Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraaldo.amoroso1949giovanni.rossi20lenita2003Arianna1921amistad.siempregiovaltivictor531S.E.S.S.O.2piccimaxg.mastrandreamarinovanniDARIO9934Sfabiopallotticuonzo0
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Con sincero affetto e stima.Il boomerang della Greta »

Miti e templi.

Post n°1811 pubblicato il 02 Novembre 2021 da fedechiara
 

Miti e templi.
Mi sono sempre chiesto quale lontana origine e mirabili fantasie di avi mistici avessero quelle curiose divinità pagane di cui ai templi indiani e/o egiziani. Che davano vita concreta di sculture e immagini divine dipinte sui templi a loro dedicati e avevano il supporto letterario, sgorgato da chissà quali menti di avi lontani, di miti delle origini (del cosmo, della nascita dell'uomo) affascinanti e suggestive, ma ridotte, poi, all'unum del 'vero e solo Dio' ebraico e islamico con ferocia di distruzioni e persecuzioni lungo i secoli.
E Khnum era un dio creatore con testa d'ariete e corna relative che dava vita agli uomini plasmandoli con argilla e creta sul suo cosmico tornio delle origini – e questa storia della creta che dà forma, a mano libera, ad Adamo progenitore riappare nel mito del paradiso terrestre di quelli che, secoli più tardi, furono detti i 'cristiani'. Ma già, nelle nebbie del Tempo, si cancellavano e venivano inghiottiti dai vortici della sabbia gli dei-animali - e le civiltà degli uomini si accavallano l'una sull'altra guidate dal dio della guerra divorando e annichilendo i miti primigeni.
E, se non fosse per l'archeologia e i suoi sacerdoti nelle università, non ne riemergerebbe il ricordo lontano e non avremmo contezza di tanta ricchezza di fantasie che ci stupiscono e non ne visiteremmo i templi riaffiorati dalla sabbia e non ne ammireremmo le splendide sculture e pitture parietali. Onore ai postmoderni eroi della memoria.
Il tempio di Khnum, il dio vasaio.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog