like a rat in a cage

darkEden

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

primaiopoituicy.n.deepclasisssunrougecolucihedericagattomaciounamamma1maridaurbanoQBa38Moltheniacassetta2maskera67pgmmadolcemente.severo
 

 

« Novembre

trasformazioni

Post n°299 pubblicato il 04 Gennaio 2011 da clasiss

Purtroppo quest'anno è mancato il mio post di fine anno in quanto ero in montagna senza pc e senza internet. L'ultimo post che ho scritto sapeva di amarezza e dolore, oggi, con questo, cercherò di fare onore all'aria che sto respirando, al sentimento che sto vivendo ed al tempo che sta trascorrendo.
Oggi è 4 Gennaio 2011, una data che fino ad oggi rappresentava per me solo un numero su un calendario, solo un altro giorno da sommare a tutti gli altri e cercare d vivere al meglio, un numero che magari il + delle volte non mi ha portato grosse novità o particolari momenti tanto da essere ricordati. 
Ma oggi, oggi è un giorno speciale anche se sta volgendo alla fine, rimarrà pur sempre un giorno speciale tanto da meritare un'eclissi parziale di sole, evento che ricapiterà fra tantissimi anni.
Oggi è il mio giorno speciale, è una ricorrenza, sono trascorsi 30 giorni da quel 04 Dicembre 2010 che ha letteralmente stravolto la mia vita. Sono stata travolta da uno tsunami, da un'onda che tuttora mi avvolge, mi culla, mi porta di qua e di là, facendomi danzare in un ritmo meravigliosamente pieno.
MI sono innamorata ed è una sensazione fantastica, è una sensazione che ti permette di lanciare il guanto di sfida contro il mondo, che ti permette di pensare e credere che "nonostante tutto, ce la puoi fare...", perchè adesso nn si deve lottare solo per se stessi, ma si deve lottare per qualcosa di molto più grande, di molto + importante, un qualcosa che ha dato un significato diverso alla mia esistenza. Esistenza che prima era LAVORO,LAVORO,LAVORO, era cercare di curare con il Lavoro, tutti i malcontenti, le nostalgie e le mancanze e cercare di fare finta che ciò fosse sufficiente ad ignorare il sapore amaro della solitudine.
E ad un tratto sei arrivato tu...Tu che fai diventare me il tuo primo pensiero, l'oggetto dei tuoi sorrisi, dei tuoi baci, l'interlocutore dei tuoi pensieri, Tu che mi guardi come se fossi la cosa più bella mai vista prima, Tu che ad ogni sguardo, ti porti via una parte di me.
Mille volte mi sono detta che siamo diversi, che veniamo da mondi diversi e che abbiamo visto e vissute cose tra di loro opposte, eppure abbiamo sviluppato gli stessi desideri in ordine alla vita che vogliamo, le stesse negazioni in ordine a quello che non vogliamo, tutte cose che sentiamo adesso, che esistono adesso e che ci accompagnano oggi.
Ci siamo sussurati promesse davanti alla Luna, io le ho ripetute alle montagne innevate, le ho ripetute al tuo ed al mio Mare, chiedendo loro di venirmi in soccorso nel caso, un giorno, non le dovessi ricordare bene, anche se adesso non c'è pericolo perchè le trovo tutte scritte sul tuo volto quando mi fermo a guardarlo.
Tutti mi dicono di andare piano, di stare attenta, di non correre e so che hanno ragione che il giusto sarebbe seguire quanto mi dicono ma non posso farlo, non posso ridurre ciò che sento, non posso ridimensionarlo, nn posso dirmi che ciò che provo non è poi così forte come sembra, non è così importante...non posso. So che sto rischiando, so che a " a 'sto giro, vado a farmi male" ma so anche che non può essere altrimenti.

Me l'hai fatta ascoltare...ed io ero tanto albero prima di incontrarti....

" E raccontano che lui si trasformò
in albero e che fu
per scelta sua che si fermò
e stava lì a guardare
la terra partorire fiori nuovi
così
fu nido per conigli e colibrì
il vento gl'insegnò i sapori di
di resina e di miele selvatico
e pioggia lo bagnò
la mia felicità - diceva dentro se stesso -
ecco... ecco... l'ho trovata ora che
ora che sto bene
e che ho tutto il tempo per me
non ho più bisogno di nessuno
ecco la bellezza della vita che cos'è
"ma un giorno passarono di lì
due occhi di fanciulla
due occhi che avevano rubato al cielo
un po' della sua vernice"
e sentì tremar la sua radice
quanto smarrimento d'improvviso dentro sé
quello che solo un uomo senza donna sa che cos'è
e allungò i suoi rami
per toccarla
capì che la felicità non è mai la metà
di un infinito
ora era insieme luna e sole
sasso e nuvola
era insieme riso e pianto
o soltanto
era un uomo che cominciava a vivere
ora
era il canto che riempiva
la sua grande
immensa solitudine
era quella parte vera
che ogni favola d'amore
racchiude in sé
per poterci credere"

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: clasiss
Data di creazione: 13/02/2005
 

PROPOSITI 2009

1)Tagliare con i fantasmi del passato
2)Abilitarsi
3)Dimagrire
4)Fare un viaggio oltre confine prima dell'Estate

 

APPUNTAMENTI DELLA MIA VITA

30/06/07 GODS OF METAL- Milano

4-15/07/07 La tempesta -Globe Theatre-Roma

21-5/07(8)/07 Sogno di una notte di mezza estate -Globe Theatre-Roma

30/08/07  Tetes de bois - Bari

8/09/07  La notte Bianca ---> Franco Battiato

11-12/09/07  Notre d'ame de Paris- Stadio dei Marmi -Roma

22/10/07 Seduta di Laurea

25/10/07 Giulietta & Romeo - Gran Teatro-Roma 

17/11/07 Porcupine tree + Anathema - Tendastrisce -Roma