Creato da nick66 il 10/12/2005

SOLO JUVENTUS

Il blog di Nick66

 

« THE DAY AFTER: Ve lo ric...FINE CORSA A SAN SIRO PE... »

CON JUVENTUS-PARMA, FINALMENTE CHIUSA L'ERA DEL "PROGETTO"

Post n°355 pubblicato il 10 Maggio 2010 da nick66
 

 

Aspettando che inizi l’era di Andrea Agnelli, la Juventus saluta il proprio pubblico con un’altra sconfitta (la sesta casalinga). E’ la quattordicesima in campionato, ne manca solo una per eguagliare il primato negativo della stagione 1961-62. C’ è una sostanziale differenza però rispetto a cinquant’anni fa. La squadra di allora, dopo aver conquistato tre scudetti e due coppe Italia negli ultimi quattro anni, era arrivata alla fine di un ciclo vincente senza sostituire adeguatamente Boniperti, con il vizio di un Sivori bizzoso e con un Charles a mezzo servizio. La Juventus di oggi è invece al capolinea di un fantomatico progetto quinquennale abortito con un anno di anticipo. Sono stati per lo meno un centinaio i milioni di euro dilapidati in disastrose campagne acquisti dalla palese incompetenza di chi si è preso sulle spalle la gestione dell’area tecnica bianconera nel post Calciopoli. E oggi appare inspiegabile come Andrea Agnelli sia costretto ad imbarcare come futuro a.d. il fardello di Jean-Claude Blanc, il maggiore responsabile di questo fallimento, nel progetto di rifondazione della casa bianconera. E' suo il merito del nuovo stadio? Sarebbe un po’ come rendere gli onori all’ultimo staffettista che vince una gara, ignorando chi il testimone del nuovo stadio lo portava già dal 1997, per vederselo sfilare dalle mani nell’imboscata dell’estate del 2006. Fu la fine di un’era, quella dei dodici anni della Triade.

Anche quella contro il Parma è stata a suo modo una partita storica, perché ha segnato la fine di un’altra era, la più disastrosa della storia bianconera. Dalla discutibile gestione di Calciopoli alle cobollate, dall’assenza di un progetto tecnico adeguato alla sciagurata concentrazione delle tre cariche più importanti sulle spalle dell’uno e trino francese. Quello che è successo è una logica conseguenza di scelte tanto tafazziane. L’ultima della serie si è rivelata quella di affidare la panchina a un pensionato che forse nello spogliatoio sarà pure riuscito a fare lo psicologo, ma che come allenatore è riuscito a fare peggio di chi l’ha preceduto. Zaccheroni ha totalizzato una media punti di 1,37 a partita (22 punti in 16 partite), mentre Ferrara ha una media di 1,57 punti a partita (33 punti in 21 partite). Anche nel caso di una vittoria a San Siro lo score di Zac risulterà peggiore di quello di Ciro. Contro il Parma è andato in scena il solito copione. Una squadra improbabile con poco ritmo, e che ha giocato a strappi, incapace di manovrare trame di gioco degne di una squadra di livello. Tutto quello che è riuscita a fare è stato quello di affidarsi a ripartenze senza sbocchi o perché Diego (quello dei due tocchi...) caracollava con la palla fino a quando la perdeva, oppure perché magari Melo sbagliava l’appoggio, mentre Marchisio si ingrigiva con il passare dei minuti e Poulsen si preoccupava del suo compitino. Ma diciamo anche che con la staticità dei due là davanti non dev’essere facile fare i centrocampisti. Poco si poteva pretendere dalla spinta sulle fasce dal rientrante Caceres e da un De Ceglie che ha confermato una volta di più i propri limiti. In difesa sono state forti le responsabilità di un Cannavaro improponibile sul secondo gol degli ospiti, mentre Chiellini, oltre a tamponare, ha cercato generosamente anche di spingersi in avanti, pur se con poco costrutto.

Interesserà la statistica il fatto che Del Piero, con il gol segnato oggi, il numero 177, è arrivato a una sola rete di distanza da Boniperti quanto a reti segnate con la maglia bianconera in campionato. Ci perdonerà il capitano se comunque troviamo stucchevoli le ormai solite celebrazioni autoreferenziali che arrivano dal suo palchetto, visto lo stato in cui versa la squadra. Difficile fare peggio, ma non impossibile, perché ci sono stati i soliti imbecilli che hanno inscenato una protesta a botti di bombe carta, con il rischio di far sospendere la partita. Fra tutte le forme di contestazione quella dei bombaroli ci sembra la più stupida e penalizzante, anche per chi avrebbe tutto il diritto di fischiare e chiedere che qualcuno paghi il conto per lo sconcio di questo campionato.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

                 PER ORDINARLO

      CLICCA SULLA COPERTINA

 

 

PER ORDINARLO

CLICCA SULLLA COPERTINA

 

CLICCA SU LOGO

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: nick66
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 54
Prov: PD
 

MI RITORNI IN MENTE...

 

SOLO PER CHI AMA LA JUVE

 

LA MIA JUVENTUS...

 

PINZOLO 2009: "MAGNIFICENT!"

 

PINZOLO 2008: PICCOLI JUVENTINI CRESCONO

 

PINZOLO 2007:IL SOGNO CONTINUA

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ziopalmfrancesco.ienzicarlitosbuzzkoradgl1T.SignoriniFrance.Costaas.trailcieloeilmarekrupoviesa1Terzo_Blog.Giustyu82simon741salvabaronangelo76760hamtyler_resistancevito78dermo
 

ULTIMI COMMENTI

Per queste cose nessuno pare avere occhi e orecchie, primo...
Inviato da: bradipoafricano
il 27/03/2011 alle 14:03
 
salve, sono pinturicchio94, blogger di...
Inviato da: Pinturicchio_94
il 18/12/2010 alle 17:42
 
Ottimo post anche per me.. grazie.
Inviato da: ordw
il 29/10/2010 alle 14:46
 
gran bel post!
Inviato da: resistenzabianconera
il 13/09/2010 alle 22:25
 
Ne sono (giÓ) sicuro A presto!
Inviato da: cronachebianconere
il 06/09/2010 alle 06:58
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

NOTE LEGALI

L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog (info@nicolanegro.it) che provvederà alla loro pronta rimozione.