Creato da VincenzoAiello68 il 01/05/2009
I libri, le recensioni e i racconti di Vincenzo Aiello

art magazine

 

Vai al Sito della rivista d'Arte con-fine

Direttore Responsabile: Vincenzo Aiello
Direttore Artistico: Gino Fienga
Caporedattore: Matteo Bergamini 


-> Visita il sito della Rivista

-> Abbonati a con-fine

-> Regala un abbonamento

 

Ordina su ibs.it

 

Il Sole di Stagno - Romanzo

 

Il Sole di Stagno - Vincenzo Aiello - con-fine ed. - Bologna, 2006

C'è qualcosa che accomuna questo racconto di Aiello al grandioso romanzo di Walter Siti, Troppi paradisi. Così lontani e tra di loro diversi, entrambi si sono proposti di tematizzare il tempo, fissandolo alla svolta del secolo e del millennio. Per narrare come storia la contemporaneità e la propria stessa esperienza, senza consegnarsi all'autobiografia, bisogna scegliere una lingua e giova inoltre (secondo me) una cornice esplicita di referenti cronologici. Che annunci subito il carattere del testo, di selettiva ricostruzione. Distante dal testo soggettivo della semplice memoria. È il problema che Aiello, nella sua prova d'esordio, ha in parte eluso, affidandosi ai soli dati interni. Quanto alla lingua invece, o meglio alla voce di scrittore, ha usato felicemente, la sua, che nella nuova generazione è una delle più personali.

Lidia De Federicis (L'Indice dei Libri) 

Acquista il Sole di Stagno online sul sito della casa editrice

Ordina il Sole di Stagno _nline su ibs.it

 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Notiziario Culturale

 
Caricamento...
 

Il Bamboccione - Romanzo

 

Il Bamboccione - Vincenzo Aiello

 

 

Ultimi commenti

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

Ultime visite al Blog

 
HansSchnierVincenzoAiello68duetre7dragoeleanima_on_linegbvanlubopoalessia.pugliattiImmaPontecorvooscardellestelleDJ_Ponhzistreet.hassleSky_EagleZingaraRmcile54
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Directories

 

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog Directory
Contatti msn Italian Bloggers
 
Lettere al Direttore 
directory blog 

 
 

 

 
« "Flop di vendite per Pi..."Riparte Stabiae" »

"Il cuore povero di addobbi"

Post n°1230 pubblicato il 12 Gennaio 2016 da VincenzoAiello68
 
Foto di VincenzoAiello68

 

Dopo uno splendido inedito di Francesco Costa, l’editore partenopeo Iemme ci presenta un q-disk narrativo “Non sarà il canto delle sirene (pagg. 72, euro 12.90)” , con quattro racconti dedicati alla dignità femminile, scritti da autori già noti alle cronache letterarie come Maurizio deGiovanni, Antonella Ossorio, Carmen Pellegrino e Nando Vitali , che saranno presentati mercoledì 13 gennaio alle ore 18 alla libreria sociale Locisto inVia Cimarosa a Napoli. De Giovanni in “Storia di Maria” disegna il destino di una badante ucraina che mette d’accordo nello sfruttamento Occidente edOriente, venendo tradita sia dal marito che approfitta dei suoi soldi per rifarsi una vita con un’altra donna in patria, sia dalla buona coppia borghese che le strappa un figlio come fosse una bibita. In “Annella di chi?” la Ossorio in un pingpong verbale con un narratore dell’epoca Bernando De Dominici, narra la storia della pittrice seicentesca Diana De Rosa (detta Anna) che ragazza piena di talento artistico viene lasciata alla merce di maschi che ne derubano le qualità coniugali, uccidendola – come il marito Agostino Beltrano - , dopo avere perso anche il frutto del suo talento artistico: appiattendosi sotto la Tutela di Massimo Stanzione. Una vicenda che ricorda in negativo la trama del film “Big eyes”. Nando Vitali in “Sabra e Chatila” ci propone nella storia di due bambine scampate ad un massacro in Libano nel 1982 e riparate dopo un viaggio della Speranza a Capri, la vicenda positiva di tanti migranti espulsi dalla propria terra e sparsi a caso per l’Europa. Dulcis in fundo “Lappole” quest’esperimento lirico di Carmen Pellegrino – l’autrice di “Cade la terra (Giunti)”, pluripremiato – che si compone di due quadri narrativi: nel primo una ragazza all’inizio dell’adolescenza cerca di capire il suo posto nel mondo perché tutto quello che ha avuto è alle spalle. Nel secondo tempo una donna cerca di affidare il suo cuore “povero di addobbi” al suo amante: cercando anzi di possedere il cuore di una stracciona, per avere due sensibilità al suo arco. Ma le risa dell’amante le consigliano di riprendersi il suo cuore a tempo.

Vincenzo Aiello

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog