Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

« Una tempesta emotiva..Un po' di galanteria.. »

Sono sempre io a decidere..

Post n°8659 pubblicato il 17 Marzo 2019 da nina.monamour

Immagine correlata


Qualcuno dice...“non bisogna mai smettere di lottare per le cose che si desiderano”. Mi trovo abbastanza in accordo con questa affermazione, ma oggi voglio chiedervi se vi è mai capitato di lottare moltissimo per cambiare qualcosa che alla fine è rimasto come era. Abbiamo avuto forse la sensazione di doverci rassegnare? E questo ci ha portato a sentirci demotivati, stanchi o magari anche un po’ sconfortati?

Quante volte ci sarà capitato in effetti di ostinarci dinanzi a qualcosa che non andava nel verso giusto oppure di fronte a persone che non si mostravano per come noi le desideravamo. Allora forse ci siamo impegnati a voler cambiare ancor di più la realtà fino allo stremo delle nostre forze. Magari per poi alla fine consolarci dicendoci "le ho provate tutte..".

Forse possiamo cominciare a riflettere su quanto abbiamo bisogno di lottare in maniera ripetuta ed ostinata per poi arrivare a sentirci impotenti e frustrati ma anche legittimati nel poterci rassegnare. Forse possiamo fermarci prima e cominciare a sentire dentro di noi che ci sono delle cose che nella realtà esterna non possiamo cambiare, e non si tratta di rassegnazione, bensì di accettazione.

L’accettazione parte dalla possibilità di riconoscere dentro di noi il limite oltre cui non possiamo andare, e soprattutto oltre il quale non vogliamo andare. Probabilmente alcune cose della realtà che ci circonda non cambieranno, ma può cambiare il nostro modo di vederle e di percepirle, proprio attraverso l’accettazione di alcune parti di noi.

Siamo cresciuti e viviamo in una società improntata molto più sul "fare" che sul "sentire", siamo abituati a far corrispondere il nostro successo con quello che facciamo in termini pratici, "più mi adopero più sono bravo", quindi se mi fermo non valgo nulla, sono rassegnataria. Occorre invece cominciare a sentire che se mi fermo è perchè riconosco che non posso tutto, non sono "onnipotente".

Ostinarmi può soltanto nuocermi e privarmi dell’ascolto di parti profonde che, se ascoltate invece, mi permetteranno di capire, senza troppa fatica, il limite oltre cui posso e voglio spingermi, ma sarò sempre io a deciderlo.

Accettare delle parti mie che forse non mi piacciono poi così tanto, può aiutarmi a mediare tra la mia voglia sana e ambiziosa di lottare per ciò che desidero e la mia altrettanto sana possibilità di riconoscere quando è il momento di fermarmi.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

BUONGIORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alfredo5700volami_nel_cuore33ritasimioe_d_e_l_w_e_i_s_sforchignone.fabiozacarias5tanmikmaresogno67TheArtIsJapan1nina.monamourElemento.Scostantedavide.russiellogigiover0NonnoRenzo0
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 188
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20