Creato da stabia_info il 19/06/2007

STABIA NEWS

Notizie dell'hinterland stabiese

 

« Castellammare di Stabia:...Lega Pro: Juve Stabia-Ca... »

Castellammare: Bancarotta società comunale di rifiuti, 4 arresti

Post n°17768 pubblicato il 09 Gennaio 2015 da stabia_info
 
Foto di stabia_info

Finiscono in manette quattro «colletti bianchi» nominati dalla giunta dell’ex sindaco di Castellammare di Stabia Luigi Bobbio: sono accusati della bancarotta fraudolenta della società «Multiservizi» (partecipata del Comune che si occupava della gestione dei rifiuti) e corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e peculato. Oltre 20 milioni di debiti il passivo della partecipata fallita, per la quale i 4 professionisti finiti in manette oggi erano incaricati della gestione. Spariti anche i documenti contabili e debiti milionari con Equitalia per mancato versamento di tributi.

In manette sono finiti Monica Baldassarre, commercialista originaria di Chieti, che era stata nominata da Bobbio come amministratore unico il 18 ottobre del 2010 e successivamente passata al ruolo di direttore generale fino al 14 gennaio dello scorso anno. Arrestato anche Franco Rossi (di Chieti) nominato amministratore della Multiservizi il 28 aprile del 2011. Inoltre, il commercialista napoletano Felice Marinelli (attuale amministratore di Napoli Sociale) e Francesco De Vita, nominati consulenti da Bobbio (il 30 settembre del 2010), il primo come consulente del Comune in materia societaria e, in contemporanea, consulente della Multiservizi Spa, in pratica, secondo gli investigatori, cumulava due incarichi identici (con previsione di compenso superiore a 50mila euro per il primo e 150mila per il secondo).

De Vita, incaricato dall’ex sindaco coordinatore tecnico della Cabina di Regia, aveva una previsione di compenso pari a 180mila euro, più rimborsi spesa sui quali è in corso un altro processo. Il gip della procura di Torre Annunziata ritiene che per De Vita si tratti di compensi sproporzionati, considerando che il suo ruolo di legale, veniva pagato al suo predecessore con 3.600 euro all’anno. L’ordinanza eseguita dalla Guardia di Finanza di Castellammare di Stabia, firmata dal procuratore capo di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico, contiene accuse nei confronti della Baldassarre e di Rossi che, con la partecipazione di De Vita e Marinelli, «hanno condotto la Multiservizi al fallimento nella consapevolezza dello stato comatoso dei suoi conti e della loro stessa inerzia nel porre in essere attività volte al rilancio della partecipata» che ha un passivo fallimentare di oltre 20 milioni di euro. Per Baldassarre e Rossi si ritengono, inoltre, consumati reati tributari per omesso versamento di tributi e il reato documentale e sottrazione e occultamento delle scritture contabili della società di cui non vi è traccia, creando un debito milionario con Equitalia. Fonte: Il Corriere del Mezzogiorno

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

FACEBOOK

 
 

PER INFO, SEGNALAZIONI, SUGGERIMENTI E RECLAMI

CONTATTAMI SU MSN

 
 


immagineShinystat

immagine

immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
 

web counter

 
 

AREA PERSONALE

 

LA RADIOCRONACA DELLA JUVE STABIA SUL GUESTBOOK

 
http://blog.libero.it/STABIA è un blog d’informazione senza scopi di lucro. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.