Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaraQuartoProvvisoriocassetta2f.cicci35logiudice.augustomartellodgl13VIOLA_DIMARZOcostel93fvincenzo641Prelude2012andy78hiannaautocai71andreamella
 

Ultimi commenti

Grazie.
Inviato da: fedechiara
il 22/09/2022 alle 20:47
 
Ho riportato, nel mio ultimo post, uno stralcio...
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 20/09/2022 alle 12:25
 
Inizio a pensare al cambio di stagione, ma solo perché...
Inviato da: cassetta2
il 21/08/2022 alle 10:48
 
Quanto ho amato Giuni Russo
Inviato da: cassetta2
il 20/08/2022 alle 10:30
 
Grazie, Viola, sei gentile.
Inviato da: fedechiara
il 22/07/2022 alle 09:03
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« A settembre si farà meglio?...che anche Fanfani e R... »

Nata il 4 luglio.

Post n°2147 pubblicato il 04 Luglio 2022 da fedechiara
 

  • Nata il 4 luglio.

  • Gli anticorpi sociali dell'America non funzionano a dovere. Dice di sé (dicono di lei) che è la più grande democrazia liberale del pianeta, ma non è andata esente da brogli ripetuti nel corso della sua storia e il 'maccartismo' costituisce un vulnus profondo tuttora non abbastanza metabolizzato e analizzato. E il suo tanto vantato 'melting pot 'è nato nel sangue della terribile guerra di Secessione e si macchiato delle ricorrenti guerre per bande intestine di nuovi affluenti con centinaia di morti ad ogni ricorrere dei moti violenti di una difficilissima coabitazione.
    'Gangs of New York' è narrazione cinematografica storicamente documentata e perfino indulgente nel mostrare 'di che lacrime grondi e di che sangue' la difficile coesistenza di popoli e culture malamente affratellati e le dominanze 'wasp' e le corruzioni.
    Purtuttavia alla frontiera con il Messico si danno ostinato convegno orde di miserabili provenienti dai paesi della Mesoamerica intenzionati a partecipare al banchetto delle accoglienti metropoli.
    E l'America, ossessionata dalla lotta dura ai comunismi, si è misurata con la più tremenda guerra per procura della sua storia in Vietnam ed ha pagato pegno di migliaia di morti suoi e dei 'maledetti vietcong' - che la vinsero e la costrinsero alla vergognosa ritirata - con gli elicotteri che prendevano il volo dal tetto dell'ambasciata a Saigon e il regime fantoccio che collassava in parallelo.
    Di questo ci parla, con rara efficacia, il bel film 'Nato il 4 luglio' di O. Stone. Ma la lezione di quella storica, spaventosa sconfitta non è bastata a far funzionare gli anticorpi di altre sue guerre disastrose. L'Irak, per dirne una, e la più recente dell'Afganistan, dove hanno lasciato tonnellate di armamenti al nemico talebano - e la popolazione femminile di una azzardata democrazia fragilmente imposta in gramaglie e tristo ritorno al monachesimo islamico dei burqa.
    L'America ama la guerra, si direbbe, è nel suo dna malato di potenza geo strategica arrogante e impunita - che non si è peritata di brigare, alle soglie del terzo millennio, con i vituperati mezzi di sempre (i golpe ispirati dalla C.i.a. per sintetizzare) nell'Ucraina a vocazione nazionalista nazistoide per cingere d'assedio Nato lo storico nemico russo - e oggi combatte l'ennesima guerra per procura con il supporto cieco e stupido dei paesi satelliti di Europa, che approvano sanzioni-boomerang nei confronti della Russia e costringono i loro cittadini, già stremati da una lunghissima pandemia, a subire e a pagare in bolletta energetica l'ennesima crisi economica di importazione americana.
    E lo slogan suggestivo, smentito dal teatro di guerra e dalle operazioni sul terreno, è 'La Russia non deve vincere', ma è facile profezia che questa guerra non la vincerà (nuovamente) l'America con i suoi stolidi alleati perché lo sfondo della terza guerra mondiale in corso è il film del dottor Stranamore di S. Kubrik - con finale in Hiroshima e Nagasaki due (e centinaia di megatoni di bombe più potenti e distruttive).
    Una guerra con sbocco di esplosioni termonucleari sulle principali metropoli europee e americane, oltrechè russe, e la Cina in prudente attesa di supervisionare i cimiteri dell'Occidente e del suo vicino per affermarsi quale sola potenza sopravvissuta dopo l'Olocausto nucleare.
    Nata il 4 luglio, ma mal vissuta fino ad oggi e gravemente ammalata di una incurabile malattia bellica. Lo storico cancro alle ossa dell'America che la porterà alla tomba nucleare.
  • Potrebbe essere un'immagine raffigurante elicottero e attività all'aperto
  • HUFFINGTONPOST.IT
    "Ai soldati dicevano: Andate e sparate, i vietnamiti non sono umani". 50 anni fa queste fotografie fecero vergognare l'America

  • Origini e Storia delle Gangs di New York - SentieriSelvaggi
    SENTIERISELVAGGI.IT
    Origini e Storia delle Gangs di New York - SentieriSelvaggi

 
 
 
Vai alla Home Page del blog