Creato da namy0000 il 04/04/2010

Un mondo nuovo

Come creare un mondo nuovo

 

 

« Nel silenzioItalia P2 »

Ruolo padri e madri

Post n°3080 pubblicato il 10 Luglio 2019 da namy0000
 

Torniamo a ripensare il ruolo dei padri e delle madri

Basta con le statistiche sul consumo di droga. Il vero problema? La società ha cancellato gli adulti.

Anche quest’anno il 26 giugno – Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga – abbiamo sprecato un po’ di inchiostro per parlare di giovanissimi che si drogano, di statistiche, del parco di Rogoredo, di infiniti tipi di sostanze comparse sul mercato. Partiamo sempre dai cimiteri per parlare della vita.

Ci viene meglio continuare così, altrimenti dovremmo, con decisione, scegliere di offrire ai nostri figli (e purtroppo ai padri) una società diversa, nella quale i sogni, i progetti, le passioni, gli amori, i doveri, la felicità, la voglia di vivere non passano dalla libertà targata eroina e dalle emozioni chimiche, trangugiate a gogo.

L’altro giorno un quattordicenne vestito firmato, con il corpo tutto coperto di tatuaggi, mi ha detto, con serafica ingenuità: ‹‹Perché io devo essere l’unico stupido al mondo, se tutti gli altri amici si fanno?››. Davanti a tale dichiarazione di fede, pronunciata con profonda convinzione, cosa vai a dire?

Finiamola di sparare statistiche e di raccontare tragedie. Una società che ha cancellato gli adulti, che ogni giorno inventa un modo nuovo perché la giovinezza sia perenne e perché la maturità si esaurisca tra telefoni, spinelli, macchine e amori da strapazzo, non credo possa sperare di avere figli diversi, capaci di passare le ferie in una scuola di un paese dell’Africa, tra bambini dilaniati dalla violenza e lasciati sopravvivere bevendo acqua sporca e pomodori marci, come ho visto io.

Scrive Zagrebelsky: ‹‹Dove sono gli uomini e le donne adulti, coloro che hanno lasciato alle spalle i turbamenti, le fragilità, le contraddizioni, gli stili di vita, le cure del corpo, i linguaggi della giovinezza, per affrontare il presente con i suoi problemi, guardandolo in faccia senza timore, avendo capito che solo nella loro maturità sta la terapia che salverà padri e figli?››.

Finiamola di cercare i Sert e le comunità di recupero dalla tossicodipendenza, quando i ragazzi sono diventati, in pochi mesi, cadaveri. Arrivare prima significa capire che la vita non è de-generazione, ma ri-generazione. E in questo processo il ruolo dei padri è determinante. Posso dire che le madri generano e i padri ri-generano? (Antonio Mazzi, FC n. 27 del 7 luglio 2019).

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Unmondonuovo/trackback.php?msg=14515946

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
RavvedutiIn2
RavvedutiIn2 il 11/07/19 alle 18:35 via WEB
Sono un ex tossico . Eroina , sporadicamente anche cocaina , ma soprattutto eroina . Dai diciannove ai vent'otto anni circa . Uscitone senza comunità o altre menate , non ci ho mai creduto in questo modello di rieducazione . Se rieducazione è . Don Mazzi lo apprezzo ma fa parte anche lui di quella che io definisco ( e penso lo sia ) la " cura del dopo " . Cura che può anche funzionare una volta per tutte , ma anche no . Non mi è mancata neanche una ricaduta in tempi recenti , dalla quale sono uscito come ventisei - ventisette anni prima , cioè supporto psicologico da parte di una professionista , molto brava , con la quale son riuscito a parlare senza assurdi sensi di colpa . Ad essere sincero non credo che la droga , stante la società che i cosiddetti adulti ( fra i quali mi ritrovo anch'io , visto che ho 57 anni ) ci hanno lasciato , verrà vinta . Mi spiace dire ciò , ma credo parecchio nell'essere schietto e sincero , diretto , anche brutale e immediato se necessario . La società è marcia ad est e ad ovest , a nord come a sud . Noi siamo marci in quanto indifferenti , apatici . Meno naturalmente esempi come Don Mazzi , e tanti altri , ma che da soli non bastano . Occorre un rinnovamento sociale ed economico , ma anche e soprattutto spirituale , etico , morale : finché consentiamo enormi disparità , armi , corruzione , sfacelo psicofisico e sfruttamento , allora la vedo dura ..... Non ho risposte , cerco di aiutare come e quando posso , son stato anche io una vittima . Credo in Gesù , lo prego a volte , ma sono cosciente che l'ho tradito diverse volte . Siamo esseri umani , dunque imperfetti . Dall'ultima volta , durata poco , ho scelto di abbandonare per sempre quella brutta strada che porta unicamente alla Morte , fisica e psicologica . Bello leggerti . Ciao . Roberto . Verona .....
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

ULTIME VISITE AL BLOG

namy0000vololowcomelunadinonsolopolpoeta_semplicethorn777les_mots_de_sableCherryslkimtygiacinto.garceasurfinia60cassetta2ocramchatvirgola_dfcribe0amabed_2016
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom