Creato da scricciolo68lbr il 17/02/2007

Pensieri e parole...

Riflessioni, emozioni, musica, idee e sogni di un internauta alle prese con la vita... Porto con me sempre il mio quaderno degli appunti, mi fermo, scrivo, riprendo il cammino... verso la Luce

 

Messaggi del 21/02/2024

STAMPA OCCIDENTALE E NAVALNY: DUE PESI E DUE MISURE.

Post n°1771 pubblicato il 21 Febbraio 2024 da scricciolo68lbr
 

CASO NAVALNY, TUTTI SCHIERATI CONTRO PUTIN.

Quando si dovette affrontare il caso del giornalista americano, Gonzalo Lira, eliminato da Zelensky, l'attenzione dei media mainstream occidentali fu ridotta ai minimi termini e pochissimi furono gli articoli dedicati, o i passaggi sulle TV,  perché così faceva comodo agli USA (https://www.lindipendente.online/2024/01/16/loscura-vicenda-di-gonzalo-lira-giornalista-morto-nelle-carcere-ucraine-nel-silenzio-dei-media/).
Scarsa attenzione ridotta ai minimi termini e pochissimi articoli o nulla, per Julian Assange, la cui sorte in queste ore si decide ( https://www.rainews.it/articoli/2024/02/assange-attesa-per-ludienza-sullestradizione-ma-anche-oggi-sara-assente-per-motivi-di-salute-2dbac2e8-718d-4836-aa97-2dd7193a59eb.html ).
Al contrario una quantità industriale invece di articoli, in chiave anti russa, per il ladro, omofobo e truffatore Navalny.
Addirittura è stato convocato l'ambascistore della Federazione Russa presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana, nella giornata del 21 febbraio 2024.
L'Ambasciatore della Federazione Russa in Italia, Alexey Paramonov è stato convocato presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana, e gli è stato manifestato il desiderio, da parte italiana, di ricevere chiarimenti in merito alle cause della morte di A. Navalny. All’Ambasciatore russo sono state manifestate alcune valutazioni politicamente "faziose" in merito alla situazione politica interna della Russia, in linea con quella lettura antirussa parziale dei fatti, concordata a livello dei Paesi occidentali.

Come risposta ai diplomatici italiani, è stato spiegato che il motivo alla base della convocazione dell'Ambasciatore russo in Italia presso il Ministero degli Esteri italiano è una questione puramente interna che riguarda solo la parte russa; la quale, come già dichiarato, sta effettuando tutte le perizie e gli accertamenti investigativi necessari, in conformità con la legislazione della Federazione Russa, al fine di individuare le cause reali dell'incidente e, ove sussistono, le relative responsabilità.
Inoltre è stato sottolineato che i tentativi dei Paesi occidentali di strumentalizzare politicamente la morte di A.Navalny nonché di formulare accuse di vario genere contro Mosca, che fomentano e condizionano artificiosamente sia la critica, e l'ostilità nei confronti delle autorità russe, e sia un più generico sentimento avverso la Federazione Russa, sono pretestuosi, inutili e inaccettabili sotto tutti i punti di vista.
Questi sono i media Occidentali: asserviti al despota statunitense. 
Sono una fucina e un deposito di menzogne strumentali e pretestuose. 
Eccoli qui i cosiddetti PROFESSIONISTI DELL'INFORMAZIONE. Lascio a voi le debite considerazioni.

 
 
 

LOGO DELLA RANA SUI CIBI, SE POTETE EVITATELI!

Post n°1770 pubblicato il 21 Febbraio 2024 da scricciolo68lbr
 

Logo della rana “Rainforest Alliance”, cos’è e dove si trova?

 

Provo a fare chiarezza, dopo avere letto diversi articoli sul significato del logo della "rana" “Rainforest Alliance”, di recente oggetto di dibattito, scopriamo cos’è e dove si trova.

Esordisco immediatamente dicendo che il logo della rana “Rainforest Alliance” è stato di recente oggetto di alcune teorie che andiamo oggi a spiegare al fine di capire insieme che cos’è questo logo e dove si trova. Tali teorie ammetterebbero l'esistenza della mano di Bill Gates dietro le manovre che coinvolgono questo simbolo. Siccome nel recente passato il sig. Gates si è reso protagonista di un video che ha fatto il giro del mondo, video nel quale si parlava di pandemie, vaccini e riduzione della popolazione a livello mondiale, e guardacaso tutto questo prima che scoppiasse la psicopandemenza, ecco che le persone si spingono a collegare sempre qualcosa di losco e poco chiaro quando si parla di Bill Gates. E siccome siti on line come Open, di Mentana, Butac, Bufale, facta, Fanpage e molti altri, si sono subito prodigati ed affrettati a smentire qualsiasi sorta di complotto, dietro la presenza di questo simbolo, visto che in passato, per mia diretta esperienza, ogni volta che questi siti smentiscono, vuole dire che tutto il male che si pensa è reale... la mia è solo un'opinione, qui la espongo e la condivido, poi voi ragionate con le vostre teste e traete le dovute considerazioni.

Secondo quanto diffuso nell’ultimo periodo sui social, sembra che dietro questo logo si nascondano dei prodotti a cui è stato aggiunto un vaccino mRNA, per altri un pesticida, l'Atrazina, responabile di gravi conseguenze sugli organi di riproduzione. Questo logo sarebbe stato appunto sfruttato da Bill Gates per vaccinare inconsapevolmente coloro i quali assumono questi alimenti. L’invito da parte dei social è stato appunto quello di evitare l’acquisto di tali prodotti e ovviamente diffidarne. Chi prevede, come suol dirsi, provvede!

Posso affermare senza essere smentito che che, in primo luogo, la ranocchia si riferisce al logo della “Rainforest Alliance”. Bill Gates, ha fatto delle donazioni verso questa fondazione, anche se la sua ultima donazione risale al 2007 (fino agli ultimi dati del 2022).

Logo della rana “Rainforest Alliance”, in definitiva che cos’è? Si tratta del logo creato dalla “Rainforest Alliance”, un’organizzazione senza scopo di lucro, che vive appunto di donazioni (qui sta il problema) nata nel 1986, che si impegna nella salvaguardia delle foreste e dei prodotti delle foreste. Riguarda pertanto tutti gli alimenti tropicali che provengono da circa 80 paesi, nello specifico dall’Asia, dall’Africa dell’est, occidentale e centrale, dal Messico, dal centro sud America.

La certificazione con il logo della rana, indicherebbe che un alimento è realizzato con ingredienti che rispettano tre criteri, la sostenibilità sociale, economica ed ambientale. Come ben segnalato sul sito della “Rainforest Alliance”, la fondazione ha l’obiettivo di promuovere la tutela delle foreste, la salute degli alberi e del suolo, di prevenire l’estensione delle aree coltivate a scapito delle foreste.

Non solo, la fondazione prevede programmi di formazione e certificazione per gli agricoltori al fine di sviluppare pratiche di lavoro che permettano di contrastare difficili situazioni climatiche come siccità ed inondazioni. Infine, sono promossi e tutelati i diritti umani delle popolazioni rurali fornendo garanzia contro la violazione dei diritti umani delle popolazioni indigene. Rainforest Alliance contribuisce a creare un mondo in cui le persone e la natura prosperano insieme e in armonia.

Il logo della rana è stato scelto da oltre 30 anni proprio perché, come spiegato dalla “Rainforest Alliance”, le rane sono considerate dei bioindicatori che, se presenti, segnalano la salute dell’ambiente. Tuttavia ricordo anche la teoria della rana bollita, sotto il cui deretano viene acceso un fuoco, che scalda lentamente l'acqua dove la rana è immersa, che senza rendersene conto viene "cotta" a puntino lentamente, in maniera indolore, ma letale! A voi le solite deduzioni.

Il sigillo, quando trovato su un prodotto, indicherebbe così che almeno il 90 per cento degli ingredienti contenuti rispetterebbe i tre pilastri di sostenibilità promossi dalla fondazione. Per questo logo anche il WWf ne raccomanda la presenza, poiché un prodotto che presenta sulla confezione il logo della rana soddisfa standard elevati da un punto di vista ecologico e sociale.

Dove si trova il logo della rana “Rainforest Alliance”? Quali aziende hanno il simbolo della rana sui loro prodotti? Il logo è presente nei prodotti che in generale provengono dalle foreste tropicali e parliamo quindi di tè, caffè, cacao, banane e zucchero di canna.

Il sito della fondazione ”Rainforest Alliance” fornisce la lista delle aziende che hanno certificato i loro prodotti. La maggior parte di queste aziende sono estere, ma possiamo trovare diversi noti brand italiani o di aziende che possiamo trovare facilmente nei nostri negozi.

Elenco qui, alcune aziende che hanno aderito alla certificazione e che portano il logo della rana “Rainforest Alliance” sui loro prodotti che comprendono ingredienti di origine tropicale.

  • Lavazza, noto brand italiano del caffè
  • Caffè Gondoliere
  • Bristot sempre per il loro caffè
  • Caffè Musetti, altra realtà diffusa in Italia
  • Caffè Splendid
  • Nespresso, famoso marchio molto diffuso
  • Alpro, azienda nota soprattutto per le bevande vegetali, ha aderito alla certificazione della rana per quanto riguarda il caffè, nuovo prodotto proposto
  • Nestlè, prevede il logo della rana sui prodotti che contengono il cioccolato, come, ad esempio, i Kit Kat, il Nesquik, gli Smarties
  • Algida, per i prodotti con il cioccolato come i gelati Cucciolone, Cornetto e Magnum
  • Lipton, nota azienda del tè
  • Sir Wiston Tea, altro brand molto diffuso di tè inglesi
  • Yogi, nota per le tisane, ma anche per i tè
  • Nestea, sempre per il tè
  • Tè Infrè
  • Chiquita per la famose banane
  • Dole, ha scelto il logo della rana per banane ed ananas
  • La Lidl ha aderito per banane e caffè
  • McDonald’s ha certificato con il logo della rana caffè e tè che distribuisce

 

 

Logo della rana “Rainforce Alliance”, riflessioni finali.

L’argomento è molto dibattuto, ma c’è ancora poca, pochissima chiarezza in merito. È opportuno quindi fare delle riflessioni e trovare un equilibrio tra conoscenza e buon senso.

Quello che emerge dalla lista delle aziende coinvolte è che si tratta di brand molto famosi e molto commerciali. Sinceramente si tratta di aziende i cui prodotti non rientrano tra i miei acquisti abituali, ma solo occasionali, magari in vacanza, quando si è fuori casa e può capitare di prendere in autogrill un tè e vedersi offrire solo il tè Lipton.

Il logo della rana può quindi rappresentare una strategia per questi noti brand di allinearsi con la richiesta del mercato e delle agende economiche di chi ci governa, per essere in linea con i criteri di sostenibilità.

Potrebbe trattarsi di un marchio di facciata, di un sigillo che, certo, garantisce un’adesione a certi standard, ma per il 90 %, cosa che continuerebbe e probabilmente sta continuando a permettere alle aziende la possibilità di proseguire le abituali pratiche di produzione magari con uso di pesticidi e quant’altro.

Il logo della rana non è certo sinonimo di sicurezza alimentare, nemmeno di prodotti salutari, nemmeno di prodotti completamente sostenibili; pensiamo alle banane Chiquita o Dole con il logo, vendute in vaschette di polistirolo ed imballaggi in plastica. Comunque, non si tratta nemmeno di un sigillo che nasconde ingredienti subdoli a danno dell’umanità intera, come certi servizi sui social hanno cercato di diffondere. Cerchiamo di rimanere centrati, consapevoli e teniamo a bada paure ed allarmismi.

Quello che mi sento di suggerire, logo della rana o meno, è di orientarsi verso l’acquisto di alimenti naturali, non industriali e possibilmente biologici. Scegliamo cioccolata, caffè, tè e soprattutto banane ed ananas biologici, sempre garanzia di una maggiore sicurezza. La maggior parte dei prodotti di questi brand certificati non andrebbero inseriti nella quotidianità e nelle abitudini alimentari di persone attente e consapevoli della qualità di ciò che mangiano.

Probabilmente la RainForce Alliance è nata con altri scopi, con intenti più genuini e realmente a vantaggio delle popolazioni locali, dell’ambiente e della qualità delle produzioni, ma ad oggi il logo della rana sembra proprio essere solo un marchio di facciata e di copertura per famosi e potenti aziende... chi vuol capire capisca.

Prova ne è che un’azienda che io ritengo di qualità, che propone prodotti bio e Demeter, fino a qualche mese fa appariva tra le aziende aderenti ed il logo della rana era comparso su alcuni loro prodotti, lasciandomi davvero molto perplesso. Parlo della Vivani, azienda di cioccolato, da sempre impegnata in concrete azioni di sostenibilità e con filiere controllate e garantite. Ad oggi questa azienda non risulta più nell’elenco delle aziende che hanno scelto il logo della rana “Rainforce Alliance”.

Lascio a voi le dovute riflessioni! Usate la testa!

 

 
 
 

AREA PERSONALE

 

RADIO DJVOCE

 

PAROLE

   

     IL TIBET NASCE LIBERO

  LASCIAMO CHE RESTI TALE

                             i

Le parole.

                       I

Le parole contano
dille piano...
tante volte rimangono
fanno male anche se dette per rabbia
si ricordano
In qualche modo restano.
Le parole, quante volte rimangono
le parole feriscono
le parole ti cambiano
le parole confortano.
Le parole fanno danni invisibili
sono note che aiutano
e che la notte confortano.
                                  i
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

scricciolo68lbrcassetta2norise1there0perla88sQuartoProvvisoriom12ps12Kanty0ssurfinia60Rico65moroPenna_MagicaThirteen13daniela.g0starluci
 

I LINK PREFERITI

DECISIONI.

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

IMMAGINI DI TE

 

 

 

 

 

CONTATTO

 

 

PASSIONE

immagine


 

 

LIBERTÀ.

 

 

Affrontare ciò che ci spaventa

è il modo migliore per superare

ciò che ancora non si conosce.

 

 

 
 

ATTIMI

 

 

 

UN GIOCO!

 

 

EMOZIONI

 

 

 

 

 

PASSAGGI

Contatore accessi gratuito

 

 

ABBRACCIO

 

  

 

 

BOCCA

 

 

 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963