Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaramlrossisArianna1921fabturollamartellodgl13QuartoProvvisorioVIOLA_DIMARZOmonellaccio19arcangelo.paduanocassetta2f.cicci35logiudice.augustocostel93fvincenzo641
 

Ultimi commenti

Assolutamente sì! dobbiamo aver fiducia.
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 27/09/2022 alle 10:34
 
Si era toccato il fondo, Viola, e si era perfino cominciato...
Inviato da: fedechiara
il 26/09/2022 alle 20:52
 
Ben detto. Ma al di là di ogni analisi politica, diciamo...
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 26/09/2022 alle 16:24
 
Grazie.
Inviato da: fedechiara
il 22/09/2022 alle 20:47
 
Ho riportato, nel mio ultimo post, uno stralcio...
Inviato da: VIOLA_DIMARZO
il 20/09/2022 alle 12:25
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« L'impossibile 'princip...Nata il 4 luglio. »

A settembre si farà meglio?

Post n°2146 pubblicato il 04 Luglio 2022 da fedechiara
 

  • L'estate dei nostri scontenti. 04 luglio 2020

  • E, mentre prendono a correre i primi giorni di una estate mai così intensamente agognata, emergono, dai flutti di una informazione impazzita (una e propria 'infodemia' ), le verità che intuivamo confusamente, depressi e reclusi nelle prigioni domestiche, ma una marea di 'esperti' filo governativi le contrastavano efficacemente dai video e nelle voci di una stampa 'embedded', vera e propria stampa di regime s-governativo.
    E molto di ciò che ci è stato raccomandato, le separazioni, i 'distanziamenti', le atroci mascherine sui visi, - plastica raffigurazione di una demenza collettiva che si sfilaccia nei giorni caldi dell'estate al mare e sui monti – ci appare sempre più essere stata una delle tante onde di tsunami di una follia globale e planetaria le cui distruzioni e le faticose rinascite ci raccontano gli storici che rivisitano la Storia, una volta sedata la convulsa narrazione della tragedia.
    E su quell'onda che ci ha travolti abbiamo sacrificato le economie e i posti di lavoro già precari di loro e tutti i fragilissimi equilibri che reggono il p.i.l. – e abbiamo chiuso tutto da notte come lugubri guardiani e rallentato le sinapsi neuronali di ognuno e tutti, al punto che gli abbracci, il sale delle vite nostre, fatichiamo tuttora a darceli anche fra 'congiunti'.
    'Congiunti' : nuova parola d'ordine che si insinua nella ragnatela dei divieti e dei decreti della presidenza del consiglio dei ministri e degli occhiuti governatori e ci permette di guardarci finalmente negli occhi e cogliere il respiro libero del nostro prossimo. Quel respiro che abbiamo soffocato dietro le orrende mascherine che non vediamo l'ora di gettare nei bidoni del 'secco' fuori di casa.
    Liberi tutti dagli incubi notturni che ancora ci capita di sognare, maledizione! complici le predizioni a tamburo battente degli uccelli del malaugurio pandemico che ancora impazzano nelle tivù e sui giornali e trovano eco negli uffici regionali e di s-governo.


    *Hanno ucciso le persone intubandole.*
    Finalmente i nodi vengono al pettine.
    Il ricercatore Paquale Bacco, insieme al virologo Giulio Tarro e al magistrato Angelo Giorgianni, presenteranno un esposto contro il Governo e faranno ricorso alla Corte di Giustizia europea per le misure adottate durante la pandemia.
    I tre esperti lo faranno attraverso la loro associazione "L'Eretico" cui fanno parte già circa 2mila medici e giuristi. Nell'esposto, come si legge in una nota stampa, si mettono in evidenza una serie di aspetti della malagestione dell'emergenza Covid-19 in Italia, in particolare sotto il profilo medico-scientifico, epidemiologico e giuridico.
    "Approcci diagnostici sbagliati, cure inappropriate, misure di contenimento del contagio e di sicurezza scriteriate, in vigore ancora oggi: per gli esperti dell'Eretico sono stati calpestati i diritti dei cittadini tutelati dalla Costituzione italiana e in sede internazionale" scrivono Tarro, Bacco e Giorganni nella nota.
    "Noi abbiamo ucciso le persone anche se in buona fede perché si era dinanzi ad una situazione nuova, ma in terapia intensiva è stata applicata una cura sbagliata. Si diceva di non utilizzare gli antinfammatori che ora invece sono alla base della nuova terapia, non veniva utilizzata l'eparina ed è stata effettuata la ventilazione profonda. Io ho visto le basi dei polmoni di pazienti Covid, durante le autopsie, ed erano completamente ustionate perché l'ossigeno puro mandato ad una certa pressione ha creato una vera e propria ustione. Poi si creavano le tromboembolie perché l'ossigeno non circolava in quanto i polmoni erano occlusi. I medici hanno seguito le linee guida del governo utilizzando un protocollo completamente sbagliato. È stato come curare un diabetico con lo zucchero." ha dichiarato a ilGiornale.it Pasquale Bacco.
    Non è finita. Sotto accusa, nell'esposto, c'è anche l'uso delle mascherine, "per il quale lo stesso ministero della Salute prevede possibili controindicazioni", e la somministrazione del vaccino. Il comitato legale dell'associazione "L'Eretico" ha già predisposto il modulo che i cittadini potranno utilizzare per chiedere al proprio datore di lavoro (o al dirigente scolastico, in caso di scuole) "di assumersi la responsabilità civile e penale per gli eventuali danni alla salute derivanti dall’uso del dispositivo. Un modulo analogo è stato preparato per l’assunzione di responsabilità del medico o del pediatra di libera scelta nei confronti del paziente (e dell’Asl nei confronti del medico) laddove sia disposta la somministrazione di un vaccino obbligatorio. Il consenso informato del paziente è richiesto per legge: eventuali controindicazioni derivanti dalla cura devono essere indicate dal medico perché il paziente possa decidere se accettare o meno la cura e i suoi possibili danni" scrivono gli associati. I moduli sono stati pubblicati sul sito dell'associazione ed "è possibile scaricarli gratuitamente" come fa sapere Bacco.
    "La cosa più brutta - ha concluso il medico legale -è che nessuno ha chiesto scusa, ora è un dato che sono state applicate le terapie sbagliate e nessuno ha detto 'Abbiamo sbagliato'".
  • Il Dottor Massimo Citro la dittatura sanitaria un inganno globale chiamato COVID19
    YOUTUBE.COM
    Il Dottor Massimo Citro la dittatura sanitaria un inganno globale chiamato COVID19
    Il Dottor Massimo Citro la dittatura sanitaria un inganno globale chiamato COVID19

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=16382320

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento