. mi abbraccio a fabio che mi stringe a sè...

G. si ferma, ci guarda.

 Noi guardiamo lui... io sorrido ancora e alzo il volume...

 Fabio sposta lentamente la stufa..

 e tutti e tre ci dirigiamo verso la camera da letto...

Mora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

I miei link preferiti

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Ultime visite al Blog

agenziadellafollia27primaVERAutinvestemorenaindelicataemcdue0mpt2003trampolinotonanteBizarreLovemesengerfusilloooandroid5.1DuDuDu.DaDaDa1PostFata.Resurgocorinna_00ossimora
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom