Tu e il Paradiso

Immagini sacre, preghiere e pensieri...dal Cielo

 

SE SIETE INFELICI NON RIMPROVERATELO A ME!

 

Io sono la Luce,

e voi non mi vedete.

  Io sono la Via,

e voi non mi seguite.

  Io sono la Verità,

e voi non mi credete.

 Io sono la Vita,

e voi non mi cercate.

 Io sono il Maestro,

e voi non mi ascoltate.

 Io sono il Capo,

e voi non mi obbedite.

 Io sono il vostro Dio,

e voi non mi pregate.

 Io sono il vostro grande Amico,

e voi non mi amate.

Hai ragione, o Gesù, troppo poco ti ricordiamo

e troppo poco ti amiamo, per questo siamo infelici.

Ma le tue braccia aperte ci invitano al tuo cuore

e ci assicurano il perdono.

Nel tuo cuore, fonte di luce,

ritroveremo la forza per seguirti Via, Verità e Vita;

la grazia per ascoltarti Capo e Maestro;

la gioia per amarti Dio di Amore,

Amico di quanti confidano in te. 

 

 

AREA PERSONALE

 

PREGHIERA A PADRE PIO

 

Tu povero nascesti, o Padre Pio 

come fu Cristo, il nostro Redentore,

compagna l'umiltà ti fu fedele,

 immensa la Tua fede nel Signore.

Simigliante a Gesù anche le piaghe, 

che Tu accettasti con rassegnazione

memore del penoso Suo Calvario e della tormentata Sua Passione.

Or che Tu godi dell'Eterna Luce, fulgente, radiosa ed infinita,

continuando a darci il Tuo aiuto 

mostrati a noi quel che Tu fosti in vita.

In questo mondo pieno di tristezza 

dona il sollievo a tutti i sofferenti,

infondi in noi l'amore in ogni cuore, 

la fratellanza tra le umane genti.

Noi affidiamo a Te le nostre pene, 

or che ormai sei più vicino a Dio,

fa quel che puoi per il nostro bene 

intercedi per Noi, o Padre Pio!

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« Preghiera per la riconci...Sant' Antonio da Padova... »

Sant'Andrea apostolo ( Patrono dei pescatori)

Post n°36 pubblicato il 11 Gennaio 2011 da osservandoilparadiso

Sant'Andrea apostolo ( Betsaida, 6 a. C. – Patrasso, 30 novembre 60), fratello maggiore di Simon Pietro, ebbe per la croce parole così teneramente e squisitamente appassionate, quali, forse, nessuno ebbe mai a dire.

 Estenuato dalle fatiche e dalle persecuzioni, sognava una sola cosa: morire crocifisso per Gesù, come Gesù morì crocifisso per lui.

Iddio lo esaudì: venne condannato al patibolo della croce.

Portato sul luogo del supplizio, Andrea, appena vide la croce, esclamò: « O buona croce, che dalle membra di Cristo ricevesti il decoro, da me lungamente desiderata, sollecitamente amata, senza interruzione desiderata, ora preparatami con immensa mia gioia, a te vengo ilare e gaudioso! Prendimi dagli uomini e riconsegnami al mio Maestro, affinchè, per mezzo tuo, mi riceva Colui che, per mezzo tuo, mi redense ».

Crocifisso dai carnefici ed innalzato sul patibolo vi rimase confìtto e sospeso due giorni interi. Durante quel tempo, non fece che istruire ed esortare una grande moltitudine, che, inorridita ma estatica, non si stancava di guardarlo e di ascoltarlo. In mezzo a così atroce spasimo, il suo volto era illuminato da una gioia di paradiso. Ad un tratto il suo volto si oscurò, si fece triste.

Che cosa era successo?

Il giudice, scosso e commosso dalle grida della folla, pensò di revocare la sentenza.

Ma sant'Andrea rifiutò, con tutta la forza del suo animo, una compassione che a lui sembrava cru­deltà.

« Mio Dio », esclama il santo apostolo, « mio Dio, io mi affido a voi, non mi negate questa grazia, la sola che vi domando, di morire su questa croce. No, o Signore, non permettete che mi depongano, ne che mi rendano questa vita che ho offerto a voi ».

Dio l'esaudì. La follia della croce in Andrea ebbe piena soddisfazione. Morì sulla croce per Cristo, come Cristo morì sulla croce per lui.

Sant'Andrea ricordò che a Gesù, mentre pendeva sanguinante dalla croce, i suoi nemici dissero : « Scendi dalla croce ».

Gesù l'avrebbe potuto, ma non lo volle fare. Volle rimanervi confitto sino all'ultimo respiro.

Fu questo il primo motivo che spiega l'amore e la follia di sant'Andrea per la croce.

Inoltre considerò la croce in ordine ai tesori che in se contiene : fu per mezzo della croce che la grazia venne sparsa nel mondo.

Infine la considerò in ordine al termine cui conduce, il cielo. « Per te (o croce), mi riceva (in cielo) Colui che, morente su di te, mi redense .

Se questi pensieri di sant'Andrea fossero scolpiti nella mente e nel cuore di ogni cristiano, quanto più la croce sarebbe amata! Quanto più il crocifisso sarebbe meditato, compatito e imitato!

Preghiera a Sant' Andrea

O glorioso S. Andrea, che con una intensa

predicazione del S. Vangelo, illuminaste le

menti  e  muoveste  i  cuori all'amore della

verità di una moltitudine di pagani, e

coraggiosamente e con gioia andaste incontro

ai tormenti del martirio, abbracciando la croce

sulla quale dovevate essere confitto, otteneteci la grazia

di amare sempre le croci e i patimenti di questa

terra per poterci assicurare i beni perfetti ed eterni del Cielo.

O potentissimo nostro avvocato S. Andrea,

consapevoli del vostro zelo apostolico,

del vostro eroico martirio e

della gloria che ora godete in Paradiso,

a voi noi ricorriamo,

oppressi dalle angustie di questa vita,

perché intercedendo presso il Signore,

otteniate a noi, al nostro paese, alle nostre famiglie,

a tutta la Chiesa aiuto e protezione,

perché possiamo vivere e morire santamente,

e eternamente amare, benedire e glorificare in Cielo

il Signore Dio infinitamente buono e santo.

Amen

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: osservandoilparadiso
Data di creazione: 13/12/2010
 

E' GRADITO ALLA MADONNA E A GESÙ

CHIEDIAMO AI SANTI DI INTERCEDERE PER NOI

Novena a Dio Padre e ai 9 Cori degli Angeli (per qualsiasi grazia)

Novena a S.Gianna Beretta Molla (per avere un figlio) -

Novena a S. Teresa di Lisieux - 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LA MADONNA CI ESORTA A RECITARE IL ROSARIO

 

A Fatima, a Lourdes e a Medjugorje la Madonna ha incitato insistentemente alla recita del Rosario

La Mamma celeste ci ha invitato a recitare il Rosario come arma potente contro il male.

Può sembrare una preghiera ripetitiva, invece è come due fidanzati che si dicono l'un l'altro tante volte "ti amo"... 

"Col Rosario si può ottenere tutto. 

Esso è come una lunga catena che lega il cielo alla terra; 

una delle estremità è nelle nostre mani e l'altra in quelle della S. Vergine. 

Finché il Rosario sarà recitato, Dio non potrà abbandonare il mondo, perché questa preghiera è potente sul suo cuore. 

La dolce Regina del Cielo non può dimenticare i suoi figli che, senza interruzione, ripetono le sue lodi. 

Il Rosario sale come incenso ai piedi dell'Onnipotente. 

Maria lo rinvia subito come una benefica rugiada, che viene a rigenerare i cuori. 

Non c'è preghiera che sia più gradita a Dio del Rosario". 

(S. Teresa )

" Durante un esorcismo, attraverso la persona posseduta, 

Satana mi ha detto : 

Ogni Ave Maria del Rosario, è per me una mazzata in testa ; 

se i cristiani conoscessero la potenza del Rosario, per me sarebbe finita ! " 

(Don Gabriele Amorh )

 

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nefertariirmirizzigiacobbeimmacolatacaiazzaricamo4otilbapf.comuccaribottazzofedericocapoarea_paolucciosvaldo.biasone0terry70dglzofia2dommirabilegrautosrl2013lela_71bar.vela
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom