Alla sera

E' bello rientrare a casa dal lavoro e trovare un sorriso a cui raccontare le proprie giornate

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

ULTIME VISITE AL BLOG

meravigliosamente.tuMITE_ATTACHET_2mariomancino.mdanyprincess81maxrigaLaGuardianaDel.Farosuperceviemilytorn82oscardellestelleil_pablociaobettina0Elemento.Scostantevololowandreadialbinea
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 
 

ULTIMI COMMENTI

bell'articolo. Il tuo blog è fatto molto bene. Ciao da...
Inviato da: emilytorn82
il 21/12/2016 alle 12:02
 
Già...grazie...
Inviato da: mestesso69
il 21/07/2016 alle 16:36
 
il silenzio parte dei pensieri
Inviato da: donadam68
il 21/07/2016 alle 12:05
 
Grazzie!
Inviato da: Passion gastronomie
il 02/08/2013 alle 10:11
 
bella mi è piaciuta molto se nn vi dispiace la copio nelle...
Inviato da: ursy66
il 23/10/2010 alle 15:02
 
 

TAG

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: mestesso69
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 51
Prov: PC
 

Profile Visitor Map - Click to view visits
 

 

Nella notte

Post n°546 pubblicato il 01 Agosto 2016 da mestesso69

La guarda...la riguarda...e poi la guarda ancora cercando di non farsi notare. Quanto e' bella ! 
Aveva smesso di osservarla per un lungo periodo convinto, forse,  che potessero bastare le immagini dei suoi ricordi. 
Aveva smesso di osservarla per un lungo periodo convinto di essere troppo brutto per poter godere di un simile spettacolo. 
La osserva in ogni minimo particolare per assaporarne ogni sfaccettatura. 
Lei sta li' di fronte...immobile e fiera...non fa nulla per attirare l'attenzione, anzi a tratti sembra persino che non voglia nemmeno farsi guardare e forse per questo e' ancora piu' bella. 
Tra poco andra' via...solo per pochi giorni ma a lui sembreranno eterni. 
Non vuole piu' vivere nel suo ricordo ma gioire della sua presenza. 
L'orologio al  polso gli suggerisce che e' ora...un nuovo giorno e' alle porte...prima di chiudere la finestra e andare a riposarsi le rinnova nel silenzio la sua promessa d'amore.
Quando si svegliera' sa che non sara' piu' lassu' nel cielo a fianco delle stelle ma si augura di poterla rivedere risplendere davanti ai suoi occhi solo per lui quanto prima...magari anche prima del prossimo plenilunio

 

 
 
 

Abbracci

Post n°545 pubblicato il 01 Agosto 2016 da mestesso69

Mi perdo nel tuo abbraccio 
vorrei non piu' trovarmi 
ma non posso 
devo andare avanti 
in attesa del prossimo... 

 

 
 
 

Tavoli

Post n°544 pubblicato il 31 Luglio 2016 da mestesso69

Guarda le famiglie sedute ai tavoli intorno a se.Vede quegli sguardi vuoti e rassegnati di chi sembra non aver niente da dire. Alcuni mesi fa li compativa...adesso li invidia...

 
 
 

L'oracolo

Post n°543 pubblicato il 30 Luglio 2016 da mestesso69

Sentenzia dall'alto del suo piedistallo...porta critiche feroci che feriscono come coltellate...accusa l'altro di essere stato egoista, di aver messo al primo posto se stesso invece che altri...parla senza sosta senza capire che anche lei ha fatto la stessa cosa...

 
 
 

Il generale

Post n°542 pubblicato il 30 Luglio 2016 da mestesso69

L'ennesima battaglia sta per avere inizio.Il morale delle truppe non e' dei migliori...l'opinione pubblica e' sicuramente schierata contro di lui...persino i suoi famigliari sembrano riporre poca fiducia in quello che sta facendo. 
A lui non interessa. E' stato nominato Generale Supremo e gli e' stato chiesto di guidare le forze armate per vincere la guerra contro una nazione confinante fino ad alcuni anni prima alleata. 
Sa bene che i risultati fin qui ottenuti non sono minimamente soddisfacenti...ha dovuto subire alcune pesanti sconfitte durante le numerose battaglie...in una occasione ha persino issato bandiera bianca perche' convinto di non aver nessuna possibilita' di uscire vittorioso dal confronto... 
Le battaglie gli hanno lasciato pesanti cicatrici sul corpo, gli hanno fatto molto male anche nell'anima ma soprattutto hanno fatto male alle persone che lungo quel periodo gli sono state vicino. 
Tutti gli rinfacciano di restare immobile, di aspettare troppo quasi come fosse in balia del destino...non hanno torto sotto un certo punto di vista...ma non conoscono il nemico come lo conosce lui e non capiscono. 

"Eri felice con me?" 
"Sono stato molto contento con te..." 
"Sei felice adesso?" 
"Si, adesso si" 
"Faro' in modo che tu non lo possa mai piu' essere..." 

Ha avuto modo di elaborare una strategia...l'ha voluta studiare e ristudiare per non lasciare campo al minimo errore...sa che questa sara' la battaglia decisiva, quella che decidera' le sorti della guerra e lui vuole tornare a casa come vincitore... 
Vuole essere felice e vuole che le persone che gli sono vicine siano felici. 
Adesso ha solo bisogno che gli altri abbiano fiducia in lui 

 
 
 

Estate

Post n°541 pubblicato il 29 Luglio 2016 da mestesso69

L'estate sembra finalmente arrivata...cielo limpido e sgombro da nuvole...colonnina di mercurio che segna valori elevati. 
Soffre il caldo...l'ha sempre sofferto...forse negli ultimi tempi e' diventato ancora piu' insofferente alle alte temperature.Non puo' dire di stare perfettamente bene...l'afa lo disturba ma in questi giorni si gode il sereno fuori e dentro di lui.
Presto arriveranno nuovi temporali... 

 

 
 
 

Il racconto

Post n°540 pubblicato il 28 Luglio 2016 da mestesso69

Tiene tra le mani alcune pagine ingiallite dal tempo. Su di esse fanno bella sfoggia una marea di parole scritte con la sua stilografica.Le ha scritte molto tempo fa ma insoddisfatto del risultato le aveva riposte nel cassetto della sua scrivania.Le ha rilette con una nuova prospettiva e gli sono piaciute...in fondo quel racconto ha un inizio niente male ed è' sicuro che avrà un finale ancora migliore...non gli resta che scriverlo...

 
 
 

Maschere

Post n°539 pubblicato il 27 Luglio 2016 da mestesso69

Schivo, riservato, introverso ai limiti dell'autismo ha sempre riversato i propri pensieri e le proprie sensazioni nei personaggi dei suoi racconti. 
Centinaia di  maschere per svelare agli altri il suo vero volto. Migliaia di parole per dare contorni ben definiti alla sua fantasia. 
In questi giorni vorrebbe camuffarsi da clochard...sedersi all'angolo della strada ad elemosinare emozioni, ragionamenti, stati d'animo che possano dare un po' di calore e di colore alla loro conversazione sempre piu' simile alla fredda cronaca di un quotidiano.

 
 
 

Il maratoneta

Post n°538 pubblicato il 26 Luglio 2016 da mestesso69

Corre da piu' di due ore combattendo con il fiato che sembra venirgli sempre meno e il dolore ai muscoli delle gambe.Di fianco a lui sfrecciano rapide le immagini della sua vita per poi disperdersi nel panorama circostante. 
Istantanee scattate qua e la' che gli rammentano l'insoddisfazione che spesso gli aveva azzannato la gola... 
Osserva i monumenti di quella citta' cosi' provinciale ed ipocrita che e' diventata casa sua e gli sta stretta come un paio di scarpe di tre numeri in meno, lo stabilimento in cui ha sputato sangue per ottenere quella posizione che gli compete ma che fatica a ottenere , i silenzi dei week end  trascorsi nella speranza che il tempo volasse via piu' rapidamente, l'autovettura nel suo garage che ormai e' uscita di produzione, gli amici, quelli veri, con cui non ha voluto piu' avere dialogo, i suoi sogni, le sue aspirazioni e la sua voglia di divertirsi che ha riposto nel cassetto della scrivania, l'ago della bilancia che giorno dopo giorno testimoniava gli sforzi che stava facendo per deturpare il suo fisico, la sua voglia di amare che lentamente si affievolisce, i suoi racconti che rimangono incompiuti in attesa di un finale...istantanee che sembrano sottolineargli tutti gli errori commessi e tutte le scelte sbagliate. 
Lacrime amare si mischiano al sudore. 
Tenta di accellerare per sfuggire da quel tunnel cosi' doloroso. In realta' sta solo sfuggendo dall' ombra del suo passato...dalla sua ombra. 
All'improvviso si ferma e si lascia raggiungere...non la teme piu'...anzi la vuole affrontare a viso aperto e sconfiggere... 
Riprende cosi' a correre...gli costa molta fatica rimettere in moto i suoi muscoli ma continua. Di fianco a lui riappaiono le stesse fotografie...i monumenti di quella citta' che lo ha adottato con benevolenza...l'autovettura nel suo garage ancora lucida e con la linea elegante...gli amici, quelli veri, che vorrebbe abbracciare...la sua voglia di amare che vorrebbe far esplodere...i suoi racconti che ritornano a prendere vita e forma...istantanee che sembrano dirgli che non c'e' nulla di sbagliato in quello che ha fatto e scelto. 
Ha commesso un errore tanto tempo fa'...non puo' negarlo...ma e' stato l'unico errore che ha fatto e in questi anni ha gia' pagato abbondantemente le sue colpe... 
Corre...continua a correre...non sente piu' fatica nel trascinarsi dietro il peso della sua ombra...adesso sembra leggero.

 

 
 
 

L' infermiera

Post n°537 pubblicato il 26 Luglio 2016 da mestesso69

L'aveva assunta affinche' si prendesse cura di lui. La vecchia ferita di guerra continuava a distanza di anni a non cicatrizzarsi e quotidianamente spurgava un ingente quantitativo di liquido denso e maleodorante.E cosi' ogni sera lasciava che le sue abili mani da infermiera gli disinfettassero i contorni lacerati della pelle. Era diventato il momento piu' bello della sua giornata...il momento in cui nonostante il bruciore dell'alcool denaturato riusciva a non provare dolore, a stare bene e a non pensare al passato..Si era affezionato a lei come a nessuno mai. Trascorreva stancamente la sua esistenza solo per quella medicazione...sopportando il male lancinante dentro al suo petto senza proferire parola.Gli andava bene cosi'...in parte per egoismo e in parte per paura di poter modificare una situazione per lui, e solo per lui, perfetta...gli andava bene conservare quel proiettile conficcato a pochi centimetri dal suo cuore. 
Piu' e piu' volte gli avevano consigliato di sottoporsi ad un intervento chirurgico per la sua estrazione. Aveva sempre declinato dicendo che i rischi erano troppo elevati e lui non aveva alcuna intenzione di correrli. 
Mentiva...adesso lo aveva compreso...e cosi' si era deciso. 
Aveva preso appuntamento in clinica per la settimana successiva...voleva finalmente togliersi quel pezzo di ferro, simbolo del suo passato a monito del suo futuro, dal suo corpo.Voleva stare bene...essere in pace con la sua anima per potersi mostrare cosi' come si sentiva realmente. Senza quel dolore che lo accompagnava come la sua ombra ci sarebbe riuscito...ne era sicuro. 
Nessuna ferita da medicare ma avrebbe avuto ancora un bisogno disperato di lei. 

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: mestesso69
Data di creazione: 21/01/2007
 

immagineSiamo angeli con un'ala sola...
solo abbracciati riusciremo a volare

 

SEI NELL'ANIMA

Vado punto e a capo così
Spegnerò le luci e da qui
Sparirai
Pochi attimi
Oltre questa nebbia
Oltre il temporale
C’è una notte lunga e limpida,
Finirà
Ma è la tenerezza
Che ci fa paura
Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sospeso
Immobile
Fermo immagine
Un segno che non passa mai
Vado punto e a capo vedrai
Quel che resta indietro
Non è tutto falso e inutile
Capirai
Lascio andare i giorni
Tra certezze e sbagli
E’ una strada stretta stretta
Fino a te
Quanta tenerezza
Non fa più paura
Sei nell’anima
E lì ti lascio per sempre
Sei in ogni parte di me
Ti sento scendere
Fra respiro e battito
Sei nell’anima
Sei nell’anima
In questo spazio indifeso
Inizia
Tutto con te
Non ci serve un perchè
Siamo carne e fiato
Goccia a goccia, fianco a fianco